Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Spazio per segnalare nuovi modelli, tecnologie e novità riguardanti il mondo della mobilità elettrica.
Avatar utente
selidori
Messaggi: 3841
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Contatta:

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda selidori » 04/12/2018, 10:36

NOTA: io però cercherei di evitare discorsi politici su governi specifici...


AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |


Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1151
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Contatta:

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda gianni.ga » 04/12/2018, 10:50

selidori ha scritto:NOTA: io però cercherei di evitare discorsi politici su governi specifici...

Concordo.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Avatar utente
roberto72
Messaggi: 1003
Iscritto il: 28/03/2017, 11:17
Località: Vicino alla Laguna

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda roberto72 » 04/12/2018, 11:22

selidori ha scritto:NOTA: io però cercherei di evitare discorsi politici su governi specifici...

Non era assolutamente mia intenzione parlare di politica (attuale o passata).
Ho cancellato parte del messaggio. Spero che così vada bene
Ultima modifica di roberto72 il 04/12/2018, 15:23, modificato 1 volta in totale.
Nissan Leaf 24 kWh Consumo Immagine
Impianto FV 4,7 kWp

polianto
Messaggi: 1024
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda polianto » 04/12/2018, 14:24

Le concessionarie autostradali si fanno pagare bene le subconcessioni (aree di servizio, autogrill, ecc).
Questo vale tanto per il gasolio quanto per la ricarica EV.


Quello che ci dobbiamo chiedere e se preferiamo le EVA+ appena fuori dall'autostrada pagando la corrente 0,50€/kWh o se le avremmo preferite negli autogrill pagando però la corrente 0,70€/kWh per coprire le royalties richieste dalle concessionarie autostradali per la subconcessione.

Io preferisco la prima.

Ciao Antonio
VW e-UP! detta EPPA

Avatar utente
selidori
Messaggi: 3841
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Contatta:

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda selidori » 04/12/2018, 15:28

polianto ha scritto:
Le concessionarie autostradali si fanno pagare bene le subconcessioni (aree di servizio, autogrill, ecc).
Questo vale tanto per il gasolio quanto per la ricarica EV.


Quello che ci dobbiamo chiedere e se preferiamo le EVA+ appena fuori dall'autostrada pagando la corrente 0,50€/kWh o se le avremmo preferite negli autogrill pagando però la corrente 0,70€/kWh per coprire le royalties richieste dalle concessionarie autostradali per la subconcessione.

Io preferisco la prima.
Quesito interessante al quale non avevo pensato.
Fra l'altro io non ho mai capito se in autostrada o tangenziali la benzina si paga di più: non mi son mai messo a fare confronti diretti.
Per quanto riguarda AUTOGRILL, c'e' da dire che i loro prodotti sono piuttosto cari ma la qualità è alta, sopratutto intendendolo come FAST FOOD/SELF SERVICE ed anche la qualità dei locali (arredo, pulizia, servizi, ecc) è alta. Il problema è semmai se c'e' necessità che questo lusso IMPOSTO (visto che non esiste concorrenza, praticamente) sia moralmente corretto.

Su questo vorrei rispondere ad AISCAT. Loro sostengono che hanno detto no ad enel perchè voleva usare sue tecnologie e suoi abbonati mentre AISCAT vorrebbe i rifornimenti per tutti.
NI. A parte il fatto che enelx ora ha aperto anche alla carica occasionale, ma il fatto che ENEL voglia usare sue tecnologie direi è normale per qualsiasi subappalto concessionario. Cioè AUTOGRILL sceglie i suoi fornitori ed i suoi prodotti e ci mancherebbe (dal punto di vista dell'imprenditorialità) che AISCAT imponga di non fare il tal panino ma di fare un'altro oramai prodotto "registrato" della concorrenza.
Faccio un altro esempio più evidente: sarebbe come se un gestore del centro commerciale dicesse al MCDONALDS che nei locali di quel centro non deve vendere il BIG MAC ma il KING ROYALE (che è di Burgher King): è una cosa fuori dal mondo ed è normale che MCDONALDS/AUTOGRILL/ENELX non ci stia anche perchè costoro fanno piani di busness su prodotti che hanno e per cui non devono inventarsi niente di nuovo.

Al massimo quello che può fare AISCAT con Autogrill o ENEL è di non concedergli l'esclusiva per tutte le stazioni di servizio, ma un tetto massimo di installazioni oppure di poterle affiancare alla concorrenza (in questo ENEL ed AISCAT non sono mai stati chiari se è stata avanzata questa richiesta).
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |


Deen
Messaggi: 1153
Iscritto il: 21/08/2017, 15:17

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda Deen » 04/12/2018, 15:43

polianto ha scritto:
Le concessionarie autostradali si fanno pagare bene le subconcessioni (aree di servizio, autogrill, ecc).
Questo vale tanto per il gasolio quanto per la ricarica EV.


Quello che ci dobbiamo chiedere e se preferiamo le EVA+ appena fuori dall'autostrada pagando la corrente 0,50€/kWh o se le avremmo preferite negli autogrill pagando però la corrente 0,70€/kWh per coprire le royalties richieste dalle concessionarie autostradali per la subconcessione.

Io preferisco la prima.

Ciao Antonio

Almeno ci fosse questa possibilità di scelta... :) al momento c'è solo la prima soluzione, io forse preferirei la seconda

marcober
Messaggi: 2135
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda marcober » 04/12/2018, 17:26

Secondo me i gestori autostradali vivono male la presenza dei petrolieri, che sono società piu grosse anche d loro e potenti e compatte e solidali fra loro (come corporazione intendo).
I gestori secondo me stanno sognando un mondo di auto SOLO elettriche..per sbarazzarsi dei petrolieri e installare solo colonnine..a cui accedi però col telepass o con la APP telepass-pay che gia si usa per paghare sosta in tante città (e che rispetto ala App di Enel ha un livello di servizio 100 volte superiore)
Insomma..enel vuole lo spazio e poi vuole gestire il servizio e i clienti..Aiscat secondo me vuol cercare di venderti il pacchetto pedaggio+energia..e lo puo fare solo con EE perche trova decine di trader pronti a vedergli energia, mentre coi petrolieri si deve accontentare di una (lauto) affitto.
Dunque per quello che parlano di tecnologia ..di enel che voleva fare come gli pareva a loro..etc

Dunque la colonnina che serve ad Aiscat è una colonnina che deve poter operare con Telepass-pay e meglio ancora con un sensore Telepass che ti "vede" quando occupi lo stallo della colonnina..ti riconosce..e ti abilita alla ricarica..e poi te la addebita.
Siccome queste cosa non serve a nessuno tranne che a loro..una gara cosi andra deserta, salvo quando Aiscat stessa avrà "creato" il soggetto giusto che partecipa e vince..sara un soggetto slegato da loro che mete le colonnine e propone una tariffa balenga altissima, e poi frma con Aiscat un protocollo di scambio e "apre" ai clienti telepass..e oplà..il gioco è fatto...o paghi 0,7 con un fornitore che ha App che non funziona mai..o paghi 0,6 col telepass..cosa farà utente autostrada? , sapendo che fuori EnelX costa 0,5? ovvio..si accontenta e paga..

Accetto sommesse..

NicolaRiva
Messaggi: 29
Iscritto il: 18/12/2017, 9:10

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda NicolaRiva » 04/12/2018, 18:39

polianto ha scritto:
Quello che ci dobbiamo chiedere e se preferiamo le EVA+ appena fuori dall'autostrada pagando la corrente 0,50€/kWh o se le avremmo preferite negli autogrill pagando però la corrente 0,70€/kWh per coprire le royalties richieste dalle concessionarie autostradali per la subconcessione.

Io preferisco la prima.


Onestamente preferisco mille volte la seconda. Lo dico da habitué della fast di Villoresi Est a Lainate e avendo fatto un paio di volte l’esperienza di caricare a Cormano alla fast EnelX. Uscire dall’autostrada e perdere 5-10 minuti per arrivare alla colonnina, aspettare 20-25 minuti per la carica e poi ripartire mettendoci altri 5-10 minuti per rientrare in autostrada onestamente non è la migliore delle esperienze.

La colonnina in autostrada è la cosa più comoda che ci sia, anche se dovessi pagare in più lo farei senza problemi. In più almeno in autostrada ci sono dei servizi (bagno, bar, ristorante) che fanno letteralmente “volare” l’attesa, mentre al di fuori rischi di essere in un posto sperduto senza niente intorno....

Per me è assurdo che Aiscat non veda il potenziale delle colonnine agli autogrill... Chi carica deve fermarsi almeno 30 minuti, magari anche di più se vuole fare un pezzettino di strada più lungo... In più hai un cliente più disposto a spendere rispetto a chi va in automobile (perché dai, 70 cts al kW/h cosa sono? Spesa massima una quindicina d’euro quanto non paghi benzina e spesso il posteggio...).

Avatar utente
davide
Messaggi: 758
Iscritto il: 05/11/2016, 18:21
Località: Parma

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda davide » 04/12/2018, 19:34

selidori ha scritto:Si sa che è un argomento molto dibattuto.
ENEL sostiene che Aiscat è contraria a farla entrare.
Aiscat sostiene che non vuole che ENEL usi tecnologie proprietarie e chiuse ed oramai obsolete.

.........
Giudicate voi


AISCAT :CHE FIGURACCIA :( :(
BAH.... :x gli obsoleti sono loro... :evil:
Kia Soul ev 27 kWh.

Butta la marmitta anche tu. Smetti di seminare in giro veleni.
L'auto elettrica cambia la vita a te ed al tuo prossimo ! (in meglio). Provare per credere. ;)

Deen
Messaggi: 1153
Iscritto il: 21/08/2017, 15:17

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda Deen » 04/12/2018, 21:18

Dai vostri commenti mi viene da pensare che Aiscat stia studiando BENE la cosa, perché, diciamoci la verità, per loro sarebbe la gallina dalle uova d'oro... (cliente che si ferma, paga profumatamente la ricarica, deve stare una mezz'oretta in Autogrill, spende ancora... cosa c'è di meglio per loro? :)) Comincio a capire perché abbia rifiutato la proposta di Enel... (e sono quasi contento, pensando a tutti i loro disservizi). Però ora si devono dare una mossa, è questo il punto... :)



Torna a “Novità e Notizie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite