La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

L'autovettura a propulsione elettrica in configurazione di berlina a due volumi e 5 porte, introdotta dalla Nissan sui mercati di Giappone e Stati Uniti d'America nel dicembre 2010.
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
valbui
Messaggi: 513
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 02/03/2019, 18:20

berpaniz ha scritto:Se non hai urgenza io non comprerei un auto nuova, basta che quella vecchia cammini, ci sono continue novità tecnologiche e rischi di acquistare qualcosa che fra 2/3 anni è già vecchio.
Poi l'economia non sta andando molto bene, il rischio è di bruciare capitali su un bene che si svaluta molto velocemente tipo 40% dopo 4 anni e anche le elettriche non fanno eccezione, quando magari i soldi potrebbero servirti per parare qualche colpo
Tra i tanti fattori secondo me è anche da considerare che forse una certa era dell'auto di massa sta tramontando, si punta sempre di più sul trasporto pubblico car sharing bici
Insomma acquistare l'auto è il modo giusto per buttare soldi e va fatto solo se si è costretti


Berpariz,
come già detto da Gianni, sto raccontando un fatto avvenuto.

Il trasporto pubblico è una scelta di chi amministra localmente (a livello di regione). Dalle mie parti solo un comune (Fabriano) ha preso coscienza della cosa e ha redatto il PUMS (Piano Urbano Mobilità Sostenibile) - http://www.comune.fabriano.an.it/index.php/progetti/8012-pums-piano-urbano-della-mobilita-sostenbile.

Per circa 5 anni sono andato al lavoro in bicicletta (circa 12 km fra andata e ritorno) oppure lavoravo da casa. L'auto la usavo per 1200 km all'anno e dovevo scollegare la batteria per evitare che si scaricasse.

Poi ho cambiato lavoro e adesso percorro tutti i giorni 22+22 km con un extra di 20 km il venerdì.
Quando il traffico è moderato mi occorrono circa 40 minuti la mattina e poco meno il pomeriggio.
Se dovessi fare lo stesso percorso con il bus impiegherei circa 60 minuti, più il tempo per arrivare a piedi alla fermata (circa 5 minuti) più il tempo per arrivare a piedi al luogo di lavoro (circa 20 minuti); nel caso del treno, la stazione dista da casa circa 4 km (10-15 minuti in bicicletta), poi 30 minuti di treno e altri 20 minuti a piedi.
Il tutto vale solo se non ci sono ritardi o scioperi o altri contrattempi. Inoltre il venerdì dovrei comunque far ricorso all'auto.

Non voglio dire che è impossibile utilizzare i mezzi pubblici: un mio collega si fa 90+90 km di andata+ritorno in bicicletta, autobus, treno e di nuovo bicicletta in qualsiasi condizione metereologica da non so quanti anni, svegliandosi alla mattina alle 4:30 e ritorna alla sera dopo le 20:30.
Questo "lusso" (passami il termine) di usare il tempo per viaggiare io non ce l'ho. La famiglia, la casa e i vari problemi quotidiani mi richiedono di essere presente appena possibile.

Mi sta comunque a cuore l'ambiente e quindi ho fatto la scelta di un'auto elettrica. Inoltre visto che non sopporto il traffico (anche se ne faccio parte) ho trovato un'altra persona per condividere l'auto i giorni che possiamo (in genere un paio a settimana). Per piccoli spostamenti del fine settimana (fare la spesa dell'ultimo minuto, andare a comprare la pasta fresca, ecc ...) uso i piedi o la bicicletta.

L'era dell'auto starà tramontando ma per me sarà uno di quei tramonti che dureranno tanti anni (almeno che non cambieranno le "condizioni al contorno").

A presto
Ultima modifica di valbui il 03/03/2019, 12:37, modificato 1 volta in totale.


^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh


valbui
Messaggi: 513
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 02/03/2019, 18:22

berpaniz ha scritto:Ah va bene allora complimenti!
Certo se si ha la possibilità è giusto togliersi anche una soddisfazione.
Il mio messaggio era un po generale, come dice il detto "Donne e motori gioie e dolori" , soprattutto per i maschi, ma anche le donne, si innamorano delle cose, a mio parere è giusto ogni tanto fare un po di ordine nei propri pensieri e dire che in fondo l'auto è un pezzo di ferro o alluminio che serve per spostare il nostro corpo da un punto A ad un punto B della superficie terrestre, lo deve fare nel modo più economico e meno stressante possibile, il resto è un di più.Insomma non bisogna innamorarsi delle auto, sono loro che ci devono servire e non noi correre presso a loro e ai loro fabbricanti.


Ciao Berpaniz,
questo modo di pensare mi piace :D .

Concordo.
A presto
^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh

valbui
Messaggi: 513
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 03/03/2019, 12:44

Capitolo 3 - I concessionari (settimana 2)

La settimana dopo vado dalla Toyota. E' la casa automobilistica pioniera dell'ibrido, troverò sicuramente quelle che cerco.
I commerciali sono tutti occupati ma è libero il ragazzo che accompagna per il giro di prova.
Il vincolo sulla Station Wagon\bagaglio grande mi porta sull'Auris TS.
Il ragazzo mi da istruzioni su come accendere eseguo ma tranne che luci e display non succede niente. Io lo guardo, lui mi guarda e dice "guarda che l'auto è accesa. Metti su D e lascia il freno. Non cercare la frizione, non c'è: il piede sinistro non serve per guidare".
Urka, l'auto si muove davvero senza fare rumore. Ci siamo, è l'auto che fa per me. Peccato che ogni volta che premi il pedale il motore termico entra in azione disturbando e inquinando.
Dopo 10 minuti di giro standard torniamo e trovo un commerciale disponibile. Mi dice che hanno la stessa auto che ho provato a km 0, immatricolata due mesi prima. Prezzo 21mila. Tratto fino a 20 mila. Sul nuovo riescono a fare più sconto (ma il prezzo è più alto) solo se si accende un finanziamento, quindi niente.
Esco molto soddisfatto sia perché la macchina mi piace, sia perché il prezzo è ok.
La vocina però non è contenta: "Ma non sei tu che dici sempre di andare nella direzione opposta della mandria? Oggi c'erano 5 commerciali e tutti trattavano auto ibride. Non c'è qualcosa che non va?".
"Si vocina, bisogna andare nella direzione opposta e di corsa! Però il fatto che si compri ibrido significa che la gente (la mandria?) sta capendo il problema dell'inquinamento."

Ormai mi sento un esperto di auto ibride. Fisso un altro appuntamento da un altro concessionario e provo la Hyundai Ioniq ibrida, un'auto aziendale di un anno e 10.000 km. Stessa sensazione di guida ma il prezzo è troppo alto (più di 21k€).

Entro nella fase Plug-In: se l'autonomia elettrica fosse davvero di 50 km potrei coprire per intero i viaggi verso l'ufficio e ritorno.
Chiedo i prezzi della Prius e della Ioniq Plug-In. Nuove stiamo fra i 35 e i 42k€; i km 0 e le usate praticamente non esistono. Sogno finito.

Giro altri concessionari Toyota e Kia ma trovo prezzi maggiori e correggo i commerciali sulle prestazioni delle auto che dovrebbero vendermi.

E' giunta l'ora di chiudere: ricontatterò il concessionario Toyota e cercherò di strappare l'Auris TS km 0 al prezzo migliore.
Ultima modifica di valbui il 13/03/2019, 10:27, modificato 1 volta in totale.
^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh

Avatar utente
alefi82
Messaggi: 277
Iscritto il: 15/01/2019, 11:25
Località: Prato
Veicolo: Ioniq electric 38.3

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda alefi82 » 03/03/2019, 21:55

Si però non ci puoi tenere così sulle spine eh!! :lol:
Complimenti per il racconto molto avvincente!!
Aspetto con ansia le prossime puntate...anche perché sono direttamente interessato sia per la voglia di passare all'elettricità sia per gli "spazi" anche noi siamo una famiglia di 4 persone ;)
Ioniq 38.3 kWh Tech Polar white :D

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 4566
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda gianni.ga » 04/03/2019, 4:14

Lo spazio non è certo un problema.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.
XM 1998, C5 2008, C5 2013.


andreapepp
Messaggi: 409
Iscritto il: 13/02/2018, 9:48
Località: Cinisello B.mo
Veicolo: New Zoe-Ninebot ES2

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda andreapepp » 04/03/2019, 8:16

alefi82 ha scritto:Si però non ci puoi tenere così sulle spine eh!! :lol:
Complimenti per il racconto molto avvincente!!
Aspetto con ansia le prossime puntate...anche perché sono direttamente interessato sia per la voglia di passare all'elettricità sia per gli "spazi" anche noi siamo una famiglia di 4 persone ;)


:D :D :D Sono con te, aspetto con impazienza il continuo della storia :D :D :D
Nuova Zoe ZEN R110 Flex - Ninebot ES2+batteria

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 20300
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Opel Corsa-e
Contatta:

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda marco » 04/03/2019, 8:31

Anche se il finale roseo lo conosciamo già: basta leggere la sua firma :-)
Opel Corsa-e (ex Nissan Leaf 24 kWh) > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp

andreapepp
Messaggi: 409
Iscritto il: 13/02/2018, 9:48
Località: Cinisello B.mo
Veicolo: New Zoe-Ninebot ES2

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda andreapepp » 04/03/2019, 8:46

marco ha scritto:Anche se il finale roseo lo conosciamo già: basta leggere la sua firma :-)


Si infatti ho già visto, proprio per questo sono curioso di capire il cambio di idea del passaggio da ibrido ad elettrico
Nuova Zoe ZEN R110 Flex - Ninebot ES2+batteria

valbui
Messaggi: 513
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 04/03/2019, 9:18

Ciao andreapepp, alefi82
appena possibile mando avanti il racconto. Non vi voglio lasciare in sospeso come R.R. Martin però mi ci vuole un po' per scrivere la storia non in modo banale.
L'ho pensata a puntate per facilitare sia la stesura che la lettura.

A presto
^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh

valbui
Messaggi: 513
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 04/03/2019, 18:55

Capitolo 4 - Ma l'ibrido fa per me?

Chiamo il commerciale Toyota, provo l'ultimo strappo al prezzo per telefono ma non ottengo niente. Potrei accontenarmi, il prezzo è 1 €cent in più del limite massimo che mi ero prefissato, non dovrei fare la fame per questo.
Però non ci sto, sono sicuro di poter ottenere uno sconto maggiore. Siamo quasi a fine anno, qualche commerciale disposto a trattare per raggiungere il buget lo troverò no?

Ricomincia la ricerca, che parallelamente al prezzo migliore mi tira su le fette di salame davanti agli occhi.
Mi registro ad gruppo di acquisto e frequento un forum per i possessori di auto ibride. Leggendo capisco che l'ibrido ha dei difetti (per me, si intende) che prima non avevo voluto vedere.
Innanzitutto consuma benzina, soprattutto se non si diventa hypermiler. Su percorsi veloci e lunghi alcuni possessori di auto ibride rimpiangono il metano.
Per far apparire conveniente l'ibrido occorre gonfiare gli pneumatici come se al posto delle ruote ci fossero palloni areospaziali o evitare di frenare alle rotonde per non perdere l'inerzia. Non ci scordiamo poi che ci sono due motori ovvero il doppio dei guai (quello che non c'è non si rompe diceva un certo Ford).
Lo so, ho semplificato tanto e ho esagerato su qualcosa ma i dubbi si trasformano in certezza: non credo più che l'ibrido sia per me.

Dopo tre settimane di ricerche, appuntamenti, prove e preventivi, come al gioco dell'oca sono ritornato alla casella di partenza: ero vicino tanto così per comprare l'auto!

Qualcosa però ci ho guadagnato, posso aggiungere l'ennesimo vincolo:
- NO auto ibride.
Apetta un pò, ragioniamo: se mettiamo insieme questo con il vincolo di spesa (Capitolo 1) e quello sulla presenza di una batteria di trazione (Capitolo 2) il problema della mia ricerca auto ha una soluzione unica:

l'auto che dovrò comprare dovrà essere elettrica e usata.

Evviva ho risolto!
La vocina aggiunge "c.v.d. (come volevasi dimostrare)!"

Se solo sapessi qualcosa delle auto elettriche!
Google, aiuto!
^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh



Torna a “Nissan Leaf”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite