Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

L'auto 100% elettrica di Mitsubishi e rimarchiata da Citroën come C-Zero e da Peugeot come iOn
Avatar utente
selidori
Messaggi: 8443
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

Messaggioda selidori » 06/03/2017, 19:07

Quello che sentivo dire da tempo è vero: la Citroen C-Zero e a Peugeout ION ha due marce aggiuntive di rigenerazione (come la Mitsubishi Ion di cui sono cloni) nascoste semplicemente da una mascherina del cambio che non consente le due posizioni aggiuntive!
Rimosso il blocco fisico (se si ha pelo, forando alla bisogna la mascherina, se no si prende il ricambio Mitsubishi!) si ottengono due posizioni aggiuntive di rigenerazione!
INCREDIBILE!

Immagine
https://www.facebook.com/groups/Contiam ... 593958223/
http://kiwiev.com/modifications/
http://kwsaki.blogspot.it/2015/09/more- ... -zero.html


AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ


valca
Messaggi: 535
Iscritto il: 27/10/2016, 20:36

Re: Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

Messaggioda valca » 07/03/2017, 7:37

incredibile , una tecnologia gia' disponibile nascosta da una mascherina che non permette l'utilizzo...........ma che senso ha ????

Avatar utente
Lucalaser
Messaggi: 35
Iscritto il: 03/03/2017, 16:19

Re: Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

Messaggioda Lucalaser » 10/03/2017, 17:53

Sicuramente si tratta di accordi commerciali tra i due marchi.
Forse non sanno che esiste da un po' di tempo internet e la gente si scambia informazioni....chissà se speravano di nascondere per sempre questo segreto...
Si nota come il tuo ricambio giapponese sia per una guida a destra, in quanto a differenza di quello originale ha le lettere impresse a destra, visibili dal guidatore.

Avatar utente
aldodal
Messaggi: 311
Iscritto il: 30/07/2016, 11:47
Località: Busto Arsizio
Veicolo: Citroen c-zero 2011
Contatta:

Re: Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

Messaggioda aldodal » 03/03/2018, 19:57

selidori ha scritto:Quello che sentivo dire da tempo è vero: la Citroen C-Zero e a Peugeout ION ha due marce aggiuntive di rigenerazione (come la Mitsubishi Ion di cui sono cloni) nascoste semplicemente da una mascherina del cambio che non consente le due posizioni aggiuntive!
Rimosso il blocco fisico (se si ha pelo, forando alla bisogna la mascherina, se no si prende il ricambio Mitsubishi!) si ottengono due posizioni aggiuntive di rigenerazione!
INCREDIBILE!

Immagine
https://www.facebook.com/groups/Contiam ... 593958223/
http://kiwiev.com/modifications/
http://kwsaki.blogspot.it/2015/09/more- ... -zero.html


Buongiorno,
ritorno su questo aspetto perchè pur avendo visto il video non ho ben capito quali siano i vantaggi nell'utilizzo delle posizioni B o C

Io viaggio principalmente in pianura: non penso mi sarebbe di molto aiuto per la rigenerazione.
Se qualche esperto mi spiega ringrazio molto

Avete idea di cosa costa il "ricambio" da sostituire?

Grazie
-Aldo- citroen c-zero 2011

Avatar utente
selidori
Messaggi: 8443
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

Messaggioda selidori » 03/03/2018, 20:17

aldodal ha scritto:Avete idea di cosa costa il "ricambio" da sostituire?
99.90$:
https://www.online-parts.co.uk/mitsubis ... anguage=en
2420A081XB
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ


Avatar utente
Papons
Messaggi: 222
Iscritto il: 26/04/2018, 3:21
Località: Pistoia

Re: Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

Messaggioda Papons » 27/04/2018, 15:40

selidori ha scritto:
... non ho ben capito quali siano i vantaggi nell'utilizzo delle posizioni B o C...


la risposta alle tue curiosità dovresti trovarle fra queste righe anche se è un post un po datato

http://mondoelettrico.blogspot.it/2009/12/mitsubishi-i-miev-dettagli-tecnici-e.html

direi che fanno la differenza per quanto riguarda la durata di ogni carica visto che intervengono proprio nel recuperare energia da restituire alla batteria , ma la cosa che non ho capito è se sono inibite nel funzionamento o se funzionano esattamente come la Mitsubishi una volta sostituito il particolare che permette il movimento meccanico della leva come si vede nella foto postata poco sopra .
In quel caso ci sarebbe da chiedersi per quale motivo Peugeot e Citroen ...
...no va beh meglio non farsi troppe domande.

:P

gamalauda
Messaggi: 701
Iscritto il: 22/01/2018, 11:13

Re: Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

Messaggioda gamalauda » 27/04/2018, 17:24

una volta "liberato" il percorso, funzionano senza alcuna inibizione software.

la differenza sta solo nella intensità del freno motore e conseguente maggiore (o minore) recupero di energia.
posizione D: posizione standar - intensità recupero media;

posizione aggiunta B: (brake) massima intensità di recupero in decelerazione;
posizione aggiunta C: (confort) intensità di recupero ridotta al minimo.

preciso che a mio giudizio è sempre preferibile viaggiare con la "C", lasciar scorrere l'auto e sfruttare l'inerzia anzichè riconvertire l'energia cinetica in energia elettrica. ogni trasformazione di energia genera dispersione e dissipazione.
insomma il miglior recupero di energia si effettua sulla ruota e non nelle batterie.

cmq la posizione B diventa molto utile durante le forti discese in montagna; invece di pigiare il piede sul freno ad ogni tornante, è più facile e cmq utile dosare decelerazione e recupero con un piede solo.
anche in città, in caso di guida "nervosa" è più pratico tenere inserita la B, l'auto è più reattiva e risponde immediatamente ai comandi.

perchè in PSA hanno deciso di oscurare la B e la C? apparentemente per una maggior facilità di utilizzo da parte dell'utente medio.
Gamalauda - PEUGEOT 106 electrique

Avatar utente
selidori
Messaggi: 8443
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

Messaggioda selidori » 27/04/2018, 17:38

gamalauda ha scritto:perchè in PSA hanno deciso di oscurare la B e la C? apparentemente per una maggior facilità di utilizzo da parte dell'utente medio.
Questa è già una buona spiegazione ovvero un motivo culturale.
Molto spesso ci sono limiti anche per motivi di licenze o copyright. Magari la PSA dovrebbe pagare 100 per ogni auto venduta ed ha deciso di fare a meno di tale opzione perchè non si ripagherebbe nelle vendite e quindi preferisce auto depotenziate ma con lo sconto. A sua volta il produttore preferisce spendere 20 centesimi di plastica diversa piuttosto che fare una leva e software dedicato per le auto rimarchiate.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ

polianto
Messaggi: 1619
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Re: Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

Messaggioda polianto » 28/04/2018, 22:03

nel recuperare energia da restituire alla batteria


Non voglio fare il professore di fisica ma è meglio precisare una cosa.

L'energia che si recupera in una discesa è l'energia potenziale data dalla formula Ep=mgh, dove m è la massa dell'auto, g la forza di gravità e h è il dislivello totale in discesa del percorso.
In frenata si recupera l'energia cinetica del veicolo, che è data dalla formula Ec=mv²/2 dove m è la massa del veicolo e v la differenza di velocità tra prima e dopo la frenata.
Per cui l'energia massima che si recupera in discesa o in frenata è fissa e non dipende dal livello di recupero impostato sul cambio.

L'impostazione del cambio determina la potenza con cui si recupera questa energia e cioè, al massimo, l'efficienza con cui la si recupera.
Aumentare la potenza della frenata elettrica significa ridurre i metri in cui avviene la riduzione di velocità, ma l'energia che si recupera è la stessa che si ottiene con una frenata più lunga e più dolce. Anzi, probabilmente il massimo recupero elettrico si ottiene con una frenata più lunga, in cui la corrente di recupero è più bassa e quindi in cui le componenti elettriche (cavi, centralina, batterie) dissipano meno energia e ne riescono a re-immettere nella batteria una maggiore percentuale.

l'importante è non frenare con forza avendo impostato una potenza di frenatura elettrica bassa, perché in quel caso si trasforma l'energia cinetica in calore tramite le pastiglie dei freni invece che in energia elettrica. Cioè cercare di usare il meno possibile la frenatura meccanica e il più possibile la frenatura elettrica.

perchè in PSA hanno deciso di oscurare la B e la C? apparentemente per una maggior facilità di utilizzo da parte dell'utente medio.


E' come il pulsante che cambia la mappatura della centralina nei motori termici, l'utente medio che ha uno stile di guida standard non sa che farsene, anzi magari la vede come una complicazione inutile, il guidatore evoluto che vuole adeguare l'auto al proprio stile di guida di quel momento sa a cosa serve e la usa a seconda della situazione.

Ciao Antonio
VW e-UP! detta EPPA

polianto
Messaggi: 1619
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Re: Marce nascoste nella Citroën C-Zero e Peugeot iOn

Messaggioda polianto » 28/04/2018, 22:13

Per cui l'energia massima che si recupera in discesa ... è fissa


Anzi, in verità un modo ci sarebbe, ed è quello utilizzato per funzionare da molte funicolari nel secolo scorso.
Aumentare la massa dell'auto in discesa e diminuirla in salita.

Come?

Facile :!:

Taniche nel bagagliaio, in cima al passo si riempono d'acqua e all'inizio della salita si svuotano.
Non molto pratico ma efficace! :D

Ciao Antonio
VW e-UP! detta EPPA



Torna a “Mitsubishi i-MiEV, Citroën C-Zero e Peugeot iOn”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti