Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Per discutere di modelli di cui non esiste ancora una sezione o di problematiche comuni legate a tutte le marche e modelli di automobili elettriche.
Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10261
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda marco » 04/11/2018, 17:07

Uno degli scogli principali per la diffusione dell'auto elettrica secondo me, è la scarsa informazione: questo è dovuto principalmente al poco tempo che si ha a disposizione per informarsi ed è per questo che è stato creato questo forum, per semplificare e facilitare l'approccio.

Un altro grosso ostacolo di cui ho avuto un'altra prova oggi, è la scarsa affidabilità della rete di ricarica: se si è sufficientemente informati si corre solo il rischio di perdere un po' di tempo per impostare vari piani b, ma per i neofiti il rischio è seriamente quello di rimanere a piedi, ovvero scarichi.

Vi voglio raccontare quanto successoci oggi, allegando una immagine esplicativa inerente una delle tante problematiche riscontrate:

2018-11-04-13h09m49.jpg
2018-11-04-13h09m49.jpg (199.73 KiB) Visto 1850 volte


Il piano della giornata era di collaudare una nuova colonnina vicino casa, poi un'altra che avevamo provato a testare 2 o 3 volte i mesi scorsi con scarso successo; testare poi una nuova fast attivata qualche giorno fa dove avremmo dovuto fare quasi il pieno ed infine collaudare una lenta dove avremmo finalizzato la ricarica, per poi ritornare a casa tutto d'un fiato.

Siamo quindi partiti da casa con il pieno per arrivare alla prima colonnina, attivata qualche settimana fa, dove abbiamo sostato qualche minuto giusto per provarla: e fin qui tutto ok, ma le belle notizie finiscono qui.

Ci siamo quindi diretti alla seconda colonnina, dove eravamo già stati inutilmente due volte ma che ora doveva essere operativa: quando mancavano pochi km all'arrivo ci siamo trovati un sacco di stratte sbarrate perché era in corso una maratona. Dopo numerose varianti siamo riusciti ad arrivare alla colonnina, ubicata presso un'hotel. All'ingresso principale vi era però una macchina che ne ostacolava l'ingresso, ma parlando con la reception ci è stato aperto l'ingresso posteriore. Una volta entrati da dietro, nello stallo vi era parcheggiata una termica: riferito ancora alla reception che ce l'hanno spostata. Dopo numerose manovre per riuscire a parcheggiare correttamente, visto gli stretti spazi, siamo riusciti a ricaricare: solo per pochi minuti perché dovevamo solo provarla, ma che comunque ci sono costati un'oretta.

Ripartiti da li ci siamo diretti verso la fast, la terza colonnina in programma: arrivati sul posto l'abbiamo trovata occupata da un'altra auto elettrica in ricarica. Ci siamo quindi spostati alla colonnina fast successiva, ubicata a qualche centinaio di metri. Abbiamo provato a far partire la ricarica ma dava errore, quindi abbiamo contattato l'assistenza che ce l'ha riavviata più volte, fino a quando siamo riusciti a ricaricare: solo per pochi minuti però, perché eravamo in ritardo nella tabella di marcia e siamo subito ripartiti. Quei pochi minuti di ricarica ci sono costati comunque un'altra ora.

Arriviamo quindi all'ultima colonnina, dove dovevamo ricaricare lento e ristorarci durante la ricarica: nonostante fosse segnata come funzionante sulla relativa app, arrivati sul posto non siamo riusciti a ricaricare nonostante il riavvio fatto dall'assistenza... ci è stato riferito che era un problema hardware e sarebbe stata ripristinata durante la settimana.

Ci siamo quindi diretti verso la colonnina fast fuori programma a pochi km da li, dove anche li al primo tentativo di ricarica ha dato errore: questo è un caso abbastanza frequente dovuto alla batteria calda e che conosciamo bene, per cui è bastato fare un altro tentativo e la ricarica è partita. Una volta fatto il pieno e dopo esserci ristorati, siamo tornati a casa in un colpo solo.

Rischi di rimanere a piedi non ce ne sono stati, ma solo perché avevamo le competenze per gestire queste situazioni: abbiamo comunque perso un sacco di tempo inutilmente ed un novizio si sarebbe sicuramente trovato in grossa difficoltà.
Per concludere, sono convinto che la giusta informazione sia la strada più veloce e giusta per diffondere la mobilità elettrica, ma i gestori delle infrastrutture devono fare la loro parte nel migliorare l'affidabilità delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Seguiranno a breve le varie recensioni delle colonnine citate.


Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


Avatar utente
selidori
Messaggi: 5572
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda selidori » 04/11/2018, 17:41

:(
Per facilitare la comprensione, potresti fare I NOMI?
Mi sembra corretto (non solo nelle singole recensioni) ma per avere un'idea di che stazioni parliamo, quanto distavano, chi è il provider, che auto hai.
Perchè con una tesla il discorso è tutto diverso ed anche con una Zoe. Per ora le differenze sono troppe per poter fare un ragionamento senza nomi e riferimenti.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10261
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda marco » 04/11/2018, 18:01

Ma il mio discorso era generalizzato, non volevo in questa fase entrare nei dettagli: ci saranno le recensioni per approfondire.
Era solo per evidenziare questo aspetto: non era un viaggetto complicato, eppure è stato irto di difficoltà... fortunatamente tutte superate, ma con grosse perdite di tempo e stress.

Comunque la prima era Enel X (quella che non ha dato problemi), Enermia, EVAD, e-Distribuzione e ubicate a Rubiera, Modena e Bologna.
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp

Diego
Messaggi: 679
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda Diego » 04/11/2018, 18:12

condivido i concetti appieno. purtroppo nell ottica di sfruttare al meglio la batteria ed evitare soste inutili ora dopo 1 anno di esperienze riesco a gestire tratte di 250/300 km arrivando tranquillamente con 0-1% di batteria. purtroppo lo spettro della colonnina guasta è sempre dietro l angolo. per ora mi fido solo su colonnine super affidabili o banalmente a casa mia. mi è capitato + volte di arrivare a colonnine risultate online e libere quando in realtà erano offline/non funzionanti.
nell amia zona ci sono le colonnine di A22 che non hanno app o tessere ma son al 99% affidabili e ben dislocate sulle tratte. non capisco perchè non si riesca a fare stazioni affidabili come chi già le sa fare correttamente?!?
FV 12.24 kWp + accumulo 6.6 kWh > Bici elettrica CMS-F16 (3.000 km/anno) > C-Zero del 2015 (15.000 km/anno) > Model 3 LR AWD (50.000 km/anno)

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10261
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda marco » 04/11/2018, 18:51

Una di quelle che mi hanno tirato il pacco oggi, fra l'altro l'unica per fortuna dove non sono riuscito a ricaricare per nulla neanche dopo aver contattato l'assistenza, risultava perfettamente funzionante da app e tuttora anche dal sito Eneldrive... eppure nulla da fare.
In teoria l'app dovrebbe essere un valore aggiunto anche per quello, perché se io avessi visto che non funzionava non sarei neanche andato sul posto, invece ti dice "tutto ok" e poi quanto arrivi sul posto "ciccia".
Meglio allora come dici tu, avere delle colonnine superaffidabili (ABB per esempio) ma senza monitoraggio: almeno non ti può trarre in inganno.
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


Diego
Messaggi: 679
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda Diego » 04/11/2018, 18:56

ammetto che la zoe sopratt la Q è schizzinosa, ma con le abb su A22 mai. inoltre come è capitato a te, anche a me, in puglia (quindi a 1200 km da casa mia), mi recavo su una colonnina da app funzionante ed arrivato sul posto non era funzionante. l assistenza nel mio caso dopo 5 riavvii su svariate colonnine non ha mai risolto. i riavvii han invece funzionato nel 90% dei casi con evway. come ultima spiaggia il carro attrezzi non è il massimo...
FV 12.24 kWp + accumulo 6.6 kWh > Bici elettrica CMS-F16 (3.000 km/anno) > C-Zero del 2015 (15.000 km/anno) > Model 3 LR AWD (50.000 km/anno)

Avatar utente
selidori
Messaggi: 5572
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda selidori » 04/11/2018, 19:56

Diego ha scritto:i riavvii han invece funzionato nel 90% dei casi con evway.
Io non ho alcuna esperienza con evway, proprio zero.
Pensavo andassero bene, affidandosi a prodotti di marca. Il fatto che poi il riavvio sistemi le cose da un lato è un bene perchè facile soluzione, dall'altro proprio perchè FACILE c'e' rischio non lo risolvano mai....
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |

tonyelle
Messaggi: 770
Iscritto il: 30/01/2017, 11:36

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda tonyelle » 19/11/2018, 23:51

Ieri ero a Courmayeur per fortuna non dovevo caricare ma la colonnina in centro era occupata da termiche parcheggiate li fisse...
|Ex Zoe 22kwh-41kwh>Tesla Ms100kwh-twizy 80-Smart ED<|

ema
Messaggi: 3
Iscritto il: 27/11/2018, 19:40

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda ema » 27/11/2018, 20:04

Salve, intanto grazie per questo forum, ;) ho letto un mucchio e imparato tanto .
sono una novellina, nel senso che sto pensando di fare il passo folle ( economicamente :o ) di acquistare( o noleggio lungo termine, devo capire meglio anche quello) un Nissan E NV200 ma ho un milione di dubbi :shock: .
Vivo nell'Appennino Modenese e il mio lavoro è complesso, non ho sempre dei tragitti fissi ( in estate x esempio tutti i giorni 32 km in altitudine e poi ritorno) ma il resto dei mesi 60 km o più verso al pianura e ritorno, poi viaggi più lunghi oltre i 300km.
Non riesco a capire se potrei sopravvivere, non vedo tante colonnine in giro e le mappe non sono incoraggianti e non sembrano affidabili.
E se poi quando la trovi la colonnina c'è qualcuno lì in carica, cosa fai ti accampi? e se la prossima è a 20 km da tutt'altra parte devi deviare e perdi un 'ora?
Come fate voi? Da quel che ho letto a voi non capita di rimane a piedi, siete super programmati e organizzati?
C'è una app con cui si può verificare se la colonnina è attiva o magari si può prenotare la ricarica? :?: insomma come si sopravvive?
:idea: Io ci credo molto, ho i miei pannelli di 6 kw e ho fatto scelte verdi a tutto tondo,
......ditemi che le mie paure sono esageate e posso passare all'elettrico!!! Grazie millissimo.

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10261
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Affidabilità della ricarica: altro scoglio per la mobilità elettrica

Messaggioda marco » 27/11/2018, 20:14

Ciao Ema,
credo che il segreto sia la preparazione e l'informazione: se ti muovi informandoti per tempo nulla ti può fermare!

A differenza delle auto fossili, non si può improvvisare quando ti muovi oltre il limite dell'autonomia della tua auto: comincia a leggere, studiare, e poco alla volta vedrai che imparerai come organizzarti per ogni tipo di viaggio, senza ansia d'autonomia.
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp



Torna a “Auto Elettriche in Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti