100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Un'auto compatta completamente elettrica di casa Volkswagen per muoverti senza limiti nelle zone ZTL.
Avatar utente
carlo.marchesini
Messaggi: 220
Iscritto il: 23/05/2018, 18:34

Re: 100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Messaggioda carlo.marchesini » 21/11/2019, 12:34

Tale margine, nella mia e-up!, dovrebbe essere ancora ampio....da questa percorrenza, in condizioni ottimali, non si è mai distaccata in quasi cinque anni..questa foto è di ottobre, a ridosso dei 100.000 km, ora ampiamente superati...sono a 101.000...
Allegati
20191027_085900.jpg
20191027_085900.jpg (1.08 MiB) Visto 236 volte
20191027_085850.jpg
20191027_085850.jpg (1.05 MiB) Visto 236 volte




Avatar utente
EmilianoMontanari
Messaggi: 660
Iscritto il: 22/09/2019, 19:03

Re: 100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Messaggioda EmilianoMontanari » 21/11/2019, 12:46

Carlo ha scritto:
EmilianoMontanari ha scritto:La tua esperienza non la smentisce perché se hai avuto un piccolo calo rilevabile significa che hai esaurito il “buffer”, il Delta tra la reale capacità della batteria e quella utilizzabile.


Quindi come puoi spiegare l'esaurimento del "buffer" se il calo negli ultimi 2 anni è del 2%


Facendo soltanto un esempio: se hai avuto un calo potenziale della capacità della batteria (KWh complessivi) del 12%, e il primo giorno avevi una parte di batteria utilizzabile (via sw) del 90%, tu vedi un della capacità residua del 2%.

Per rispondere all’altro utente… Le case mettono batterie più grandi di quanto ne fanno utilizzare per fare in modo che anche l’utente meno informato e più spregiudicato non possa mai caricarle davvero al 100%… E anche l’automobile stessa si ferma prima che siamo arrivati davvero allo zero. In pratica mettono dei paletti minimi di sicurezza per evitare un decadimento davvero veloce.

Io ora che sono che informato sono molto più tranquillo… Si parla di molte centinaia (spesso almeno 1000) di cicli… Vuol dire fare 200.000 km almeno...ma di più nella maggior parte delle situazioni... non sarà questo a farci cambiare automobile, A meno che la batteria…nelle sue parti essenziali (come il catodo) non si rompa. Ovviamente in questo caso costerebbe più che riparare/sostituire un piccolo motore termico.

Carlo
Messaggi: 1741
Iscritto il: 23/11/2016, 22:33

Re: 100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Messaggioda Carlo » 21/11/2019, 13:48

EmilianoMontanari ha scritto:
Carlo ha scritto:
EmilianoMontanari ha scritto:La tua esperienza non la smentisce perché se hai avuto un piccolo calo rilevabile significa che hai esaurito il “buffer”, il Delta tra la reale capacità della batteria e quella utilizzabile.


Quindi come puoi spiegare l'esaurimento del "buffer" se il calo negli ultimi 2 anni è del 2%


Facendo soltanto un esempio: se hai avuto un calo potenziale della capacità della batteria (KWh complessivi) del 12%, e il primo giorno avevi una parte di batteria utilizzabile (via sw) del 90%, tu vedi un della capacità residua del 2%.


Voglio seguire il tuo discorso teorico ed approfondirlo.
Considerando che io ho preso il primo dato su Leafspy, il 3/10/17, risultava una batteria con SOH dell'84% e 392 cariche lente eseguite e 23 fast fatte da ottobre 2014, data di immatricolazione del veicolo.
Quindi tu sostieni con così poche cariche hanno causato alla macchina la perdita del 16% di SOH.
Diciamo che gli esempi che hai portato fino ad ora, confrontati con la realtà, poco combaciano

Avatar utente
EmilianoMontanari
Messaggi: 660
Iscritto il: 22/09/2019, 19:03

Re: 100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Messaggioda EmilianoMontanari » 21/11/2019, 14:18

Carlo ha scritto:
EmilianoMontanari ha scritto:
Carlo ha scritto:
Quindi come puoi spiegare l'esaurimento del "buffer" se il calo negli ultimi 2 anni è del 2%


Facendo soltanto un esempio: se hai avuto un calo potenziale della capacità della batteria (KWh complessivi) del 12%, e il primo giorno avevi una parte di batteria utilizzabile (via sw) del 90%, tu vedi un della capacità residua del 2%.


Voglio seguire il tuo discorso teorico ed approfondirlo.
Considerando che io ho preso il primo dato su Leafspy, il 3/10/17, risultava una batteria con SOH dell'84% e 392 cariche lente eseguite e 23 fast fatte da ottobre 2014, data di immatricolazione del veicolo.
Quindi tu sostieni con così poche cariche hanno causato alla macchina la perdita del 16% di SOH.
Diciamo che gli esempi che hai portato fino ad ora, confrontati con la realtà, poco combaciano


Io non sostengo nulla..... faccio riferimento a ciò che sostengono le ricerche che ho trovato e che sono quello che credo di aver capito si sappia oggi scientificamente.

La capacità della batteria si riduce anche solo per il passare del tempo, si riduce anche solo utilizzandola (ad esempio forti accelerazioni la usura di più di una guida tranquilla), si riduce anche con le ricariche normali. Inoltre le fast incidono molto se effettuate a batteria calda piuttosto che fredda, in auto che non hanno un condizionamento serio della batteria...

Ci sono troppi fattori per dire nel singolo caso cosa abbia influito di più.... come del resto accade nelle termiche per altri aspetti.

Aggiungo che anche con le auto termiche ci sono fattori che influiscono molto sulla durata di un motore e delle altre componenti… Quello che ci mette in crisi sulle auto elettriche il discorso batteria è quantificabile in percentuale e facciamo sempre fatica a fare i conti con le percentuali rispetto a qualcosa in cui possiamo sperare che vada ancora bene “come nuovo” come sulle termiche

Carlo
Messaggi: 1741
Iscritto il: 23/11/2016, 22:33

Re: 100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Messaggioda Carlo » 21/11/2019, 14:55

EmilianoMontanari ha scritto: Io non sostengo nulla..... faccio riferimento a ciò che sostengono le ricerche che ho trovato e che sono quello che credo di aver capito si sappia oggi scientificamente.

La capacità della batteria si riduce anche solo per il passare del tempo, si riduce anche solo utilizzandola (ad esempio forti accelerazioni la usura di più di una guida tranquilla), si riduce anche con le ricariche normali. Inoltre le fast incidono molto se effettuate a batteria calda piuttosto che fredda, in auto che non hanno un condizionamento serio della batteria...

Ci sono troppi fattori per dire nel singolo caso cosa abbia influito di più.... come del resto accade nelle termiche per altri aspetti.

Aggiungo che anche con le auto termiche ci sono fattori che influiscono molto sulla durata di un motore e delle altre componenti… Quello che ci mette in crisi sulle auto elettriche il discorso batteria è quantificabile in percentuale e facciamo sempre fatica a fare i conti con le percentuali rispetto a qualcosa in cui possiamo sperare che vada ancora bene “come nuovo” come sulle termiche


Quindi non hai trovato ricerche scientifiche che spieghino la mia situazione, peccato.
Ecco, forse bisognerebbe focalizzare le ricerche scientifiche su quando sono state fatte.
Troppo spesso vedo riferimenti a pagine datate e sappiamo benissimo quanto la tecnologia delle batterie sia in forte progresso.
Mi fate vedere i test per la potenza di calcolo di un pentium quando oggi ci sono gli i7, ma soprattutto non si accettano i consigli di chi vive quotidianamente un'esperienza elettrica
ma si fa affidamento sulla teoria, mah.

Comunque, per spiegare il forte degrado avvenuto della batteria con così poche cariche in realtà c'è solo un motivo, ovvero il concessionario lasciava collegata in carica la macchina sempre,
h24, e questo è molto deleterio. Da quando viene utlizzata "normalmente" il degrado si è stabilizzato su valori eccellenti nonostante io sia un pagano e vado di ricarica al 100% :lol: :lol: :lol: :lol:


Avatar utente
simo88
Messaggi: 231
Iscritto il: 20/10/2019, 1:05

Re: 100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Messaggioda simo88 » 21/11/2019, 15:25

EmilianoMontanari ha scritto:Direi proprio di si. Meglio ancora se riesci a non andare sotto il 30/35%. Così penso che andremo avanti un bel po..


Probabilmente sarà così, attualmente massimo 50-60km al giorno, guardando la foto che hai mandato quindi converrebbe caricare ogni giorno per portarla al 75%, senza aspettare di raggiungere una determinata soglia (inferiore)

carlo.marchesini ha scritto:Visto che lei inizia con un autovettura nuova, .....se anche io acquistassi ora la e-up, per la mia esperienza, ricaricherei tendenzialmente sempre tra il 50% ed il 75% lentissimo a 5 Ampere. Con la nuova batteria dovrebbero essere una sessantina di km buoni. A 5A (1,2 kW); io ci metto circa quattro ore. Lei, con la nuova batteria, ce ne dovrebbe mettere il doppio. Quindi può lasciarla in carica la notte. Poi quando vuggia madio-lungo raggio, non si faccia problemi di caricare fast a 50kw. Parta subito, in quel caso, e scarichi il meno possibile la batteria ....e non la lasci carica al 100 % per troppo tempo. Sempre intorno alla metà.


La ringrazio :mrgreen:
Quindi anche se dovessi caricare a qualche colonnina pubblica mi conviene limitare la carica? (tempo permettendo) Si puù fare dalla app giusto?
Ok quindi basta non esagerare con le fast, credo che la prima fast dovrò farla per portare l'auto a casa :lol: a meno che al concessionario siano cosi gentili da caricarla alla loro colonnina

carlo.marchesini ha scritto:Tale margine, nella mia e-up!, dovrebbe essere ancora ampio....da questa percorrenza, in condizioni ottimali, non si è mai distaccata in quasi cinque anni..questa foto è di ottobre, a ridosso dei 100.000 km, ora ampiamente superati...sono a 101.000...


Quindi la tua e-Up in 5anni con >100.000km, non ha ancora dato segni di calo della percentuale della batteria se ho capito bene? Perciò sta ancora utilizzando la capacità a noi nascosta per gestire il degrado
Ho capito bene? Sarebbe un ottima notizia questa :mrgreen:

Carlo ha scritto:Comunque, per spiegare il forte degrado avvenuto della batteria con così poche cariche in realtà c'è solo un motivo, ovvero il concessionario lasciava collegata in carica la macchina sempre,
h24, e questo è molto deleterio


Da quanto ho capito il degrado maggiore si ha lasciando l'auto ferma (in un magazzino ad es.) con il 90-100% di carica, senza guidarla periodicamente facendogli fare almeno qualche ciclo di carica (non completo)

Avatar utente
EmilianoMontanari
Messaggi: 660
Iscritto il: 22/09/2019, 19:03

Re: 100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Messaggioda EmilianoMontanari » 21/11/2019, 15:52

Carlo ha scritto:
EmilianoMontanari ha scritto: Io non sostengo nulla..... faccio riferimento a ciò che sostengono le ricerche che ho trovato e che sono quello che credo di aver capito si sappia oggi scientificamente.

La capacità della batteria si riduce anche solo per il passare del tempo, si riduce anche solo utilizzandola (ad esempio forti accelerazioni la usura di più di una guida tranquilla), si riduce anche con le ricariche normali. Inoltre le fast incidono molto se effettuate a batteria calda piuttosto che fredda, in auto che non hanno un condizionamento serio della batteria...

Ci sono troppi fattori per dire nel singolo caso cosa abbia influito di più.... come del resto accade nelle termiche per altri aspetti.

Aggiungo che anche con le auto termiche ci sono fattori che influiscono molto sulla durata di un motore e delle altre componenti… Quello che ci mette in crisi sulle auto elettriche il discorso batteria è quantificabile in percentuale e facciamo sempre fatica a fare i conti con le percentuali rispetto a qualcosa in cui possiamo sperare che vada ancora bene “come nuovo” come sulle termiche


Quindi non hai trovato ricerche scientifiche che spieghino la mia situazione, peccato.
Ecco, forse bisognerebbe focalizzare le ricerche scientifiche su quando sono state fatte.
Troppo spesso vedo riferimenti a pagine datate e sappiamo benissimo quanto la tecnologia delle batterie sia in forte progresso.
Mi fate vedere i test per la potenza di calcolo di un pentium quando oggi ci sono gli i7, ma soprattutto non si accettano i consigli di chi vive quotidianamente un'esperienza elettrica
ma si fa affidamento sulla teoria, mah.

Comunque, per spiegare il forte degrado avvenuto della batteria con così poche cariche in realtà c'è solo un motivo, ovvero il concessionario lasciava collegata in carica la macchina sempre,
h24, e questo è molto deleterio. Da quando viene utlizzata "normalmente" il degrado si è stabilizzato su valori eccellenti nonostante io sia un pagano e vado di ricarica al 100% :lol: :lol: :lol: :lol:


Se sai il motivo di che parliamo...

Che lasciarla al 100% non sia cosa buona e giusta è tra le
Cose che sanno cani e porci ormai... Scopriamo l’acqua calda ;)

mirko2016
Messaggi: 1849
Iscritto il: 23/08/2018, 20:03
Località: Alba

Re: 100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Messaggioda mirko2016 » 21/11/2019, 18:34

EmilianoMontanari ha scritto:
Le case mettono batterie più grandi di quanto ne fanno utilizzare per fare in modo che anche l’utente meno informato e più spregiudicato non possa mai caricarle davvero al 100%… E anche l’automobile stessa si ferma prima che siamo arrivati davvero allo zero. In pratica mettono dei paletti minimi di sicurezza per evitare un decadimento davvero veloce.

Io ora che sono che informato sono molto più tranquillo… .


Sono contento che sei più tranquillo ora, ricordo post in cui eri terrorizzato (giustamente) da troppe cose che non si capivano.

Qui invece una cosa non si capisce....forse varia da produttore a produttore...

La batteria da 36,8 kWh ne fa usare circa 32, qualcosa.
Facciamo finta sia il 90% di 36,8.

Ora passano X anni e la batteria degrada del 10%.

L'auto come si comporterà? Ti farà caricare sempre 32 kWh, con la conseguenza che se prima la caricavi al massimo al 90% preservandola, ora la caricherai anche al 100% danneggiandola maggiormente, oppure proporzionalmente ridurrà la capacità disponibile in modo che ci sia sempre quel cuscinetto inutilizzabile del 10%?

Non è detto che una cosa sia meglio dell'altra, magari loro studi dicono che dopo X anni la batteria anche se caricata al 100% non patisce più come da nuova (non penso ma non escludo nulla)
FV: 4,55 kW qcells G5 inverter zucchetti - https://www.solarmanpv.com/portal/Termi ... ?pid=71510 - PDC aria aria: 2 LG Quadro 1 LG wifi artcool

Avatar utente
EmilianoMontanari
Messaggi: 660
Iscritto il: 22/09/2019, 19:03

Re: 100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Messaggioda EmilianoMontanari » 21/11/2019, 21:32

mirko2016 ha scritto:
EmilianoMontanari ha scritto:
Le case mettono batterie più grandi di quanto ne fanno utilizzare per fare in modo che anche l’utente meno informato e più spregiudicato non possa mai caricarle davvero al 100%… E anche l’automobile stessa si ferma prima che siamo arrivati davvero allo zero. In pratica mettono dei paletti minimi di sicurezza per evitare un decadimento davvero veloce.

Io ora che sono che informato sono molto più tranquillo… .


Sono contento che sei più tranquillo ora, ricordo post in cui eri terrorizzato (giustamente) da troppe cose che non si capivano.

Qui invece una cosa non si capisce....forse varia da produttore a produttore...

La batteria da 36,8 kWh ne fa usare circa 32, qualcosa.
Facciamo finta sia il 90% di 36,8.

Ora passano X anni e la batteria degrada del 10%.

L'auto come si comporterà? Ti farà caricare sempre 32 kWh, con la conseguenza che se prima la caricavi al massimo al 90% preservandola, ora la caricherai anche al 100% danneggiandola maggiormente, oppure proporzionalmente ridurrà la capacità disponibile in modo che ci sia sempre quel cuscinetto inutilizzabile del 10%?

Non è detto che una cosa sia meglio dell'altra, magari loro studi dicono che dopo X anni la batteria anche se caricata al 100% non patisce più come da nuova (non penso ma non escludo nulla)


Alla batteria non interessa quale parte venga utilizzata e quale castrata....se degrada la capacità del 10% lo fa in una zona, una specie di ombra, diffusa nel volume della batteria (avevo anche trovato un video che lo faceva vedere…). Quindi direi che passato il buffer, quando la batteria “virtuale” e quella “reale” iniziano a coincidere, ogni degrado ulteriore peserà sull’autonomia reale...
Ma ripeto, con un utilizzo corretto, i chilometri che possiamo fare sono davvero una quantità grandissima. Delle due i residui dubbi sono su fatto che della batteria e dei suoi circuiti interni, o del catodo, non si rompa qualcosa che non sia riparabile facilmente… Perché rimane comunque un componente del costo esorbitante ...ma per quanto riguarda l’autonomia non dovrebbero esserci grossi problemi.

Invece con un utilizzo spregiudicato… (e non so quale fattore incide di piu) immaginiamo che uno la porta spesso a zero, spesso 100, la ricarica spesso velocemente… etc Probabilmente il degrado sarà molto più veloce… Esattamente come accade con i telefoni cellulari che dopo due o tre anni di utilizzo intenso iniziano a vacillare…

mirko2016
Messaggi: 1849
Iscritto il: 23/08/2018, 20:03
Località: Alba

Re: 100.000 km in 5 anni con la Volkswagen e-Up!

Messaggioda mirko2016 » 21/11/2019, 22:09

I cellulari vacillano anche per altri motivi dopo tre anni. Una volta la batteria era sostituibile ma, una volta presa nuova, non era mai come con la batteria nuova: dopo tre-quattro anni le app chiedevano più risorse e la batteria ne risentiva anche sostituendola....

Direi che comunque se quel 10% lo perdi subito o viene mascherato erodendo la tua zona grigia cambia molto invece, nel primo caso perdi subito autonomia ma hai una batteria che anche volendo difficilmente danneggi, nel secondo non perdi autonomia ma rischi di maltrattate la batteria se te ne approfitti...
FV: 4,55 kW qcells G5 inverter zucchetti - https://www.solarmanpv.com/portal/Termi ... ?pid=71510 - PDC aria aria: 2 LG Quadro 1 LG wifi artcool



Torna a “Volkswagen e-Up!, Skoda Citigoe iV e Seat Mii electric”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti