La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

L'autovettura a propulsione elettrica in configurazione di berlina a due volumi e 5 porte, introdotta dalla Nissan sui mercati di Giappone e Stati Uniti d'America nel dicembre 2010.
valbui
Messaggi: 261
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 16/03/2019, 19:49

Capitolo 11 - L'uso dell'auto elettrica (parte 2)

Il climatizzatore
Trovare l'auto elettrica climatizzata prima di salirci è un plus da non sottovalutare. Quando l'ho detto ad un mio amico, che si era comprato l'Audi versione astronave, proprio non l'ha digerita. Per simularmi con la sua C3, mia moglie me la fa accendere quando esco di casa (lei esce parecchi minuti dopo!).
Di solito non soffro molto il freddo o il caldo: come temperatura "obiettivo" ho 18,5 °C che deve essere raggiunta alle 7:20 del lunedì, martedì, giovedì e venerdì.

Utile la funzione di accendere\spegnere da remoto il clima (usata qualche volta).

L'oracolo inutile
Se l'oracolo che abbiamo in auto fosse stato quello in Matrix, Zaion sarebbe cenere da un pezzo (chi ha visto il film Matrix mi capisce).
Per farmi comprendere anche da chi non ha visto il film, l'esempio più classico è quello della gita in montagna a 60 km da casa. All'andata l'oracolo che avete in macchina vi scala 130 km (panico, torno a casa?). Al ritorno vi riaccredita 10 km. Poverino ci prova a dare delle informazioni ma è come guidare guardando solo lo specchietto retrovisore: i km residui che propone non possono essere giusti perché non ha le informazioni su quello che succederà (c'è un salita? accelleri? ecc ...).

Quindi in elettrico si guida alla "io speriamo che me la cavo"?
Per sopperire c'è una app eccezionale il Power Cruise Control (https://www.forumelettrico.it/forum/power-cruise-control-pcc-l-app-che-estende-l-autonomia-t2751-100.html), ma lo possono usare solo i possessori di Nissan Leaf 24, 30, 40 e fra pochissimo Renault Zoe.
Per chi non ha questi modelli di auto o, come me possiede uno smartphone zoppicante, deve prendere confidenza con i consumi chilometrici.
I dati possono essere noti perché storicizzati, oppure possono essere dedotti in base a come si affronterà un percorso (di cui bisogna conoscere almeno il profilo altimetrico e la temperatura esterna prevista).
L'esempio lo prendo da un consiglio che mi ha dato roberto72 su un mio post (chi ha studiato? guardate che interrogo :D )
[...]secondo me potresti fare l’andata senza rabbocchi (su 115km anche ipotizzando di consumare 20 kWh/100 km sono 23 kWh di consumo).
Non avendo autostrada da fare non consumerai molto.
Nelle salite prova a non richiedere più di 20 kW di potenza (guardando la schermata info energia sul touch centrale) e lascia variare la velocità .

in questo modo, limitando l'erogazione a 20 kWh è garantito l'arrivo.
E aggiunge
potresti anche provare una parte del percorso (50-60 km) prima del "viaggio in famiglia" quando sei da solo e hai 2 ore di tempo per fare prove e valutazioni

cosa che ho fatto a fine gennaio andando a recensire due colonnine di Fabriano (che è grossomodo la prima parte di strada che dovrò fare). Ecco cosa ho ottenuto

00_27gennaio.jpg
00_27gennaio.jpg (36.29 KiB) Visto 456 volte


ovvero per i primi 60 km consumo meno di 10 kWh e me ne restano 20(?) kWh per la parte più impegnativa.


Modalità di guida
Nel tratto giornaliero faccio così:
- partenza in modalità ECO, D con cui affronto tutta la parte di "salita" fino a 130 m;
- proseguimento in modalità ECO, B fino all'arrivo in ufficio;
- al ritorno prima ECO, D poi ECO, B.

Sui percorsi veloci (super o auto strada), quando ho la certezza dell'arrivo, tolgo ECO, e guido in D.

Quando possibile cerco di far andare l'auto a flussi azzerati (soprattutto nelle discese dolci).

Per avere le informazioni sui consumi sul touch metto le potenze mentre sul cruscotto metto o la batteria o l'energia.
La mappa non la uso più: non è aggiornata né come strade né come punti di ricarica. Peccato.

Approfondimenti
https://www.forumelettrico.it/forum/come-guido-io-t1057.html
https://www.forumelettrico.it/forum/guida-in-modalita-b-t879.html


Altri post sulla Leaf
https://www.forumelettrico.it/forum/fermare-al-meglio-la-nissan-leaf-preservando-il-riduttore-t19.html
https://www.forumelettrico.it/forum/consigli-per-usurare-il-meno-possibile-i-contatti-di-potenza-t20.html
https://www.forumelettrico.it/forum/nissan-leaf-prime-impressioni-t797.html
https://www.forumelettrico.it/forum/la-leaf-non-parte-t2900.html
https://www.forumelettrico.it/forum/un-paio-di-esempi-di-sfruttamento-estremo-batteria-leaf-t3483.html
https://www.forumelettrico.it/forum/ho-scaricato-completamente-la-batteria-t2609.html


^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh


valbui
Messaggi: 261
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 18/03/2019, 19:25

Capitolo 12 - Dialoghi in famiglia
Per chi come me ha una famiglia, sa bene che esistono degli equilibri. L'auto elettrica sbilancia parecchio il quieto vivere.
Il parere della propria moglie\compagna è importante e deve essere prima o poi sondato. Io mi sono buttato così, in una quieta domenica di inizio marzo 2019.

LEI - "Ma mi sai dire cosa fai tutto quel tempo al computer?"
IO - "Sto scrivendo sul forum la storia dell'acquisto dell'auto elettrica ..."
LEI - Sguardo dubbioso.
IO - "... e qualcuno mi ha chiesto cosa ne pensi. Ti va di scrivere qualcosa?"
LEI - Sguardo minaccioso
IO - "Dai, ti faccio le domande. Così non perdi tempo."
LEI - "Ma su cosa?"
IO - "Sull'auto elettrica. Del tipo, sei contenta che ho comprato quest'auto?"
LEI - "Ti avevo chiesto di prenderne una con un bagagliaio grande. Sembra che le valigie per una vacanza ci stanno ..."
IO - Mmm, siamo nella fase che tocca prendere le pinze per tirare fuori le risposte. Vediamo come va: "Cosa ne pensi che si muove con una batteria elettrica?"
LEI - "Questa storia che i km scendono, poi salgono proprio non la capisco. Se dobbiamo fare un viaggio non possiamo stare sempre a pensare dove bisogna fermarsi ... "
IO - Come faccio a spiegarglielo? Vicolo cieco, cambiare strada. Mentre penso il diversivo, a sorpresa aggiunge:
LEI - "... comunque qualche vacanza nelle vicinanze sembra sia fattibile."
IO - Cavolo collabora! Ci vuole un assist e fare goal. "Ti sembra comoda?"
LEI - "Beh si, i sedili non sono male. Ci siamo stati bene anche in cinque no?"
IO - Goal! E chi se lo scorda? Ho fatto il test della suocera con l'auto che avevo portato a casa da due giorni: della serie o la va o la spacca. La suocera è voluta stare dietro con i due seggiolini e nonostante il divisorio sul poggiapiede, ha detto che è stata comoda. Continuo: "Ed esteticamente ti piace?" Nooo, questa era meglio evitarla.
LEI - "La parte dietro proprio no. Diciamo che ha una forma particolare."
IO - Acc, 1 a 1, provo a rimediare: "Ma perché sono vent'anni che ho la Punto, fra poco ti abituerai l'occhio e non ci farai più caso."
LEI - "Mmmh" con sorrisino sarcastico.
IO - Palla calciata sugli spalti, provo un'altra domanda e poi faccio melina finché non fischia l'arbitro. Provo a portare a casa il risultato. "Secondo me è ora che fai qualche prova di guida. Quando non la uso io potresti prenderla tu, anzi vedrai che se la provi poi non me la lasci più"
LEI - "Meglio di no, avrò problemi sui parcheggi. Per la guida dovrebbe essere tutto più semplice - non ha le marce - ma è troppo grande, preferisco la C3."
IO - "Per i parcheggi c'è la telecamera posteriore, tieni d'occhio quella e utilizzi gli specchietti come al solito."
LEI - "Ci penserò."
IO - Campa cavallo che l'erba cresce, ormai ho capito il ragionamento delle donne ... NO=SI, SI=Forse, Forse=NO e anche il contrario di tutto. "Ok."
Fi, Fi, Fiii ... fine della partita, un buon punto in tasca.

Per sapere la verità bisogna chiedere agli anziani o ai bambini. Ne ho due, proviamo la più grande.

IO - "S. cosa ne pensi dell'auto nuova?"
S. - "Se vuoi posso scrivertelo. Prima faccio la brutta su un foglio, poi lo posso scrivere io nel computer?"
IO - "Va bene"
S. - "Ci posso mettere le faccine che si muovono?"
IO - "Si certo"
S. - "Ma cosa devo scrivere?"
IO - "Quello che vuoi. Cosa ti piace, se ci stai comoda ... qualunque cosa"
S. - "Ho scoperto una nuova cosa: l'auto Leaf ha uno sportello per mettere i cd. Poi toccando un tasto con disegnato il sole e la luna lo schermo cabia: per la giornata puoi farlo diventare chiaro e per la notte scuro! E' molto comoda perchè è spaziosa sia avanti che dietro. Le alsatine bimbi non si agganciano bene alla cinta :cry: .E' cosi' silensiosa che ci si puo' dormire :lol: ! Q"
S. - "Iniziano i Pokemon, puoi finire tu?"
IO - uando ho scoperto i pulsanti indicati prima ho detto: "che forte questa auto!" :lol: . I finestrini dietro sono oscurati e il sole non da fastidio! Più nessuno può vedere cosa c'è dentro :lol:"

C'è da aggiungere qualcosa?
Ultima modifica di valbui il 19/03/2019, 17:25, modificato 1 volta in totale.
^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1775
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda gianni.ga » 18/03/2019, 20:42

Il futuro dell'elettrico è sicuro, nelle mani dei nostri figli. :)
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Avatar utente
alefi82
Messaggi: 32
Iscritto il: 15/01/2019, 11:25

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda alefi82 » 19/03/2019, 0:25

Noo bellissimo!! Siamo sicuri che le nostre mogli non siano parenti??? Anche la mia ha chiesto un bagagliaio grande e spazio per i bimbi dietro,ma quando le ho fatto vedere la leaf 30 ha subito storto il naso :"non mi piace"! :!:
valbui ha scritto:LEI - "Questa storia che i km scendono, poi salgono proprio non la capisco. Se dobbiamo fare un viaggio non possiamo stare sempre a pensare dove bisogna fermarsi ... "


Ecco questa parte mi preoccupa un po', ho idea che per ora vada tutto bene ma quando si arriverà a doversi fermare per ricaricare ci sarà da borbottare... :shock:
Comunque l'aver superato il test famiglia con suocera è un bel passò avanti :lol:
Complimenti per il resoconto e per la perla del figlio!!

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 9341
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda marco » 19/03/2019, 7:49

valbui ha scritto:Per sapere la verità bisogna chiedere agli anziani


Ti sei dimenticato di intervistare la suocera :D
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


Avatar utente
roberto72
Messaggi: 1188
Iscritto il: 28/03/2017, 11:17
Località: Vicino alla Laguna

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda roberto72 » 19/03/2019, 8:20

valbui ha scritto:L'esempio lo prendo da un consiglio che mi ha dato roberto72 su un mio post

Wow che onore.... :D :D
sono felice di aver contribuito nel mio piccolo... ;)
Nissan Leaf 24 kWh Consumo Immagine
Impianto FV 4,7 kWp

Carlo
Messaggi: 1256
Iscritto il: 23/11/2016, 22:33

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda Carlo » 19/03/2019, 9:00

valbui ha scritto:Ricarica 20-80
Ammetto che con le batterie non ci ho mai capito tanto.
Fino a qualche anno fa le associavo ad un serbatoio: batteria scarica=serbatoio vuoto, batteria carica=serbatoio pieno. Il mio cellulare lo volevo sempre al 100% e a casa spesso era attaccato al caricabatterie.
Successivamente sono passato alla teoria "scarica a 0 e ricarica a 100", tanto che anche le povere batterie al piombo dell'UPS e dell'allarme hanno subito questo trattamento infame (infatti le ho dovute cambiare).
Infine, dopo una lettura di un documento di ricerca universitario, in cui venivano spiegati i fattori degradanti delle batterie al litio (tensione di ricarica alta, lunghezza eccessiva dei tempi di ricarica, temperatura alta, ecc ...) mi sono riconvertito al "range 50-80", ovvero scarica al minimo fino al 50% e ricarica al massimo fino allo 80%.


Permettimi di correggerti, come ben noterai da quel "testo universitario" è piuttosto datato e non aggiornato alla tecnologia odierna di batteria e sistemi di ricarica. Il vero nemico per le batterie agli ioni di litio è la eccessiva temperatura, condizione che si viene a creare se si abusa appunto delle ricariche FAST. Se arrivi a casa con 5% di batteria e la carichi fino al 100% con una velocità "domestica", questa non ne risente minimamente.
Infatti se leggi bene quella relazione, si è utilizzato solo il 30% di ricarica per limitare il tempo appunto di ricarica e il conseguente surriscaldamento della batteria. Il focus è il tempo, non il fattore di percentuale.
Aggiungo: ricaricare fino al 100% richiede più tempo, non è lineare la velocità di ricarica ma perché la batteria è come un secchiello sotto un rubinetto, se vuoi riempirlo fino al bordo senza rovesciarla fuori devi diminuire il flusso di acqua man mano che ti avvicini al limite, giusto? Allora se ti capita fai una prova, quando sei vicino al 95%-96% controlla quanta potenza eroga l'EVSE e vedrai che se fino a 90% erano 2kW, man mano che ti avvicini al 100% questo valore diminuisce. Sta chiudendo il rubinetto ;)

andbad
Messaggi: 990
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda andbad » 19/03/2019, 13:11

alefi82 ha scritto:Noo bellissimo!! Siamo sicuri che le nostre mogli non siano parenti??? Anche la mia ha chiesto un bagagliaio grande e spazio per i bimbi dietro,ma quando le ho fatto vedere la leaf 30 ha subito storto il naso :"non mi piace"! :!:
valbui ha scritto:LEI - "Questa storia che i km scendono, poi salgono proprio non la capisco. Se dobbiamo fare un viaggio non possiamo stare sempre a pensare dove bisogna fermarsi ... "


Ecco questa parte mi preoccupa un po', ho idea che per ora vada tutto bene ma quando si arriverà a doversi fermare per ricaricare ci sarà da borbottare... :shock:
Comunque l'aver superato il test famiglia con suocera è un bel passò avanti :lol:
Complimenti per il resoconto e per la perla del figlio!!

Aggiungo la mia al capitolo moglie:

Lei: "Dobbiamo cambiare auto perché la Mazda sta cadendo a pezzi"
Io: "Vero. E se prendiamo un'elettrica usata?"
Lei: "Ok, ma la voglio più grande."

L'unico problema è stato convincerla che la leva del cambio non è essenziale. :D

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

mirko2016
Messaggi: 648
Iscritto il: 23/08/2018, 20:03
Località: Alba

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda mirko2016 » 19/03/2019, 14:08

Carlo quindi le nuove al litio non subiscono maggior degrado se ricarichi esclusivamente a casa con contratto a 3 kW?

Quindi quel che ho letto che le batterie hanno avuto maggior degrado se caricavano solo lentamente non è più vero per le nuove batterie?
FV: 4,55 kW qcells G5 inverter zucchetti (esposizione 2,6 kW sud, 1,95 kW est)
PDC aria aria: 2 LG Quadro 1 LG wifi artcool

andbad
Messaggi: 990
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda andbad » 19/03/2019, 14:15

mirko2016 ha scritto:Carlo quindi le nuove al litio non subiscono maggior degrado se ricarichi esclusivamente a casa con contratto a 3 kW?

Quindi quel che ho letto che le batterie hanno avuto maggior degrado se caricavano solo lentamente non è più vero per le nuove batterie?

No, in genere caricare a bassa potenza è meglio per la durata della batteria, soprattutto perché le celle non subiscono in pratica stress termico.

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control



Torna a “Nissan Leaf”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite