Incontri (poco) ravvicinati: Aixam

Per discutere di modelli di cui non esiste ancora una sezione o di problematiche comuni legate a tutte le marche e modelli di automobili elettriche.
G_Info
Messaggi: 40
Iscritto il: 04/10/2017, 21:49

Incontri (poco) ravvicinati: Aixam

Messaggioda G_Info » 31/12/2017, 14:23

Ieri in centro a Torino ho avvistato una macchinetta con il classico logo della spina da EV sulla fiancata e la scritta "aixam". Non ho avuto la possibilità di fare una foto (stavo guidando) ma mi sono impresso nella mente il nome e a casa ho fatto una rapida ricerca. Aixam è un produttore di city car francese:

https://www.aixam.com

Sito italiano:

http://www.aixam-mega.it

Sono presenti anche con una rete in Italia. Nel loro home page dichiarano di essere il n.1 minicar in Italia ed Europa; la loro gamma comprende per l'appunto una versione elettrica chiamata "e city", una 4 posti, che dovrebbe essere quella che ho visto io. Sfortunatamente il sito è avaro di informazioni tecniche su powertrain e batteria, comunque ho trovato su altri siti riferimenti ad un range NEDC di 130 km, non male quindi, confrontabile con macchinette della stessa categorie.

Il veicolo che ho avvistato aveva una targa francese :shock: sarebbe notevole se fosse arrivata a Torino sulle sue ruote, data anche la scarsità di punti di ricarica sulle direttrici per la Francia... più facile secondo me sia stata trasportata qui in qualche altro modo.




Avatar utente
selidori
Messaggi: 5505
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Incontri (poco) ravvicinati: Aixam

Messaggioda selidori » 31/12/2017, 17:41

Ho avuto modo di vederne una ferma.... perchè dopo 1000km si è fermata e nessuno sa come farla ripartire.

http://www.minicarmilano.com/gamma-e-aixam/

Questo fa pensare come siamo messi con quei mezzi.....

Dal punto di vista tecnico ho notato che carica solo in modo1, quindi non è possibile caricare dalle colonnine (o per meglio dire si potrebbe adattare il cavo ma usano un bruttissimo cavo proprietario che sfido chiunque ad avere il coraggio di cannibalizzare, certo se ne potrebbe comprare uno come ricambio ad hoc, ma il fatto che l'assistenza sull'elettrico AXIM è di fatto inesistente fa pensare in cosa ci si imbarca... inoltre so per esperienza (e me l'ha confermato il venditore) che i costi di quei ricambi sono da furto con scasso, presa di ostaggi, ricatto, spargimento di sangue (e non è difficile crederlo, visto che una "diffusissima" tipo2 che producono anche i cinesi non si trova a meno di 70 euro, non immagino quei cavi).

2017-12-12 18.14.58.jpg
2017-12-12 18.14.58.jpg (66.26 KiB) Visto 596 volte
2017-12-12 18.14.37.jpg
2017-12-12 18.14.37.jpg (133.91 KiB) Visto 596 volte


La mia esperienza (anche con Tazzari, che al confronto è il top del top) è di lasciare perdere quelle case, in tutto.

Unica nota positiva di AIXAM: le elettriche e le termiche hanno prezzi comparabili (siamo sui 12.000 euro per entrambe, le termiche si trovano più grezze anche a meno, ma per comparare con una elettrica simili (con condizionatore, autoradio, ecc) si va su quelle cifre).
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10186
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Incontri (poco) ravvicinati: Aixam

Messaggioda marco » 01/01/2018, 7:20

Fra l'altro leggevo che ha una batteria di poco superiore ai 6kWh, quindi meno di quanto propongono quasi tutte le attuali moto, per cui di strada se ne percorrerebbe ben poca con un pieno, anche sin da nuova.
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp



Torna a “Auto Elettriche in Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite