Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

L'auto 100% elettrica di Mitsubishi e rimarchiata da Citroën come C-Zero e da Peugeot come iOn
Avatar utente
claudio.amadori
Messaggi: 501
Iscritto il: 01/03/2016, 16:27

Re: Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

Messaggioda claudio.amadori » 12/03/2019, 13:31

andbad ha scritto:10A direi che sono alla portata di qualsiasi presa o adattatore... sempre che non stiamo parlando prese o adattatori di contrabbando.


Eviterei proprio di diffondere informazioni errate e pericolose.
Gli adattatori sono sempre una delle principali cause di innesco.
Sugli adattatori "a norma" c'è scritto MAX 1500 W.
Che fanno 6 A malcontati.
Proprio deficienti quelli che lo hanno deciso?

In base a quale studio o esperienza diciamo che in realtà sono idonei a 10 A ?
Tra l'altro, legge di Joule alla mano, fa circa il 57% in più di calore rispetto a quanto previsto dalla norma.




Avatar utente
claudio.amadori
Messaggi: 501
Iscritto il: 01/03/2016, 16:27

Re: Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

Messaggioda claudio.amadori » 12/03/2019, 13:33

Kimera ha scritto:Dai, penso che sia anche leggermente amplificato questo terrore da ricarica a casa :D
Ho caricato per due anni tranquillamente una C-Zero nel mio garage


Che modo profondamente errato di ragionare.
Si vadano a vedere gli incendi da cosa sono causati.

Diego
Messaggi: 641
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

Messaggioda Diego » 14/03/2019, 21:56

Domandona...il caricatore 8A e 14A...come si fa a switciare da 8 a 14?
da fine 2017 > zoe Q210 del 2013 + upgrade + PCC (40.000 km/anno) > FV 12.24 kWp + accumulo 6.6 kWh > twizy del 2012 (10.000 km/anno) > Monopattino Nilox DOC PRO > Bici elettrica CMS-F16 > C-Zero del 2015 (10.000 km/anno) >

frank
Messaggi: 37
Iscritto il: 12/12/2018, 15:18

Re: Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

Messaggioda frank » 14/03/2019, 22:10

Con il trucco indicato nel filmato sopra o con le prese indicate nella stessa risposta. Lo switch non c'è

Diego
Messaggi: 641
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

Messaggioda Diego » 14/03/2019, 22:31

grazie
da fine 2017 > zoe Q210 del 2013 + upgrade + PCC (40.000 km/anno) > FV 12.24 kWp + accumulo 6.6 kWh > twizy del 2012 (10.000 km/anno) > Monopattino Nilox DOC PRO > Bici elettrica CMS-F16 > C-Zero del 2015 (10.000 km/anno) >


pIONiere
Messaggi: 176
Iscritto il: 30/05/2018, 12:48

Re: Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

Messaggioda pIONiere » 15/03/2019, 15:14

Stai attento, che secondo claudio.amadori rischi di mandare a fuoco la casa. :shock: ;)
Peugeot ION 16kWh del 2012 (comprata usata nel 2016)

Diego
Messaggi: 641
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

Messaggioda Diego » 15/03/2019, 15:48

pIONiere ha scritto:Stai attento, che secondo claudio.amadori rischi di mandare a fuoco la casa. :shock: ;)


grazie mille...era + una curiosità. per il mio utilizzo 8A è + che sufficiente...grazie
da fine 2017 > zoe Q210 del 2013 + upgrade + PCC (40.000 km/anno) > FV 12.24 kWp + accumulo 6.6 kWh > twizy del 2012 (10.000 km/anno) > Monopattino Nilox DOC PRO > Bici elettrica CMS-F16 > C-Zero del 2015 (10.000 km/anno) >

Kimera
Messaggi: 75
Iscritto il: 27/12/2018, 14:30

Re: Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

Messaggioda Kimera » 15/03/2019, 17:01

claudio.amadori ha scritto:Si vadano a vedere gli incendi da cosa sono causati.

Di certo non dal mio ragionamento :lol:

Ma qual è il rischio di ricavare la vorrente direttamente dall'impianto di casa, con un cavo opportunamente dimensionato per supportarre 16A continuativi e metterci una presa Shuko a tenuta stagna iP65 al muro?

Se proprio vogliamo fare i pignoli, la maggior parte degli incendi di natura elettrica, sono scaturiti da cavi di sezione sottodimensionata e, scaldando, fondono la guaina di protezione e incorrere ad un cortocircuito.
Ma se il cavo e la presa rispondono a tutti i requisiti, ma dov'è il problema?
Altrimenti credimi, gli incendi sarebbero moooooooooooooooooooooolti di più e farebbero ben più notizia rispetto ad oggi.
Renault Zoe R240 anno 2016

Avatar utente
claudio.amadori
Messaggi: 501
Iscritto il: 01/03/2016, 16:27

Re: Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

Messaggioda claudio.amadori » 15/03/2019, 17:31

Kimera ha scritto:Ma qual è il rischio di ricavare la vorrente direttamente dall'impianto di casa, con un cavo opportunamente dimensionato per supportarre 16A continuativi e metterci una presa Shuko a tenuta stagna iP65 al muro?


Studiati bene le norme delle prese domestiche e guarda se è previsto che conducano 16 A per un tempo lungo.


Kimera ha scritto:Se proprio vogliamo fare i pignoli, la maggior parte degli incendi di natura elettrica, sono scaturiti da cavi di sezione sottodimensionata e, scaldando, fondono la guaina di protezione e incorrere ad un cortocircuito.


In realtà difficilmente è un problema del cavo da solo.
E' un problema del morsetto che non tiene, della presa sovraccaricata, dell'uso/abuso di adattatori, ecc

Avatar utente
claudio.amadori
Messaggi: 501
Iscritto il: 01/03/2016, 16:27

Re: Convenienza nel sostituire Renault Twizy con Peugeot iOn

Messaggioda claudio.amadori » 15/03/2019, 17:44

pIONiere ha scritto:Stai attento, che secondo claudio.amadori rischi di mandare a fuoco la casa. :shock: ;)


Per la verità non lo dico io ma lo dice il fabbricante di questa presa/spina (Legrand).
https://professionisti.bticino.it/novit ... a-greenup/

Cosa dice? Che una presa "standard" (dice standard tedesco per indicare la Schuko, ma poteva scrivere francese, italiano, spagnolo che era lo stesso) eroga 8 A (!!!).
Mentre la loro presa "speciale" Green'up eroga sino 14 A (purché la spina pure essa Green'up riconosca la presa, tramite la nota calamita)

Non dice esplicitamente che oltre 8 A la presa standard è a rischio ma è ovvio che sia così, se no cosa inventavano a fare la presa speciale da 14 A ?

Il fabbricante dell'apparecchio a spina ha adottato questo provvedimento di sicurezza, sotto la sua responsabilità.
Se vi sentite furbi ad aggirarlo con il trucchetto della calamita ("tanto non succede mai niente") fate pure, non vorrei essere un vostro vicino di casa.

Ricordo ancora la legge fondamentale dell'elettricista che è quella di Joule: il surriscaldamento prodotto da 16 A non il doppio di quello a 8 A, bensì il quadruplo.



Torna a “Mitsubishi I-MiEV, Citroën C-Zero e Peugeot iOn”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti