La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

L'autovettura a propulsione elettrica in configurazione di berlina a due volumi e 5 porte, introdotta dalla Nissan sui mercati di Giappone e Stati Uniti d'America nel dicembre 2010.
valbui
Messaggi: 394
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 27/02/2019, 19:37

Buongiorno a tutto il forum,
in questo argomento descriverò l'ultimo dei miei (attuli) elettrodomestici: la mia auto elettrica Nissan Leaf.

Prima di me si è parlato abbondantemente di quanto andrò a scrivere, ma un pò perché lo avevo promesso nel primo messaggio di presentazione (https://www.forumelettrico.it/forum/post33243.html#p33243), un pò perché noto che l'argomento è sempre attuale per i nuovi iscritti (l'ultimo che mi è capitato di leggere https://www.forumelettrico.it/forum/info-su-leaf-t4926.html) vorrei dare il mio contribito suddividendo l'argomento a puntate:
- i dubbi di una auto elettrica (e le loro riposte);
- l'acquisto dell'auto;
- l'uso quotidiano.
Ovviamente racconterò di come l'ho vissuta (e la sto vivendo) io questa "avventura", ovvero è il mio punto di vista e potrebbe essere in linea o totalmente fuori rispetto al pensiero di chi sta leggendo, il dibattito è aperto!

=========================
EDIT 20/10/2019
Aggiornato il file del racconto
=========================

=========================
EDIT 06/04/2019
Aggiunto qui file del racconto
=========================

Racconto Leaf.pdf
(9.19 MiB) Scaricato 320 volte

Racconto Leaf v02.pdf
(11.56 MiB) Scaricato 29 volte
Ultima modifica di valbui il 20/10/2019, 13:20, modificato 4 volte in totale.


^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh


valbui
Messaggi: 394
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 27/02/2019, 20:32

Prefazione

Sono stato da sempre un metanautista utilizzando fin dai primi anni 90 le varie auto di proprietà di mio padre:
- 128
- Panda
- Tempra
per terminare con la mia prima auto di proprietà: la Punto Star.
Tutte rigorosamente Fiat e tutte con impianto a metano.

Il costo del metano era circa 1/3 della benzina, i tempi per fare un pieno erano di circa 30 minuti e i punti di rifornimento erano pochi (nelle regioni più fortunate come le Marche e l'Emilia Romagna) oppure nulli (a Torino ce n'era uno solo!).
Chi possedeva un'auto a metano era considerato una persona strana, un pò pioniere e un pò masochista. Parlando di auto con amici o con conoscenti si celava spesso il sorrisino sarcastico e le classiche battute: "ma hai un'auto a metano ... dove vuoi andare?", "... in salita non ti si strasgina(*)", "... vedrai fra un pò che ti ritocca fare la testata del motore!", "... noi non ti aspettiamo se devi fare il pieno".

(*)"strasgina": viene dal verbo "trascinare" con il significato che nemmeno trascinandola si riesce a far avanzare.

Ora a quanto appena descritto, sostituite "metano" con "elettrico" e spostate le lancette dai primi anni 90 del '900 al 2018-2019: vi viene in mente qualcosa?

Insomma voglio dire che quello che sto vivendo lo avevo già vissuto (con le opportune differenze).

Vista l'ora, lascio decantare un pò il discorso, ci vediamo prossimamente con il primo capitolo.
A presto
^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 2687
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda gianni.ga » 27/02/2019, 20:41

Anch'io ho iniziato nel 1977 con una 128 a metano.
Mi ricordo quando il metano veniva venduto ad atmosfere anzichè a kg.
C'è una differenza sostanziale.
Col metano eri un ostacolo ambulante, con l'elettrica te li fumi quasi tutti.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.
XM 1998, C5 2008, C5 2013.

valbui
Messaggi: 394
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 28/02/2019, 20:21

Capitolo 1 - "E' ora di cambiare"

La decisione del cambio auto mi è arrivata improvvisa un giorno di metà estate 2018.
Di sicuro la Punto avrebbe potuto resistere per qualche altro anno, ma a dicembre ci sarebbe stata la revisione (sarebbe riuscita a passarla?), c'era poi da convivere con la cuffia rotta del cambio e da qualche settimana i freni imploravano nuove pasticche.
Insomma era ora di ripassare dal meccanico di fiducia. Fino a quel giorno non c'era mai stato il dubbio di considerare costi\benefeci fra manutenzione e acquisto di un'altra auto ma stavolta la vocina che sussurra sempre in caso di scelte importanti si è fatta sentire meglio: "Pss ... è ora di cambiare auto!".
Ah e non dite che sono stato indotto da mia moglie che aveva detto la stessa cosa ma con tono minaccioso ...

Perfetto, ma ora che "io" ho deciso di cambiare auto ... cosa faccio?
Per cominciare semplifichiamo il problema e togliamo un pò di variabili:
- NO acquisto da un privato;
- NO usato con più di due anni;
- Spesa massima 19.999,99 euro;
- Station Wagon o Berlina con un bagagliaio spazioso.

Poi ancora la vocina "Pss ... non vorrei essere pignola, ma tanti anni fa non avevi detto che la prossima auto sarebbe stata elettrica?".
"E' vero vocina, l'ho detto e le cose che dico le faccio. E guarda caso adesso le auto elettiche sono pure in commercio. Ma ti pare che posso spendere meno di 20k€? Ti ricordo che in famiglia siamo in 4, non posso tornare a casa con una monoposto. La batteria poi: di km ne faccio almeno 50 al giorno ... no i tempi non sono ancora maturi. Se adesso mi oriento sull'ibrida? Poi ti assicuro che la compro l'auto elettrica ...".

Con questi (pochi) vincoli organizzo il giro di concessionari. Si inizia il primo venerdì pomeriggio di settembre.

(continua)
^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh

LucaCassioli
Messaggi: 755
Iscritto il: 09/09/2017, 19:04

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda LucaCassioli » 01/03/2019, 11:58

Anch'io mi sono posto questo vincolo di 19.999,99, ma mi sa che è ancora presto, tocca aspettare almeno l'anno prossimo; magari il 20 febbraio, un bell'acquisto da 20.000 il 20/2/20. :-)
Vediamo cosa riescono a tirare fuori in un anno.


valbui
Messaggi: 394
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 01/03/2019, 19:40

LucaCassioli ha scritto:Anch'io mi sono posto questo vincolo di 19.999,99

Ciao Luca,
mi ero posto il vincolo con una possibilità di sforamento solo in caso di occasioni.
Il limite l'ho usato come prezzo di guardia e fortunatamente ha funzionato.
^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh

valbui
Messaggi: 394
Iscritto il: 16/11/2018, 18:24
Veicolo: Nissan Leaf 30 kWh

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda valbui » 02/03/2019, 11:41

Capitolo 2 - I concessionari (settimana 1)

Inizio con un concessionario FCA sia perché conosco un commerciale sia perché secondo mio padre le auto "buone" le vende solo la Fiat.
Alla parola "ibrido" il tipo mi fa il sorrisino: "l'unica batteria che montiamo sulle auto è quella per il motorino di avviamento. Ma che ibrido, qui da noi l'auto a metano bisogna comprare." (Ah adesso il metano conviene?!?!? Sono più di vent'anni che ci vado in giro!).

Esco presto e noto che vicino c'è anche un concessionario Nissan\Kia. Ho tempo e sono in zona, anche se non era una visita prevista ci vado.
Entro e mi ferma un commerciale Kia vecchio stampo, di quelli che sulla scrivania non ha il computer e i preventivi li fa con la penna Bic su modulo prestampato. Quando chiedo un preventivo per l'auto ibrida mi guarda con tanto di occhi, tira fuori una fotocopia storta e illeggibile di 3 modelli della Kia Niro; per il modello "di mezzo" spara 25.500 euro. Mi sa che sto perdendo tempo.
Mentre saluto e mi alzo sento ancora la vocina "Oh ma la Nissan vende la Leaf! Sentiamo il prezzo, dai".
"Scusi per informazioni sulle auto elettriche chiedo a lei?"
Adesso il commerciale Kia se ride di gusto e mi dice di sentire i colleghi della Nissan dall'altra parte del capannone.
Trovo disponibile un commerciale nome in codice "He-Sunday" (non ve lo scordate, sarà fondamentale più avanti) che mi fa accomodare e mi racconta la nuova Leaf 2.0. Non la posso vedere perché è fuori in prova. Il preventivo non me lo fa perché le prime consegne saranno fra 6 mesi, quindi dovrò ripassare.
Visto vocina, le auto elettriche non le vendono ancora!

Come inizio niente male: tre concessionari e un preventivo fuori portata per un'auto che non mi piace.

Ho sicuramente sbagliato l'approccio: è il caso di iniziare a documentarsi per bene e mettere qualche altro vincolo prima di rifare il giro dai concessionari.
Google propone tanti articoli sulle ibride. Comincio a capirci un pò di più e mi attirano le plug-in.
Bene sono pronto per aumentare la lista dei vincoli:
- NO auto tedesche (ci hanno dichiarato guerra economica e dal nemico non compro);
- NO finanziamento (compro solo quello che riesco a pagare oggi);
- l'auto DEVE avere una batteria di trazione a bordo (NO MILD);
- il punteggio della preferenza aumenta con l'aumentare della capacità della batteria e se è PLUG-IN.

Bene sono pronto per il secondo giro dai concessionari.
^-^-^ --- ^-^-^
I miei "elettrodomestici":
- 20 moduli Isofoton 150 Wp + 1 Sunny Boy 3000 SMA
- Atlantic Explorer 200L (pompa di calore per ACS)
- Nissan Leaf 30 kWh

berpaniz
Messaggi: 179
Iscritto il: 23/01/2019, 11:03
Località: PADOVA

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda berpaniz » 02/03/2019, 14:55

Se non hai urgenza io non comprerei un auto nuova, basta che quella vecchia cammini, ci sono continue novità tecnologiche e rischi di acquistare qualcosa che fra 2/3 anni è già vecchio.
Poi l'economia non sta andando molto bene, il rischio è di bruciare capitali su un bene che si svaluta molto velocemente tipo 40% dopo 4 anni e anche le elettriche non fanno eccezione, quando magari i soldi potrebbero servirti per parare qualche colpo
Tra i tanti fattori secondo me è anche da considerare che forse una certa era dell'auto di massa sta tramontando, si punta sempre di più sul trasporto pubblico car sharing bici
Insomma acquistare l'auto è il modo giusto per buttare soldi e va fatto solo se si è costretti

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 2687
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda gianni.ga » 02/03/2019, 15:32

Berpaniz, si tratta di un racconto a episodi di una cosa già avvenuta. :)
Come vedi dalla sua firma ormai la scelta l'ha già fatta.
Anche riscaldare la casa a 21 gradi è uno spreco, ma se te lo puoi permettere è meglio che stare a 19 gradi.
Io uso il fv pertanto non puoi sgridarmi. ;)
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.
XM 1998, C5 2008, C5 2013.

berpaniz
Messaggi: 179
Iscritto il: 23/01/2019, 11:03
Località: PADOVA

Re: La mia prima auto elettrica: i dubbi, l'acquisto e l'uso

Messaggioda berpaniz » 02/03/2019, 17:50

Ah va bene allora complimenti!
Certo se si ha la possibilità è giusto togliersi anche una soddisfazione.
Il mio messaggio era un po generale, come dice il detto "Donne e motori gioie e dolori" , soprattutto per i maschi, ma anche le donne, si innamorano delle cose, a mio parere è giusto ogni tanto fare un po di ordine nei propri pensieri e dire che in fondo l'auto è un pezzo di ferro o alluminio che serve per spostare il nostro corpo da un punto A ad un punto B della superficie terrestre, lo deve fare nel modo più economico e meno stressante possibile, il resto è un di più.Insomma non bisogna innamorarsi delle auto, sono loro che ci devono servire e non noi correre presso a loro e ai loro fabbricanti.



Torna a “Nissan Leaf”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti