Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Accumulatori atti ad immagazzinare l'energia e renderla disponibile quando necessario, riducendo al minimo la dipendenza dalla rete elettrica.
Avatar utente
francesco.agnesio
Messaggi: 3
Iscritto il: 18/02/2019, 19:22

Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Messaggioda francesco.agnesio » 18/02/2019, 19:34

Buonasera a tutti.

Come noterete è il mio primo messaggio e vorrei "sfruttare" le vostre conoscenze per chiarirmi alcuni dubbi in merito al fotovoltaico e alle famose batterie di accumulo.
Lasciamo perdere per un attimo il discorso costi/benefici e rimaniamo un attimo più sul discorso tecnico cercando però di profilare un basso livello dato che io sto alla "scienza energetica" come un sasso al galleggiamento :D

Mi è stata proposta la costruzione di un sistema da 6Kw di fotovoltaico più 6 kWh di batteria (non chiedetemi le marche, non le ricordo ... lol). Ho provato ad accendere tutte le luci della mia struttura (si tratterebbe di un'Associazione Sportiva, quindi poco consumo diurno - se non nullo - e altissimo consumo in fascia serale) e arrivo ad un picco massimo di consumo istantaneo di 6,5 Kw. Il ragionamento sarebbe quindi quello di coprire ampiamente i bassi consumi della mattina con l'autoconsumo e accumulare a sufficienza per le ore serali. Ciò che però mi lascia perplesso (complice anche il fatto che non ho ancora avuto modo di porre questa domanda all'installatore) è:
- un accumulatore di 6 kWh quante ore mi concede con un consumo istantaneo di 6,5 Kw (o inferiore . o superiore) ? Non trovo da nessuna parte pagine internet che spiegano queste cose. Sono certo che per chi è del settore siano l'ABC della conduzione elettrica, ma per me è arabo.
-l'accumulatore da 6 kWh vuol dire che può immagazzinare fino a 6 kWh o che può erogare fino a 6 Kw? So che per molti di voi potranno essere domande cretine, ma otre alla spiegazione del venditore che spinge per installare l'impianto vorrei anche delle vostre delucidazioni. :)

Grazie a tutti dell'attenzione e delle eventuali risposte :D




Kimera
Messaggi: 78
Iscritto il: 27/12/2018, 14:30

Re: Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Messaggioda Kimera » 18/02/2019, 20:11

Facciamo che il consumo sia proprio di 6Kw (chessò, quanche lucetta la spegni dai :D ), con quella batteria, avrai un'autonomia proprio di 1 ora e basta.
Poi, nella realtà, anche meno perché ci sono tutti i dispositivi che un po' di corrente la dissipano e va in calore (quindi la perdi).
Insomma, calcola un 85% dei 6Kwh disponibili.

Detto questo, sopratutto con assorbimenti un po' più altini, 6Kwh di batteria non ci fai quasi nulla :(
Renault Zoe R240 anno 2016

mirko2016
Messaggi: 475
Iscritto il: 23/08/2018, 20:03

Re: Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Messaggioda mirko2016 » 18/02/2019, 20:26

Mi pare che ti abbiano messo a preventivo una batteria proprio bassa come capacità. Sempre che sia da 6 kWh (kWh è la capacità della batteria quanta energia puoi storarci dentro, ma tra l'altro non la userai mai al 100%).

Secondo punto io non trascurerei il discorso economico dato che la batteria allunga enormemente i tempi di rientro dell'impianto (prossimo commento ti spiego)

Poi tiro dati a caso: tu hai apertura 300 giorni annui, consumi dici 6,5 kW con le luci, mettiamo che questo sia mediamente per 5 ore al giorno (dalle 18 alle 23 almeno penso siate operativi)? Voi avreste un consumo annuo di 9000 kWh!
Questo cosa vuol dire? Che se nel mio banale calcolo con numeri azzardati da cosa ci hai raccontato, avessi sottostimato un valore, pure il fotovoltaico con potenza da 6 kW sarebbe troppo piccolo (nelle migliori ipotesi ti fa quei 9000 kWh).

Infine: occhio ai prezzi, oggi il fotovoltaico nella tua taglia lo trovi già a 1400 euro al kW, quindi con 8500 ivato hai un buon impianto (consiglio pannelli con le semicelle dato che ormai sono disponibili e costano praticamente come gli altri) chiavi in mano (e sono prezzi del nord Italia, notoriamente più caro del sud!)

Carlo
Messaggi: 1243
Iscritto il: 23/11/2016, 22:33

Re: Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Messaggioda Carlo » 18/02/2019, 20:28

Dalla foto credo che devi alimentare un centro ippico e il problema è l'illuminazione del coperto e la giostra. Anch'io pratico equitazione, anche se non da molto ;)

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1633
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf 24kwh
Contatta:

Re: Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Messaggioda gianni.ga » 18/02/2019, 20:50

D'estate io produco 50 kwh al giorno e ne cedo 40 al gse.
Screenshot_20190218-205415.png
Screenshot_20190218-205415.png (336.28 KiB) Visto 227 volte

Screenshot_20190218-205401.png
Screenshot_20190218-205401.png (238.78 KiB) Visto 227 volte

Lo scambio sul posto è notevolmente più conveniente dell'accumulo.
Ad essere più espliciti: l'accumulo non si ripaga mai.
Meglio spendere gli stessi euro per aumentare la potenza di picco ed essere autosufficienti con un avanzo per i futuri investimenti elettrici.
Oppure con gli stessi soldi sostituire le lampade a incandescenza con quelle a led.
Ultima modifica di gianni.ga il 18/02/2019, 20:57, modificato 1 volta in totale.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.


mirko2016
Messaggi: 475
Iscritto il: 23/08/2018, 20:03

Re: Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Messaggioda mirko2016 » 18/02/2019, 20:56

Per il discorso batteria, avevo fatto dei calcoli più accurati ora li semplifico per essere più chiaro... premesse:

1-Quando carichi e scarichi la batteria perdi un 20% circa di energia.

2-l'energia che immetti in rete va ad alimentare un tuo "portafoglio" e la usi con una convenzione definita SSP (Scambio sul posto). Il funzionamento è che tu l'energia che prelevi (di sera ad esempio) la paghi normalmente, dopo però ti viene restituito il costo della materia prima e alcune altre voci, per cui vai a recuperare tra il 65-70% del costo del kWh.
Se hai una produzione ancora maggiore puoi farti pagare l'energia in eccesso ma verrà pagata pochi centesimi al kWh, ancora da tassare

3- spesso l'errore che fa sembrare quasi utile la batteria è leggere il costo del kWh in bolletta: quel costo è ricavato togliendo i 18 euro di canone Rai e dividendo per i kWh consumati. In questo modo si spalmeranno i costi fissi che comunque incidono parecchio e non avrai il vero valore che in genere è sui 0,18 max al kWh (se avessi un consumo di 1 kWh nel bimestre, il costo al kWh sarebbe elevatissimo, oltre 15 €)

3 - La batteria va a limitare i prelievi quindi autoconsumando devi considerare che userai meno lo SSP. Inoltre, per via della perdita del 20% tra cicli di carica e scarica, avanzerà meno energia da vendere.

Calcoli: un kWh ti costa su 0,18 euro. Lo SSP te ne rimborsa circa 0,12€. La differenza a questo punto è di 0,06 € ogni kWh consumato dalle batterie. Però tu perdi sempre quel 20% di energia nel ciclo di carica e scarica e quell'energia la avresti venduta a 4 cent al kWh. Quindi il 20% di 4 sono 0,8 cent che non hai perso ogni kWh. Il tuo vantaggio economico con le batterie è di 0,052 € al kWh pertanto (facciamo 0,055 per semplificare).

Un ciclo di batteria ti fa 0,052*6=0,312€ (cioè 31 centesimi risparmiati al giorno)
31,2 centesimi al giorno * 365 giorni= in un anno hai risparmiato 113,88 €
In dieci anni hai risparmiato 1138,8€
In venti anni 2277,6

Questo con una batteria da 6 kWh.

Non abbiamo considerato però che la batteria si deteriora e quindi non avrai sempre 6 kWh, ma dopo qualche anno ne avrai 5 e allora dopo vent'anni la cifra scende.
Non abbiamo considerato nemmeno che non sempre riuscirai a caricarla (in realtà se batteria da 6 kWh la caricherai quasi sempre, solo quando proprio non produce non riuscirai, perché è talmente piccola che fai in fretta a riempirla).
Non è detto che duri venti anni la batteria.

Secondo me la batteria che ti avranno proposto non è da 6 kWh, sarebbero in completa malafede a fare una proposta del genere coi tuoi consumi, ma sarà molto più grande (anche se a te con quei consumi servirebbe una batteria da 30 kWh, a quel punto però in inverno non riesci più spesso a caricarla).

Piuttosto che buttare soldi in batteria, concludendo, fai un kW in più per stare tranquillo di fotovoltaico e metti lampade led e macchine poco energivori se avessi ancora roba vecchia.

mirko2016
Messaggi: 475
Iscritto il: 23/08/2018, 20:03

Re: Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Messaggioda mirko2016 » 18/02/2019, 20:57

gianni.ga ha scritto:.
Ad essere più espliciti: l'accumulo non si ripaga mai.
Meglio spendere gli stessi euro per aumentare la potenza di picco ed essere autosufficienti con un avanzo per i futuri investimenti elettrici.
Oppure con gli stessi soldi sostituire le lampade a incandescenza con quelle a led.


Ahahah mi fa ridere che abbiamo quasi dato i medesimi consigli sia su lampade che su kW aggiuntivo

mirko2016
Messaggi: 475
Iscritto il: 23/08/2018, 20:03

Re: Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Messaggioda mirko2016 » 18/02/2019, 21:04

Come vedi sei in buona compagnia e da te, che non ci lavori, si può capire la confusione ma guarda qua (magari ti chiarisci le idee e al prossimo commerciale riesci a capire se ti sta dando dati a casaccio)

confusione-fra-kw-e-kwh-anche-da-operatori-di-settore-t2247.html

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1633
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf 24kwh
Contatta:

Re: Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Messaggioda gianni.ga » 18/02/2019, 21:10

mirko2016 ha scritto:
gianni.ga ha scritto:.
Ad essere più espliciti: l'accumulo non si ripaga mai.
Meglio spendere gli stessi euro per aumentare la potenza di picco ed essere autosufficienti con un avanzo per i futuri investimenti elettrici.
Oppure con gli stessi soldi sostituire le lampade a incandescenza con quelle a led.


Ahahah mi fa ridere che abbiamo quasi dato i medesimi consigli sia su lampade che su kW aggiuntivo

"E' fattuale" come dice Crozza-Feltri. :)
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Avatar utente
francesco.agnesio
Messaggi: 3
Iscritto il: 18/02/2019, 19:22

Re: Dubbi su funzionamento accumulo abbinato a fotovoltaico

Messaggioda francesco.agnesio » 18/02/2019, 22:32

"Bisogna fare i complimenti ai ragazzi" Cit.

Grazie davvero a tutti per la prontezza e la precisione delle risposte.
Si, trattasi di un maneggio che ha quindi i picchi di consumo in inverno e nelle ore serali...
L'ammodernamento del sistema elettrico è già in programma e in corso. Ho la bellezza di 15 lampade ad incandescenza del diametro di un cocomero del secolo scorso (non voglio neanche immaginare quanto ciuccino via) e neon come se non ci fosse un domani: indicativamente direi almeno una 20ina di plafoniere (con due neon dentro) misura 150 cm ... l'utilizzo di illuminazione a led dovrebbe abbattere enormemente questi consumi e relativi costi.

Per quanto riguarda invece il discorso batteria, se non ho capito male, sarebbe più produttivo, qualora si trattasse di una batteria da SOLI 6 kWh, spendere gli stessi soldi in "pannellaggio" in modo da aumentare il mio portafoglio con il GSE per aumentare i Kwh "rimborsabili" a fronte di una perdita di circa il 20% di ogni ciclo di ricarica potendo magari accumulare nel portafoglio qualche "bonus" extra da potermi ripagare il costo invernale con alti picchi estivi.

Perciò suppongo che l'idea migliore sarebbe quella di ultimare i lavori sull'impianto elettrico, vederne il consumo effettivo (che sicuramente calerà ... qualcuno sa dirmi di circa quanto ? a spanne, eh) e valutare se può essere comunque conveniente inserire una batteria con maggiore capacità in modo da potermi coprire anche nelle ore serali con energia accumulata; o ipotizzare solo lo scambio sul posto che per quanto antieconomico a livello di vendita sia conveniente a livello di rimborso e prezzo finale del Kwh che se non ho capito male si attesterebbe sui 6 cent ...

Giusto ? (Almeno in parte ... ? :lol: )



Torna a “Batterie Domestiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti