Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Per discutere di modelli di cui non esiste ancora una sezione o di problematiche comuni legate a tutte le marche e modelli di automobili elettriche.
ema
Messaggi: 3
Iscritto il: 27/11/2018, 19:40

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda ema » 27/11/2018, 20:34

Marco, Grazie! :)
mi sento già un po più ex-fossile!!! ;)




Deen
Messaggi: 1452
Iscritto il: 21/08/2017, 15:17

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda Deen » 27/11/2018, 20:49

Comincia a scaricarti per il tuo cellulare nextcharge, ci sono tutte le colonnine (gratis e non), e per alcuni gestori ti dice pure se sono occupate o meno. Se devi caricare in viaggio, per non aspettare troppo tempo, ti conviene puntare sulle ricariche veloci (CHAdeMO, per il Nissan e-NV200), che in 15-20 minuti butti dentro un bel po’ di energia...

ema
Messaggi: 3
Iscritto il: 27/11/2018, 19:40

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda ema » 27/11/2018, 23:45

Grazie mille Deen,
scaricata e fatta qualche prova di itinerario, adesso comincio a tararmi meglio!

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1774
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda gianni.ga » 28/11/2018, 0:25

Benvenuta ema.
Prima di comprare la Leaf ho viaggiato un po con questo simulatore.
Molto istruttivo per capire come si comporterà la tua futura ev.
range-calculator-per-android-un-simulatore-di-ev-on-the-go-t2329.html
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

marcober
Messaggi: 2979
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda marcober » 28/11/2018, 8:43

ema ha scritto: Vivo nell'Appennino Modenese e il mio lavoro è complesso, non ho sempre dei tragitti fissi ( in estate x esempio tutti i giorni 32 km in altitudine e poi ritorno) ma il resto dei mesi 60 km o più verso al pianura e ritorno, poi viaggi più lunghi oltre i 300km..


Ciao.
le modalita di uso e le percorrenze non mi sembrano in grado di crearti problemi se prendi il furgone nuovo da 40 kwh, che ha percorrenze reali fra 200 e 300m km.
In pratica sino a percorrenze di 200 km al giorno, la cosa migliore è caricare di notte a casa e partire col pieno. Con una buona Wall Box a casa, pur restando in monofase e aumentando solo di qualche kw il contratto elettrico, potrai fare il pieno in 6-8 ore (ma devi davvero aver fatto 250 km durante il giorno, altrimenti ti bastera solo integarre qualche ora quello che hai consumato)
molti supermercati (Lidl, Conad, Esselunga) e centri commerciali (Ramonda, outlet) hanno colonnine, spesso anche gratuite, per cui qualche pieno gratis spesso ci scappa..che non guasta.

Lo spostamento in altitudine non pone problemi particolari perche poi in discesa rischi di arrivare a destino con piu carica di quella che avevi in partenza!
il bello dei veicoli elettrici è proprio quello, che nei percorsi montani hanno un consumo simile all'uso urbano..perche la velocita non è elevata, la potenza erogata è alta (e dunque efficienza è alta) , e nei tratti in discesa il consumo si azzera o diventa negativo...sarai piacevolmente sorpresa.

Poi, nella zona fra Modena e inizio delle colline le colonnine sono particolarmente numerose..direi che fra Parma e Bologna avete la zona d'italia con piu colonnine installate.
fai conto che proprio in questi mesi Enel sta facendo installazioni a raffica..piu o meno ogni mese ci sono 100 colonnine in piu e il ritmo dovrebbe anche aumentare.

Quando poi superi i 200 km, allora farai come tutti noi, cioè userai le Fast che trovi lungo le principali arterie..direi che tutto il Nord Italia pianeggiante si gira senza particolari problemi, da Torino a Trieste.

Oltre a fare simulazioni come ti hanno suggerito, puoi anche fare una prova reale..cioè noleggi il furgone per una o due settimane, a Milano, e tocchi con mano cosa significa..secondo me lo ordini appena finito la prova.
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC


andbad
Messaggi: 987
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda andbad » 28/11/2018, 10:22

ema ha scritto:Salve, intanto grazie per questo forum, ;) ho letto un mucchio e imparato tanto .
sono una novellina, nel senso che sto pensando di fare il passo folle ( economicamente :o ) di acquistare( o noleggio lungo termine, devo capire meglio anche quello) un Nissan E NV200 ma ho un milione di dubbi :shock: .
Vivo nell'Appennino Modenese e il mio lavoro è complesso, non ho sempre dei tragitti fissi ( in estate x esempio tutti i giorni 32 km in altitudine e poi ritorno) ma il resto dei mesi 60 km o più verso al pianura e ritorno, poi viaggi più lunghi oltre i 300km.
Non riesco a capire se potrei sopravvivere, non vedo tante colonnine in giro e le mappe non sono incoraggianti e non sembrano affidabili.
E se poi quando la trovi la colonnina c'è qualcuno lì in carica, cosa fai ti accampi? e se la prossima è a 20 km da tutt'altra parte devi deviare e perdi un 'ora?
Come fate voi? Da quel che ho letto a voi non capita di rimane a piedi, siete super programmati e organizzati?
C'è una app con cui si può verificare se la colonnina è attiva o magari si può prenotare la ricarica? :?: insomma come si sopravvive?
:idea: Io ci credo molto, ho i miei pannelli di 6 kw e ho fatto scelte verdi a tutto tondo,
......ditemi che le mie paure sono esageate e posso passare all'elettrico!!! Grazie millissimo.


D'estate se non capisco male sono 120km, fattibili tranquillamente anche con 30kW (con 22 sei un po' al limite, soprattutto se la salita è al ritorno).
I viaggi da 300km necessiteranno quasi sicuramente di una Fast, ma in quella zona dovresti riuscire a programmarti abbastanza agevolmente.
Ricorda inoltre che se lo usi per lavoro, l'energia con cui carichi la puoi detrarre interamente (a differenza del carburante) sia a casa (se il contatore è intestato alla partita IVA) sia alle colonnine (dove basta registrarsi con P.IVA, appunto). Anzi, ci sono alcune offerte specifiche per le aziende, tipo questa:
come-richiedere-la-card-hera-io-guido-elettrico-impresa-t3784.html

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

Avatar utente
selidori
Messaggi: 5000
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda selidori » 28/11/2018, 11:45

ema ha scritto: C'è una app con cui si può verificare se la colonnina è attiva o magari si può prenotare la ricarica? :?:
Verifica colonnina?
Qualche app lo fa (tipicamente le proprietarie, cioè quelle del proprio circuito) + NextCharge che cerca di farlo con tutti i circuiti ma con meno precisione ed affidabilità.

Tuttavia quello che ovviamente può dire della colonnina è solo se è funzionante ed in uso (ma non se libera, che non è semplicemente l'opposto di IN USO). Per il nostro scopo (usabilità) ci sono molte incognite che non può prevedere:
- se è rotta ma "lei" la colonnina non lo sa: ovvero qualche guasto non autodiagnosticabile (ad esempio una presa rotta od istruita)
- se davanti c'e' parcheggiato un mezzo non in carica oppure è ostruita in altre maniere (mercato, fiera, accesso limitato da eventi, manifestazioni, lavori in corso con strade chiuse, ecc)
- offline della colonnina che quindi non riesce a comunicare correttamente il proprio status (questo capita sempre più raramente)
- nel frattempo la colonnina viene occupata. Ovviamente questo può avvenire anche un minuto dopo che lo interroghi, anche se sei a 61 secondi dall'arrivo, dietro l'angolo.
E se è uno che legittimamente la usa per rifornirsi ha pure tutte le ragioni del mondo. Tu stesso potresti collegarti in carica e rovinare la giornata a quello che ha interrogato l'app quando in questo post ho scritto la parola "autodiagnosticabile" e l'ha trovata libera e funzionante.
- ed ovviamente può avvenire anche il contrario: una colonnina ti appare occupata perchè in USO (appare occupata solo se effettivamente eroga, come già detto però potrebbe essere inutilizzabile ma risultare libera) ma fra 1 secondo si libera perchè l'utilizzatore sta proprio adesso comandando il fine carica

Per tutti questi motivi considero lo stato della colonnina online una mera curiosità. Magari statistica da controllare più volte nei giorni precedenti al suo utilizzo ma avere un'idea statistica dell'uso ma di non farci troppo affidamento e prevedi da subito un piano C (un utente elettrico ha già il piano B per default...).
Tuttavia il trovarla sempre libera non mi tranquillizzerebbe e mi verrebbe anzi da pormi domande di cui sopra (ovvero: "Possibile che nessuno mai utilizzi questa colonnina? non è che c'e' qualche motivo? ad esempio c'e' sempre parcheggiato davanti in sosta perenne un mezzo termico?")

Per la prenotabilità si sono fatti alcuni esperimenti, basati però sulla gratuicità e quindi c'e' stato abuso di gente che prenotava e poi non usava chissà se perchè cambiava piano, per sperimentare il sistema o per eccesso di "entusiasmo".
Recentemente ENELX ha rivisto tutto il sistema e mi pare abbia introdotto dei limiti, ad esempio non puoi prenotare e non usare la colonnina oltre 15 minuti e mi pare che in alcuni casi la prenotazione sia a pagamento (la soluzione che preferisco). E' comunque tutto un mondo allo studio.
Anche su questo mi vedo scettico: troppe variabili per creare qualcosa di equo e pratico. Meglio risparmiare i soldi per implementare questi regolamenti e controlli (che poi devono essere accettati ed attuati dagli EV OWNER che sono tutt'altro che dotati di buonsenso e troppo eterogenei nelle tecnologie e necessità) per affiancare anche a quella stessa installazione colonnine aggiuntive, aggirando i problemi maggiori delle installazioni (permessi pubblici e fornitura energetica) poichè già assolti dalla prima installazione.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1774
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda gianni.ga » 28/11/2018, 17:03

la prenotazione.di enel-go mi piaceva.
adesso quella analoga di enel-x ha un costo annuo di 15 euro.
per chi ricarica fuori spesso è utile dal punto di vista psicologico.
Stai per arrivare alla fast ( confermo il limite massimo di 15 minuti), prenoti e sei quasi sicuro di non avere sorprese
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 9324
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda marco » 13/05/2019, 12:31

Aneddoto su ieri: dovevamo incontrarci a pranzo con amici ed abbiamo optato per un risto con colonnina, qui > colonnina-enel-x-22-kw-castelvetro-di-modena-mo-via-cialdini-7-t5618.html

Avevamo anche a bordo un amica non elettrica: durante il viaggio approfittiamo per fare una sosta e collaudare una colonnina nuova, questa qui > colonnina-enel-x-22-kw-castelvetro-di-modena-mo-via-cialdini-7-t5618.html
Peccato che arrivato sul posto non andasse: chiamato Enel X ed è riuscita a riavviarla ed a renderla operativa.

Poco prima dell'arrivo al ristorante decidiamo di passare anche a fare un test qui > colonnina-enel-x-fast-savignano-sul-panaro-mo-via-emilia-romagna-721-t4895.html
Arrivato sul posto, anche qui non funziona: chiamato Enel X ma nulla da fare, questa volta non siamo riusciti a ricaricare.

Neanche male che la terza colonnina, la prima linkata in questo post, non ha dato problemi ma le altre due fanno capire quanto siamo ancora lontani da un sistema funzionante: decine di minuti passati in piedi sotto l'acqua per chiamare Enel X, fare prove con cavi, ombrello e telefono in mano. Di certo anche ieri non si è fatta una gran figura per chi non conosce ancora questo mondo, e forse tarderà ancora un altro po' prima di buttarcisi.
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp

marcober
Messaggi: 2979
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda marcober » 13/05/2019, 12:54

ma entrambe erano OPERATIVE su loro APP?
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC



Torna a “Auto Elettriche in Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti