L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Spazio dedicato alla segnalazione di occupazioni abusive delle stazioni di ricarica e/o malfunzionamenti.
Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10178
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Messaggioda marco » 28/03/2019, 9:13

Volevo fare una riflessione sulle poche colonnine fast gratuite che abbiamo nel nostro paese, in particolare per quanto riguarda l'affidabilità nella ricarica. Al ritorno dal nostro viaggio da Limone di domenica scorsa per esempio > pista-ciclabile-di-limone-sul-garda-coi-monoruota-elettrici-t5144.html , stavamo ricaricando a Villa Lavarina > colonnina-enelx-eva-villa-lagarina-tn-via-pesenti-2-t4300.html e l'idea era di aggiungere quel tanto che bastava per arrivare alla fast successiva, ovvero quella di Affi > affi-vr-fast-chademo-combo-ac-t400.html

Nel mentre p<però ensavo: siamo sicuri di trovarla libera? E' una fast gratuita, sono le ore 16 di una domenica con il sole ed (ci avevo ricaricato anche alla mattina ma alle ore 9) in più abbiamo a fianco abbiamo 18 Tesla Supercharger che richiamano vari Teslari. Visto che però sono di recente diventati a pagamento, vuoi che non si corra il rischio di arrivare li e trovare le Tesla che ricaricano alla fast gratuita? Anche se forse la più lenta velocità di ricarica potrebbe essere un buon deterrente. Rimane comunque il rischio elevato di trovare diversi altri veicoli in coda dotati di presa CHAdeMO o CCS Combo 2.

Allora non ho pianificato l'arrivo ad Affi, bensì alla fast più vicina "dopo" Affi (non si sa mai che fosse libera) quindi Bussolengo > prossimo-ampliamento-auchan-a-bussolengo-vr-t430.html , ed ovviamente con Power Cruise Control così sarei comunque passato davanti alla fast ma se l'avessi trovata libera avrei avuto il piano B. Il piano C era che se anche la fast di Bussolengo fosse stata inutilizzabile, avrei ricaricato lento quel tanto che bastava per arrivare ad una delle altre fast di Verona.

In effetti mi è andata bene, nel senso che mi sono fermato solo al piano B senza scomodare i vari C ecc. Ad Affi infatti ho trovato una i3 in carica ed un'altra in attesa:

2019-03-24-16h40m23.jpg
2019-03-24-16h40m23.jpg (272.09 KiB) Visto 942 volte


A Bussolengo invece tutto ok. Fino a quando però la situazione non deteriorerà ancora? Le auto elettriche si stanno vendendo, più velocemente di quanto si diffondono le colonnine, e mentre per esempio ad Affi abbiamo 18 stalli Tesla, abbiamo contemporaneamente solo uno stallo fast per tutti gli altri (compresi loro). Riusciremo un giorno ad avere una situazione più equilibrata, qualche colonnina in più anche per noi, oppure dovremo comprare tutti delle Tesla? Questa è la vera forza della casa californiana, almeno allo stato attuale. Poi l'autonomia in aumento sicuramente aiuta eh? Ma poi uno si imbatte a fare viaggi più lunghi per cui siamo sempre daccapo, dobbiamo avere delle colonnine fast su cui avere la certezza di poter ricaricare in tempi brevi, e non rischiare di fare 2 ore di coda prima di poter ricaricare.


Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


Carlo
Messaggi: 1343
Iscritto il: 23/11/2016, 22:33

Re: L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Messaggioda Carlo » 28/03/2019, 9:23

A prescindere dal tuo ragionamento, se una delle due i3 non era in carica, lì non ci doveva stare, punto

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10178
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Messaggioda marco » 28/03/2019, 9:33

Eh, c'ho pensato anche io, ma se era in fila dove si metteva? Comunque l'altra stava ricaricando in continua, per cui c'era poco da fare: se volevo ricaricare lento qui potevo comunque farlo nella colonnina AC a fianco. Il problema è nel caso arrivi una Zoe o chi comunque ricarica veloce in AC.
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp

Carlo
Messaggi: 1343
Iscritto il: 23/11/2016, 22:33

Re: L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Messaggioda Carlo » 28/03/2019, 9:40

marco ha scritto:Eh, c'ho pensato anche io, ma se era in fila dove si metteva?


Marco, la fila la fai in un altro stallo aspettando che si liberi. Ci sono o no dei cartelli che dicono "divieto di sosta ai veicoli NON in carica"? Dove leggi parcheggiate pure voi che fate la fila?
Dai, un po' di serietà, per favore

mgrosso
Messaggi: 18
Iscritto il: 17/03/2018, 15:35

Re: L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Messaggioda mgrosso » 28/03/2019, 9:42

La voragine tra Tesla e il resto del mondo si dovrebbe colmare con l'arrivo di Ionity. E, si spera, anche di Fastned, prima o poi.
Non rimane che aspettare e vedere...
Io utilizzo un sacco la fast gratuita di Villoresi, che per ora è ancora gestibile, ma negli orari critici (pasti) inizia ad essere intasata. Nell'attesa dell'agognato Supercharger di Rho, dove si dovrebbero deviare tutte le Tesla.

Mario


tonyelle
Messaggi: 762
Iscritto il: 30/01/2017, 11:36

Re: L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Messaggioda tonyelle » 28/03/2019, 9:52

Io credo che oltre al naturale aumento delle postazioni di ricarica vada trovato un’equilibrio anche col pagamento, nel senso di far pagare i kW consumati ma “il giusto”, di modo che si utilizzino a pieno pure le colonnine a pagamento, poi servirebbe che le fast andassero almeno a 80/100kwh di modo da diminuire i tempi di attesa in DC prevedendo una tariffa supplementare in caso di ricarica terminata e presa ancora collegata oltre un certo periodo...
|Ex Zoe 22kwh-41kwh>Tesla Ms100kwh-twizy 80-Smart ED<|

tonyelle
Messaggi: 762
Iscritto il: 30/01/2017, 11:36

Re: L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Messaggioda tonyelle » 28/03/2019, 9:59

Comunque complimenti a chi gestisce L aerea di servizio di Affi per la lungimiranza...
|Ex Zoe 22kwh-41kwh>Tesla Ms100kwh-twizy 80-Smart ED<|

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10178
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Messaggioda marco » 28/03/2019, 10:10

Carlo ha scritto:Marco, la fila la fai in un altro stallo aspettando che si liberi


Eh, il problema è che poi rischi che ti passino davanti: credo che il giusto compromesso sia di parcheggiare li e stare lì fisicamente, pronto a spostarla in caso arrivi qualcuno bisognoso di AC, solo se fast (perché poi l'accelerata sta li di fianco, quindi solo per le poche Zoe con caricatore da 43)

Fra l'altro se fosse un connettore diverso, potresti pure attaccarlo e quando termina con l'uno parte con l'altro: in questo caso era invece lo stesso, per cui credo non ci fosse nulla di male che l'i3 fosse li, a patto che il tizio fosse li vicino rintracciabile (ma sinceramente non c'ho guardato). Comunque con questo ragionamento stiamo andando OT, in caso serva approfondiamo in una nuova discussione su cosa sia giusto fare in questi casi.
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp

Diego
Messaggi: 679
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Messaggioda Diego » 28/03/2019, 10:24

la colonnina di backup andrebbe utilizzata...ma richiede troppi neuroni probabilmente. 1 mese fa' trovai una i3 da sola che caricava alla tipo2 da 43kw ad esempio (caricati 1.8 kwh in 35 minuti). ovviamente nessuno in auto. come il teslaro che ad affi con 1 solo stallo occupato ci si piazza a caricare accanto dimezzando la potenza...qui purtroppo è ignoranza dei driver. con l avanzare del tempo queste situazioni saranno all'ordine del giorno.
FV 12.24 kWp + accumulo 6.6 kWh > Bici elettrica CMS-F16 (3.000 km/anno) > C-Zero del 2015 (15.000 km/anno) > Model 3 LR AWD (50.000 km/anno)

Carlo
Messaggi: 1343
Iscritto il: 23/11/2016, 22:33

Re: L'importanza di non affidarsi alle colonnine fast gratuite

Messaggioda Carlo » 28/03/2019, 10:41

marco ha scritto:
Carlo ha scritto:Marco, la fila la fai in un altro stallo aspettando che si liberi


Eh, il problema è che poi rischi che ti passino davanti: credo che il giusto compromesso sia di parcheggiare li e stare lì fisicamente, pronto a spostarla in caso arrivi qualcuno bisognoso di AC, solo se fast (perché poi l'accelerata sta li di fianco, quindi solo per le poche Zoe con caricatore da 43)

Fra l'altro se fosse un connettore diverso, potresti pure attaccarlo e quando termina con l'uno parte con l'altro: in questo caso era invece lo stesso, per cui credo non ci fosse nulla di male che l'i3 fosse li, a patto che il tizio fosse li vicino rintracciabile (ma sinceramente non c'ho guardato). Comunque con questo ragionamento stiamo andando OT, in caso serva approfondiamo in una nuova discussione su cosa sia giusto fare in questi casi.


Ok, intanto aspettando che si liberi una CCS non carica una CHAdeMO, e alla Tipo2, se avessi bisogno e trovassi la CHAdeMO occupata e avessi urgenza, ci caricherei anche la mia.
Comunque ribadisco: SOSTA CONCESSA SOLO A VEICOLI IN CARICA, chiaro il concetto?
Se fosse collegata alla tipo2, anche se caricava più lento, l'avrei capito, ma così no



Torna a “Abusi e Malfunzionamenti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite