La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

La vettura utilitaria realizzata dalla Renault a partire dal 2013: in pratica la versione ad alimentazione elettrica della Renault Clio.
gippy
Messaggi: 17
Iscritto il: 26/09/2017, 1:19
Località: Terni

La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

Messaggioda gippy » 10/12/2017, 1:46

Dopo mesi (da Luglio) di calcoli e ricerche, prima del modello che fa per me e poi del giusto prezzo, ero ormai pronto a partire per la Francia.
Tra l'altro anche lì non era stato facile trovare un rivenditore che avesse una Zoe con IVA esposta.

Poi però, grazie alle notifiche dell'App AutoScout24 ho trovato la Zoe che poi ho comprato, ad un prezzo praticamente inferiore a quello che avevo trovato in Francia (e solo a Parigi, dietro l'angolo! :--).

Per cui, finalmente mi accordo col rivenditore e appena possibile, tra impegni di lavoro ed un bel blocco alla schiena, parto col treno per andarla a prendere.

Immagine

Vi risparmio i dettagli sulle peripezie per l'assicurazione, tra Bersani, orari della compagnia (gentilissimi!).

Arrivo quindi alla periferia di Crema, faccio un giretto con la macchina, verifico al volo che non ci sia umidità nel vano stacca-batteria (su consiglio di un altro possessore di Zoe) e perfeziono l'acquisto.

TAPPA ZERO: Autosalone - Piacenza
Avendo una zia a Piacenza, ho pianificato il viaggio per dormire lì e poi partire la mattina seguente per Terni, dove vivo.
Sensazione stupenda portare la MIA Zoe per un'oretta scarsa. Avevo portato un paio di volte quella di un amico che abita vicino a me, ma questa volta era la mia!!!

Dopo cena provo a caricare a Piacenza in Via Cavour ma non riesco. Sarò incapace io? Sta di fatto che dovevo andare al bagno ed avevo freddo e quindi ho lasciato perdere.

PARTENZA ore 9 circa
L'indomani mattina lascio casa di Zia alle 9 circa e mi reco al Park Hotel di Piacenza dove NextCharge mi segnala una colonnina Tesla.
Mi informo alla hall e con una consumazione mi fanno entrare in garage ed attaccare l'auto in carica.

Immagine

Nel frattempo torno nella hall dove mi fanno accomodare e mi danno anche accesso alla WiFi. Così mi metto bel bello a lavorare e in un attimo passa un'ora e mezza, ben oltre il necessario per ricaricare la macchina, ma tant'è stavo così comodo… E penso, caspita se fossero tutte così sarebbe una pacchia!

Immagine

Lascio l'hotel verso le 10.45, tardissimo considerando che devo percorrere quasi 500km!

PRIMA TAPPA programmata Reggio Emilia.
Viaggio in autostrada tra gli 80 ed i 90km/h per non consumare troppo e presto arrivo a Reggio.
Esco dall'autostrada e mi reco alla colonnina che avevo individuato come più vicina, in via Morandi presso un Centro Commerciale. Cominciano le sventure! La colonnina non funziona e solo quando lo segnalo nell'App mi accorgo che già altri l'avevano segnalato. Allora cerco la successiva e vado in Via Regina Margherita. Faccio un paio di giri del parcheggio e chiedo al tipo che sposta i carrelli per trovare le colonnine. Gli stalli erano occupati da termiche, ma fortunatamente una se ne va davanti a me. Fantastico… NO, sono spente! Allora via, alla ricerca della successiva, quella del Centro Commerciale I Petali (anche qui l'ho scoperto dopo!). Il navigatore mi porta in una stradina che sembra una ciclabile e ad un certo punto mi dice "arrivati a destinazione". Guardo alla mia destra: campi, alla sinistra un fossato ed una rete. Dietro alla rete intravedo effettivamente una EVA+. Finalmente! MA… come cacchio ci arrivo. Insomma a Reggio ho perso 45 minuti a trovare una colonnina funzionante e 18 minuti per ricaricare!

Immagine

SECONDA TAPPA programmata Bologna
Esco dall'autostrada e seguo le indicazioni del navigatore mentre vedo un IKEA. Penso: quasi quasi me ne frego del navigatore e vado lì che ce ne sono sempre. Incrocio anche una Leaf nera, che mi fa ben sperare. Poi invece scopro che il navigatore mi porta proprio lì all'IKEA. Parcheggio e metto in carica e nel frattempo vado comodamente a pranzo al ristorante IKEA.

Immagine

Al mio ritorno l'auto è carica. Dai sarà stato un caso Reggio, qui è andata tutta liscia.

Immagine

TERZA TAPPA programmata Barberino, reale Calenzano e poi Firenze
Siccome una volta svalicato poi è tutta discesa, arrivo all'uscita di Barberino che mi segnala ancora 77km di autonomia e quindi, stupidamente, penso: va be', con tutta 'sta batteria carico dopo Firenze ormai…
peccato che Baberino sarebbe stato un attimo a trovare la colonnina, mentre a Firenze..!

Anzi tutto mi piglia il panico (idiota) e quindi esco a Calenzano, che mi rassicura avendoci lavorato in Gennaio. Arrivo ad una colonnina che stava presso una ferramenta (Tre Effe). Parlo col titolare che avendola messa da una settimana non sapeva nemmeno la tariffa, porello :) Chiama un collega e mi dice la tariffa, ma la colonnina è da 7kW!
Va be' ormai sto qua… Attacchiamo la Zoe e non c'è verso: dopo pochi secondi va in errore la colonnina. Dopo dieci tentativi e innumerevoli telefonate del tipo, mentre cercavo di fargli capire che avevo una fretta bestia, costernato mi manda alla concessionaria Toscandia lì vicino. Colonnina per Nissan funzionante, tipo2 per me no. :(

Cerco di corsa una tipo2 a Firenze città (un mucchio di 3A…) e mi avvio. È venerdì sera e c'è un traffico bestiale! Insomma, per farla breve, a Firenze ho perso ben 2 ore!!!

QUARTA TAPPA programmata Arezzo
Provo ad uscire ad Arezzo per andare al Park Hotel, vicino all'autostrada, ma… stavolta le Tesla charger sono quelle rosse e non c'è modo di ricaricare. A questo punto il dilemma: andare ad Arezzo città dove c'è una sola colonnina e dista 10km da lì (più 10 per tornare all'autostrada), col rischio che se non funziona poi sono fottuto o continuo per Val di Chiana? Decido per la seconda opzione.

QUARTA TAPPA BIS Val di Chiana Outlet Village
Arrivo all'outlet e cerco in tutto il parcheggio… chiedo a delle persone e mi indicano dove sono le colonnine. Ci ero passato davanti senza vederle e quindi ho fatto tutto il giro inutilmente, va be'. Parcheggio e mi attacco alla EVA+, pensando EVvAi!
Macché! Dopo pochi secondi la tragedia! La macchina mi dà errore e dice "Impossibile ricaricare batterie" e si accende anche la chiave inglese sul quadro! Mi piglia lo sconforto e momenti mi metto a piangere! Ecco qua, mi hanno venduto una fregatura, oppure l'ho rotta, e adesso che faccio?!? Magari basta staccare la batteria servizi… Mia moglie che mi dava supporto da casa trova un post su questo forum che mi dà ragione, ma… un po' di cacciaviti li ho, ma una chiave da 10 proprio no! Ok, penso: va be' è tardi, ormai dormo qui e domattina vediamo di trovare la chiave inglese. Vado a cena al Centro Commerciale e quando torno alla macchina, pronto a prenotare l'albergo lì vicino, riprovo per scrupolo ad accendere il quadro.

Immagine

MIRACOLO! L'errore era sparito! E adesso? Proviamo, dai… Per scrupolo attacco la colonnina rapida (NON la EVA+). Non so se si fosse offesa perché prima della EVA l'avevo collegata alla Tesla o fosse stata proprio la EVA, o una serie di coincidenze (astrali?), magari anche tutte quelle ricariche in un solo giorno…

Grazie a Dio "fischia", ma nel frattempo era freddo assai… prendo il pantalone del pigiama (di pile) e lo metto sopra i pantaloni ;)
Dopo 40 minuti posso ripartire, e allora via verso Perugia, finalmente in Umbria.

QUINTA TAPPA Perugia
Vado sparato in via Palermo, conoscendo anche bene la città, ma anche qui non riesco a far partire la carica.
Allora proseguo per via Campo di Marte. Non capisco bene dove sia e mi rigiro passando davanti all'ingresso dell'hotel Etruscan dove sta uscendo un mucchio di gente tutta in ghingheri per qualche cena di gala, immagino. Momenti li acciacco visto che il suono che la macchina fa, proprio per farsi sentire dai pedoni, la gente non lo (ri)conosce.
Insomma, gira gira lì intorno, vedo la colonnina in un posto abbastanza infelice all'uscita dal parcheggio di fronte all'hotel.
Provo a collegare ed al terzo tentativo finalmente parte! Dai, è l'ultima ricarica! Siamo quasi a casa!!!
Mentre collego passano dei signori tutti eleganti che spero non abbiano notato che sotto il giaccone (mai tolto per tutta la giornata) avevo il pigiama e che mi chiedono info sulla macchina elettrica. Ecco… entusiasmo tanto, ma dopo un'avventura del genere, è stata dura essere (pro)positivo :)
È mezzanotte ed ho appena iniziato l'ultima carica. Decido di farmi un pisolino, ma tra i pensieri e le chiamate di amici e parenti preoccupati, di fatto riposo solamente.

ARRIVO A CASA alle 1.45
Finalmente, dopo tutte queste avventure e peripezie arrivo a casa, con mia moglie sveglia ad aspettarmi :)
In tutto questo, mi accorgo che lo State Of Health delle batterie è passato dall'81% di Piacenza al 79%…
Quindi, ricapitolando, ho impiegato 14 ore e mezza (abbondante) per fare meno di 500km… un record! :D


FINITO QUI? NOOOO!
Il giorno dopo (Sabato) porto la famiglia a fare un giro con la macchina nuova e approfitto per caricare… see, magari!
Scopro mio malgrado che, nonostante avessi personalmente caricato la Zoe del mio amico un paio di settimane prima, attualmente NESSUNA delle TRE colonnine di Terni FUNZIONA!!!
Il giorno dopo, con soli 30km di autonomia residua, inizio a chiedere info e chattare con altri "elettrici" e scopro il bello di questa (altra) community:
un "collega" di Gualdo di Narni mi dice che ha da fare dei giri a Narni (di Domenica?) e quindi mi fa sapere per certo se funziona la colonnina che sta lì.

Immagine

In pratica questo sant'uomo, è andato appositamente a Narni scalo per verificare che la colonnina non funzionava (non ha mai funzionato, foto sopra) e poi al parcheggio del Suffragio e mi ha mandato le foto di entrambe! Tutto questo perché effettivamente non potevo rischiare che non funzionasse, sarei forse riuscito a tornare a casa ma poi non mi sarei più mosso da lì :)

Immagine

Il minimo che potessi fare è stato raggiungerlo immediatamente e conoscerlo. È stato davvero un piacere conversare e scambiarsi informazioni sulle Zoe.
E quant'è bella la sua 40kWh grigia BOSE!!! (foto sopra)

CONCLUSIONI
Quindi adesso, a due settimane da questa avventura, devo ancora andare a caricare a Narni o alla Cascata delle Marmore!
In entrambi i casi una quindicina di km da casa mia!
Già l'autonomia è scesa, spero per via del freddo più intenso, in più mettici che ogni volta butto via 15 preziosi km per tornare dalla colonnina ed ecco che invece di caricare una volta a settimana come avevo calcolato, ne devo fare almeno due!

Insomma sto cercando il giusto caricatore "da casa" (EVR). Vi terrò aggiornati.

Spero di avervi strappato qualche sorriso con questa narrazione forse un po' lunga.
Ultima modifica di gippy il 10/12/2017, 12:54, modificato 2 volte in totale.


---
Gabriele
Renault Zoe Q210 Life del 06-2014, acquistata usata nel 11-2017


Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 13678
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

Messaggioda marco » 10/12/2017, 8:24

Ciao e complimenti per l'avventura (anche se mi pare ti sia perso qualche foto per strada durante la redazione dell'articolo :-)).

Qualche consiglio per i prossimi viaggi, se possibile:
- effettuarli col caldo, più ce n'è meglio è (quindi il top è l'estate, altrimenti autunno o primavera vanno anche bene, ma d'inverno è tutto più difficile)
- avere sempre un evr con se, così da poter ricaricare dappertutto (anche se più lentamente)
- pianificare bene prima, bisogna lasciare al caso il meno possibile
Nissan Leaf 24 kWh ( waiting Opel Corsa-e) > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp

Avatar utente
ErosLazzarini
Messaggi: 719
Iscritto il: 03/02/2017, 12:29
Località: Cremona

Re: La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

Messaggioda ErosLazzarini » 10/12/2017, 8:45

Aggiungo un quarto punto a quanto detto da Marco ad interesse comune di chi si avventuri come gippy:
-che si vada a prenderla in Francia o lontano, chiedere a qualche umano già elettrico di fare da guida: in questa epoca ci vanno ancora mesi per impadronirsi di tutte le info/astuzie, le app/card ed i cavi/caricatori per muoversi al meglio della tecnica !
L'ideale sarebbe che un elettrico venga a casa tua con i suoi "gadget" e ve ne partite a fare il recupero della EV a cuor leggero !

Buon divertimento gippy con la tua Zoe !
Zoe Q210 dal 2016 con upgrade 41kWh, prima Jazz Hybrid dal 2011

Avatar utente
selidori
Messaggi: 8010
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

Messaggioda selidori » 10/12/2017, 9:04

Sempre belli questi racconti.
Il paradosso è che tutti li affrontiamo da vera avventura perchè è primo reale viaggio e lo facciamo in zone sconosciute, con tratte limiti e non conoscendo neppure le bizze delle auto. Ed è appunto il primo viaggio!
Ma rimane nel cuore, io cercherò sempre di andare a prendere le auto con le sue ruote (l'ho sempre fatto, ma con l'elettrico è ovviamente diverso. Io per fare Imola-Milano con Tazzari mi fermai ogni 40km a rabboccare).

PS: se puoi cerca di sistemare le foto, che si perde tantissimo!
Ultima modifica di selidori il 10/12/2017, 10:10, modificato 1 volta in totale.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ

eric_the_magiciam
Messaggi: 99
Iscritto il: 18/05/2017, 19:24

Re: La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

Messaggioda eric_the_magiciam » 10/12/2017, 9:58

Bello il racconto! In racconti come questi, c’è sempre una vena di romanticismo. Questi sono acquisti che si potranno raccontare ai nipoti, tutti seduti davanti ad un camino, a raccontare di quali avventure eravamo disposti ad intraprendere, per poter acquistare un mezzo ecologico!


bebo1972
Messaggi: 12
Iscritto il: 23/09/2017, 9:25

Re: La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

Messaggioda bebo1972 » 10/12/2017, 10:56

Ciao... Complimenti... Alla fine però non hai precisato il modello, anno, colore e soprattutto il prezzo della Zoe...

Arthas
Messaggi: 51
Iscritto il: 04/09/2017, 10:33

Re: La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

Messaggioda Arthas » 10/12/2017, 11:37

Ciao, mi sono perso anch'io nel racconto e mi è rimasto un dubbio:

- ma quindi l'hai acquistata in Italia?

gippy
Messaggi: 17
Iscritto il: 26/09/2017, 1:19
Località: Terni

Re: La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

Messaggioda gippy » 10/12/2017, 12:08

Grazie a tutti!

Non so per quale motivo Amazon abbia smesso di "servire" le foto, ora le metto su Flickr e aggiorno il post.

In merito all'esperienza ho un amico possessore di Zoe (lo stesso che me l'ha fatta provare ben due volte) che si era reso disponibile ad accompagnarmi in Francia, ma visto che era più facile / vicino non l'ho voluto disturbare.

Infatti, alla fine l'ho trovata in Italia, vicino Crema, ed è una Q210 Life del Giugno 2014. Si tratta di un ex-noleggio di ALD alla Regione Puglia. Quest'ultimo dato l'ho scoperto da poco, poiché essendo bianca, ora che comincia a sporcarsi (uff!) ho notato in controluce che è stata staccata la scritta "www.regione.puglia.it" dal cofano posteriore.

Avrei preferito altri colori ed allestimento (soprattutto), ma dopo tanta attesa non ho voluto rimandare. Chi sa se e quando mi sarebbe capitata di nuovo una Zoe a 9.900€ !!!
---
Gabriele
Renault Zoe Q210 Life del 06-2014, acquistata usata nel 11-2017

Deen
Messaggi: 2208
Iscritto il: 21/08/2017, 15:17

Re: La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

Messaggioda Deen » 10/12/2017, 13:52

Essendo di Reggio ti posso dire che sei stato piuttosto sfortunato...! Hai beccato praticamente le uniche due colonnine non funzionanti! Le prossime volte ti consiglio di leggere prima i commenti sull'app NextCharge...
Però riguardo alla fast EVA+ dei Petali una volta il navigatore ha fregato anche a me... In effetti porta nella strada dietro al parcheggio, e nonostante ce l'hai di fianco per arrivarci devi fare almeno 1km e mezzo...

Avatar utente
Cesare
Messaggi: 651
Iscritto il: 02/01/2016, 11:48
Contatta:

Re: La mia avventura per acquistare e portare a casa la Zoe

Messaggioda Cesare » 10/12/2017, 14:10

Gippy complimenti per l'acquisto in elettrico, Anch'io ho una Zoe, vivo in provincia di Piacenza, potevi ricaricare anche in via calciati numero 9 fuori dalla zona ZTL. PC, davanti al Punto Enel; Che potenza era il punto Tesla Destination charging dell'albergo hotel Roma a 11kW o 22kW? Se ti ricordi il tempo che ti dava mentre era in ricarica possiamo scoprirlo, Grazie
Sei di Terni sono passato anch'io lì, ho ricaricato anche a Narni ;) perché ogni tanto vado con la Zoe ad Aprilia LT, bellissimi posti ;)
Alla prossima Ciao



Torna a “Renault Zoe”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti