Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Un'auto compatta completamente elettrica di casa Volkswagen per muoverti senza limiti nelle zone ZTL.
LucaCassioli
Messaggi: 771
Iscritto il: 09/09/2017, 19:04

Re: Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Messaggioda LucaCassioli » 08/10/2019, 13:38

Tutto quello che c'è da sapere sulla ricarica (e sulle auto elettriche in generale):
Immagine
https://autoguida.wordpress.com/2019/05 ... possibili/


E anche: Quanto ci vuole a ricaricare?




Avatar utente
selidori
Messaggi: 8010
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Messaggioda selidori » 08/10/2019, 13:39

polianto ha scritto:PS per Selidori, complimenti per la tua pazienza nello spiegare e rispiegare ;)
La fortuna è solo se in quel momento non ho un tubazzo da fare...
ad esempio oggi pomeriggio ho da fare, quindi non scrivo più. :D
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ

Avatar utente
andbad
Messaggi: 1702
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57
Località: Massa (MS)
Veicolo: Nissan Leaf 30kWh

Re: Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Messaggioda andbad » 08/10/2019, 13:41

Un bel thread complicato... e ancora non avete tirato in ballo le wallbox :mrgreen:

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

LucaCassioli
Messaggi: 771
Iscritto il: 09/09/2017, 19:04

Re: Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Messaggioda LucaCassioli » 08/10/2019, 13:43

selidori ha scritto:Il secondo cavo che hai bisogno (e di solito ti danno anche questo con l'auto) è un cavo stupidissimo, non ha niente di elettronica

Non è proprio così: non c'è elettronica attiva (microprocessori o transistor), ma tra PP e massa c'è la resistenza che codifica la portata del cavo:

Immagine
https://jumpjack.wordpress.com/2014/04/ ... lettriche/

E' importante saperlo, se uno per caso vuole provare a risparmiare comprando a parte spina, presa e cavo: butterebbe 100-200 euro... non sapendo che gli serve une resistenza da 20 centesimi.
NOTA: "fare i furbi" e mettere una resistenzina da 100 ohm invece che da 1500 per far credere alla colonnina che il cavo regge 63A invece che 13A, non fa caricare più in fretta: fa fondere il cavo e/o dare fuoco al garage.

Avatar utente
Paul The Rock
Messaggi: 401
Iscritto il: 04/03/2019, 22:07
Località: Varese
Veicolo: Kona 64kWh XPrime

Re: Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Messaggioda Paul The Rock » 08/10/2019, 14:50

selidori ha scritto:
EmilianoMontanari ha scritto:Ma se dici che è meglio non far andare la shuko a manetta ed è meglio tirare 8-10A, come fai a regolare col cavo di serie ?
Come hai scritto anche tu stesso qualche post prima, il cavo (penso intendi stazione di ricarica alias EVSE alias IC-CPD) fornito di serie non è regolabile.
E' fisso a 10A e così te lo tieni.


Giusto per informazione generale quello dato da Hyundai è regolabile a 8A, 10A o 12A con apposito pulsante.
Bye Bye
Paul The Rock

Running on Hyundai Kona Electric 64kWh XPrime


Avatar utente
selidori
Messaggi: 8010
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Messaggioda selidori » 08/10/2019, 15:38

LucaCassioli ha scritto:Non è proprio così: non c'è elettronica attiva (microprocessori o transistor), ma tra PP e massa c'è la resistenza che codifica la portata del cavo:
Ovvio, lo sappiamo tutti benissimo, ma quando si parte da zero di omettono volontariamente troppi dettagli che complicherebbero notevolmente il ragionamento.
Man mano che si prende confidenza poi si aggiungono particolari perchè si è già assodato la base.
Ad esempio se uno si mette a fare i calcoli può contestare qualsiasi cifra io abbia scritto poichè sono frutto di arrodondamenti e semplificazioni.
Quindi un'auto non preleva 3 kW come ho scritto io ma 3.4 ed a casa non è vero che oltre i 3 kW salta tutto: si può prelevare anche qualcosa di più per un numero limitato di tempo.
Persino i DISCOUNT ALIMENTARI è un termine piuttosto impreciso proprio perchè tali discount a cui io mi riferivo solitamente vendono anche prodotti non alimentari, come le prese, tuttavia non ho mai visto in commercio presso essi stesi le schuko 'da muro' al quale io mi riferisco: è stata anche questa un'altra semplificazioni per non rendere ancora più pesante e complicata tutta la trattazione che è già abbastanza incasinata.
Ho omesso poi tutto il discorso di cavi monofase o trifase e così della tipo2, ecc ecc ecc. Come detto sono state tutte scelte volute, con esposizioni imprecise e spesso discutibili, per semplificare la teoria.

Comunque tornando al punto iniziale spero che nessuno si comperi 2 spine tipo2 senza indagare un minimo come il cavo va fatto, se no un po' se la cerca.
Daltronde è un bene che un cavo CON DENTRO NIENTE non vada, proprio per evitare che bimbi si assemblino cavi da soli.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ

Avatar utente
selidori
Messaggi: 8010
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Messaggioda selidori » 08/10/2019, 15:40

Paul The Rock ha scritto:Giusto per informazione generale quello dato da Hyundai è regolabile a 8A, 10A o 12A con apposito pulsante.
Cavoli allora alla fine solo Nissan da' un EVSE/IC-CPD non regolabile?
Certo che Nissan proprio non eccelle in niente!
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ

Avatar utente
EmilianoMontanari
Messaggi: 1349
Iscritto il: 22/09/2019, 19:03

Re: Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Messaggioda EmilianoMontanari » 08/10/2019, 16:10

selidori ha scritto:
EmilianoMontanari ha scritto:Ma se dici che è meglio non far andare la shuko a manetta ed è meglio tirare 8-10A, come fai a regolare col cavo di serie ?
Come hai scritto anche tu stesso qualche post prima, il cavo (penso intendi stazione di ricarica alias EVSE alias IC-CPD) fornito di serie non è regolabile.
E' fisso a 10A e così te lo tieni.

EmilianoMontanari ha scritto: Quindi meglio comunque comprarne uno.. ?
Secondo me, no.
Serve solo se vuoi caricare più velocemente, ma tu dici non ne hai bisogno.
Quindi sarebbero soldi buttati.
Fra l'altro hai pure 6 kW, quindi neppure ti serve limitare la velocità per rischio salti il contatore... prelevando con EVSE/IC-CPD a 2.4kW su 6kW a disposizione hai ben ancora oltre 3 kW per fare tutto il resto. A meno che hai una attività energivora sullo stesso impianto (come panetteria o motori industrali vari) che richiede 4 o 5 kW , non ha proprio senso limitare la potenza di ricarica.

EmilianoMontanari ha scritto: Ma a quel punto se si compra il cavo EVSE che finisce con l’industriale, bisogna mettere l’industriale anche al muro perché se poi si entra in shuko con adattatore che senso ha? Si può “sciogliere” comunque no?
Se SI PUO' SCEGLIERE intendi dire dal catalogo di EVSE quando fai l'acquisto la risposta è SI.
Puoi sceglierla a shuko, ad indutriale o come vuoi.
Se decidi di comprare una EVSE aggiuntiva a quel punto è sensato che la prendi con presa industriale, in effetti, visto che con schuko hai già quella fornita da VW.
Sarebbe un inutile doppione avere due EVSE entrambi con shuko (ma secondo me è inutile comprare la seconda EVSE persino se lo scopo è appunto avere l'industriale).

Nel caso prendi la seconda EVSE con industriale puoi prendere adattatori ma qua mi sembra stiamo parlando di sesso degli angeli.

Invece di tutte queste spese inutili (nuova EVSE, adattatore, ecc) una spesa utile da fare è chiamare un elettricista e fargli vedere la shuko che già hai.
Se non è convinto la cambia (30 euro) con una seria, nuova, che supporta per varie ore le auto elettriche (come detto deve saperne, ma ci vuole poco).
A quel punto effettivamente visto che deve cambiare potrebbe mettere anche una industriale ma nuovamente non ha senso. Poi tu saresti costretto a comprare l'adattatore (che senso ha?) o prenderti appunto la seconda EVSE già terminata in industriale (di nuovo: è inutile, se non hai esigenze di regolazione di velocità (tu hai 6kW, non ne hai bisogno verso il basso, ed hai eup che tanto preleva 3, non ne hai bisogno verso l'alto).

Se proprio vuoi puoi far mettere dall'elettricista entrambi: sia shuko che industriale.
Con la EUP userai sempre shuko, se in futuro ci ripensi e ti comperi un EVSE aggiuntiva hai già l'industriale (ma nuovamente: per quale scopo?).

Ricapitolando:
- impianto serio, con presa seria.
questo te lo può dire l'elettricista esperto di auto elettriche.
Che sia con SHUKO o INDUSTRIALE non cambia il senso: con eup che preleva 2.4 kW (EVSE di serie) non serve montarsi la testa con industriali ed EVSE aggiuntive.

E non dirmi che lo fai per il futuro.
E' un settore in continua evoluzione, se solo fra un anno dovrai rimettere mani all'impianto avrai 1000 scelte migliori, che costeranno meno e daranno di più.
Ed allora deciderai cosa fare.
Esagerare in installazioni oggi ti costerebbe tanto e poi un domani saresti ugualmente al palo.
Sarebbe come comprare due cellulari oggi, usarne uno e l'altro tenerlo nel cassetto per quando il primo si romperà fra 5 anni. Quando fra 5 anni tirerai fuori dal cassetto il secondo cellulare minimo sarà superato, strapagato oggi e magari sono pure cambiati gli standard di telefonia!



Grazie, grazie a te ne so quanto basta. Farò come consigli perché mi sembra la cosa più logica.
VW e-Up! 2020 - Costa Azul - Wallbox Pulsar plus

Avatar utente
claudio.amadori
Messaggi: 738
Iscritto il: 01/03/2016, 16:27

Re: Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Messaggioda claudio.amadori » 08/10/2019, 17:03

selidori ha scritto:Si.
L'elettricista deve sapere però di auto elettriche (od informarsi a riguardo, ci vuole poco).


Dovrebbe almeno conoscere la CEI 64-8-7-722.

Avatar utente
claudio.amadori
Messaggi: 738
Iscritto il: 01/03/2016, 16:27

Re: Come ricaricare Volkswagen e-Up! da presa industriale

Messaggioda claudio.amadori » 08/10/2019, 17:08

EmilianoMontanari ha scritto:Sto pensando a come caricare in garage, per adesso uno scuko.

Alcuni di Voi mi consigliano una presa industriale…

- Ma poi mi chiedo, il cavo che mi danno in dotazione con la il
finale Shuko come lo collego alla cd presa industriale?


Il primo problema che si incontra con i dispositivi di ricarica portatili ("modo 2") è la non uniformità della spina.
Ne esistono almeno due (Schuko e industriale).
Ognuna c'ha i suoi pro e i suoi contro che non stiamo a ripetere.
Gli adattatori sarebbero da evitare a prescindere.

Per fortuna che a livello europeo, dopo anni di fatica, nel 2014 si è arrivata a una presa "unica", la tipo 2 (e la Combo 2 per la DC).
Queste sono obbligatorie in ambito pubblico.
Tuttavia in ambito privato ci si ostina a non installarle preferendo "prese comuni" (e gli adattatori!).



Torna a “Volkswagen e-Up!, Skoda Citigoe iV e Seat Mii electric”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Roby-e-up! e 0 ospiti