Quanto dovrebbe costare l'accumulo per essere conveniente?

Accumulatori atti ad immagazzinare l'energia e renderla disponibile quando necessario, riducendo al minimo la dipendenza dalla rete elettrica.
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
pepo154
★★★★ Esperto
Messaggi: 6856
Iscritto il: 19/10/2019, 19:20
Località: Prov di Milano
Veicolo: Corsa-e MY21

Re: Quanto dovrebbe costare l'accumulo per essere conveniente?

Messaggio da pepo154 »

Mi hai anticipato, grande dday che dice le cose come stanno.


Corsa-e Orange Immagine - Kia e-Niro 64 kWh Gravity Blue Immagine - e-Up White Immagine - Indice tratte autostradali coperte da Free To X

ginorosi
★★★★ Esperto
Messaggi: 3702
Iscritto il: 31/03/2017, 8:55
Località: Fiorenza

Re: Quanto dovrebbe costare l'accumulo per essere conveniente?

Messaggio da ginorosi »

GRAAANDIIII ........ grazie del link

letto velocemente e forse c'è qualche inesattezza, tipo lo scambiato non è alla pari , la perdita solo del 10% , il consumo del sistema che nessuno dice mai ma sono diversi kWh anno , ma il concetto rimane quello , a PUN bassi come ora , la differenza tra accumulare nella pila e immettere è 4-5cent al kWh
Renault Zoe ZE40 R110 - impianto FV da 3kW SSP dal 2010 - impianto 20kW RID dal 2011
npole2000
★★★ Intenditore
Messaggi: 692
Iscritto il: 14/07/2023, 12:34

Re: Quanto dovrebbe costare l'accumulo per essere conveniente?

Messaggio da npole2000 »

L'assenza della perdita con SSP, viene mediamente compensata dalla perdita che si ha comunque con l'accumulo (e in entrambi i casi siamo più vicini al 20% che al 10%).
Il rientro temporale del costo dell'accumulo viene influenzato (come prevedibile) fortemente dalla percentuale di autoconsumo (oltre ovviamente dal costo dell'accumulo stesso), rispetto a RD simulando con i dati del mio impianto e la più economica delle batterie si ha un rientro dell'accumulo in soli 4 anni, lasciando la percentuale di autoconsumo a quella di default (75%) in presenza dello stesso, ma appena si agisce su quel valore, si hanno grandi differenze.
In effetti è difficile determinare quale potrebbe essere l'effettiva percentuale di autoconsumo (consumi durante la produzione ed energia prelevata dalla batteria in rapporto a quella prelevata dalla rete) se non facendo i conti matematicamente dopo un certo periodo di utilizzo (il che significherebbe che la batteria ce l'hai già), ad esempio il mio autoconsumo (cioè l'effettivo consumo dell'energia prodotta e/o immagazzinata) reale è dell'83% (ovvero compro dalla rete il 17% dell'energia che consumo annualmente).

Rispondi

Torna a “Batterie di Accumulo”