Crollo ponte Morandi dell'autostrada A10 di Genova

Spazio per segnalare nuovi modelli, tecnologie e novità riguardanti il mondo della mobilità elettrica.
ds5hybrid
Messaggi: 172
Iscritto il: 25/07/2018, 21:24

Re: Crollo ponte Morandi dell'autostrada A10 di Genova

Messaggioda ds5hybrid » 15/08/2018, 12:13

non spariamo cete idee per favore...non sono le torri gemelle (R.I.P.)

i lampi sono chiaramente di origine elettrica si vede palesemente... nessun complotto ma solo menefreghismo dei potenti che tanto in queste tragedie non perdono mai la vita...

si parla ora che i M5S si erano opposti alla GRONDA perchè secondo loro il ponte reggeva altri 100 anni...ecco queste sono dichiarazioni che non ci si può permettere...mai e in nessun caso...e ora ne pagano le conseguenze....

la verità è che anche se fosse stata realizzata la GRONDA il ponte ieri veniva giu lo stesso...

e solo una mente pazza come quella umana può "ipotizzare" di evitare il rischio di un crollo costruendo un altra strada per "alleggerire" il traffico su un ponte a rischio...

una mente SANA e che preserva la salute della gente avrebbe prima chiuso il ponte e fatto dei test PESANTI di accertamento della struttura...e poi l'avrebbe tirata giu...

e poi come si faceva con i mezzi che tutti i giorni passavano di li ? si trovava la soluzione...perchè è meglio far stare la gente nel traffico per anni in attesa di un opera nuova e sicura...che aspettare per non creare disagi a una popolazione in virtu' della mobilità...

io mi ricordo le parole di un addetto autostrade nel servizio di report...disse chiaramente che lui non passava e non passerà mai dentro certi tunnel autostradali-sottopassi-ponti proprio perchè sapeva che tipo di interventi erano stati fatti (e non fatti) e come erano stati fatti (male...) e preferiva allungare pure di 100 km piuttosto che morire in una vera e propria trappola senza scampo...

ma ormai la mente umana è consumata da uno stile di vita sbagliato...lo dimostra il breve video del poliziotto a genova...che cerca di calmare i guidatori che vorrebbero (giustamente) cercare di riprendere le loro auto , facendogli capire che se li lascia passare e poi muoiono mentre riprendono le loro auto...la colpa è sua...e la gente resta ancora li perchè ha paura di perdere l'auto (e quindi soldi) senza pensare al rischio di morire...

cosa che probabilmente molti di noi farebbero in una situazione del genere...perchè ti dici che "tanto è crollato...se quella parte è in piedi vuol dire che regge...ci metto 5 minuti ad andare e tornare...se no rischio di perdere 10mila euro di auto..."

e non ci rendiamo conto che il fatto che non sia crollato tutto è solo un caso come è un caso che sia crollato solo quel tratto...e nulla impedisce che venga giu tutto il resto...


poi sulle cause (opera di 50 anni e manutenzione fatta male...) e sulle colpe finirà come finisce sempre in itaglia...ricordatevi la tragedia incendio alle acciaierie tissen...il treno che deraglia e brucia tutto e tutti...la costa concordia...solo per citarne alcuni...chi ha pagato ? chi è in carcere ?quasi nessuno...e quei pochi che ci sono usciranno in breve tempo...

prevedo che in questo specifico caso si inizierà a parlare di "manutenzione fatta male..." poi si arriverà a "test di verifica di stabilità che avevano dato OK alla struttura " e poi che "gli apparecchi usati per fare i suddetti test non erano tarati...non erano omologati...non erano a norma..." e quindi si andrà a cercare chi quegli strumenti li doveva controllare...e passaggio dopo passaggio gli anni passeranno...i veri colpevoli continueranno le loro vite e senza nemmeno sentirsi sporca la coscienza...

e alla fine i familiari delle povere vittime di quest'ennesima tragedia resteranno da soli...come da soli resteranno gli sfollati di quei palazzi...palazzi che oggi si dirà "che non dovevano stare cosi vicino a quel ponte..." ma questa è un altra storia...


di maio oggi dice che avvia le procedure per togliere a autostrade le competenze...io dico che autostrade e suoi vari presidenti e amministratori delegati e non...dovrebbero essere presi dal primo all'ultimo...e messi con pala e piccone in mano li sul posto fino a che non sia stata trovata l'ultima povera vittima...l'ultimo superstite...e tolta l'ultima maceria...


si è costruita una nuova autostrada in alt'italia (non ricordo il nome e non mi va di cercarlo...) sovvenzionata dallo stato che prevedeva di incassare coi pedaggi almeno un tot annuo...ebbene...dopo meno di 2 anni mi pare...incassa circa un quarto di quanto previsto e si sta gia pensando ad altri fondi dello stato per correre ai ripari...

lo ripeto...una mente sana non ragiona su dove costruire il nuovo per alleviare il vecchio...analizza bene il vecchio...lo toglie...e lo rifà nuovo...moderno...e sicuro...costa troppo ? e perchè non è costata troppo l'ennesima inutile autostrada?

auguro solo ai parenti delle vittime di trovare i loro cari...per un degno funerale...e agli sfollati dalle loro case PAGATE come se fossero case posizionate in modo regolare...di trovare al piu' presto una soluzione e non ritrovarsi per strada fra qualche anno per una colpa non loro...




andbad
Messaggi: 818
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Crollo ponte Morandi dell'autostrada A10 di Genova

Messaggioda andbad » 16/08/2018, 13:43

Quanta saggezza in questo post. :(
Sta di fatto che TUTTI ci siamo passati sopra e ognuno di noi poteva essere là sotto. Mi fa ridere (no, piangere) leggere di polemiche politiche quando, in questo caso, la responsabilità non è politica (ricordo che la manutenzione ordinaria e straordinaria è [era] della società autostrade), ma tutti ne vogliono approfittare per scaricare un barile che nemmeno dovrebbero avere in mano.

In un paese moderno un ponte così NON DEVE crollare, punto. Capirei un ponte di legno in un passo di montagna dove attraversano capre e lepri. Ma non un'arteria fondamentale della nostra rete autostradale, con sopra decine di persone.

E ringraziamo il cielo (Dio, Buddah, Maometto o il calcolo delle probabilità, come volete) che è caduto quel tratto e non quello accanto, sopra quei palazzi, dove c'erano 10 o 20 volte tante persone.

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

Avatar utente
renatoponzzo
Messaggi: 244
Iscritto il: 28/04/2018, 14:18

Re: Crollo ponte Morandi dell'autostrada A10 di Genova

Messaggioda renatoponzzo » 16/08/2018, 15:52

se molti e molti responsabili già ne consideravano la possibilità di crollo dovevano dimezzare le corsie di transito, dimezzando così il carico, e valutare la costruzione di pilastri nell'alveo del Polcevera...

sl45h
Messaggi: 88
Iscritto il: 24/03/2018, 20:37
Località: Udine

Re: Crollo ponte Morandi dell'autostrada A10 di Genova

Messaggioda sl45h » 16/08/2018, 21:37

da quanto riportano i fatti, questo viadotto e' nato male e lo si capisce dagli interventi pesanti che sono stati fatti nel corso degli anni.
Quello che mi fa molto pensare e' questa foto https://www.lettera43.it/it/foto/2018/08/14/genova-ponte-morandi-crollato-foto/10606/?page=1 dalla quale si puo' notare il disallineamento che ha provocato il crollo dei 2 impalcati cosa che denota la tensione cui era sottoposta tutta la struttura. Spero solo che si siano fatti rilevi ambientali dopo il crollo per poter risalire alla forze che si sono espresse, solo cosi' si potra' capire quale parte ha ceduto causando il disastro orribile cui abbiamo assistito.

sl45h
Twizy 80 (3 anni - 18500km) -> Zoe Intens R90 Grigio Titanio 41Kwh - Fv 3.3 Kwp
--- emission impossible ---

Avatar utente
selidori
Messaggi: 4398
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Ampera/Leaf2018
Contatta:

Re: Crollo ponte Morandi dell'autostrada A10 di Genova

Messaggioda selidori » 17/08/2018, 10:59

sl45h ha scritto:Quello che mi fa molto pensare e' questa foto https://www.lettera43.it/it/foto/2018/08/14/genova-ponte-morandi-crollato-foto/10606/?page=1 dalla quale si puo' notare il disallineamento che ha provocato il crollo dei 2 impalcati cosa che denota la tensione cui era sottoposta tutta la struttura.
Adesso non mettiamo a fare i periti da una foto:
Capture.JPG
foto riproposta per i posteri
Capture.JPG (46.3 KiB) Visto 362 volte

Solo nei libri di scuola una linea è perfettamente retta, nella realtà non esiste strada fatta con il righello, figuriamoci il ponte che ovviamente ha dei limiti di posizionamento stralli da rispettare.
Inoltre la foto fa sembrare vicini i due lembi di strada che nella realtà sono ben lontani, quindi la curva non si avvertirebbe neppure ci fosse realmente.
L'errore di parallasse dalla foto poi potrebbe metterci del suo, ad esempio neanche nelle foto di streetview, a ponte corretto, gli stralli sono in fila perfatta: https://goo.gl/e7yYmv
Ma anche se realmente non fossero più allineati, nel momento in cui manca connessione fisica è ovvio la stabilità ed eventuale allineamento non è più garantito (mancando struttura portante si è in balia dei venti, senza dimenticare il dissesto nel terreno che ha sicuramente provocato anche solo il crollo di tonnellate di materiali), quindi eventuali rilievi di cosa non va non possono più essere fatti dopo.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |


sl45h
Messaggi: 88
Iscritto il: 24/03/2018, 20:37
Località: Udine

Re: Crollo ponte Morandi dell'autostrada A10 di Genova

Messaggioda sl45h » 17/08/2018, 19:10

Sia chiaro, sto solo esprimendo un mio pensiero che, per primo, va a tutte le vittime che questa catastrofe ha provocato… certi eventi mi segnano in modo particolare avendo lavorato per 15 anni in ambito autostradale, ufficio tecnico ….

selidori ha scritto:Adesso non mettiamo a fare i periti da una foto:
Solo nei libri di scuola una linea è perfettamente retta, nella realtà non esiste strada fatta con il righello, figuriamoci il ponte che ovviamente ha dei limiti di posizionamento stralli da rispettare.
Inoltre la foto fa sembrare vicini i due lembi di strada che nella realtà sono ben lontani, quindi la curva non si avvertirebbe neppure ci fosse realmente.


... pensi che una volta rimosse le macerie su cosa baseranno le loro indagini se non su foto,filmati e rilievi oltre alla verifica dei materiali di costruzione utilizzati???

La tracciatura di opere civili anche a quell'epoca, avveniva non certo con righelli ma con progetti e strumentazioni di prim'ordine con tolleranze di 4 millimetri per km!!! Un rettilineo (curvatura terrestre permettendo :shock: ) e' un rettilineo e basta, oltre che sui libri di scuola...

normalmente in questi casi vengono fatte foto con camere particolari (metriche) o rilievi fotogrammetrici che permettono di misurare con precisione la disposizione delle macerie e non hanno distorsioni dovute alle ottiche.... il disallineamento chiaramente dev'essere visto da new jersey sx a corrispettivo sullo sfondo (centrale)… possiamo essere d’accordo che sia difficile da vedere ma con misure precise verra’ sicuramente rilevato (non si potrebbe giustificare il cedimento degli stralli e direi uno in particolare che ha dato il via alla catastrofe da come si vede la posizione dell’impalcato “in piedi” in sx orografica)... Distorsioni dovute alla foto ci possono essere, inoltre l'impalcato sullo sfondo e' ancora in asse rettilineo non essendo ancora iniziata la clotoide di raccordo della curva sulla pila rimasta in piedi (nei progetti autostradali di quel tempo la lunghezza delle clotoidi era di 100mt).

selidori ha scritto:Ma anche se realmente non fossero più allineati, nel momento in cui manca connessione fisica è ovvio la stabilità ed eventuale allineamento non è più garantito (mancando struttura portante si è in balia dei venti, senza dimenticare il dissesto nel terreno che ha sicuramente provocato anche solo il crollo di tonnellate di materiali), quindi eventuali rilievi di cosa non va non possono più essere fatti dopo.


Venti e dissesto del terreno dovuto al peso non possono influire in nessun modo sullo spostamento di una struttura simile visto che le fondazioni appoggiano su micropali o pozzi di fondazione che intercettano la roccia sottostante il piano campagna (quindi 20/30 mt a seconda ed anche piu a seconda della consistenza del sedimento fluviale). Avevano anche diramato un pericolo crollo della pila superstite dovuta ai continui scricchiolii e rumori di assestamento del calcestruzzo, anche questo denota un assestamento delle tensioni che si erano accumulati prima del crollo.
Non ultimo mi meraviglia la scarsita’ di armatura nella struttura del pilone (non avrebbe dovuto cedere con tale facilita’….)
Mi ricordo nella realizzazione di strutture di sostegno di viadotti che l’armatura andava ben oltre il semplice tondino ad aderenza migliorata ad interasse cosi’ distante che si vede nei tronconi spezzati...
Certamente la determinazione della causa sara' lunga e complessa, speriamo solo che si giunga a conclusione certa oltre ai consueti roboanti proclami…. Ricordiamoci, purtroppo, siamo in Italia….

sl45h
Twizy 80 (3 anni - 18500km) -> Zoe Intens R90 Grigio Titanio 41Kwh - Fv 3.3 Kwp
--- emission impossible ---

Avatar utente
selidori
Messaggi: 4398
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Ampera/Leaf2018
Contatta:

Re: Crollo ponte Morandi dell'autostrada A10 di Genova

Messaggioda selidori » 17/08/2018, 19:52

sl45h ha scritto:normalmente in questi casi vengono fatte foto con camere particolari (metriche) o rilievi fotogrammetrici che permettono di misurare con precisione la disposizione delle macerie e non hanno distorsioni dovute alle ottiche.... il disallineamento chiaramente dev'essere visto da new jersey sx a corrispettivo sullo sfondo (centrale)… possiamo essere d’accordo che sia difficile da vedere ma con misure precise verra’ sicuramente rilevato (non si potrebbe giustificare il cedimento degli stralli e direi uno in particolare che ha dato il via alla catastrofe da come si vede la posizione dell’impalcato “in piedi” in sx orografica)... Distorsioni dovute alla foto ci possono essere, inoltre l'impalcato sullo sfondo e' ancora in asse rettilineo non essendo ancora iniziata la clotoide di raccordo della curva sulla pila rimasta in piedi (nei progetti autostradali di quel tempo la lunghezza delle clotoidi era di 100mt).
è proprio questo il punto: quella foto non può essere citata per dire che non c'era allineamento e per quello è caduto. Ci vogliono rilevazioni professionali.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |

marcober
Messaggi: 2426
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59

Re: Crollo ponte Morandi dell'autostrada A10 di Genova

Messaggioda marcober » 19/08/2018, 12:01

Ora viene fuori che già Morandi nel 79 diceva che andava protetto con resine (plastica).
Ma i penta stellati sono per la “plastic free” ...il ministro Costa ora tace? Ma nin aveva detto a tutti di eliminarla...chiedendo analogo impegno a tutti i ministeri? Non leggo la solita presa di posizione di Costa a favore dei soliti materiali sostitutivi della plastica... ha portato la sua polemica in vacanza? O la possiamo considerare sepolta coi morti che hanno fatto ferro e calcestruzzo..materiali così nobili...ma che poi per durare chiedono aiuto alla Mapei...Costa dimettiti.



Torna a “Novità e Notizie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti