Quali criteri per dimensionare il futuro impianto fotovoltaico

Sfruttare l'energia solare incidente per produrre energia elettrica mediante effetto fotovoltaico,
Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10186
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Quali criteri per dimensionare il futuro impianto fotovoltaico

Messaggioda marco » 01/04/2019, 18:35

Dipende! Nel link che ti ho girato prima (scambio-sulposto-t1070.html) c'è però scritto chiaramente che la differenza sarà sempre di 7 centesimi fra quello che paghi e quello che ti rimborsano, indifferentemente dal costo iniziale (perché se aumenta il primo aumenta anche il secondo, per cui si bloccano gli aumenti)


Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


andbad
Messaggi: 1092
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Quali criteri per dimensionare il futuro impianto fotovoltaico

Messaggioda andbad » 02/04/2019, 10:32

In pratica (da quel che ho capito): tu produci 100, autoconsumi subito 60 (che quindi sono gratis). 40 li reimmetti in rete. Quando non produci (pioggia, inverno, notte, ecc...) prelevi 30, pagandoli 10 centesimi (cioè, in pratica solo gli oneri ti trasporto, senza la componente energia). Gli altri 10 che hai immesso e non hai prelevato, ti vengono pagati: dopo le tasse e tutto il resto forse 4-5 centesimi.

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1952
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Quali criteri per dimensionare il futuro impianto fotovoltaico

Messaggioda gianni.ga » 02/04/2019, 13:59

Non proprio.
Nell'ipotesi che la produzzione immessa sia uguale a quella prelevata, io verso a hera 21 centesimi per kwh, compresi costi fissi, e il gse me ne rimborsa 13.
Di solito scrivo che il costo reale di notte e d'inverno è 5 cent perche tengo conto dei costi variabili che sono circa 18 cent.
Un discorso a parte è l'eventuale eccedenza nel caso in cui i kwh immessi siano maggiori di quelli prelevati.
Quì il rimborso è basso, ma si possono accantonare i kwh eccedenti per gli anni di magra o per un futuro incremento dei consumi.
Per ora non c'è un limite temporale.
Lascio indovinare a voi cosa succede se l'energia immessa è inferiore a quella prelevata.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.



Torna a “Impianti Fotovoltaici”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti