Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Per discutere di modelli di cui non esiste ancora una sezione o di problematiche comuni legate a tutte le marche e modelli di automobili elettriche.
Comparsa
Messaggi: 122
Iscritto il: 02/01/2020, 15:33
Località: Castagneto Carducci (LI)

Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Messaggioda Comparsa » 21/01/2020, 19:56

Apro questo argomento dopo svariati OT in giro.
Premessa: io e la mia compagna guidiamo ibrido da 12 anni. Fino a diversi mesi fa l’intenzione era di sostituire l’altra auto, diesel del 2011, con una plugin. A forza di leggere in giro recensioni varie ci siamo convinti a passare all’elettrico. Dovremmo oscillare tra i 15 e i 20 mila km annui. Ho un’attività in proprio con, a disposizione, un contratto da 35 kW, ovviamente trifase.

La nostra prima esperienza in elettrico è stata circa un anno fa. Leggendo della Leaf ci venne in mente di chiamare una concessionaria locale e, sfacciatamente, chiedere per un fine settimana una 40 kWh. Ci richiamò il giorno seguente confermando la possibilità della prova estesa, ne approfittammo vergognosamente, complice un giorno festivo aggiunto al fine settimana, e la provammo per tre giorni. Ottima auto, strana all’interno, parti rifinite in pelle con plastiche abbastanza povere. Ottima sensazioni di guida e infotainment terribile.
In compenso e-Pedal FENOMENALE. Sia io che la compagna avremmo voluto sradicarlo dalla Nissan e installarlo sulla Ioniq.

Passati i mesi, e arrivati a novembre, la volontà di togliere di mezzo il puzzolio è talmente forte che decidiamo di comune accordo di buttarci alla ricerca di un mezzo che soddisfi i nostri palati.
Di seguito test, sensazioni, avventure e sofferenze di un paio di Cuori Elettrici Alla Deriva nella Toscana.

Nissan Leaf: il primo approccio alla 40 kWh è stato terrificante. Con il primo viaggio di circa 80 + 80 km abbiamo rischiato il carro attrezzi.
Purtroppo, per i nostri gusti, la Leaf non è che sia questo mostro di design, comoda, certo, bella accessoriata, ma finita là e il concessionario non si è più fatto vivo per la versione da 62 kWh, che oltretutto è bella cara (e non ho ancora capito se sia a oggi disponibile).

Hyundai Kona Excellence: dopo la prima esperienza di quasi panne, scartiamo a priori la versione 39 kWh. Scartiamo pure la base 64. Non resta che la Excellence. Ne troviamo una in pronta consegna, prezzo abbastanza alto. Peccato carichi solo a 6 e qualcosa (è la versione vecchia) e monofase. Niente da fare.

Tesla Model 3 LR: valutiamo pure lei dopo averla incrociata in giro per l’Italia. Il costo è esorbitante per le nostre tasche. Inoltre è tutto nuovo. Funzionerà? Sarà affidabile? Leggo di clienti rimasti fuori con le porte bloccate, schermate nere, montaggi approssimativi, auto consegnate con bulloni di diverso colore. Che facciamo?
Sento? Senti. Proviamo? Prova! Dai, chiamo (e chiama, su…).
Saliamo a Padova, dopo previo appuntamento carpito online. Facciamo il giro bello lungo, esplicativo, con guida per entrambi. Si resta un po’ stupefatti da quanto sia scarno l’abitacolo. Anche troppo. Ma dopo averlo adocchiato, gli ambienti “alla tedesca” risultano ai nostri occhi persino pacchiani.
Però costa un botto. Sentiamo qualcos’altro.

Peugeot e-208: ancora nessuna prova (ettecredo, non ce l’ha ancora nessuno). Saliamo sulle ICE in concessionaria. Versione top (ci trattiamo bene). Carino l’interno. Un po’ claustrofobico. Il 3D del cruscotto fa molto figo, temo sia un po’ stancante alla lunga. Ambiente molto curato, ma strettino per i nostri gusti. Inoltre, auto nuova, prima volta elettrico per Peugeot, marca francese (affidabilità? Boh!). Preventivi, con puzzolio indietro, circa 28 mila, versione top e qualche accessorio. Non male, però è un filo troppo giovanile per noi.

Opel Corsa-e: vedi Peugeot. Interni abbastanza banali, prezzo più basso di diverse migliaia di euro, ma né la linea esterna, né gli interni ci convincono. E l’autonomia, come per la e-208, è troppo bassa per i nostri gusti (Leaf docet).

Hyundai Kona Excellence: Ne troviamo due in pronta consegna dal solito concessionario di qualche mese prima. Bianca con tetto a contrasto. Avremmo preferito il ceramic blue con tetto bianco, ma fa niente. Ci sediamo, il prezzo è ottimo, anzi super, ma… piccolo problema: ha il caricatore di bordo trifase da 11 kW (che poi pare sia 10,5, ma sul sito è indicato 11)? Panico. Il venditore mi guarda, farfuglia, soffre, inizia a sudare freddo. Mi confessa che deve essere trifase lato WB, ma l’auto accetta fino a quasi 50 kW in continua.
Sospiro e gli dico di collegarsi al loro configuratore online, selezionare la versione giusta e procedere con la configurazione. Ecco là di cosa sto parlando: caricatore di bordo 11 kW!
MI dice che si può montare after market, ma lui non ne sa niente (ma va?).
Mi richiameranno il giorno dopo per confermare o meno la possibilità.
Ovviamente il giorno dopo confermano che ne sanno poco, ma che dubitano si possa installare dopo.
Allora, visto che il prezzo è allettante, chiedo: ma selezionando la possibilità della Juice Enel X, gratis, compresa di installazione, con pure qualche centinaio di kWh in omaggio, cambia qualcosa, a casa, di spese fisse e costo a kWh?
Il telefono si ammutolisce… Sento dei rumori. Dice che loro vendono l’auto, di queste cose si occupa Enel X.
Bene, controllo online il sito. Perfetto, c’è un numero verde che prontamente chiamo e che prontamente fa cadere la linea appena risponde la signorina. Ci può stare, è o non è Enel?
Ritento. La linea regge, la tipa un po’ meno. Cerco di spiegarmi alla meglio (già ci capisco poco, la situazione è quasi grottesca) alla fine ci sincronizziamo, però lei di costi non ne sa niente. MI dice di chiamare un altro numero verde.
Stavolta risponde una voce maschile che, indovina un po', non ne sa nulla. Ma sa che devo chiamare un altro numero verde: quello di prima!
Guardo sconsolato il telefono. Rinuncio. Ma non del tutto: chiamo il numero verde Hyundai. Risponde una ragazza molto carina, che parte arrembante nel proporsi, ma mano a mano che riesco a spiegarle i miei dubbi, lascia percepire da questa parte della chiamata la volontà di trovarsi altrove in quel momento.
Chiedo ufficialmente a loro di dissipare i dubbi sul caricatore trifase e un numero Enel da chiamare per le info sui costi. Vedremo se sopravviverà all’indigesta richiesta.

Renault Zoe 135 Intens: giusto! Abbiamo provato pure questa domenica scorsa. Carina e sbarazzina. Ci piace.
A volte sono perverso: forte delle letture sul forum chiedo al venditore della frenata di emergenza. Mi assicura che c’è. Mi fingo indifferente. Gli chiedo di trovarmi sul sito la parte dove la indica.
Imperterrito neanche mostra lo schermo. Mi assicura che è presente. Durante la prova accedo alla schermata degli ADAS. Di frenate neanche l’ombra. In compenso si adombra un po’ lui.
Prezzo sui 17mila se non sbaglio. Carica fino a 22 kW, quindi più che perfetta.
Ma sui francesi nutro troppi dubbi di affidabilità. Con la parte elettronica poi, figuriamoci. Cerco un po’ in giro e trovo una marea di spie, spiette, spiucce accese un po’ a caso. Sembra quando devo scrivere dei kW o kWh: cerco di scriverne a più non posso. Per la legge dei grandi numeri, almeno qualche volta, beccherò la scritta giusta!
Oppure è un codice cifrato (in francese) che l’auto cerca di comunicarci. Vai a sapere.


Ecco, i Cuori Elettrici sono fermi al palo.
Sull’onda dell’entusiasmo, dopo il test, abbiamo inviato a Tesla i 1.000 euro di acconto per l’ordine, ma non siamo convinti della spesa. È un impegno notevole per tre anni (leasing) e 30 mila euro, eventualmente, da sborsare alla fine.
Le altre, chi più chi meno, hanno lati deboli e meno deboli.
Su tutte patteggeremmo per la Kona. All’inizio ci ha frenato il costo (per 50 mila, meglio Tesla). Adesso il prezzo potrebbe esserci, ma manca il caricatore e, ordinandola, c’è da attendere almeno 5 mesi e non vogliamo aspettare così tanto.
I cuori elettrici dovranno soffrire ancora per un po’…




Avatar utente
JacobLocke
Messaggi: 818
Iscritto il: 30/06/2019, 3:59

Re: Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Messaggioda JacobLocke » 21/01/2020, 20:50

Apro questo argomento dopo svariati OT in giro.
Premessa: io e la mia compagna guidiamo ibrido da 12 anni. Fino a diversi mesi fa l’intenzione era di sostituire l’altra auto, diesel del 2011, con una plugin. A forza di leggere in giro recensioni varie ci siamo convinti a passare all’elettrico. Dovremmo oscillare tra i 15 e i 20 mila km annui. Ho un’attività in proprio con, a disposizione, un contratto da 35 kW, ovviamente trifase.


La maggioranza di questi 15-20 mila Km in città o in autostrada e viaggi lunghi?

Perché se gli fate in città o comunque nel range di autonomia di 100 kilometri al giorno e non di più allora meglio la Zoe probabilmente magari aspetti che sistemino il problema della frenata e che arrivino Zoe che hanno il radar.

E prendi un modello intens bello completo così da star comodo che tanto se puoi spendere 50 mila€ per la Tesla, puoi spenderne 32-34 mila € per una Zoe quasi full optional.

Nel caso però viaggi molto fuori città e vai ogni fine settimana fuori portata Be tesla con la sua rete di ricarica personale e autonomia autostradale migliore della Zoe suppongo sarebbe la scelta migliore.

Ma se viaggi in città molto la Tesla è scomoda rispetto na Zoe.

La batteria della Zoe almeno per me prendila di proprietà che poi senti che l’auto non è totalmente tua quando paghi il canone mensile.

Tra quelle citate visti i tuoi dubbi su Peugeot e Opel farei una scelta tra Zoe e Tesla SR.

Med Ellis
Messaggi: 141
Iscritto il: 09/07/2019, 22:41
Località: Milano
Veicolo: Tesla Model 3 SR+

Re: Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Messaggioda Med Ellis » 21/01/2020, 21:01

Come già scritto nell'altea discussione, io ti consiglio di nuovo la Model3 SR+.
Costa più delle altre, ma a 10000 euro in meno rispetto alla LR hai comunque una comodissima e divertente segmento D con 350CV e carica a 170kW con cui andare ovunque senza problemi.
Secondo me è il miglior value for money ad oggi.

Rimango a disposizione per qualunque curiosità ;)
Ciao

ibxxx
Messaggi: 332
Iscritto il: 19/04/2019, 15:17
Località: OVARO
Veicolo: Kona EV 64Kwh

Re: Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Messaggioda ibxxx » 21/01/2020, 21:06

Rapporto qualità prezzo io ti consiglio la Kona 64Xprime, con gli sconti Hyundai la prendi a buon prezzo... Se però ti serve il caricatore trifase devi andare per forza su Excellence. Le consegne delle Kona sembra si stiano velocizzando e tra un po' inizierà a produrre anche la fabbrica Europea a Nosovice . Cmq , a meno di sfortune vai sui 3/4 mesi ( Hyundai si tiene larga di solito quando assegna le date di consegna)
Io con la mia sono già quasi a 5000km dopo poco più di un mese e ne sono stra-felice. I suoi punti di forza sono il buon assemblaggio generale, pochi o minimi problemi riscontrati dalla comunità online, puoi viaggiare in autostrada anche a 130km/h con una discreta efficienza
Kona EV 64Kwh Xprime +SP

Comparsa
Messaggi: 122
Iscritto il: 02/01/2020, 15:33
Località: Castagneto Carducci (LI)

Re: Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Messaggioda Comparsa » 21/01/2020, 21:47

@JacobLocke
In effetti come spesa la Zoe sarebbe ottimale. Resta il dubbio dell’affidabilità. Qui sul forum, mi pare, ho letto che è sconsigliato il noleggio delle batterie. Ti rimangono in carico finché l’auto non è rivenduta. Ti risulta?
Per la M3 lo spazio non sarebbe un problema: abito in un paesino e non avrei molte occasioni di viaggiare in città.

@Med Ellis
Ma 409 km di autonomia (teorica) non sono pochi? Poi ti consigliano di non caricare più dell’80%, poi in inverno l’energia è minore e alla fine restano 200 km scarsi di viaggio. Mi viene l’ansia solo al pensiero...

@ibxxx
Eh, non me lo dire: con l’esperienza della Ioniq preferirei davvero la Kona. Ma per risparmiare sul serio devo poter sfruttare le ricariche a lavoro (costo energetico più alto, ma iva scaricata al 100% e costo vivo recuperato al 50% circa).
Inoltre, piccolo dettaglio: la versione prime ha le lampade H7! Manco i fari xenon, mannaggia a loro!

(Sto scrivendo dal telefono: una faticaccia. In caso di errori perdonatemi, ma sappiate che so fare pure di peggio!)


frank
Messaggi: 725
Iscritto il: 12/12/2018, 15:18
Veicolo: Tesla model 3 LR AWD

Re: Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Messaggioda frank » 21/01/2020, 21:58

80 per cento come norma giornaliera. Per un viaggio si parte normalmente a 100%
Tesla model 3 Long Range AWD. Ex Peugeot ION

Med Ellis
Messaggi: 141
Iscritto il: 09/07/2019, 22:41
Località: Milano
Veicolo: Tesla Model 3 SR+

Re: Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Messaggioda Med Ellis » 21/01/2020, 22:14

Comparsa ha scritto:
@Med Ellis
Ma 409 km di autonomia (teorica) non sono pochi? Poi ti consigliano di non caricare più dell’80%, poi in inverno l’energia è minore e alla fine restano 200 km scarsi di viaggio. Mi viene l’ansia solo al pensiero...


Qui trovi il report del mio viaggio invernale fino a Praga e ritorno... si può fare tranquillamente anche con temperature intorno allo 0 senza nessuna ansia.
viaggio-invernale-su-tesla-model3-standard-range-plus-t8440.html

Se vuoi viaggiare, l'unica auto in lista migliore della Model3 SR+ è la Model3 LR. La Kona fa 50km in più con la prima carica, ma se devi ricaricare non c'è gara.

Ciao!

Comparsa
Messaggi: 122
Iscritto il: 02/01/2020, 15:33
Località: Castagneto Carducci (LI)

Re: Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Messaggioda Comparsa » 21/01/2020, 22:43

Insomma, ho capito: volete farmi spendere un botto di soldi! Vi toccherà organizzare una colletta tra forumendoli per sostenermi nelle rate mensili! :D

frank
Messaggi: 725
Iscritto il: 12/12/2018, 15:18
Veicolo: Tesla model 3 LR AWD

Re: Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Messaggioda frank » 21/01/2020, 22:57

Eh ma alla fine tutto si riduce alla domanda: puoi e vuoi spendere un botto di soldi?
Deciso questo, non avrai certo a pentirtene.
Tesla model 3 Long Range AWD. Ex Peugeot ION

Avatar utente
JacobLocke
Messaggi: 818
Iscritto il: 30/06/2019, 3:59

Re: Cuori Elettrici: auto per 20k km/anno da caricare in trifase?

Messaggioda JacobLocke » 21/01/2020, 23:07

Insomma, ho capito: volete farmi spendere un botto di soldi! Vi toccherà organizzare una colletta tra forumendoli per sostenermi nelle rate mensili! :D


Se economicamente pensi di potertelo permettere la model 3 SR resta la migliore fra tutte in linea generale, vince quasi su tutto. Certo se invece mi dici che stai molto in città, e che 15-18 mila€ in più in tasca ti fanno comodo puoi aspettare e lanciarti sulla Zoe Intens R135

Io ad esempio per quanto la Tesla mi piacerebbe, non avendo garage o box e usando in città il 90% delle volte la macchina fra le 2 mi sarebbe più comoda la Zoe. Da rimpiangere solo quelle volte che vado fuori porta o vado in Italia, ma è un mese l’anno in genere e qualche giorno a dicembre quindi io sceglierei la Zoe. Certo anche per il costo se costassero cifre simili allora cambierebbe la cosa.



Torna a “Auto Elettriche in Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti