Come comportarsi nelle ricariche notturne su colonnine pubbliche?

Lo spazio giusto ove postare argomenti curiosi sul mondo della mobilità elettrica: passato, presente e futuro.
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
laevus
★★★ Intenditore
Messaggi: 144
Iscritto il: 22/07/2019, 6:06
Località: Roma
Veicolo: Prius Phv, Twingo Ze

Re: Come comportarsi nelle ricariche notturne su colonnine pubbliche?

Messaggioda laevus » 14/09/2021, 22:31

Caricare con la tipo 3A vuol dire, almeno a Roma, andare a 10A: come con lo IC-CPD domestico. Una sola volta, su di una Pole JuicePass appena attivata, ho visto sulla 3A i suoi 16A teorici. Ma dopo pochi giorni era tornata ai consueti 10A.

Usare la 3A di notte per 10 ore vuol dire ricaricare 22kWh lordi. Possono fare il pieno solo batterie piccole, di una 20na di kWh. Come la Twingo o le vecchie BEV. Sulla generazione corrente, dai 40-50 kWh in sù, consentono solo una ricarica parziale. Vale la pena tenerle attaccate 10 ore di notte alla 3A per questo?

Bisogna poi considerare che per molte auto ricaricare a 10A comporta un calo consistente del rendimento. Nel famoso caso del Chameleon Renault, passare dalla 3fase a 32A alla monofase a 10A comporta una perdita aggiuntiva di rendimento della ricarica superiore al 15%. Così, il costo per mettere 1kWh in batteria da una Pole a 0.40€/kWh passerebbe da (0.40/88%)=0.45€ a (0.40/70%)=0.57€. Per caricare in batteria 20kWh, si passerebbe da 9€ a 11.2€
Ultima modifica di laevus il 15/09/2021, 9:54, modificato 2 volte in totale.




frank
★★★★ Esperto
Messaggi: 2348
Iscritto il: 12/12/2018, 15:18
Località: Nord Milano
Veicolo: Tesla M3 LR 2019

Re: Come comportarsi nelle ricariche notturne su colonnine pubbliche?

Messaggioda frank » 14/09/2021, 23:26

@Miarco
Semplice, si pagherà come la camera o il parcheggio. E nel mio letto di notte non ci vengono altri
Tesla Model 3 Long Range AWD 2019. Ex Peugeot ION

Avatar utente
Kermit
★★★★ Esperto
Messaggi: 1619
Iscritto il: 09/02/2019, 13:45
Località: Roma
Veicolo: i3 / iPace

Re: Come comportarsi nelle ricariche notturne su colonnine pubbliche?

Messaggioda Kermit » 14/09/2021, 23:39

miarco ha scritto:quindi fammi capire, se di notte io voglio caricare o peggio, DEVO caricare per necessita, devo fare "pippa" perche un tizio menefreghista occupa un servizio Pubblico a cui io non posso accedere?

Errore di fondo: non è un servizio pubblico, è un business. Ci sono imprese che investono soldi (loro soldi) per posare colonnine perché ritengono di averne un utile. Per quanto comodo per l'utente è e rimane un business, non ha la caratteristica di servizio pubblico. Peraltro non mi risulta che le pompe di benzina siano un servizio pubblico.
Poi sicuramente qualche contributo pubblico, almeno sulle fast, c'è, ma se ci mettiamo a fare l'esegesi di cosa è sovvenzionato, anche a fondo perduto, in Italia la lista è lunga, molto lunga, pure le sagre del porco di paese. E non mi pare che le salsicce siano un servizio pubblico. :mrgreen:
Ciò detto, come lungamente discusso sul forum, le colonnine sono un bene scarso e sarebbe opportuno che tutti ci comportassimo bene nel loro uso. Ma è un tema di civiltà, non di obbligo perché si tratta di un servizio pubblico.

Se proprio ti vuoi incazzare con qualcuno, prendetela con Aspi, per esempio. Loro si che hanno un bene pubblico (in concessione) e per anni si sono rifiutati di far mettere le colonnine nelle aree di servizio con il risultato che il nostro viaggio autostradale dura di più di quello che potrebbe / dovrebbe durare. C'è voluta una legge per scardinare questo comportamento....
EVs: BMW i3 94 Ah and Jaguar i-Pace SE

miarco
★★★ Intenditore
Messaggi: 111
Iscritto il: 11/03/2021, 17:12
Località: Roma
Veicolo: Zoe R135

Re: Come comportarsi nelle ricariche notturne su colonnine pubbliche?

Messaggioda miarco » 15/09/2021, 9:57

Kermit ha scritto:Errore di fondo: non è un servizio pubblico, è un business.....

vogliamo chiamarlo "servizio AL pubblico"??
di sicuro è da condannare un comportamento aggressivo nei confronti di chi approfitta ed abusa ma chi rompe cavi ed auto dopo ore che aspetta perche la colonnina si liberi dovrebbe avere le attenuanti!
proporrei che chi distrugge colonnina e cavo di un'auto collegata da meno di un'ora venga multato ed arrestato mentre chi distrugge a sprangate la nota auto che viene lasciata in carica per 8 ore limitandola a 6A venga data una pacca sulla spalla :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Rovert
★★★ Intenditore
Messaggi: 498
Iscritto il: 28/10/2020, 17:17
Località: 08100
Veicolo: Berlingo hdi

Re: Come comportarsi nelle ricariche notturne su colonnine pubbliche?

Messaggioda Rovert » 16/09/2021, 14:45

Altro tread su argomenti già trattati mi sa.. I miei 2cent:

Per tornare alla domanda iniziale, per quanto mi riguarda va bene attaccarla la sera, ad una quick, mai alle fast che devono stare sempre libere, a patto che alle 7 si sia scesi a staccarla e spostarla.

Del resto non tutti possono disporre di un posto auto garantito, per esempio tanti di coloro che vivono nei centri storici, e la carica pubblica per strada sarà l'unica soluzione.
Conosco gente che da 2 o 3 anni va a caricarsi la Zoe alla fast una volta la settimana, come fosse al distributore....

Per il discorso hotel, se ci sono più EV nello stesso periodo basta lasciare le chiavi in reception in modo tale che il portiere o chi per te possa spostarti la macchina a carica terminata. Se poi le file iniziano a essere troppe, sarà lo stesso hotel che magari potenzia la struttura. Non penso che 2 wallbox o 3 li mandino in rovina....

Per finire, l'abitudine di abbassare la potenza di ricarica è al giorno d'oggi veramente antipatica. Ammesso che non lo fosse già da anni. I gestori dovrebbero farsi furbi e applicare tariffe sproporzionate oltre le 2h di ricarica, così da scoraggiare questa abitudine che se 5 anni fa poteva essere lecita, oggi non va proprio. Questo lo intendo nella fascia giorno, cioè dalle 7 alle 23, mentre non si dovrebbe applicare alla fascia notturna come detto più su.
Gianluca. :geek:



Torna a “Curiosità e Stranezze”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti