Affidabilità e qualità generale del mio scooter Jonway MJS-E

Grazie ad un pacco batteria da 6,7 kWh lo scooter elettrico Jonway MJS-E promette una percorrenza fino a 150 Km
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
Stefano12335
★ Principiante
Messaggi: 3
Iscritto il: 07/05/2022, 20:05
Località: Veronaa
Veicolo: Jonway mjs-e

Affidabilità e qualità generale del mio scooter Jonway MJS-E

Messaggioda Stefano12335 » 08/05/2022, 0:02

Possiedo un Jonway mjs-e (version normale, non sport, prediligendo autonomia contro velocità max), acquistato a metà febbraio, con 1600 km percorsi in poco più di 2 mesi di utilizzo effettivo, che utilizzo per il tragitto casa lavoro ca. 70 km al giorno.
Qui raccolgo in modo obbiettivo le mie esperienze raccolte finora con il mio mezzo per ciò che riguarda l'affidabilità. Per opinioni su prestazioni, ciclistica, confort di guida, ecc. vi invito a consultare altre discussioni.
Iniziamo! Dopo solo 12 km di vita fuori dal concessionario, il giorno stesso del ritiro, il mezzo si spegne in marcia, due volte prima di riuscire a raggiungere la mia abitazione. Dopodiché arrivati in garage il mezzo non si accende più. Chiamo il titolare della concessionaria, gentilissimo, che lo ritira il giorno stesso (dandomi un mezzo di cortesia), per poi riconsegnarmi il Jonway dopo una settimana con una centralina nuova. Il mezzo funziona, ma la sirena dell'antifurto è diventata un cicalino, si sente solo avvicinando l'orecchio al quadro. Controllo per scrupolo la pressione degli pneumatici: quello davanti é a 2 bar (giusto), quello dietro è a 1 bar (basso, strano!), quindi gonfio e via. Noto delle vibrazioni a velocità medie, ma cerco di non farci caso e mi concentro sull'apprendere la guida del mezzo, è il mio primo scooterone e primo mezzo elettrico più grande di un monopattino.
Due settimane e 300 km dopo chiedo spiegazioni al concessionario riguardo le continue vibrazioni al posteriore che sento tra 30 e 70 kmh, ormai palesemente non riconducibili solo alla qualità mediamente bassa dell'asfalto locale. Forse lo pneumatico è sbilanciato? Il concessionario controlla l'equilibratura degli pneumatici: tutto in ordine dice. Torno a casa, ancora vibrazioni, nessun miglioramento. La pressione dello pneumatico dietro è ancora a 1 bar (ma l'avrà gonfiata?!?). Controllo il cerchio con dei video: è ovalizzato, a mio parere non per un urto forte ma come se fosse decentrato di pochi mm, sufficienti a mio parere per chiederne conto alla casa importatrice I2V, con il concessionario che mi da' ragione. Inoltre noto che la valvola posteriore perde, ma solo fino a 1 bar, poi tiene. Alla prima occasione lo riporto al concessionario, che fa controlli ulteriori, cambia la valvola della ruota posteriore che perdeva (problema dello penumatico perennemente sgonfio risolto), chiede una sirena dell'antifurto nuova (arrivata ma ancora da installare) e chiede indicazioni alla casa importatrice riguardo il cerchio che vibra. Dopo 2 settimane di solleciti, l'azienda importatrice mi contatta chiedendo direttamente a me i dettagli: controllano i video da me registrati, dicono che i loro mezzi sono controllati accuratamente prima della vendita e sostengono che il problema alla ruota l'ho probabilmente causato io, forse con una buca presa ad alta velocità, pertanto rifiutano la sostituzione in garanzia. Ergo: questione ancora irrisolta. Corollario: dopo due settimane dal primo tagliando (eseguito a poco più di 1000 km, controllo generale, serraggio viti, ecc.) noto che i bulloni che fissano il parafango posteriore con targa inclusa sono molto allentati, col rischio di averlo perso per strada di lì a breve. Serro i bulloni e via. Pochi giorni dopo foro lo pneumatico posteriore (può capitare a chiunque e in qualunque momento, lo so), però nessuno di 4 gommisti siti nella zona in cui lavoro si rende disponibile a darmi assistenza in quanto il Jonway ha il motore integrato nel cerchio e (presumo io!) per loro il rischio di danneggiarlo non vale il ricavo dalla riparazione (15 euro o meno?). Anche il concessionario locale della I2V (che non è lo stesso che me l'ha venduto) sembra inizialmente riluttante al telefono, ma si rende poi disponibile ad aiutarmi, se non fosse che il gommista al quale si appoggia mi riferisce di non aver mai messo mano ad un mezzo elettrico (??) e che devo fargli avere lo pneumatico smontato per effettuare la riparazione. Oltre al gommista quindi dovrei, giustamente, pagare anche il concessionario locale per la sua manodopera (50-60 euro). Questa parte della storia ovviamente non è colpa del prodotto Jonway o di I2V, ma evidenzia a mio parere il fatto che il mercato è purtroppo ancora acerbo e impreparato per i veicoli elettrici a 2 ruote. Alla fine passano 2 giorni prima arrendermi alla necessità di fare portare lo scooter dal mio concessionario di riferimento, visto che fortunatamente l'assicurazione mi copre il costo del trasporto (35 km da dove mi trovavo). Il titolare mi sistema gratuitamente la foratura con una classica toppa in caucciù (quindi senza necessità di smontare la ruota, che avrei potuto eseguire io se avessi uno straccio di esperienza o un qualunque gommista di moto o autl; grazie gommisti precedenti, grazie davvero per averci provato!). Inoltre il titolate aggiunge un supporto metallico più solido al parafango posteriore per scongiurare rischi di perdere pezzi per strada a causa delle vibrazioni. 3 giorni di stress, ma almeno sono conclusi, giusto? Ritiro il mezzo il giorno dopo (mezzogiorno di oggi), pranzo in giro e poi mi avvio verso casa: 10 km scarsi e il quadro si spegne con motore e tutto il resto. La scooter non da' segni di vita. Mentre attendo la chiamata di conferma con il soccorso stradale, chiedo aiuto a un abitante locale per tentare di collegarlo alla presa di corrente, così per tentare qualcosa. Prima di spegnersi la batteria era al 50%, ma non avevo altre idee e nessun attrezzo per controllare lo stato dei connettori della batteria, "magari si è staccato qualcosa" mi dice il concessionario al telefono. Attacco il mezzo alla presa e l'alimentatore si accende, il mezzo carica. Lo stacco dopo pochi secondi e provo ad accenderlo: parte! Annullo la chiamata di soccorso e torno dal concessionario (sabato pomeriggio ormai), spiego l'accaduto e mi dirigo verso casa con calma. A 2 km da casa, lo scooter si spegne ancora, casualmente davanti ad un benzinaio. Provo a collegarlo ancora alla presa ma stavolta il trucco non funziona: il paziente non da' segni di vita. Spingo fino a casa e lo attacco alla presa del garage: l'alimentatore funziona ma solo per pochi secondi e poi si spegne. Ora però il quadro si accende, il motore funziona ma la batteria non carica. Faccio la diagnostica con l'app Jonway: una delle 20 celle ha un voltaggio molto basso (inferiore a 3 V).
A meno di tre mesi dall'acquisto e 1600 km, ora sono qui a mezzanotte, che scrivo questo post a mezzanotte dopo una settimana da dimenticare e che non accenna a finire, penso alla terza chiamata di soccorso stradale in 3 giorni di fila che farò domani, ai lunghi viaggi in bus che mi godrò nei giorni venturi per andare al lavoro, alla paura che avrò di rimanere appiedato ogni volta che userò lo scooter in futuro (una volta riparato), e mi chiedo chi me l'ha fatto fare di essere tecnologico ed ecologico invece di prendermi un Honda a benzina usato e collaudato.
Come dicevo, ho cercato di essere il piu obbiettivo possibile: ora fate voi le vostre considerazioni, le mie sono ancora in divenire e ve le risparmio.




Avatar utente
marco
★★★★★ Amministratore
Messaggi: 29196
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Opel Corsa-e
Contatta:

Re: Affidabilità e qualità generale del mio scooter Jonway MJS-E

Messaggioda marco » 08/05/2022, 6:09

Mi dispiace per quanto accaduto: per fortuna non tutti i mezzi elettrici sono così, io per esempio ho due moto Zero che utilizzo anche in fuoristrada e non ho mai avuto questo tipo di problemi in 15.000 km fatti con due moto (poi ho forato pure io, l'ultimo giro mi si è infilato un bel chiodone nel pneumatico ma sono comunque riuscito a tornare a casa)

Riguardo il meccanico/gommista, ti consiglio di trovarne uno di fiducia vicino a casa tua: quando ne trovi uno in gamba vedrai che riuscirà a fare tutto lui e ti verrà comodo anche in futuro.

Riguardo invece le altre numerose sfortune, purtroppo c'è poco da fare adesso se non portare pazienza: spero che alla fine riusciranno a risolvere e finalmente il mezzo ti potrà dare la soddisfazione che meriti, probabilmente sono problemi dovuti alla novità del modello, che essendo venduto anche in numero ridotto si vede che è ancora poco collaudato su campo.
Opel Corsa-e - Citroën C-Zero - Zero FX 7,2 kWh - Zero FX 5,7 kWh - FV 4,32 kWp - bici elettrica Kalkhoff Agattu dal 2009 - Ninebot One E+ 320 Wh (ex Nissan Leaf 24 kWh)

LeoC
★★★ Intenditore
Messaggi: 128
Iscritto il: 09/09/2021, 14:28
Località: Milano
Veicolo: VW Golf TGI

Re: Affidabilità e qualità generale del mio scooter Jonway MJS-E

Messaggioda LeoC » 09/05/2022, 10:07

Essendo motociclista anche io, ho sempre guardato con interesse il mercato elettrico delle due ruote e concordo con te nel dire che è acerbo, MOLTO.
Se non ci si affida a qualche grosso produttore (che poi alla fine credo che sian rimasti solo in due, Energica e Zero), il problema dell'assistenza è tremendo.
Oltre al costo FOLLE di molti mezzi elettrici (7500e per il Jonway, uno scooter che FORSE è paragonabile in prestazioni ad un 250cc che ne costa la metà) che non sono giustificabili solo dal fatto che ne vendono pochi o da chissà che prodigio tecnologico siano, c'è anche da riscontrare un proliferare infinito di piccoli produttori asiatici (piccoli da noi) che sfornano modelli a rotta di collo e poi se ne dimenticano (nel senso che una volta venduto, ciaone, se hai un problema spesso te lo tieni).
Uniamo la non assistenza della casa madre (o cmq la riluttanza o lentezza a rispondere) alla impossibilità di far riparare il mezzo (in caso di guasto meccanico/elettrico) al classico riparatore di quartiere, ed ecco un bel cocktail esplosivo al gusto di "Arriverò a casa stasera ?".

La moto (o cmq qualsiasi mezzo a due ruote e motore) è pericolosa se non perfettamente manutenuta e SICURA, io sinceramente mi sbarazzerei il prima possibile di un mezzo che è palesemente fallato e che rischia di farmi finire male se dovesse spegnersi in marcia, bloccare la ruota (magari è compromesso anche il cuscinetto), andare in corto il resto della batteria....

Mi spiace dirlo, ma hai fatto un acquisto incauto.

sl45h
★★★★ Esperto
Messaggi: 2855
Iscritto il: 24/03/2018, 20:37
Località: Udine

Re: Affidabilità e qualità generale del mio scooter Jonway MJS-E

Messaggioda sl45h » 09/05/2022, 10:22

LeoC ha scritto:...Mi spiace dirlo, ma hai fatto un acquisto incauto.


...ma il povero Stefano12335 come avrebbe potuto conoscere i difetti dello scooter a priori? purtroppo in questi casi, la differenza e' fatta dalla serieta' del produttore... comunque non credo che arrivera' al punto di giocarsi la reputazione... una pubblicita' negativa sarebbe troppo rischiosa

sl45h
OPEL CORSA-E Elegance e RENAULT ZOE 135 Intens Red Passion - Fv 3.3 kW + Fv 3.4 kW e 6.5 kWh accumulo Growatt + seconda casa FV 4kW e 5kWh accumulo Huawei - e_bike Focus Thron2 6.8 Bosch 625Wh - EMISSION IMPOSSIBILE - FULL ELECTRIC

LeoC
★★★ Intenditore
Messaggi: 128
Iscritto il: 09/09/2021, 14:28
Località: Milano
Veicolo: VW Golf TGI

Re: Affidabilità e qualità generale del mio scooter Jonway MJS-E

Messaggioda LeoC » 09/05/2022, 10:33

sl45h ha scritto:
LeoC ha scritto:...Mi spiace dirlo, ma hai fatto un acquisto incauto.


...ma il povero Stefano12335 come avrebbe potuto conoscere i difetti dello scooter a priori? purtroppo in questi casi, la differenza e' fatta dalla serieta' del produttore... comunque non credo che arrivera' al punto di giocarsi la reputazione... una pubblicita' negativa sarebbe troppo rischiosa

sl45h


Credo che un minimo di attenzione prima di affidarsi ad un produttore cinese ci voglia, e comunque anche indagare sui vari centri di assistenza in zona prima di acquistare una moto è la prima cosa da fare.
Parliamo di comprare un "Jonway", non un Kymco.

Io anni e anni fa non acquistai una KTM proprio per la mancanza di assistenza nella mia zona....


Stefano12335
★ Principiante
Messaggi: 3
Iscritto il: 07/05/2022, 20:05
Località: Veronaa
Veicolo: Jonway mjs-e

Re: Affidabilità e qualità generale del mio scooter Jonway MJS-E

Messaggioda Stefano12335 » 09/05/2022, 10:45

Non devo giustificare le mie scelte, ma apprezzo la schiettezza. Per necessità economiche, ho pensato che investire più all'inizio mi avrebbe ripagato sulla lunga distanza (costi della benzina, ecc.). Comunque, infierire non aiuta. Soprattutto considerando che sono in contatto con altre decine di proprietari di jonway mediamente soddisfatti e con meno problemi del mio mezzo, evidentemente bersagliato dalla sfortuna o fallato in partenza(?). Vedrò col tempo, ormai è con me. Per fortuna il titolare della concessionaria è molto disponibile e gentile.

LeoC
★★★ Intenditore
Messaggi: 128
Iscritto il: 09/09/2021, 14:28
Località: Milano
Veicolo: VW Golf TGI

Re: Affidabilità e qualità generale del mio scooter Jonway MJS-E

Messaggioda LeoC » 09/05/2022, 11:37

Scusami, non era per infierire, ma per dire che comunque un problema ad un motociclo è ben peggio di uno ad un'auto, che mal che vada potrebbe causare un incidente ma passivamente il guidatore lo protegge comunque.
Se hai problemi ad una due ruote, il rischio di farsi male è concreto.

Montresor
★★ Apprendista
Messaggi: 31
Iscritto il: 19/03/2021, 12:52
Località: Treviso
Veicolo: NIU NGT Sport

Re: Affidabilità e qualità generale del mio scooter Jonway MJS-E

Messaggioda Montresor » 13/05/2022, 10:48

Che brutta avventura.
L'affidabilità è stato l'unico cruccio che ho avuto in fase di acquisto.
Sulle auto ormai da vent'anni vado sulle giapponesi proprio per garantirmi un'affidabilità impeccabile.
Lo scooterino cinese mi preoccupava. Recensioni, riscontro del concessionario, semplicità del sistema elettrico mi hanno molto tranquillizzato e ho provato il NIU.
Devo dire (e incrocio le dita mentre parlo) che l'esperienza (dopo oltre 7.000 km in un anno) è stata molto soddisfacente.
Il mio è un mezzo più semplice del tuo, speriamo bene.

Stefano12335
★ Principiante
Messaggi: 3
Iscritto il: 07/05/2022, 20:05
Località: Veronaa
Veicolo: Jonway mjs-e

Re: Affidabilità e qualità generale del mio scooter Jonway MJS-E

Messaggioda Stefano12335 » 13/05/2022, 18:38

Si anche io avrei preferito acquistare NIU, Silcence, Super Soco o un WOW, purtroppo nessuna di queste marche (a meno di essermelo perso) offriva un modello tipo scooterone con seduta comoda e velocità adatte a viaggi fuoricitta. La mie necessità si sono scontrate con l'offerta ancora ridotta del marcato ed è andata cosi



Torna a “Jonway MJS-E”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti