Caratteristiche impianto garage per la ricarica auto elettrica

Spazio in cui poter discutere di EVR, Wall Box, Cavi di Ricarica, Adattatori, Prese ecc.
steppo13
Messaggi: 7
Iscritto il: 19/05/2018, 23:06

Re: Caratteristiche impianto garage per la ricarica auto elettrica

Messaggioda steppo13 » 12/02/2019, 8:01

Sei stato chiarissimo anche per un inesperto come me.
L’appartamento è al primo piano mentre il garage è al piano terra. Il contatore condominiale invece è sempre al piano, vicino al vano scale. Oggi dal contatore sale un cavo verso il quadro elettrico dentro all’appartemento e un magnetotermico ( prima da 10a e ora da 16a) scende diretto in garage. Il mio elettricista, come dici anche tu, mi ha consigliato di far passare un nuovo cavo direttamente dal contatore verso il garage (sovradimensionato eventualmente anche in vista di una futura wallbox), anziche sostituire i cavi esistenti, evitando che tutto sia sotto il quadro elettrico interno all’appartamento. L’unica cosa è che per fare una cosa del genere, immagino debba chiedere autorizzazione agli altri condomini (per tracce, canaline, fori sul muro e sul cappotto termico). Forse conviene che attenda il 1 marzo per poter detrarre l’intervento al 50% come previsto dalla legge di bilancio. Sapete mica se il costo esposto sul sito di enelx è omnicomprensivo anche per tutto quello che riguarda la predisposizione della configurazione appena descritta (nuova dorsale e relativi lavori)?




andbad
Messaggi: 1099
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Caratteristiche impianto garage per la ricarica auto elettrica

Messaggioda andbad » 12/02/2019, 11:26

claudio.amadori ha scritto:
frank ha scritto:se il cavo è sufficientemente dimensionato, la shucko è data fino a 16A, senza bisogno della industriale.


Assolutamente no, è una affermazione decisamente pericolosa.
Non dobbiamo stancarci di ripeterlo.

Quel 16 A è la corrente nominale così come definita nella norma delle prese "domestiche" (CEI 23-50 in Italia o IEC 60884-1), e queste norme non includono affatto l'utilizzo a tempo indeterminato alla corrente nominale.
Il fatto stesso che alcuni costruttori realizzino massicce e costose Schuko "speciali" idonee a 14 A o 16 A dimostra che quelle ordinarie non sono idonee.


In ogni caso il problema non si pone perché gli EVSE Nissan caricano a 10A, che una shuko dovrebbe reggere senza grossi patemi anche per diverse ore.

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

andbad
Messaggi: 1099
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Caratteristiche impianto garage per la ricarica auto elettrica

Messaggioda andbad » 12/02/2019, 11:40

rcaldare ha scritto:@steppo13
dalla tua descrizione non si comprende se abitazione e garage sono allo stesso piano oppure su livelli diversi, e in questo ultimo caso dove sia il contatore del distributure (ENEL, ACEA o altri).
Io non ho ancora una EV, nel corso del 2019 accenderò un noleggio lungo termine per una LEAF 2019, spero la 62 kWh. Intendo caricare anche a casa, di notte, nel posto auto di mia proprietà in un garage condominiale.
Sto per predisporre un impianto elettrico per partire con un punto per ricaricare con il caricatore "con spina shucko" in dotazione con l'auto (che accetta un carico da 10A), mantendendo la potenza attuale del contatore a 3 kW, ma sovradimensionerò alcuni elementi perchè non escludo in futuro di adottare una wallbox, soprattutto se riusciro' a dotarmi di un fotovoltaico (e quasi sicuramente in quel caso scieglierei la wallbox Zappi). Siccome ho il contatore al piano terra, il posto auto al -1 e l'abitazione al 5° piano, con tutta l'umiltà che mi suggerisce la mia ignoranza specifica, ho proposto all'elettricista che poi certificherà l'impianto il seguente schema: a) installazione nel locale contatori, a valle del mio contatore, di un nuovo quadretto, con un magnetotermico e un gestore di carichi, considerando come "carico prioritario" la dorsale esistente verso l'abitazione, e come "carico non prioritario" una nuova dorsale (cavo da 6mm) verso il posto auto; b) presso il posto auto, un nuovo quadretto con un magnetotermico differenziale Tipo A e un misuratore (non indispensabile) dei kWh consumati, più una presa schuko "robusta" come questa che ho individuato anche su Amazon : https://www.amazon.it/Mennekes-10170001 ... chuko+basi. Tutti i vari nuovi elementi (tranne la presa schuko) sono dimensionati almeno per i 25A, in modo da poter un domani aumentare la potenza contrattuale del contatore, almeno fino a 4,5 kW.
Ovviamente le mie proposte dovranno essere validate e consolidate dall'elettricista, ma ad una prima lettura non me le ha smantellate.
Nel tuo caso, nella mia ignoranza ti suggerirei almeno almeno di sostituire il cavo dorsale che arriva nel garage con un nuovo cavo di abbondante sezione (io ho preferito 6 mm) se un domani tu volessi evolvere verso una wallbox, e adesso di adottare una presa schuco robusta come quella che ho indicato o affine. Potrebbe essere utile a valle del contatore un gestore dei carichi, in modo tale i 2,3 kW "succhiati" dal caricatore dell'auto non vadano a far saltare il generale nel caso che contemporaneamente in casa siano in funzione moltri altri elettrodomestici, anche se nel caso di ricarica notturna potrebbe essere improbabile che vi sia tale coincidenza di carichi esuberanti. I gestori di carichi sono programmabili, in modo che dopo lo sgancio del carico non prioritario esso possa essere riattivato automaticamente dopo un lasso di tempo per verificare che non vi sia più esubero di assorbimento.
Mi scuso per la prolissità.


Io ho fatto esattamente così, anche facilitato dal fatto che il contatore è a 2m dal posto auto.
Ho messo un differenziale da 16A, un conta-kWh ed un modulo gestione carichi.
2018-11-25 18.45.35.rotated.resized.rotated.jpg
2018-11-25 18.45.35.rotated.resized.rotated.jpg (122.1 KiB) Visto 544 volte


By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

Avatar utente
alex3000000
Messaggi: 99
Iscritto il: 07/08/2018, 12:35
Località: Roma
Contatta:

Re: Caratteristiche impianto garage per la ricarica auto elettrica

Messaggioda alex3000000 » 14/02/2019, 10:58

Aspetta il primo Marzo per avere la detrazione del 50% ma se vuoi la Zappi attuale (che costa meno) me la devi ordinare subito perchè probabilmente dopo sarà disponibile solo il nuovo modello che è un pò più costoso.
La detrazione copre tutta l'installazione oltre alla wallbox e comunque la Zappi oltre a costare la metà di EnelX ha funzioni molto più sofisticate (direi proprio un altro mondo).
Sito internet distributore Zappi Italia: http://www.flexienergy.it/
Hai ancora dubbi sulla Zappi? Scrivimi un messaggio privato qui sul forum oppure mandami una mail a info@flexienergy.it per ricevere una consulenza gratuita

rcaldare
Messaggi: 2
Iscritto il: 08/02/2019, 13:30
Località: Roma
Veicolo: Leaf

Re: Caratteristiche impianto garage per la ricarica auto elettrica

Messaggioda rcaldare » 14/02/2019, 22:52

@andbad
D'accordo che la presa deve essere schuko, perché l'EVSE di serie della Leaf (che carica a 10A) ha una spina schuko, ma come ha anche sottolineato claudio.amadori è fortemente sconsigliato usare prese schuko oridinarie (per capirci: i frutti schuko per le prese da installare dentro casa) perchè non sono idonee per sostenere l'intensità della carica per diverse ore. Non ho la competenza per capire se la coppia di prese schuko nella tua foto siano più robuste e quindi adeguate.
@steppo13
se stendere un nuovo cavo dal contatore (tu dici condominiale, ma presumo che sia quello principale del TUO appartamento) al garage scatenerebbe problemi, lavori e/o richieste di autorizzazioni al Condominio, non sarebbe fattibile sostituire il cavo attuale che dal quadro elettrico nel tuo appartamento al 1° piano già scende nel garage al P.T.? Il percorso già esiste! La dorsale dal contatore al tuo appartamento già dovrebbe essere di sezione adeguata (in quanto dorsale); altrimenti potrebb essere l'occasione per adeguare la sezione anche di quella dorsale. Ma almeno ti eviti sfasci, autorizzazioni, ecc. In questo caso, il gestore dei carichi lo potresti inserire direttamente nel quadro elettrico nell'appartamento... Il mio ragionamento prescinde dal fatto che nel garage tu poi metta solo una presa schuko robusta o una wallbox, perchè manterresti entrambe le opportunità, sia ora sia in seguito.


Avatar utente
MaurizioLettieri
Messaggi: 8
Iscritto il: 13/04/2019, 22:23

Re: Caratteristiche impianto garage per la ricarica auto elettrica

Messaggioda MaurizioLettieri » 14/04/2019, 8:46

Buongiorno, sono in una situazione simile e vorrei alcune informazioni.

    - Vivo in un condominio e ho Potenza attuale 4.5kw
    - 50km/giorno circa
    - Vorrei ricaricare dalle 0:00 alle 5:00 a 2kw in situazioni normali
    - Vorrei ricaricare dalle 22:00 alle 6:00 a 3.5kw dopo viaggi lunghi

Ad oggi nel contatore generale di condominio ho una derivazione per la casa e una per la cantina.Il garage ad oggi è sotto le prese del corsello box generale.
Per caricare l'auto potrei portare ho una linea nuova o prolungare quella della cantina.

Leggevo che alcuni hanno messo una logica di priorità di gancio per sovraccarico. Secondo voi questa logica dovrei metterla nel quadro dove ho la deviazione casa/cantina, cercando in qualche modo di allargarlo anche se sono tutti appiccicati (vedi foto) o nel quadro in casa? Per poter gestire la ricarica a 2kw o 3.5kw dovrei montare una shuko potenziata per il 2kw e una presa industriale per 3.5kw?

Ogni suggerimento è ben accetto.

Schema EV.JPG
Schema EV.JPG (115.34 KiB) Visto 327 volte



Torna a “Attrezzature e Accessori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite