Messaggio intimidatorio da un elettrizzato mentre caricavo

Sezione creata per raccontare multa fatte dare e rimozioni effettuate così da incentivare la liberazione degli stalli di ricarica da occupazioni abusive
Gieffe
Messaggi: 306
Iscritto il: 28/06/2019, 9:37
Località: Roma
Veicolo: Hyundai Ioniq PHEV

Re: Messaggio intimidatorio da un elettrizzato mentre caricavo

Messaggioda Gieffe » 14/10/2020, 9:31

Io sono abbastanza sensibile a questo tema perchè con la plugin mi attacco a una presa da 20 e ricarico a 3,7. Intanto si potrebbe mettere la presa tipo 2 anche dal lato sinistro delle colonnine, invece delle prese industriali che non ho mai visto usare a nessuno, magari lasciando la potenza a 16A da quel lato, così la possono usare quelli che non sfruttano le potenze più alte. E poi a complicare le cose ora stanno uscendo quadricicli tipo la Citroen Ami che si ricaricano con la shucko...

Insomma, bisogna che ci decidiamo: la mobilità elettrica è solo per chi ha il box e può caricare a casa sua? Se la risposta è no, bisognerebbe elaborare una strategia che comprenda quadricicli, plug in ed elettriche ad alta velocità di carica




porf
Messaggi: 392
Iscritto il: 30/06/2020, 15:06
Località: Roma
Veicolo: Zoe ZE50 R135

Re: Messaggio intimidatorio da un elettrizzato mentre caricavo

Messaggioda porf » 14/10/2020, 9:39

Gieffe ha scritto:Insomma, bisogna che ci decidiamo: la mobilità elettrica è solo per chi ha il box e può caricare a casa sua? Se la risposta è no, bisognerebbe elaborare una strategia che comprenda quadricicli, plug in ed elettriche ad alta velocità di carica


Se è così allora che adeguassero anche la rete di distribuzione.
E' inconcepibile che a Roma nonostante abbia un box, non possa caricare perchè non mi portano il neutro.

marcober
Messaggi: 8649
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Messaggio intimidatorio da un elettrizzato mentre caricavo

Messaggioda marcober » 14/10/2020, 10:12

Gieffe ha scritto:Io sono abbastanza sensibile a questo tema perchè con la plugin mi attacco a una presa da 20 e ricarico a 3,7.


le PlugIn sono un simpatico "intermezzo" nell'evoluzione della specie..destinate ad una rapida estinzione..saranno ricordate come i maggiolini con le bombole di metano sul tetto....roba da "quando ero giovane io..." attorno al caminetto coi nipotini.
Non ci perderei tempo a fare una infrastttuttura per loro..hanno il termico per uso che va oltre la "ricarica domestica"..fine problema.

Per le elettriche invece il tema si pone...andremo verso la presenza di "una presa da 3 kw ogni parcheggio"...oppure poche prese in DC e si carica quando serve?

Io penso che :
- data aumento taglia batterie...(la Zoe dal 2017 al 2020 è passata da 22 a 52 kwh..la Leaf da 24 a 60..etc) e parallela diminuzione pesi/costi.
- data aumento della velocita di carica sule DC...da 50 kw di 2 anni fa a 100 kw oggi sulle utilitarie e 150/220 sulle berlinette.
- dato il delta costo fra ricarica pubblica e privata..che per ovvie ragioni non potrà annullarsi
- dato che il costo + competitivo lo avremo su ricariche ad alta potenza fatte su punti di ricarica con decine di postazioni..dato che costo investimento per kwh erogato scende.
- dato che abbiamo centro storici dove portare elevate potenze è un problema e dove infrastrutturare in modo pesante (ogni parcheggio) è anche poco elegante
- dato che quando avremo % di EV attorno al 50% i Comuni dovranno tornare a far pagare il parcheggio anche a chi è in carica...probabilmente addebitando uso stalli all'operatore, che poi si rivale su chi carica (oggi il Comune li concede gratis!)..il che farà aumentare il costo del kwh per chi preleva poco per lungo tempo.
- dato che chi abita nei grossi centri sarà spinto (con tassazioni su possesso e ticket ingresso centro) ad usare i mezzi pubblici e lo sharing , e la % di famiglie che posseggono auto calerà nel tempo
- con auto guida autonoma questo trand sarà enormemente incrementato nei grossi centri
- dato che treno veloce diventa sempre piu capillare e dunque useremo meno auto.
- dato che smart working non potrà tornare indietro ..idem le riunioni virtuali di lavoro/scuola
- dato che la rete elettrica deve diventare "smart" e che ci sono finanziamenti EU per farlo..il che significa potenziare la rete italiana (3 kw monofase domestico) verso potenze piu "europee" (10 kw trifase), il che incentiverà la ricarica domestica piu rapida ed efficiente
- dato che ogni casa /condominio avrà FV e accumulo tampone
- dato che ogni datore di lavoro avra fra i benefit erogati il posteggio per la ricarica a prezzi convenzionati e concorrenziali (minori che a casa)

Io penso che il mercato si orienterà verso poche stazioni di ricarica..messe su strade trafficate e grossi centri commerciali...ad alta potenza..da usare poche volte volte a settimana per rapidi biberonaggi ..salvo chi è in viaggio per centinaia di km che allora caricherà per il tempo che serve (ma in autostrada).
Invece il concetto "una presa ogni parcheggio" mi sembra inefficiente e inutilmente costoso.. intendo dal punto di vista della creazione ma anche gestione (manutenzione del punto...connessione SIM..gestione di pagamento di importi ridicoli,etc).
AL limite li potremo vedere in parcheggi privati dove si paga un ingresso...magari bello caro (aeroporti, porti, stazioni)..e che possono avere una semplice presa Plug&Play da 3 kw..che allora costa poco...non va gestista da App come azionamento e pagamento...paghi energia cara (nel senso che parcheggio è caro e dunque il gestore si ripaga anche della corrente che eroga...e anzi con questo servizio giustifica il costo di magari 30 euro al giorno).
Al limite in quartieri anni 70 dove l'edilizia è stata fatta senza programmare posti auto..che però sono i quartieri che stiamo man mano "riconvertendo" e che saranno magari anche gli ultimi a migrare a EV dato il reddito pro capite inferiore.
Ultima modifica di marcober il 14/10/2020, 11:20, modificato 1 volta in totale.
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC
Se non la conosci scarica https://www.needtocharge.com/

Avatar utente
selidori
Messaggi: 9821
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Messaggio intimidatorio da un elettrizzato mentre caricavo

Messaggioda selidori » 14/10/2020, 10:23

Gieffe ha scritto:Io sono abbastanza sensibile a questo tema perchè con la plugin mi attacco a una presa da 20 e ricarico a 3,7. Intanto si potrebbe mettere la presa tipo 2 anche dal lato sinistro delle colonnine, invece delle prese industriali che non ho mai visto usare a nessuno, magari lasciando la potenza a 16A da quel lato, così la possono usare quelli che non sfruttano le potenze più alte. E poi a complicare le cose ora stanno uscendo quadricicli tipo la Citroen Ami che si ricaricano con la shucko...
Premesso che bisognerà vedere come esce effettivamente in Italia la AMI, penso che tu quando parli di "mettere dal''altra parte altre tipo2 invece delle industrali" ti riferisci al fatto che (alcune, non tutte) le colonnine (enelx) dall'altra parte hanno la 3A (non industriale) dal quale qualsiasi macchina si può regolarmente caricare (a 3.7, limite della presa) basta munirsi cavo apposito.

Precisazione a parte, il tuo discorso non cambia, il concetto rimane e lo condivido. Sarei anche io favorevole oramai a mettere sempre e solo tipo2, ma un decennio fa la presa 3A fu voluta e pagata da Renault ad ENELDRIVE (cioè Renault sovvenzionò il progetto di EnelDrive ma in cambio voleva quelle prese che vanno bene per la Twizy). Anche se non ho nessun dato, ho il sospetto che abbiano pattuito un numero minimo di prese e che ENELDRIVE (nel frattempo diventata ENELX) non le abbia ad oggi ancora installate ed è per questo che non riesce a liberarsi di questo vincolo (tuttavia legittimo: se gli altri costruttori che usano solo tipo2 (meno male) vogliono potrebbero anche loro contribuire verso ENELX e "comprargli" delle prese.... è però anche vero che "gli altri costruttori" di fatto regalerebbero una presa a tutti i marchi di auto, quindi la cosa non avrebbe commercialmente senso).
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi | FAQ

Gieffe
Messaggi: 306
Iscritto il: 28/06/2019, 9:37
Località: Roma
Veicolo: Hyundai Ioniq PHEV

Re: Messaggio intimidatorio da un elettrizzato mentre caricavo

Messaggioda Gieffe » 14/10/2020, 10:38

selidori ha scritto:
Gieffe ha scritto:Io sono abbastanza sensibile a questo tema perchè con la plugin mi attacco a una presa da 20 e ricarico a 3,7. Intanto si potrebbe mettere la presa tipo 2 anche dal lato sinistro delle colonnine, invece delle prese industriali che non ho mai visto usare a nessuno, magari lasciando la potenza a 16A da quel lato, così la possono usare quelli che non sfruttano le potenze più alte. E poi a complicare le cose ora stanno uscendo quadricicli tipo la Citroen Ami che si ricaricano con la shucko...
Premesso che bisognerà vedere come esce effettivamente in Italia la AMI, penso che tu quando parli di "mettere dal''altra parte altre tipo2 invece delle industrali" ti riferisci al fatto che (alcune, non tutte) le colonnine (enelx) dall'altra parte hanno la 3A (non industriale) dal quale qualsiasi macchina si può regolarmente caricare (a 3.7, limite della presa) basta munirsi cavo apposito.



Si, quello. Tra l'altro sul tema non mi è chiara una cosa ma apro un opportuno post per non incorrere nelle ire del moderatore


FERRETTI51
Messaggi: 10
Iscritto il: 27/10/2019, 12:13
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf

Re: Messaggio intimidatorio da un elettrizzato mentre caricavo

Messaggioda FERRETTI51 » 19/10/2020, 19:12

luctun ha scritto:
FERRETTI51 ha scritto:Sicuramente questo signore non capito nulla di cosa vuol dire la ricarica,
di fatto però le colonnine da 4,5 kw non hanno alcun senso per una funzionale mobilità elettrica.

Ma non è vero per niente. Anzi, in tanti casi sono comodissime. Ti dirò di più: in città a non essere troppo funzionali sono le fast

Dopo tre anni di utilizzo di auto elettrica e 40000 km percorsi posso sicuramente confermare che
una funzionale mobilità elettrica non è compatibile con le colonnine slow installate.
( da sostituire con ricarica rapida, perciò investimenti buttati al vento in quanto
tante delle attuali colonnine da 5/7/22 kw hanno fatto un servizio di pochissime ore )
A conferma di queste valutazioni ora ENEL X sta incrementando rapidamente ( speriamo )
l’installazione delle colonnine Fast anche in autostrada che risultano incredibilmente sprovviste.



Torna a “Multe e Rimozioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti