Mi presento.

Il primo messaggio può essere scritto qui così da sbloccare la partecipazione alle altre sezioni del forum.
Avatar utente
salvatore.corvaglia
Messaggi: 1
Iscritto il: 26/02/2019, 6:09

Re: Mi presento.

Messaggioda salvatore.corvaglia » 26/02/2019, 6:23

Ciao Carlo ne è passato tempo dal Maffei, bella scelta la Kona è tra le più efficienti. Ah! Stiamo organizzando una serata tra noi del Maffei se ti interessa contattami. Ciao!




Avatar utente
carlo-giuseppe.cason
Messaggi: 22
Iscritto il: 16/11/2018, 22:50

Ancora non ci siamo.

Messaggioda carlo-giuseppe.cason » 18/03/2019, 22:59

Allora, ho impiegato le mie serate per mesi a fare valutazioni, per quanto mi riguarda ancora non ci siamo.

Mie esigenze:
- Per me va bene pagare di più per fare da "early adopter" ma non posso andare oltre i 50k, ora per le ICE il mio limite è 20k quindi sto mettendo in una EV molti soldi in più che so già di non poter mai più recuperare, anche ricaricando 500000km a casa.
- Per me va bene programmare i lunghi viaggi ma più di 30 minuti di ricarica iniziano a non funzionare più con auto che possono arrivare facilmente a 50k.
- Non ha senso fermarsi ogni 100km di viaggio in autostrada, OK uscire di pochi km ma si devono poter fare tappe di almeno 250/300km a 115/120 km/h di tachimetro, altrimenti le cose iniziano a non funzionar più con auto che possono arrivare facilmente a 50k.
- Durante la ricarica devo poter usufruire di posti dove non mi risucchiano il portafoglio, ho già speso di più per l'auto ma non mi va di farmi strozzinare di nuovo tutte le volte che faccio un viaggio.
- Cercare l'hotel con le colonnine significa bruciare le poche occasioni di risparmio che si trovano quando si programma una vacanza, ho già speso di più per l'auto ma non mi va di spendere di più anche tutte le volte che vado in vacanza.
- Anche le colonnine pubbliche "slow" per ora non si trovano ad ogni angolo di strada, quindi devo poter lasciare l'auto "unplugged" in strada durante tutta la vacanza senza perdere più del 10% di batteria anche tenendo l'auto ferma 15 giorni, perché devo poi poter tornare indietro alla "fast" più vicina a fine vacanza.

Tesla:
- Difficilmente si riuscirà a breve a comprare una Tesla con autonomia adeguata (più di 450km) a meno di 50k.
- Supercharger, la diffusione è rallentata ultimamente per aspettare il V3 (fonte: Elon Musk alla presentazione della Model Y), OK vediamo cosa succede quest'anno ad esempio sul litorale tirrenico, dopo Massa c'è il deserto totale fino a dopo Roma, quasi impossibile arrivarci anche con una Tesla, tantomeno andare da Genova al mare a Orbetello/Capalbio e tornare indietro.
- Velocità di ricarica, Supercharger V3 per me è OK (20 minuti per una sessione 10-80 con la M3 o la futura MY), anche leggermente sovrabbondante. Da noi arriverà alle calende greche.
- "Vampire drain", ma è possibile che non si possa mettere un interruttore fisico, ad esempio di fianco alla porta di ricarica, che stacca tutto?
- Un buon 80% dei Supercharger, almeno da noi, sono in hotel dai nomi altisonanti (o addirittura golf club tipo a Cavaglià) che sembrano messi lì apposta per inseguire il tuo portafoglio. Ma è possibile non averli messi in un centro commerciale o in un outlet (l'unico Supercharger in un outlet è quello di Palmanova)?

Non Tesla:
- Ionity ha installato una stazione a Valdichiana outlet, con Enel (perfetta, visto che AISCAT nicchia…) ma le altre annunciate (sempre con Enel e con ENI)?
- Le "fast" standard 50kW di Enel/Duferco/Alperia eccetera in realtà sono troppo lente (1h per una sessione 10-80 quando va bene, vedi sotto), la dislocazione è già migliore di Tesla ma ci sono troppi supermercati Conad e troppo pochi centri commerciali ai bordi delle autostrade (come invece dovrebbe essere, visto che AISCAT per ora rimbalza le richieste).
- Rapid Gate della Leaf (probabilmente anche le 62kWh e+ MY2019), Cold Gate del powertrain Hyundai/Kia e in generale potenza di ricarica non paragonabile a Tesla, insomma non ce ne rimane una a prezzi umani che ti garantisca un tempo di ricarica e quindi un tempo di percorrenza decente o almeno stimabile a priori. Vediamo cosa fa la WV ID, anche se i 125kW promessi saranno di picco (come i 250kW della Tesla M3) e si ridurranno alla metà effettiva nella sessione 10-80 (significa 40 minuti di ricarica da Ionity e 1h alle varie "fast" 50kW, già non più accettabili).
- Copertura "fast" standard 50kW attuale (raggio di 100km) tra il 60% e il 65% del territorio in aumento (potenziale di arrivare all'80%, e poi?), parti importanti ancora scoperte (di nuovo il litorale a sud della Toscana, senza alcuna previsione di copertura), con 30/50k di auto devo poter andare dappertutto e ora in alcune parti del territorio non c'è modo, o almeno non di farlo in tempi ragionevoli con le "fast".

Conclusioni:
Ancora non ci siamo, vediamo fra 2 o 3 anni (quando la mia ICE avrà esalato l'ultimo respiro) come butta…

Avatar utente
andrea.ceria
Messaggi: 85
Iscritto il: 18/03/2017, 13:46
Località: Canelli (AT)

Re: Mi presento.

Messaggioda andrea.ceria » 18/03/2019, 23:36

Benvenuto.
Non ho capito se sei altamente scettico (basta noleggiare una EV per una settimana per capire se è la macchina per sé. L'anno scorso ho girato il Belgio da cima a fondo in 3 giorni con una i3 Rex senza mai far partire il bicilindrico nel baule. Senza ansia. Ovviamente non mi cruccio del fatto che non potrò andare in vacanza in Molise...) oppure se sei un troll con tanto tempo d'avanzo.
Citybike Scott motorizzata con kit Swytch 250W + Peugeot iOn 2013

tonyelle
Messaggi: 690
Iscritto il: 30/01/2017, 11:36

Re: Mi presento.

Messaggioda tonyelle » 18/03/2019, 23:46

Ciao sarebbe molto lungo risponderti punto per punto, mi soffermo solo su alcune cose generiche e riguardo Tesla, premettiamo che ormai entro L anno dovrebbero uscire modelli di auto con 60kwh di batterie e ricarica rapida chademo a cifre sotto i 50000 euro e quindi metà dei tuoi dubbi si potrebbero già risolvere...riguardo a Tesla sono anche io del tuo parere che già ho speso e non voglio spendere altro, difatti come anche altri possessori del marchio potranno confermare, nonostante i supercharger siano in posti “noti” puoi benissimo lasciare la macchina in carica e andare altrove, io ad esempio proprio a cavaglià mi sono più volte fermato non consumando nulla visto che mi serviva un rabbocco, altre volte passando dal golf, una bottiglietta d acqua 1 euro e ho utilizzato i bagni puliti e profumati che in stazioni di servizio ti sogni, a Melegnano, supercharger in hotel caffè 1,50 bagni puliti e profumati, tornato in giornata dalla Puglia 2 ricariche di 1 ora, colazione in bar di hotel x due persone 6 euro e pranzo al ristorante dove c’era il super charger...questo per dirti che anche chi ha Tesla non si fa fregare e tanto meno le attività che ospitano supercharger sono folli anche perché non ci andrebbe nessuno...mi spiace che ci sia una visione sbagliata del viaggiare in elettrico...L unica cosa sarebbe farsi prestare o noleggiare una macchina elettrica (con adeguate caratteristiche) per un periodo di tempo e vedrai che ti ricrederai...e lo dico contro voglia perché meno siamo e meglio stiamo...
|Ex Zoe 22kwh-41kwh>Tesla Ms100kwh-twizy 80-Smart ED<|

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 8761
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Mi presento.

Messaggioda marco » 19/03/2019, 7:40

C'è anche da dire che un po' di sacrificio è necessario per salvare il pianeta (non come Toninelli e simili, che il sacrificio lo fanno fare agli altri).
Se attendi il punto di pareggio, ovvero di farti 1000 km d'un colpo in autostrada come già si può fare da decenni con un pandino, dovrai attendere ancora anni.
Il clima però non attende, si vociferano di 12 anni al punto di non ritorno e forse sono ottimisti... per cui vedi tu quali sono le tue priorità: ognuno ha la sua sensibilità, ma noi tutti non abbiamo alcun dubbio su quale sia la strada "giusta" da seguire (e non significa la più comoda, come neanche la più economica)
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


mpeluc
Messaggi: 34
Iscritto il: 30/12/2018, 18:59

Re: Mi presento.

Messaggioda mpeluc » 19/03/2019, 12:19

Premetto che esprimerò solo la mia opinione, secondo il mio punto di vista e le mie necessità, inoltre voglio pure dire che non possiedo un’auto elettrica solo per il fatto che l’azienda per cui lavoro mi fa spostare da casa con un piccolo mezzo commerciale quando ci sono da fare pochi chilometri e in aereo quando il percorso è più lungo ma comunque l’auto elettrica resta nei miei sogni.
Questa mania di voler arrivare in qualsiasi punto del globo a qualsiasi costo con un’auto elettrica non riesco proprio a capirla. Se durante le ferie, che se tutto va bene nel mio caso hanno scadenza annuale, devo andare in Sicilia e ci voglio andare in auto, mi chiedo per quale motivo dovrei acquistarne una con autonomia di 1500km, che tra le altre cose avrà costi proibitivi. Probabilmente acquistandone una con meno autonomia risparmierò una cifra a sufficiente per permettermi di noleggiare un’auto termica che utilizzerò 15 giorni all’anno per i 10 anni successivi. Sono più che convinto, che se smettessimo di pensare a quale sarà il tratto più lungo di strada che percorreremo probabilmente una sola volta nella vita, ci accorgeremmo che le auto elettriche attualmente in produzione siano più che abbondantemente sufficienti per le nostre esigenze.
Certo, anche io ho dei parenti che esprimono parecchie perplessità quando tocchiamo questo argomento e le motivazioni sono sempre le stesse, hanno acquistato un’auto di grosse dimensioni e di grossa cilindrata perché una volta all’anno devono percorrere 800km e hanno fatto questa scelta perché non gli andava di noleggiare un’auto solo per andare in ferie. La scelta a me pare irrazionale probabilmente sbaglierò io perché questo discorso è abbastanza comune. Inoltre, così facendo non educhiamo le generazioni future a rinunciare ad una piccola comodità per il bene collettivo.

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 8761
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Mi presento.

Messaggioda marco » 19/03/2019, 12:25

mpeluc ha scritto:La scelta a me pare irrazionale probabilmente sbaglierò io perché questo discorso è abbastanza comune


Non sbagli ed anche quasi tutti noi la pensiamo come te, e purtroppo il fatto che sia opinione comune non vuole dire che sia corretto.

Comunque ammetto che quando ero giovincello, il fatto di avere uno scooter (a suo tempo) poi delle moto con serbatoi molto grandi, aveva il loro fascino: montavi su e sapevi che potevi andare velocemente ovunque.

La differenza con i giorni nostri però, è che allora c'erano mezzi puzzoni con serbatoi grandi e mezzi puzzoni con serbatoi piccoli: ora invece ti prendi l'elettrico, che è si con serbatoio piccolo ma è tutt'altra cosa rispetto a veicoli con motori endotermici, e sopratutto non inquinano (e non è proprio un fattore da poco, ma ahimè non è recepito come cosa importante dai più)
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp

andbad
Messaggi: 903
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Ancora non ci siamo.

Messaggioda andbad » 19/03/2019, 12:55

carlo-giuseppe.cason ha scritto:- Non ha senso fermarsi ogni 100km di viaggio in autostrada, OK uscire di pochi km ma si devono poter fare tappe di almeno 250/300km a 115/120 km/h di tachimetro, altrimenti le cose iniziano a non funzionar più con auto che possono arrivare facilmente a 50k.


Mi soffermo solo su questo, perché è un controsenso.
La Model 3 standard (che da noi costerà intorno ai 40k€) ha circa 300-340km a 110-120 all'ora. La stessa Kona (che sta anche sotto i 40k€) sta sui 315km.
Io con la mia umile Leaf del 2016 mi fermo ogni 150km a 110 all'ora....ma costa meno della metà (usata).
Quindi questa tua richiesta direi che è pienamente soddisfatta.

Però concordo sul fatto che ognuno deve farsi i conti in tasca. I miei viaggi non superano in genere i 300km, quindi con 1, massimo 2 soste di mezz'ora sono a posto.
Ma se tu viaggi 1-2 volte al mese per 6-700km, può divenire frustrante dover attendere un'ora per la ricarica. Ancor più se non puoi programmare i viaggi o addirittura hai scadenze di lavoro. Io che viaggio quasi esclusivamente per le vacanze, mi cambia poco arrivare con mezz'ora di ritardo...anche perché le comodità quotidiane sono ben superiori a questa piccola scocciatura.

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

mpeluc
Messaggi: 34
Iscritto il: 30/12/2018, 18:59

Re: Mi presento.

Messaggioda mpeluc » 19/03/2019, 16:52

Non amo fare cross-posting, ma farò un copia e incolla di un mio intervento fatto su questo forum per evitare che chi legga questo mio commento debba andare alla ricerca di precedenti miei interventi. Credo che la ricerca (spannometrica) che ho fatto renda chiaro quanto sia ingiustificabile, per un utente medio che abbia un minimo di disponibilità economica, non passare alla mobilità elettrica.

I detrattori degli EV continuano a sostenere le gli EV non hanno sufficiente autonomia, per andare dove non riesco a capire.
Ho fatto due calcoli, le società di assicurazione sostengono che mediamente un’auto italiana percorre circa 12000km/anno questo vuol dire circa 30km/giorno, quindi la ricarica casalinga per chi ha un box auto è più che sufficiente. Resterebbero esclusi gli utenti che percorrono lunghi viaggi.
Anche qui ho fatto due calcoli, se in Italia ci sono 37 milioni di veicoli che percorrono mediamente 12000km/anno per un totale di 444 miliardi di chilometri, quanti di questi hanno effettuato lunghe percorrenze? Qui ci viene in aiuto la società autostrade che dice 51 miliardi di chilometri nel 2017, prendiamo 444 miliardi e lo dividiamo per 51 miliardi, raggiungiamo la cifra del 12%.


Non penso ci siano altri commenti da fare.

Carlo
Messaggi: 1243
Iscritto il: 23/11/2016, 22:33

Re: Ancora non ci siamo.

Messaggioda Carlo » 19/03/2019, 16:58

carlo-giuseppe.cason ha scritto:Allora, ho impiegato le mie serate per mesi a fare valutazioni, per quanto mi riguarda ancora non ci siamo.


Domanda: ma invece di impiegare serate per mesi, andare in Nissan, farsi dare una LEAF in prova per 3 giorni GRATUITAMENTE e vedere REALMENTE come stanno le cose?
Mi sembra così semplice...

Oh, non dico che questo possa far cambiare idea, assolutamente, ma una prova pratica è decisamente più illuminante, e magari divertente



Torna a “Presentazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti