Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Un'auto compatta completamente elettrica di casa Volkswagen per muoverti senza limiti nelle zone ZTL.
xflander
Messaggi: 22
Iscritto il: 14/01/2020, 10:46
Località: Verona
Veicolo: e up 2020

Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Messaggioda xflander » 19/01/2020, 20:07

Ciao a tutti ho ritirato la mia e up sabato di mia moglie. Di seguito le cose che non sapevo (che ho imparato a mie spesa):
1) Ricaricandola alla colonnina bisogna ricordarsi (io non sapevo) che ci possono essere meccanismi di blocco delle prese sia lato colonnina sia lato macchina. In particolare se ho ben capito per poter staccare la presa sulla macchina bisogna aprire le porte poi si hanno 30 secondi per togliere il bocchettone. Mi sono trovato con la macchina aperta ma il bocchettone non staccabile. In questo caso ho premuto il pulsante ricarica nella console centrale in basso vicino alla leva del cambio e poi il pulsante di apertura per sboccare. Attenzione anche al lato colonnina (es esselunga) per poterla sboccare bisogna eseguire la procedura di sbocco utilizzando la card che ti da il supermercato. NON FORZATE MAI SE NON SI STACCA SEMPLICEMENTE state sbagliando.
Altra cosa per inserire la presa spingete bene io al primo giro alla colonnina non funzionava perchè non inserita bene.
In altri casi (Centro Commerciale Adigeo VR ) la presa della colonnina si stacca senza combinazioni particolari e senza tessere.
La mia prima ricarica è durata 20 minuti in più per riuscire a capire queste cose....

2) Ricarica istantanea e programmata. La ricarica istantanea è quella di default. Puoi impostare amperaggio anche se devo dire che nella prima ricarica i conti non mi tornano nella app è 5 A però gurdando il consumo istantaneo da contatotore del enel vedo 2,6 kwatt che mi sembrano molti più per una ricarica da 10 A. La percentuale di ricarica che volevo mettere a 80% non è impostabile. Poi c'è la ricarica programmata che però non ho capito. Bisogna impostare un settaggio della ricarica e poi i giorni e l'ora però non ho ancora provato. Poco chiaro comunque. Se io voglio fare sempre ricariche da 80% a 5 A come devo dare?
3) Altro problema è la mappa del app non riesco a scaricarla vado in navigazione mappe ma la lista è vuoto. Sto facendo operazione dal mio garage dove credo non funziona la w connect però il cellulare è ok perchè il wifi sono riuscito a portarlo con estensore di wifi.
4) Il telefono nella app non mostra le ultime telefonate. Era una cosa comoda che su altre macchime toyota è possibile. Non mi sembra sia possibile nemmeno vedere sms.

5) Info del concessionario (forse) inventate. Il concessionario sosteneva che il sistema di ricarica casalingo era così figo da capire se attacco un lavatrice bloccando la ricarica Falso. Se ho auto in ricarica è attacco la lavatrive o il forno salta la luce. Non so se facendo il contrario c'è questo fantomatico sistema di controllo.
6) il concessionario mi ha detto che posso caricare tranquillamanete al 100% perchè la batteria sarebbe da 36 o 34 Kwh( non ricordo) ma è depotenziata a (32,3 kwh)????? Non so se qualcuno ha info in più.

Domani sono pronto alla telefonata al concessionario per recuperare info in più anche se anche lui mi ha detto che sta imparando ad utilizzare la app.

Tutto il resto è ok. Dico solo 2 cose che mi hanno impressinato. Molto abitabile anche per persone alte come me e ben rifinita.




Avatar utente
selidori
Messaggi: 8157
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Messaggioda selidori » 19/01/2020, 20:37

xflander ha scritto:Ciao a tutti ho ritirato la mia e up sabato di mia moglie. Di seguito le cose che non sapevo (che ho imparato a mie spesa):
1) Ricaricandola alla colonnina bisogna ricordarsi (io non sapevo) che ci possono essere meccanismi di blocco delle prese sia lato colonnina sia lato macchina. In particolare se ho ben capito per poter staccare la presa sulla macchina bisogna aprire le porte poi si hanno 30 secondi per togliere il bocchettone. Mi sono trovato con la macchina aperta ma il bocchettone non staccabile. In questo caso ho premuto il pulsante ricarica nella console centrale in basso vicino alla leva del cambio e poi il pulsante di apertura per sboccare. Attenzione anche al lato colonnina (es esselunga) per poterla sboccare bisogna eseguire la procedura di sbocco utilizzando la card che ti da il supermercato. NON FORZATE MAI SE NON SI STACCA SEMPLICEMENTE state sbagliando.
Altra cosa per inserire la presa spingete bene io al primo giro alla colonnina non funzionava perchè non inserita bene.
In altri casi (Centro Commerciale Adigeo VR ) la presa della colonnina si stacca senza combinazioni particolari e senza tessere.
La mia prima ricarica è durata 20 minuti in più per riuscire a capire queste cose....
Ogni macchina ha una sua procedura per staccare la presa dalla ricarica. Bisogna leggere il libretto delle istruzioni. Purtroppo ce l'ha anche ogni colonnina... per fortuna ce la si cava sempre (o quasi sempre).
Si, sarebbe bello che la macchina ti dicesse cosa non va, invece questo rimane il problema numero uno delle auto elettriche (ma non solo, ma qua parliamo di auto elettriche): comportamento inatteso e spesso neppure messaggio di allarme. E quando c'e' è del tutto inutile (tipo "qualcosa è andato storto" oppure "impossibile avviare" ecc).

Rimane il fatto che i progettisti di queste prese sono dei xxxxxx perchè ti obbligano ad operazioni non intuitive (od almeno non intuitive per la maggior parte di persone) rendendo di fatto noi a dover imparare quello che vuole la macchina, mentre dovrebbe essere il contrario, ovvero essere la macchina (le macchine, in generale) al nostro servizio.
Alcune cose poi sono proprio ripicche o progettazioni senza senso, da ingeneri complessati, invece che orientati all'usabilità.
Si penserà non si poteva fare meglio, ed invece si può fare ed un costruttore americano ad esempio lo fa, ma gli altri no, devono inventarsi procedure astruse e complicate.

xflander ha scritto:5) Info del concessionario (forse) inventate. Il concessionario sosteneva che il sistema di ricarica casalingo era così figo da capire se attacco un lavatrice bloccando la ricarica Falso. Se ho auto in ricarica è attacco la lavatrive o il forno salta la luce. Non so se facendo il contrario c'è questo fantomatico sistema di controllo.
Si, esistono wallbox intelligenti che fanno quel che dice il concessionario (e non conta l'ordine di inserimento: la somma è del consumato non varia invertendo gli addendi ed il controllo sulla linea è continuo ed in tempo reale).
Ma questo non avviene per caso: la wallbox intelligente costa almeno il doppio e richiede un'installazione molto più complessa di quella 'base' che sono solo collegare 3 fili.
Valeva la pena metterla prima, ora se hai già tutto lascia perdere, ce la si cava anche senza l'automatismo del controllo di carico, studiandosi un po' bene gli assorbimenti.

xflander ha scritto:6) il concessionario mi ha detto che posso caricare tranquillamanete al 100% perchè la batteria sarebbe da 36 o 34 Kwh( non ricordo) ma è depotenziata a (32,3 kwh)????? Non so se qualcuno ha info in più.
Ogni auto ha una capienza batteria ed una TARA riservata al sistema per evitare la scarica profonda e quindi il quantitativo di energia effettivamente utilizzabile è inferiore.
Sebbene all'utente finale interesserebbe di più sapere il valore utilizzabile, i markettisti mettono il valore compreso di tara perchè è un numero più grande e fa più figo (diciamo che il primo ha cominciato a dichiarare quel valore e da allora gli altri hanno dovuto usare il LORDO perchè se no sarebbe sembrato mettono meno). Quindi non caricherai mai il valore effettivo di capienza perchè la batteria non sarà mai completamente scarica (il sistema non te lo permetterà: si fermerà prima ed ovviamente ti indicherà 0% come stato di carica (SOC) anche se in realtà ci sarà ancora qualche punto percentuale).
Nel caso della E-UP 2020 il valore dichiarato è di 36.8 kWh, ma se ne possono usare solo 32.3 kWh (quindi 4,5 kWh se li tiene lei).
Ricordati inoltre che il valore (ammesso hai un misuratore precisissimo) varia anche in funzione di altri fattori, non ultimo (purtroppo) la rendita dell'impianto: qualche kWh lo butterai nelle dispersioni di rete, quindi il tuo impianto lo erogherà ma purtroppo non arriverà alla batteria dell'auto perchè assorbito dai fili, da contatti, da imprecisione del software, dall'utilizzo di corrente durante la ricarica, da eventuale riscaldamento/raffreddamento di batteria, ecc).
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ

Avatar utente
EmilianoMontanari
Messaggi: 1461
Iscritto il: 22/09/2019, 19:03

Re: Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Messaggioda EmilianoMontanari » 19/01/2020, 21:19

Una domanda: per “staccare la pistola della ricarica aprendo l’auto” si intende che vanno aperte fisicamente le portiere oppure che sia sufficiente aprirle col telecomando?

Comunque inquieta un po’ il discorso della ricarica negata a 5A perché non l’ha fatto fare ma h continuato a ricaricare a 2,3 kW…? Non dovrebbe essere l’app a comandare?
VW e-Up! 2020 - Costa Azul - Wallbox Pulsar plus

Avatar utente
selidori
Messaggi: 8157
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Messaggioda selidori » 19/01/2020, 21:35

xflander ha scritto:2) Ricarica istantanea e programmata. La ricarica istantanea è quella di default. Puoi impostare amperaggio anche se devo dire che nella prima ricarica i conti non mi tornano nella app è 5 A però gurdando il consumo istantaneo da contatotore del enel vedo 2,6 kwatt che mi sembrano molti più per una ricarica da 10 A. La percentuale di ricarica che volevo mettere a 80% non è impostabile. Poi c'è la ricarica programmata che però non ho capito. Bisogna impostare un settaggio della ricarica e poi i giorni e l'ora però non ho ancora provato. Poco chiaro comunque. Se io voglio fare sempre ricariche da 80% a 5 A come devo dare?
Mi ero perso questo passaggio.
Cioè tutta la parte specifica VW-EUP l'avevo letta di fretta perchè non conosco l'auto.

Dunque premesso che appunto non conosco l'auto specifica, la temporizzazione è un bella gara alle olimpiadi.
Conosco gente che ha realizzato da niente orologi analogici ad una lancetta sincronizzata in WIFI con NTP che non è riuscita a far andare il timer di auto elettriche.
E' una cosa complicatissima, che richiede una marea di pazienza, prove, intelligenza, caparbietà, capacità, nervi saldi, tempra, coraggio, creatività.
Io prima imparerei proprio i concetti di ricarica, prima di addentrarmi nel mondo dei timer.

Per la questione di limitare la velocità di carica e poi il SOC della batteria (altre due complicazioni accavallate, ma queste superabili, ma sicuramente non uniti al timer, sarebbe come voler fare il sub con il casco da motociclista e polsi con manette...) .. andiamo con ordine: sono due argomenti diversi.
Il limiti di ricarica del SOC non lo fa quasi nessuna auto. A memoria mi pare lo facesse solo la prima LEAF, quindi non mi stupirebbe non lo faccia la EUP.

Riguardo agli ampere prelevati... esatto 2.6 kW sono qualcosa poco oltre i 10 ampere.
Però parli di contatore enel, quindi sei sicuro non hai altro in casa che sta prelevando altri 5 ampere oltre alle E-UP?
1.2 kW (ovvero 5 Ampere) sono facili da raggiungere se hai tante stanze con vari tv accesi (non parliamo di lavatrici, lavastoviglie, ecc... quelli se li prendono solo loro, 5 ampere).

Altra domanda (che mi è venuta in mente anche prima che parlavi di wallbox intelligenti): ma tu come carichi? Ovvero: che modello di wallbox hai?
Come fai a dire che quella effettivamente eroga 5 o 10 ampere?
Oddio, dovrebbe comandare l'auto, ma non si sa mai....
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ

xflander
Messaggi: 22
Iscritto il: 14/01/2020, 10:46
Località: Verona
Veicolo: e up 2020

Re: Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Messaggioda xflander » 19/01/2020, 21:38

selidori ha scritto:
xflander ha scritto:Ciao a tutti ho ritirato la mia e up sabato di mia moglie. Di seguito le cose che non sapevo (che ho imparato a mie spesa):
1) Ricaricandola alla colonnina bisogna ricordarsi (io non sapevo) che ci possono essere meccanismi di blocco delle prese sia lato colonnina sia lato macchina. In particolare se ho ben capito per poter staccare la presa sulla macchina bisogna aprire le porte poi si hanno 30 secondi per togliere il bocchettone. Mi sono trovato con la macchina aperta ma il bocchettone non staccabile. In questo caso ho premuto il pulsante ricarica nella console centrale in basso vicino alla leva del cambio e poi il pulsante di apertura per sboccare. Attenzione anche al lato colonnina (es esselunga) per poterla sboccare bisogna eseguire la procedura di sbocco utilizzando la card che ti da il supermercato. NON FORZATE MAI SE NON SI STACCA SEMPLICEMENTE state sbagliando.
Altra cosa per inserire la presa spingete bene io al primo giro alla colonnina non funzionava perchè non inserita bene.
In altri casi (Centro Commerciale Adigeo VR ) la presa della colonnina si stacca senza combinazioni particolari e senza tessere.
La mia prima ricarica è durata 20 minuti in più per riuscire a capire queste cose....
Ogni macchina ha una sua procedura per staccare la presa dalla ricarica. Bisogna leggere il libretto delle istruzioni. Purtroppo ce l'ha anche ogni colonnina... per fortuna ce la si cava sempre (o quasi sempre).
Si, sarebbe bello che la macchina ti dicesse cosa non va, invece questo rimane il problema numero uno delle auto elettriche (ma non solo, ma qua parliamo di auto elettriche): comportamento inatteso e spesso neppure messaggio di allarme. E quando c'e' è del tutto inutile (tipo "qualcosa è andato storto" oppure "impossibile avviare" ecc).

Rimane il fatto che i progettisti di queste prese sono dei xxxxxx perchè ti obbligano ad operazioni non intuitive (od almeno non intuitive per la maggior parte di persone) rendendo di fatto noi a dover imparare quello che vuole la macchina, mentre dovrebbe essere il contrario, ovvero essere la macchina (le macchine, in generale) al nostro servizio.
Alcune cose poi sono proprio ripicche o progettazioni senza senso, da ingeneri complessati, invece che orientati all'usabilità.
Si penserà non si poteva fare meglio, ed invece si può fare ed un costruttore americano ad esempio lo fa, ma gli altri no, devono inventarsi procedure astruse e complicate.

xflander ha scritto:Purtroppo il concessionario non mi aveva detto una mazza. Se ho le porte aperte è ovvio che sono io e non un ladro. Non capisco perchè devo dare un colpo di apertura per sboccare il bocchettone a porte aperte. Poi sai era la prima volta quindi panico nessuno che mi poteva aiutare. Concessionario in pausa pranzo numero verde soccorso stradale risponde ACI che ovviamente non ha una mazza. Quindi consultato il manuale è trovato arcano che contrariamente a quello che ho detto serve solo apertura delle porte






xflander ha scritto:5) Info del concessionario (forse) inventate. Il concessionario sosteneva che il sistema di ricarica casalingo era così figo da capire se attacco un lavatrice bloccando la ricarica Falso. Se ho auto in ricarica è attacco la lavatrive o il forno salta la luce. Non so se facendo il contrario c'è questo fantomatico sistema di controllo.
Si, esistono wallbox intelligenti che fanno quel che dice il concessionario (e non conta l'ordine di inserimento: la somma è del consumato non varia invertendo gli addendi ed il controllo sulla linea è continuo ed in tempo reale).
Ma questo non avviene per caso: la wallbox intelligente costa almeno il doppio e richiede un'installazione molto più complessa di quella 'base' che sono solo collegare 3 fili.
Valeva la pena metterla prima, ora se hai già tutto lascia perdere, ce la si cava anche senza l'automatismo del controllo di carico, studiandosi un po' bene gli assorbimenti.


xflander ha scritto:Si il problema è che lui mi ha raccontato che il "carichino" venduto assieme alla macchina (no wallbox) aveva queste fantastiche proprietà (palla che ovviamente ha fatto girare non poco mia moglie...). Comunque come hai detto tu basta fare 2 conti è non c'è problema.

Ogni auto ha una capienza batteria ed una TARA riservata al sistema per evitare la scarica profonda e quindi il quantitativo di energia effettivamente utilizzabile è inferiore.
Sebbene all'utente finale interesserebbe di più sapere il valore utilizzabile, i markettisti mettono il valore compreso di tara perchè è un numero più grande e fa più figo (diciamo che il primo ha cominciato a dichiarare quel valore e da allora gli altri hanno dovuto usare il LORDO perchè se no sarebbe sembrato mettono meno). Quindi non caricherai mai il valore effettivo di capienza perchè la batteria non sarà mai completamente scarica (il sistema non te lo permetterà: si fermerà prima ed ovviamente ti indicherà 0% come stato di carica (SOC) anche se in realtà ci sarà ancora qualche punto percentuale).
Nel caso della E-UP 2020 il valore dichiarato è di 36.8 kWh, ma se ne possono usare solo 32.3 kWh (quindi 4,5 kWh se li tiene lei).
Ricordati inoltre che il valore (ammesso hai un misuratore precisissimo) varia anche in funzione di altri fattori, non ultimo (purtroppo) la rendita dell'impianto: qualche kWh lo butterai nelle dispersioni di rete, quindi il tuo impianto lo erogherà ma purtroppo non arriverà alla batteria dell'auto perchè assorbito dai fili, da contatti, da imprecisione del software, dall'utilizzo di corrente durante la ricarica, da eventuale riscaldamento/raffreddamento di batteria, ecc).

xflander ha scritto:Sono un pò preoccupato del fatto che secondo app la carica immediata è 5 A max però contatore in mano vedo 2,3 kwh come consumo della potenza istantanea (spento 0,3 acceso dopo 5 minuti vedo 2,6 ). E' possibile che consumi così tanto a solo 5 A ? La casa è nuova (6 anni) impianto mi sembra ben fatto. L'unica cosa è che tra contatore enel e quadro elettrico ci sono 65 metri. L'elettricista mi aveva consigliato di maggiorare la dorsale per eventuale upgrade da 3 a 4,5 o 6 kw
Sono un pò perplesso da qualche parte si può vedere a quanto sta caricando al di la di quello che dice app ? Come fareste per capire scusate l'ignoranza.


Avatar utente
franzbrandi
Messaggi: 21
Iscritto il: 01/03/2019, 18:30
Veicolo: Tesla model 3 DM LR

Re: Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Messaggioda franzbrandi » 19/01/2020, 21:41

Non ti dico la figura di m... la prima volta che ho dovuto staccare il cavo dalla mia model 3. Stesso problema, come detto ogni colonnina e ogni macchina ha una procedura di sblocco diversa.

PS: scusa l'off topic, se hai modo mi puoi dire le misure di pneumatici omologate a libretto per la e-up 2020? Per capire se con la Citigo (presumo abbia le stesse misure omologate) posso riutilizzare i cerchi da 14" aftermarket che usavo con le invernali sulla vecchia ecoUp.
Tesla model 3 long range dual motor. Fotovoltaico 9 kWp. Powerwall 2. Wallbox Zappi V2.
In arrivo: Škoda Citigo e-iV style

xflander
Messaggi: 22
Iscritto il: 14/01/2020, 10:46
Località: Verona
Veicolo: e up 2020

Re: Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Messaggioda xflander » 19/01/2020, 21:50

EmilianoMontanari ha scritto:Una domanda: per “staccare la pistola della ricarica aprendo l’auto” si intende che vanno aperte fisicamente le portiere oppure che sia sufficiente aprirle col telecomando?

Devi dare un colpo di apertura anche se la macchina è già aperta ogni volta che vuoi sboccare la presa dell'auto anche per togliere semplicemente il tappo protettivo
Quindi apro il portellino della ricarica (no blocchi), colpo di apertura per togliere il tappo altrimenti non si toglie. Inserisco il bocchettone. Dopo X ore colpo di apertura per toglierlo altrimenti non si stacca dalla macchina
EmilianoMontanari ha scritto:Comunque inquieta un po’ il discorso della ricarica negata a 5A perché non l’ha fatto fare ma h continuato a ricaricare a 2,3 kW…? Non dovrebbe essere l’app a comandare?

Non so se sto facendo la cosa giusta ho guardato sul contatore p istantanea 0,3 kw dopo aver acceso il caricatore domestico fornito con auto 2,6 kw quindi anche se APP dice 5 A mi sembrano (spero) siano 10 altrimenti consumo come una ricarica da 10 A da quello che ho capito qui sul forum spero qualcuno mi smentisca

xflander
Messaggi: 22
Iscritto il: 14/01/2020, 10:46
Località: Verona
Veicolo: e up 2020

Re: Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Messaggioda xflander » 19/01/2020, 21:58

franzbrandi ha scritto:Non ti dico la figura di m... la prima volta che ho dovuto staccare il cavo dalla mia model 3. Stesso problema, come detto ogni colonnina e ogni macchina ha una procedura di sblocco diversa.

PS: scusa l'off topic, se hai modo mi puoi dire le misure di pneumatici omologate a libretto per la e-up 2020? Per capire se con la Citigo (presumo abbia le stesse misure omologate) posso riutilizzare i cerchi da 14" aftermarket che usavo con le invernali sulla vecchia ecoUp.

I pneumatici ammessi
165/65 R15 81T
165/65 R15 81T M+S
165/70 R14 81T
165/70 R14 81T M+S
185/50 R16 81H
185/55 R15 82H
185/55 R15 82T M+S

xflander
Messaggi: 22
Iscritto il: 14/01/2020, 10:46
Località: Verona
Veicolo: e up 2020

Re: Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Messaggioda xflander » 19/01/2020, 22:06

selidori ha scritto:
xflander ha scritto:2) Ricarica istantanea e programmata. La ricarica istantanea è quella di default. Puoi impostare amperaggio anche se devo dire che nella prima ricarica i conti non mi tornano nella app è 5 A però gurdando il consumo istantaneo da contatotore del enel vedo 2,6 kwatt che mi sembrano molti più per una ricarica da 10 A. La percentuale di ricarica che volevo mettere a 80% non è impostabile. Poi c'è la ricarica programmata che però non ho capito. Bisogna impostare un settaggio della ricarica e poi i giorni e l'ora però non ho ancora provato. Poco chiaro comunque. Se io voglio fare sempre ricariche da 80% a 5 A come devo dare?
Mi ero perso questo passaggio.
Cioè tutta la parte specifica VW-EUP l'avevo letta di fretta perchè non conosco l'auto.

Dunque premesso che appunto non conosco l'auto specifica, la temporizzazione è un bella gara alle olimpiadi.
Conosco gente che ha realizzato da niente orologi analogici ad una lancetta sincronizzata in WIFI con NTP che non è riuscita a far andare il timer di auto elettriche.
E' una cosa complicatissima, che richiede una marea di pazienza, prove, intelligenza, caparbietà, capacità, nervi saldi, tempra, coraggio, creatività.
Io prima imparerei proprio i concetti di ricarica, prima di addentrarmi nel mondo dei timer.

Per la questione di limitare la velocità di carica e poi il SOC della batteria (altre due complicazioni accavallate, ma queste superabili, ma sicuramente non uniti al timer, sarebbe come voler fare il sub con il casco da motociclista e polsi con manette...) .. andiamo con ordine: sono due argomenti diversi.
Il limiti di ricarica del SOC non lo fa quasi nessuna auto. A memoria mi pare lo facesse solo la prima LEAF, quindi non mi stupirebbe non lo faccia la EUP.

Riguardo agli ampere prelevati... esatto 2.6 kW sono qualcosa poco oltre i 10 ampere.
Però parli di contatore enel, quindi sei sicuro non hai altro in casa che sta prelevando altri 5 ampere oltre alle E-UP?
1.2 kW (ovvero 5 Ampere) sono facili da raggiungere se hai tante stanze con vari tv accesi (non parliamo di lavatrici, lavastoviglie, ecc... quelli se li prendono solo loro, 5 ampere).

Altra domanda (che mi è venuta in mente anche prima che parlavi di wallbox intelligenti): ma tu come carichi? Ovvero: che modello di wallbox hai?
Come fai a dire che quella effettivamente eroga 5 o 10 ampere?
Oddio, dovrebbe comandare l'auto, ma non si sa mai....


E up è fornita di un caricatore domestico da attaccare alla presa shuko con una ciabatta che contiene elettronica e una presa tipo 2 da collegare all'auto (partendo da questa ciabatta). Attraverso app dell'auto si dovrebbe poter impostare amperaggio 5 10 15 A etc. Io non ho wallbox

Avatar utente
simo88
Messaggi: 522
Iscritto il: 20/10/2019, 1:05

Re: Come scollegare il cavo dalla presa Volkswagen e-Up!

Messaggioda simo88 » 19/01/2020, 22:09

Consiglio di guardarsi i video di Tedo Nash, spiegano molti procedimenti, ad esempio la ricarica massima è programmabile ma non in modo intuitivo, così come le correnti di carica i timer le mappe ecc.
Tutto molto complicato



Torna a “Volkswagen e-Up!, Skoda Citigoe iV e Seat Mii electric”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Roby-e-up! e 1 ospite