Mi presento - ricaricare in condominio

Il primo messaggio può essere scritto qui così da sbloccare la partecipazione alle altre sezioni del forum.
ginorosi
Messaggi: 1303
Iscritto il: 31/03/2017, 8:55
Località: Fiorenza

Re: Mi presento - ricaricare in condominio

Messaggioda ginorosi » 05/06/2017, 23:34

claudio.amadori ha scritto:Tuttavia una certa differenza è legata al fatto che si tratta di una utenza principale anzichè una pertinenza.

te lo ha spigato meglio marcober (e stai tranquillo che ha ragione al 99% :D )
se metti una una o più colonnine di ricarica ammesso che il condominio approvi , chi paga i kwh che vengono usati da 1 su 10 , tutti ? perchè io che non auto elettrica dovrei pagare per chi và elettrico ?
tanto per capire .....


Renault Zoe Q210 2013


Avatar utente
claudio.amadori
Messaggi: 536
Iscritto il: 01/03/2016, 16:27

Re: Mi presento - ricaricare in condominio

Messaggioda claudio.amadori » 05/06/2017, 23:41

marcober ha scritto:Se un condominio mette una colonnina e tutti spillano e si divide sui millesimi, si può fare...perché se ne fa un uso comune e indistinto...


Se le cose stanno così mettiamoci pure una pietra sopra! in Italia la ricarica condominiale è vietata! :cry:
Punto e basta, non pensiamoci più.
Perché la ripartizione in millesimi, l'unica ammessa, è in teoria fattibile ma difficilmente accettabile da un condominio per motivi di equità (c'è chi carica tanto, chi tantissimo, chi poco, chi nulla... che senso ha pagare a millesimi quando hanno inventato i contatori ma è vietato usarli?).
Aspettiamo il prossimo regolamento, la prossima direttiva o, perché no?, la prossima sentenza che ammetta altri criteri di ripartizione delle spese condominiali per la ricarica.... (mumble, mumble...).

Avatar utente
claudio.amadori
Messaggi: 536
Iscritto il: 01/03/2016, 16:27

Re: Mi presento - ricaricare in condominio

Messaggioda claudio.amadori » 05/06/2017, 23:55

marcober ha scritto:Non puoi usare BTA per alimentare consumi specifici di un solo condomino.
Se BTA illumina il singolo box del condomino, abbiamo una situazione illegale, magari tollerata, ma comunque illegale.
Si dovrebbe illuminare il garage Comune indiviso...o il cortile...ma non il singolo box.


E' quello che si fa in milioni di condomìni, probabilmente la maggioranza (solo una parte ha cantina/box alimentati dal contatore dell'appartamento).
Normalmente ripartendo la spesa in millesimi. Qualche volta con contatori ripartitori.

ginorosi
Messaggi: 1303
Iscritto il: 31/03/2017, 8:55
Località: Fiorenza

Re: Mi presento - ricaricare in condominio

Messaggioda ginorosi » 06/06/2017, 8:22

milioni di condomini non esistono nemmeno :D diciamo qualche migliaio con box e garage .....
nel mio dove non ci sono garage, ma solo cantine sono alimentati dall'abitazione....

Nel caso ,se conviene, dovrebbe portarsi la linea da casa o chiedere un nuovo allaccio ad enel penserei......
Renault Zoe Q210 2013

marcober
Messaggi: 3175
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Mi presento - ricaricare in condominio

Messaggioda marcober » 06/06/2017, 9:19

Vero che si fa (onestamente non ho mai visto farlo con contatori ripartitori, proprio perche essendo illegale, meglio non lasciare traccia che esiste anche una ripartizione "del consumo"...meglio comunque suddividere sui millesimi, in modo che il consumo appaia anche formalmente come un consumo comune indiviso), ma non si potrebbe..perche allo per assurdo come dice Gino, alimento intero palazzo con contatore comune (di certo di taglia inferiore ala somam dei singoli) e poi suddivido internamente.
Purtroppo una parte degli Oneri di Rete sono suddivisi sul FISSO (sulla Potenza) e in questo modo verrebbero evasi.
E poi ci sono condomini residenti e altri no, con tariffe diverse
E poi c'è il discorso canone rai
Insomma..non si puo fare..e NON esiste una Norma che preveda UNA eccezione per i box...diciamo che enel lo tollera e non si impunta..tanto sa been che comunque presso le singole abitazioni comunque il contatore c'è e i fissi li prende lo stesso....ma resta illegale uso su superfici private di energia del contatore comune.

Come ti dicevo..esiste una direttiva in discussione che prevede le "comunita energetiche"..ma dai primo commenti di Aeeg, hanno in mente di "attivare" tale normativa solo epr le "comunita" che fanno anche autoproduzione,,,e al loro idea non è comunque quella di permettere di levare i singoli contatori per metterne uno centrale comune e poi suddividere..ma "semplicemente" quello di permettere alla comunita di avere un punto di IMMISSIONE di un impianto di produzione FER che è COMUNE (condominiale) ..e poi permettere lo SCAMBIO SUL POSTO a TUTTI i partecipanti al condominio.
In tal modo è chiaro che ognuno resta "utente finale" autonomo con sui contatore (e aga fissi)..ma beneficia pro quota dell'energia Immessa attraverso lo SCAMBIO.
A mio parere, tale "proposta" non è proprio aderente al dettame Comunitario, in quanto di fatto non permette AUTOCOSNUMO vero e prorpio, ma solo un "ristoro" di parte degli Oneri rete e Sistema pagati (ma non i fissi), per cui temo c saranno ricorsi se la fanno cosi...anche se tuttavia sarebbe un bel passo in avanti.

Tornando alle colonnine condominiali..il problema sta nel fatto che energia prelevata non è usata per uno scopo comune e su superficie comune..ma per u uso provato su superficie privata (di solito box o parcheggio privato).
Per fare un parallelo,,l'ascensore è usato dal singolo..ma è comunque uno spazio comune..se uno avesse box nell'interrato e appartamento a pian terreno e si mettesse un suo ascensore che collega suo box a suo appartamento..non potrebbe chiedere di alimentarlo dal contatore condominiale..perche ne fa un uso esclusivo su spazio esclusivo
Se invece ci fosse un auto elettrica "condominiale"..ad esempio in uso ai guardiani di un super-condominio (esempio comprensorio turistico da 2000 appartamenti...vedi Pineta di Arenzano ad esempio), allora ci sarebbe una colonnina condominiale

Resta valida la Norma che hai citato tu..ma che non riguarda colonnine "condominiali"..ma la possibilità di poter mettere "a proprie spese" colonnine "nel condominio" anche senza approvazione del condominio..salvo il diritto di chi non beneficia dei lavori edili propedeutici (tutti gli altri) di NON partecipare alle spese (insomma..la regola è che chiedi permesso..assemblea autorizza a tue spese, MA se non autorizza, lo fai lo stesso a tue spese salvo decoro e staticità)
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC


Avatar utente
giovanni.pietrangelo
Messaggi: 5
Iscritto il: 21/05/2017, 12:53

Re: Mi presento - ricaricare in condominio

Messaggioda giovanni.pietrangelo » 06/06/2017, 10:16

Grazie a tutti. Noto che il tema che ho sollevato è ancora abbastanza ingarbugliato. Il problema è che il mio contatore (che si trova nell'androne della mia scala) è distante circa 200 metri e su un altro piano rispetto al posto auto di pertinenza. Mentre esiste una sottocentrale condominiale al livello dei posti auto. Vedo, a questo punto, queste possibili soluzioni:
- allacciare la wall box al mio contatore (mi costerebbe tanto in termini di cavidotto, immagino, sempre che sia fattibile)
- installare un nuovo contatore a mio nome collegato alla rete tramite sottocentrale del condominio (impatto minore dei costi per cavidotto, ma costi di gestione raddoppiati per contatori!)
- altre soluzioni?
Certo che bisognerebbe trovare delle soluzioni per i condomini!!! Tanta gente vive nei condomini in città. E' difficile che ci sia un "cambio di paradigma" sugli EV se poi non si ha la possibilità di ricaricare comodamente nel proprio posto auto, quando si rientra a casa la sera!
Ci dovrebbero poi essere delle agevolazioni fiscali per far si che un condominio "si converta" alla mobilità sostenibile; altrimenti diventa un percorso a ostacoli. E non tutti sono così determinati da superare tutti gli ostacoli!
Scusate lo sfogo...
Cosa ne pensate?

marcober
Messaggi: 3175
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Mi presento - ricaricare in condominio

Messaggioda marcober » 06/06/2017, 23:10

Economicamente meglio la prima.
Una soluzione di compromesso...chiedere all'amministratore di derivare una presa dal contatore condominiale, con contatore di misura e rimborsare condominio...non legale ma se amministratore accetta...e se lo fa un elettricista abilitato...soluzione italiana a burocrazia italiota.
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC

Avatar utente
claudio.amadori
Messaggi: 536
Iscritto il: 01/03/2016, 16:27

Re: Mi presento - ricaricare in condominio

Messaggioda claudio.amadori » 07/06/2017, 9:18

marcober ha scritto:con contatore di misura e rimborsare condominio...


Il famoso contachilowattora che non va confuso con un contatore che è tutta un'altra cosa! :P



Torna a “Presentazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti