Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Spazio per segnalare nuovi modelli, tecnologie e novità riguardanti il mondo della mobilità elettrica.
Avatar utente
selidori
Messaggi: 6606
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda selidori » 04/12/2018, 21:36

Vorrei complimentarmi con tutti per le considerazioni sagge che sto leggendo.
Mi sembra abbiate ragioni tutti, anche se a volte siete discordi! :?


AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ


Avatar utente
selidori
Messaggi: 6606
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda selidori » 28/04/2019, 12:35

Riapro l'eterno argomento della ricarica in autostrada perchè la discussione è riemersa su facebook e siccome lui non ha storia, vorrei almeno salvare qua qualche dato utile.
Ad esempio l'imbarazzante situazione europea vs Italia:
59407262_420304402123653_3249038705251319808_n.jpg
Questi dovrebbero essere i punti di ricarica SOLO nelle autostrade
59407262_420304402123653_3249038705251319808_n.jpg (96.3 KiB) Visto 277 volte


In verità il dibattito è sempre il solito: mettere le colonnine (io aggiungo Fast) in autostrada ed obbligare ad entrare, oppure poco fuori come adesso?
Ci sono pregi e difetti in ogni soluzione, io stesso sono sempre titubante.
Diciamo che filosoficamente io preferirei i punti di ricarica FUORI dalle autostrade (viaggi più tranquilli, meno costosi, meno energivori, più possibilità di utilizzo e studio delle località e probabilmente anche rifornimenti più economici, ottimizzazione degli impianti (ad esempio non ne vanno realizzati due da entrambi i lati raddoppiando i costi e dividendo le entrate)) ma mi rendo conto che le autostrade, o meglio gli autogrill, avrebbero questo notevoli vantaggi:

- aperte h24
- no abusivi
- si spera sempre funzionanti (oddio, quello sarebbe da vedere, ma teoricamente se in gestione ai benzinai, potrebbero dare un occhio e chiamare le assistenze...)
- si sa esattamente dove sono, cosa hanno, come trovarle
- tecnicamente è più facile da realizzare perchè hai già linee di potenza, connettività, sorveglianza, svincoli, aree di sosta
- esiste sempre qualcosa da fare: dai bar/ristoranti ai bagni. Qualcuno (purtroppo pochissimi) hanno parchetti per bimbi, cani, attrezzi ginnici, panchine.
- teoricamente puoi richiedere assistenza (anche per altri problemi)
- hai possibilità di smercio soldi se si pagasse in contanti o non andasse bancomat/rfid/app
- se un rifornimento fallisce (per vari motivi: occupati, rotti, ecc), si va al prossimo autogrill, tipicamente fra 20 o 40 km...

E tutti questi servizi sono sempre sicuramente disponibili anche alle 23.45 del 25 dicembre.
Tutte queste utili opzioni non sono disponibili (o per lo meno sempre garantite) per colonnine anche appena fuori dalle autostrade.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ

ibxxx
Messaggi: 216
Iscritto il: 19/04/2019, 15:17
Località: OVARO

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda ibxxx » 28/04/2019, 14:28

Povera Italia!!! Pensando in positivo può comunque essere un vantaggio.. partire tardi tra qualche anno, ma con un infrastruttura più moderna rispetto al resto del Europa...

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 2430
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda gianni.ga » 28/04/2019, 16:44

Le autostrade sono le nostre non dell'AIscat che le ha solo in concessione.
Serve una legge.
Intanto sto pensando di aprire una discussione su come dovrebbe essere il servizio di ricarica in autostrada.
Cosi per dare un'idea a chi deve redigere il capitolato.
Intanto anticipo i capitoli:
1 Tipo di ricarca
2 numero minimo di colonnine
3 distanza massima fra due stazioni di servizio
4 modalità di pagamento
5 roaming
6 Tariffa massima
7 sistema per disincentivare la sosta a fine carica.
Se avete qualche altro capitolo da inserire ben venga poi per evitare confusione ancora meglio una discussione (thread in inglese) per ogni capitolo.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

ibxxx
Messaggi: 216
Iscritto il: 19/04/2019, 15:17
Località: OVARO

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda ibxxx » 28/04/2019, 19:03

sarebbe interessante ( moderno sarebbe un buon aggettivo) se avessero, almeno una predisposizione per la carica "plug an charge" alla Tesla, inserisci la spina e fa tutto in automatico, ti riconosce , ti accredita il conto sulla carta, etcc... e poi anche un opzione per i ri-caricatori occasionali diciamo con normale bancomat o contante... e il prezzo esposto al KWh ( almeno per uso occasionale)


marcober
Messaggi: 4222
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda marcober » 28/04/2019, 19:57

Beh..proprio proprio "automatico" no potra mai esserlo..per il fatto che Tesla è un Provider di colonnina E ANCHE di SERVIZIO di ricarica, dunque le auto che si collegano (solo Tesla ma questo non importa in questo ragionamento) non hanno alternativa a "concludere" un contratto col provider tesla (presumo che chi non ha kwh illimitati, ad esempio tutte le M3, debbano abbonarsi a qualche forma di servizio a cui fornire i dati per l'addebito dell'energia).
Nelle altre colonnnine non Tesla, invece, possiamo selezionare più Provider..dunque come minimo dovremo dire all'auto di dire alla colonnina da quale fornitore "acquistare"...ma iccome è una ocsa che potrebbe variare da zona a zona e da colonnina a colonnina..forse è più comodo lasciare all'utente (col cellulare o apposite Card) l'onere di selezionare il fornitore.
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 2430
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda gianni.ga » 28/04/2019, 20:16

Io il cap. 4 lo scriverei così:
Capitolo 4 - Modalità di pagamento
Su almeno x colonnine il pagamento potrà avvenire esclusivamente mediante carta di credito da introdurre prima dell'avvio della ricarica nella apposito accettatore, per consentire l'addebito dell'occupazione della colonnina una volta terminata la ricarica.
Su almeno y colonnine il pagamento potrà avvenire esclusivamente in contante con versamento anticipato.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Avatar utente
selidori
Messaggi: 6606
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Aiscat sulle limitazioni ad ENEL sulle autostrade

Messaggioda selidori » 28/04/2019, 20:36

gianni.ga ha scritto:Le autostrade sono le nostre non dell'AIscat che le ha solo in concessione.
Serve una legge.
Intanto sto pensando di aprire una discussione su come dovrebbe essere il servizio di ricarica in autostrada.
Cosi per dare un'idea a chi deve redigere il capitolato.
Intanto anticipo i capitoli:
1 Tipo di ricarca
2 numero minimo di colonnine
3 distanza massima fra due stazioni di servizio
4 modalità di pagamento
5 roaming
6 Tariffa massima
7 sistema per disincentivare la sosta a fine carica.
Se avete qualche altro capitolo da inserire ben venga poi per evitare confusione ancora meglio una discussione (thread in inglese) per ogni capitolo.
In passato ho letto più di un documento con tali 'capitolati' anche ufficiali ed autorevoli, ma tanto poi nessuno li ha applicati.
Mi viene in mente on PNIRE o la DAFI o le speciali per le case circondariali o i finanziamenti della regione Lombardia.
Erano ottimo documenti scritti anche bene e spesso impegnativi, ma tanto poi rispettare le regole è un optional...
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ



Torna a “Novità e Notizie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti