Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Il più grande operatore elettrico d'Italia e la seconda utlity quotata d'Europa per capacità installata.
marcober
Messaggi: 4440
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Messaggioda marcober » 05/11/2018, 17:45

Oggi dalle 12 alle 17 dal sito eneldrive si legge che sono stati erogati circa 600 kwh , con circa 70-80 colonnine occupate.
potenza 120 kw..1,6 a colonnina
600 kwh in 5 ore sono pochi in assoluto...la potenza media per colonnina ci dice che sono per lo piu auto cariche parcheggiate

Pensare che hanno messo 1400 colonnine per erogare 100 kw, cosa che UNA sola colonnina Fast puo fare..fa riflettere.
La mia riflessione è che ora la rete "esiste"..mancano le auto che "caricano"...perche di fatto la maggior parte sono solo "collegate", non "in carica"

la seconda..nell'ora di punta del Lunedi..5% di occupazione...


ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC


Deen
Messaggi: 1930
Iscritto il: 21/08/2017, 15:17

Re: Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Messaggioda Deen » 05/11/2018, 20:00

Interessanti questi dati... Io sarei curioso di sapere quando è c’è stato il picco nell’ultimo anno, per esempio. È possibile?

Avatar utente
selidori
Messaggi: 7063
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Messaggioda selidori » 05/11/2018, 21:29

Molto interessante si.

Però c'e' anche da dire che:
- alcune colonnine sono state messe in posti senza senso (se siete di Buccinasco sapete cosa intendo dire)
- alcune sono perennemente inagibili per abusivi (a volte neppure sono abusivi poichè mancano divieti)
- con le tariffe al kWh ed i maledetti caricatori lenti AC, questo è il risultato

Ovviamente nell'ultimo anno la cosa è cambiata, ma ribaltare 5 anni di statistiche di vecchie lente è lungo.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ

scanred_x
Messaggi: 129
Iscritto il: 04/10/2017, 23:26

Re: Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Messaggioda scanred_x » 05/11/2018, 23:09

So che è un argomento che ha destato le "ire" di molti (ma non di Selidori, per questo oso parlarne qui).

Va anche considerato il fattore "prezzo". Senza manicheismi, ma neppure senza nascondersi dietro ad un dito.

Se tanti, tanti (tutti?) i grandi e vecchi utilizzatori di EnelDrive, come me, ora non sono passati ad EnelX, ma ad Hera, Duferco, Alperia e così via, un motivo ci sarà.

Ne parlavo ieri con un Dirigente Enel a Roma, che naturalmente non lo sapeva: la mancanza di tariffe flat con ricarica significativa (ossia non pochi kWh mese), ha portato ad una fuoriuscita di pressochè tutti i clienti storici.
Restano quelli che usano poco l'auto elettrica, che possono magari ricaricare gratis nei Supermercati o da A2A (quasi gratis intendo, 5 euro) e quindi dislocati nel felice Nord.
Da qui la media bassa nazionale di ricariche che segnalano giustamente Marcober e Selidori.

Gli altri evitano EnelX per adesso, in attesa di tariffe che guardino con attenzione ANCHE a chi l'auto elettrica la usa, molto ed esclusivamente, e non ha vicino A2A o Ikea o altro di simile.

Spero di averlo detto con rispetto e con attenzione, non voglio qui innescare polemiche ma solo portare riflessioni, come in seria riflessione mi è parso ieri quel Dirigente Enel che (in buona fede?) non sapeva di questo problema dei costi e della mancanza di una flat seria per chi usa molto l'auto elettrica.
PS : io sono contrario alle flat senza regole, intasano le colonnine e il mercato. Ci vogliono flat smart, con controllo di quante ricariche, dei tempi, di un limite serio di kWh mensile e con costi accettabili.

Scan

Deen
Messaggi: 1930
Iscritto il: 21/08/2017, 15:17

Re: Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Messaggioda Deen » 06/11/2018, 0:10

Non vorrei però che il sito Eneldrive indicasse anche gli operatori in roaming... dato che se un utente usa tessera Hera per ricaricare, ad esempio, la colonnina risulta occupata anche sulla mappa Eneldrive...


Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 12234
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Messaggioda marco » 06/11/2018, 5:42

Credo non solo la colonnina, ma anche l'utente: mi è capitata una cosa strana l'altro giorno, ma prima di parlarne qui volevo testarne ancora la veridicità... e poi parlarne in una nuova discussione.
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp

marcober
Messaggi: 4440
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Messaggioda marcober » 06/11/2018, 8:22

S an..penso ch in parte il problema si risolverà..nel senso che A2A sta per rivoluzionare tariffe...e certe flat sono offerte datate, che non necessariamente avranno lunga vita.
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC

scanred_x
Messaggi: 129
Iscritto il: 04/10/2017, 23:26

Re: Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Messaggioda scanred_x » 06/11/2018, 9:31

Caro MarcoBer, sono d'accordo, ma il problema si può risolvere purtroppo in due modi diversi :

1) in stile "camillo" (per citare il nome, solo il nome del miglior rappresentante di questa modalità): caricare personalmente solo nelle colonnine gratuite e vantarsene, e intanto (notate intanto) premere in tutti i modi (comunicativi, politici ed economici) per fare chiudere le flat di Hera, Duferco, A2A, Alperia, ecc., nonché palesemente plaudere solo alle meraviglie fatte da Enel in Italia.
2) in stile "non-camillo" (mi pare eccessivo qui mettere tanti nomi, tra i quali Selidori, Marco, magari anche Scan ma tanti altri) che invece sono più attenti alle tariffe per il mercato italiano e pur non plaudendo a flat fuorimercato si pongono il problema dei tanti futuri possessori di auto elettriche cui è improponibile oggi presentare 60 euro per una ricarica (per una singola ricarica fast intendo) come cosa perfetta per diffondere la mobilità elettrica in Italia, in una Italia che ha possenti forze CONTRO la mobilità elettrica finora...

Si tratta di scegliere.
Si tratta di agire.
Si tratta di informare.

Se EnelX fosse ben informata, direttamente informata e da più voci, forse sarebbe più sensibile (o consapevole) dell'abbandono dei clienti storici e della forse inutilità di impiantare colonnine se non si offre anche una ipotesi conveniente di costi di ricarica. Il dirigente con cui ho parlato pensava che la loro tariffa "semiflat" attuale (ossia quella più bassa) fosse con TROPPI kWh mese, in un minuto ho capito che Lui non aveva mai girato con un'auto elettrica con continuità e l'ho facilmente convinto che invece ha POCHI kWh mese...

Ma qui il discorso si farebbe complicato, e quindi non voglio tediare oltre.
Scan

marcober
Messaggi: 4440
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Messaggioda marcober » 06/11/2018, 19:35

faccio fatica a pensare che il dirigente che ha fissato le tariffe non sappia quel che fa.
Poi..che un collega che si occupa di altro possa non conoscere la materia, ci sta pure...

Io da imprenditore..vedo che i conti non tornano
Se vendono a 45 iva 22..netto sono 37..erogare su colonnina costa 28--gli resta 9 cts al kwh

Nelle ultime 23 ore hanno venduto 2800 kwh..hanno cioè guadagnato 250 EURO in 1 giorno..ti chiedo..quanti Mio di Euro perdono all'anno su questo servizio?
Ok..non devono guadagnare ORA...però non è regalando energia che si convincono utenti a passare ad elettrico.
Perche poi se lo fanno (regalare e poi aumentare dopo)..1 minuto dopo vi alzate (voi "noncamilli") a dire "ecco..la solita multinazionale che ti incentiva su uan cosa e poi tri frega dopo.."...basta leggersi le lamentele sul cambio tariffa da tempo a kwh (per onestà, PRIMA davano SOTTOCOSTO kwh a chi caricava a 22 kwh..ora che si pagano..i commenti di fuoco si sprecano..eppure hanno regalato da anni e non è che oggi ci siano tutte ste Zoe in giro..idem A2A sta ancora regalando, eppure chi è stato convinto a passare? 1000 milanesi?)

Insomma..facendo i conti..mi pare chiaro che le tariffe Enel siano "corrette".
Se poi il governo o Arera cambieranno "i paletti" e il 28 diventa 18..ok..ma questo non dipende da Enel (e Enel penso ne sarebbe assai felice!!)
Ultima modifica di marcober il 07/11/2018, 8:16, modificato 1 volta in totale.
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC

scanred_x
Messaggi: 129
Iscritto il: 04/10/2017, 23:26

Re: Intensità uso rete colonnine Enel molto bassa

Messaggioda scanred_x » 06/11/2018, 23:33

..il discorso si farebbe lungo, e a mia volta non desidero annoiare su cose già dette altrove.

premetto che ho un grande rispetto per i "camillisti", comprendo pienamente le ragioni di macroeconomia e di impresa. Non sempre purtroppo si riesce a parlare o ottenere almeno un iniziale pari rispetto, ma comprendo.
Cerco quindi pacatamente di iniziare a prospettare qualche elemento di dialogo.

il punto di partenza forse non è dal 28 al 18, ma forse a 3, ossia i 3 centesimi di prezzo medio di vendita della corrente alle Ferrovie e alle grandi industrie energivore. Se partiamo da questo, si comprende tutto il successivo ragionamento, che a sua volta non deroga dalle regole di una buona impresa. Si dirà (e si è detto) che non è Enel che decide i prezzi. Certo, ma se guardiamo i tavoli in cui siede Enel, tale proposta non è stata neppure avanzata. Si continua a considerare l'energia per la trazione elettrica come simile a quella che si distribuisce (di giorno e a caro prezzo) per gli uffici e le case. Eppure se le Ferrovie viaggiano pagando 3 centesimi, le auto elettriche similmente potrebbero ottenere tariffe dedicate.

Ma il problema non è solo il costo al kWh, il problema è anche agevolazioni flat per i grandi viaggiatori, se no in Italia sarà davvero difficile espandere un mercato di nicchia come ora delle auto elettriche. Flat in perdita? No, se il modello è simil-Ikea, ossia centri ove enormi coperture a pannelli solari e estesi contratti di energia (per tutto il resto) rendono possibile distribuzione per le auto elettriche a bassissimo costo e minimale impatto percentuale sul totale prodotto o pagato. D'altronde anche dal benzinaio il guadagno non è sui centesimi del singolo litro venduto, ma sull'indotto. Se Enel costruisse in luoghi ove sia possibile prendere un caffè o comprare un tappetino, come dal benzinaio, la somma delle vendite farebbe mercato. E' il principio del DC, il Destination Charger di Tesla, in cui il manufatto viene pagato dalla Ditta, ma l'energia dal possessore del luogo ove si vende qualcosa (un caffè, il pranzo, un supermercato) per attirare clientela, anche.

D'altronde il tuo stesso calcolo molto accurato, avere guadagnato 250 euro in un giorno, fa comprendere che anche raddoppiando o triplicando gli attuali prezzi (secondo me non corretti e già molto alti) il rientro di capitale investito non ci sarebbe MAI. E' un modello industriale sbagliato. O destinato al fallimento per aumenti eccessivi o per fuga di clienti verso altre Compagnie. E che in ogni caso non recupera i capitali investiti.
Ci vogliono altre strade e modalità economiche.

Sui dirigenti, ne ho conosciuti di brillanti e ottimi, ne ho conosciuti di non brillanti e non ottimi. Anche in Enel. Quello con cui ho parlato non sapeva nulla delle tariffe che loro fanno e delle loro due semiflat, ma soprattutto credeva che i kWh compresi fossero ECCESSIVI per l'utente medio e mi ha detto di averne già proposta una con meno kWh. Se questo può essere utile a comprendere come sia distante dalla soluzione. Ma questa non è una colpa di Enel, in Italia da anni si è derogato al principio dello studio, dell'impegno, della capacità, del merito per assunzioni e promozioni. Purtroppo.
e FORSE, in fondo, obbligare ad utilizzare SOLO un'auto elettrica per 4 mesi.
Scan



Torna a “Enel”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti