Meglio VAWT come eolico domestico con vento burrascoso?

Produrre energia elettrica sfruttando l'energia eolica del vento.
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
mduchaine
★ Principiante
Messaggi: 8
Iscritto il: 11/01/2022, 22:24

Meglio VAWT come eolico domestico con vento burrascoso?

Messaggioda mduchaine » 12/01/2022, 21:50

Da poco ho installato un micro-eolico, per "sperimentazione".
Ho casa in zona mare e d'inverno soffriamo regolarmente i venti forti, quindi perché non sfruttarli?

Test bed:
Ho preso un generatore low-cost di 800W, orizontale (HAWT) a 6 pale, diametro 1,2m, e controller mptt a 48Vdc (per compatibilità con le batterie del mio impianto FV).
Generatore montato in quello che ritengo la zona più ventosa del mio terreno, con stazione meteo Besser 5in1 montata nella stessa posizione.
Controller messo in prossimità delle batterie (<1m 2x6mmq), con misuratore di potenza per verificare quanta energia viene immesso nelle batterie.
Tra generatore e controller, ho circa 50m di FROR 3x2,5mmq

Due giorni fa, prima giornata "ventosa" degna da essere considerata.
velocità del vento durante le prove: 3m/s media, picco 10m/s (dati presi dalla besser).
Non avevo alte aspettative, sapevo che il rendimento è basso. Ma sono rimasto cmq un po' sorpreso: 330Wh prodotti in 12h, 206Wp.
Certo sono venti burrascosi, con continui cambiamenti di intensità e direzione, comunque speravo almeno il doppio :D

Arrivo al dunque :-)
Il giorno seguente ho osservato attentamente il generatore e notato che quando il vento cambia direzione, il generatore rallenta, molto! A volte le pale si fermano quasi del tutto.
Ho letto su alcuni forum/post che un generatore verticale gestisce meglio i cambi di direzione, ero curiosi di sapere se qualcuno nel forum aveva qualche esperienza pratica in merito.
Magari qualcuno che ha messo a confronto i due tipi di generatore?




Avatar utente
Murales
★★★★ Esperto
Messaggi: 1745
Iscritto il: 04/11/2020, 15:48
Località: Sarzana
Veicolo: Kia e-Soul 64kWh

Re: Meglio VAWT come eolico domestico con vento burrascoso?

Messaggioda Murales » 12/01/2022, 23:59

Ho letto con interesse, ma purtroppo di eolico sono abbastanza ignorante e non saprei aiutarti

Per curiosità, posso chiedere in quale zona d'Italia hai effettuato questa installazione?

mduchaine
★ Principiante
Messaggi: 8
Iscritto il: 11/01/2022, 22:24

Re: Meglio VAWT come eolico domestico con vento burrascoso?

Messaggioda mduchaine » 16/01/2022, 14:24

L'installazione si trova nel alto Cilento e si affaccia sul golfo di Salerno.

mduchaine
★ Principiante
Messaggi: 8
Iscritto il: 11/01/2022, 22:24

Re: Meglio VAWT come eolico domestico con vento burrascoso?

Messaggioda mduchaine » 16/01/2022, 15:30

Dopo analisi, risulta che 207Wp è congruente con un vento a 10m/s, purtroppo :-(

P = 1,225/2 * velocità del vento (m/S) al cubo * pi * raggio (m) al quadrato non evidente condividere formule in formato testo :-)

Questa formula riporta la potenza del vento, poi dipende dal design del generatore e pale a definire quanto realmente viene catturato e trasformato.
In media si considera un efficienza del 50-60% per HAWT.
Generatori VAWT hanno un efficienza di conversione più bassa, 30-40%. (cit. https://ieeexplore.ieee.org/document/8168524)

Dato il raggio del mio generatore, 0.5m, una produzione di 200 a 250Wp per 10m/s è nella norma direi.

AleP
★★★ Intenditore
Messaggi: 152
Iscritto il: 20/12/2019, 10:05
Località: San Marino
Veicolo: Renault Zoe 50

Re: Meglio VAWT come eolico domestico con vento burrascoso?

Messaggioda AleP » 06/04/2022, 10:43

mduchaine ha scritto:Dopo analisi, risulta che 207Wp è congruente con un vento a 10m/s, purtroppo :-(

P = 1,225/2 * velocità del vento (m/S) al cubo * pi * raggio (m) al quadrato non evidente condividere formule in formato testo :-)

Questa formula riporta la potenza del vento, poi dipende dal design del generatore e pale a definire quanto realmente viene catturato e trasformato.
In media si considera un efficienza del 50-60% per HAWT.
Generatori VAWT hanno un efficienza di conversione più bassa, 30-40%. (cit. https://ieeexplore.ieee.org/document/8168524)

Dato il raggio del mio generatore, 0.5m, una produzione di 200 a 250Wp per 10m/s è nella norma direi.


I calcoli sono corretti, e fanno capire perché generatori HAWT hanno dimensioni sempre più grandi: non potendo accelerare il vento (che incide molto, visto che la velocità viene moltiplicata per il cubo del suo valore istantaneo), si aumenta l'area spazzata in cui intercettare il movimento. Sicuramente un generatore VAWT è più adatto in un luogo con forti turbolenze, perché non ha bisogno di rimanere "in bandiera" ma intercetta sempre il flusso d'aria, anche se il vento cambia in continuazione: questo può compensare il suo rendimento inferiore, ricordando inoltre che spesso un VAWT ha una velocità di avvio più bassa e può inoltre essere pensato con sistemi di concentrazione, ovvero una sorta di "imbuto" costituito da una struttura che circondi esternamente il generatore, conformata per convogliare e accelerare il flusso sulle pale.
Renault Zoe Intens Flex 50 - FV JA Solar 4.48 kWp - Inverter Fronius Primo 4.6 - Tesla Powerwall 2 (13.2 kWh) - Wallbox Scame 7 kW con Power Management


tutta_energia
★ Principiante
Messaggi: 8
Iscritto il: 07/05/2022, 13:21
Località: Roma
Veicolo: tazzari zero

Re: Meglio VAWT come eolico domestico con vento burrascoso?

Messaggioda tutta_energia » 10/05/2022, 11:44

Che dire, anch'io abito in una zona ventosa del Sud Italia.
Come sfruttare il vento è anche la mia fissazione.
Ho pensato ad esempio ad utilizzarlo per riscaldamento, senza
aver bisogno di trasformare l'energia meccanica in
energia elettrica. La mia idea è quella di trasformare direttamente
l'energia meccanica prodotta dal vento in energia termica attraverso
le correnti parassite. Se ad es. delle calamite girassero, a causa del vento,
vicino ad un conduttore si produrrebbero delle correnti parassite per la variazione
del flusso magnetico, che a causa della resistenza elettrica intrinseca del conduttore si scalderebbe...
Con questi aumenti del gas quasi quasi ne farei uno di fortuna...



Torna a “Impianti Eolici”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti