Come è strutturato un impianto riscaldamento/raffrescamento con PdC?

Macchina termica in grado di trasferire energia termica da una sorgente a temperatura più bassa a una sorgente a temperatura più alta.
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
Balzarino
★ Principiante
Messaggi: 6
Iscritto il: 08/10/2021, 17:33
Località: Biellese

Come è strutturato un impianto riscaldamento/raffrescamento con PdC?

Messaggioda Balzarino » 08/10/2021, 20:42

Buongiorno a tutti,
valutando rifacimento impianto di riscaldamento con il 110% (insieme a FV e infissi) mi ponevo qualche quesito in merito alle modifiche da fare all'impianto attuale andando ad installare una pompa di calore.

La casa è sui 120 mq su due piani (PT e P1) con caldaia a condensazione per riscaldamento e supporto se necessario a impianto solare ACS con bollitore 100 LT, termosifoni in ghisa, stufa a legna al PT che è il primario impianto di riscaldamento.

Premesso che qualunque cosa mi diciate in merito, la stufa a legna non la abbandonerò mai, la futura PdC vorrei che mi consentisse eventualmente autonomia dalla legna (scorta vuota e non ho voglia di andare a prenderla, legna esaurita, ecc...).
Premesso anche che sto capendo qualcosa solo ora sulle PdC, e sul loro funzionamento, ma meno sul come sono fatti gli impianti, quindi qualche domanda potrà sembrare o essere idiota.

Arriviamo alla domanda:
volendo mantenere i radiatori, ho visto che esistono varie PdC che riescono ad avere T di mandata abbastanza elevate (ho visto Vaillant che dice 75°C di mandata con 0° esterni) e questo già mi tranquillizza dal punto di vista riscaldamento (pensavo una 12 o 15 KW), ma non capisco come funziona il raffrescamento.

Mi spiego meglio.... per avere la funzione aria condizionata in casa ci vanno nuove tubature apposite (oltre a mettere dei fancoil) o si puo usare quelle esistenti salvo aggiungere quanto serve ai fancoil? quante uscite ha la PdC, una fredda e una calda? Se mando acqua fredda ai termosifoni ma questi hanno la valvola termostatica si forma lo stesso la condensa? se la PdC gestisce anche l'ACS, come funziona se l'impianto chiede fresco ma l'ACS chiede caldo? so che avendo il solare termico con bollitore non dovrebbe succedere, ma come funzionerebbe senza solare termico?
Se la casa mantiene bene la temperatura come si comporta la PdC? si spegne per poi riaccendersi quando il termostato gli da l'ok?

Chiedo perdono ai Mod, so che va posta una sola domanda, spero che essendo tutto lo stesso argomento non verrò redarguito al secondo post...

Ringrazio tutti per le delucidazioni che vorrete darmi.
Un saluto.




polianto
★★★★ Esperto
Messaggi: 2233
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Re: Come è strutturato un impianto riscaldamento/raffrescamento con PdC?

Messaggioda polianto » 08/10/2021, 21:55

Balzarino ha scritto:Premesso che qualunque cosa mi diciate in merito, la stufa a legna non la abbandonerò mai


Scelta condivisibile, da sempre molta soddisfazione scaldarsi con la legna, soprattutto se te la sei tirata fuori dal bosco tu da solo.
Ma se isoli bene la casa ne brucerai sempre meno...

Lascia perdere i fan coil, van bene per gli uffici non per le case.
Tieni i caloriferi per il solo riscaldamento a bassa temperatura: se isoli bene non ti servono più i 75°.
E fai un impianto VMC per il ricambio d'aria e il raffrescamento estivo.

Ciao Antonio
VW e-UP! detta EPPA

Balzarino
★ Principiante
Messaggi: 6
Iscritto il: 08/10/2021, 17:33
Località: Biellese

Re: Come è strutturato un impianto riscaldamento/raffrescamento con PdC?

Messaggioda Balzarino » 08/10/2021, 23:57

polianto ha scritto:Scelta condivisibile, da sempre molta soddisfazione scaldarsi con la legna....

Grazie Antonio per la tua comprensione vs la legna... Per me il caldo della legna è impagabile, diverso dal caldo dei termosifoni e accogliente :)
Sicuro che l'obiettivo è bruciarne sempre meno!

polianto ha scritto:Tieni i caloriferi per il solo riscaldamento a bassa temperatura: se isoli bene non ti servono più i 75°.

Sì comunque l'intenzione non sarebbe con la PdC farla girare a 75°, ma a 40, 50 max, forse meno.... tanto se ho freddo accendo la stufa :) ma vorrei capire come si comporta la PdC quando i termostati ai piani le dicono che la temperatura è ok: si spegne e si riaccenderà solo quando il termostato le fa un'altra chiamata? come con la caldaia normale?

polianto ha scritto:Lascia perdere i fan coil, van bene per gli uffici non per le case.

Perchè scusa? ma se installo una PdC che fa anche tutto il raffrescamento, da dove la faccio uscire l'aria raffrescata? io ho detto fancoil, spero il termine sia corretto, forse è più giusto split :? ?
Vorrei capire a una PdC cosa dovrei attaccarci per sfruttare la sua funzione di condizionatore, anzi raffrescatore credo perchè immagino che la deumidificazione la facciano i fancoil... o no?

Ciao

pepo154
★★★★ Esperto
Messaggi: 2107
Iscritto il: 19/10/2019, 19:20
Località: Prov di Milano
Veicolo: Corsa-e MY21

Re: Come è strutturato un impianto riscaldamento/raffrescamento con PdC?

Messaggioda pepo154 » 09/10/2021, 0:06

Ho visto dei fancoil Innova e mi sono sorpreso di come siano veramente lontani da quello che ho in ufficio :D
Corsa-e Elegance Orange OBC 11 kW Immagine - e-Up 2021 Immagine

Balzarino
★ Principiante
Messaggi: 6
Iscritto il: 08/10/2021, 17:33
Località: Biellese

Re: Come è strutturato un impianto riscaldamento/raffrescamento con PdC?

Messaggioda Balzarino » 09/10/2021, 16:26

Mi fanno piacere i vostri pareri su come fareste voi l'impianto... sono qui anche per questo....
Però visto che ne sapete più di me sicuramente, si riesce a rispondere alle domande? a darmi una sommaria spiegazione, senza andare nei tecnicismi...

Io per fare devo capire... quindi se mi si dice che i fancoil sono da ufficio vorrei sapere qual'è l'alternativa per poter avere l'aria condizionata gentilmente offerta dalla pompa di calore...

Grazie.


pepo154
★★★★ Esperto
Messaggi: 2107
Iscritto il: 19/10/2019, 19:20
Località: Prov di Milano
Veicolo: Corsa-e MY21

Re: Come è strutturato un impianto riscaldamento/raffrescamento con PdC?

Messaggioda pepo154 » 09/10/2021, 23:53

Attualmente i fancoil li stanno mettendo anche in tante abitazioni. Me ne sto interessando per, forse, l’anno prossimo.
Il vantaggio sarebbe anche di poter raffrescare. In un’altra casa abbiamo dei termoconvettori a gas e camino con aria canalizzata quindi il rumore possiamo anche sopportarlo ma questi sembrano veramente silenziosi.
Quindi rimango interessato anche io se qualcuno ha esperienze.
Corsa-e Elegance Orange OBC 11 kW Immagine - e-Up 2021 Immagine

Balzarino
★ Principiante
Messaggi: 6
Iscritto il: 08/10/2021, 17:33
Località: Biellese

Re: Come è strutturato un impianto riscaldamento/raffrescamento con PdC?

Messaggioda Balzarino » 17/10/2021, 1:54

Qualcuno che ha qualche info sulle domande poste inizialmente?

Avatar utente
gianni.ga
★★★★ Esperto
Messaggi: 4955
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh

Re: Come è strutturato un impianto riscaldamento/raffrescamento con PdC?

Messaggioda gianni.ga » 17/10/2021, 7:02

Per raffrescare con la pompa di calore dovresti montare dei tubi che portano l'acqua fredda in ogni stanza dove ci sarebbe il fancoil che raffredda, in alternativa un controsoffitto con un impianto di aria fredda canalizzata.
Dal punto di vista del rendimento la soluzione migliore è un impianto VMC.
Se contatti qualche ditta specializzata ti può dare tutte le informazioni necessarie, temo sia un po' impattante per una casa non predisposta.
Leaf 24 Kwh 2016 - Evr 1 - Fv 8 Kwp - caldaia ibrida Rotex 9kw - pdc acs 300 l schuco - XM 1998, C5 2008, C5 2013

Balzarino
★ Principiante
Messaggi: 6
Iscritto il: 08/10/2021, 17:33
Località: Biellese

Re: Come è strutturato un impianto riscaldamento/raffrescamento con PdC?

Messaggioda Balzarino » 17/10/2021, 11:05

Ma sarebbe possibile utilizzare per il freddo le stesse tubature del riscaldamento? così dovrei mettere nuove solo il pezzo che va fino ai singoli fancoil...
Anche perchè ai fancoil dovrebbe cmq arrivare anche l'acqua calda per essere utilizzati eventualmente come supporto nel riscaldamento....

Per non far fare la condensa ai radiatori immagino che si possa mettere in ogni piano una valvola a monte che quando arriva acqua fredda è aperta solo verso il circuito dei fancoil e chiude il circuito radiatori ...



Torna a “Pompe di Calore”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: IgorBabini e 0 ospiti