Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Spazio adibito all'organizzazione, alla segnalazione o descrizione di raduni, flash mob, incontri, viaggi ecc.
Avatar utente
gigiv
Messaggi: 47
Iscritto il: 03/08/2018, 17:59

Re: Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Messaggioda gigiv » 16/03/2019, 10:55

scusate ma il prologo e post prologo non mi sembra centrino con il titolo
non capisco o sbaglio qualcosa


Gigi - Zoe Q 22-FV 3 Kw


Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1856
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Messaggioda gianni.ga » 16/03/2019, 12:01

gigiv ha scritto:scusate ma il prologo e post prologo non mi sembra centrino con il titolo
non capisco o sbaglio qualcosa

Hai ragione.
Mettila così, se non ci fosse stata l'Iliade, poi non ci sarebbe stata l'Odissea. :)
Ti anticipo che ho in mente almeno una decina di capitoli di cui 8 riguardanti il viaggio.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1856
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Messaggioda gianni.ga » 17/03/2019, 7:43

Capitolo 1
La decisione
Non mi ricordo di preciso quando ho cominciato a pensare di acquistare un'auto elettrica.
Di sicuro mi ricordo dell'uscita della CZero e di quanto fosse rivoluzionaria.
Anche l'Ampera mi destò una certa impressione per la sua versatilità.
Ma la decisione di acquistarne una EV è cresciuta in parallelo con l'utilizzo del mio impianto FV
A differenza della maggior parte degli utenti del forumelettrico la motivazione principale non è stata la tutela dell'ambiente, ma l'affidabilità e il risparmio.
Siamo nell'estate del 2016 e ho appena effettuato l'upgrade del fotovoltaico e, come ho scritto nel prologo, avevo un po' di esubero di produzione. Avevo appena ricevuto il rimborso dal gse del 2015 che era circa di 16 cent per ogni kwh immesso e poi consumato, oer cui avevo ben chiaro quale fosse il costo reale di un kwh. Se avessi comprato una ev avrei girato quasi gratuitamente da febbraio a ottobre e al costo di 5 cent al kwh in inverno.
Io guido solo Citroën idropneumatiche per problemi di salute, mentre mia moglie va sempre di corsa e sapevo già che non avrebbe avuto ne voglia nè tempo di tirare fuori i cavo qunado andava al supermercato o la sera quando arrivava in garage.
Mia figlia invece era nella situazione ideale.
Aveva una Punto col cambio automatico del 2013 che prima o poi avrebbe dovuto cambiare e che ogni tanto la faceva arrabbiare perche non teneva il minimo e si spegneva al semaforo.
Mi son Detto: "stai sicuro che un'auto elettrica non si spegne e non c'è bisogno di andare continuamente dal meccanico per registrarla o per cambiare il filtro dei gpl.
Ne parlo con lei e facciamo un progetto a lungo termine.
Le dico:" Ormai hai un lavoro, anche se precario, e dovresti cominciare a mettere da parte i soldi per cambiare macchina. Se vuoi io posso aiutarti, ma solo se la smettiamo di buttare dei soldi in gpl e meccanico".
Sono stato molto convincente.
Per lei i risparmio è stata la leva assoluta.
La Punto intanto continuava a svolgere egregiamente il suo lavoro finchè a metà 2017 si è rotto il cambio.
Abbiamo chiesto un preventivo alla Fiat che ci ha chiesto la modica cifra di 4000 euro più montaggio.
La situazione stava precipitando, ma non ero ancora preparato per fare il passaggio all'elettrico.
Fortunatamente trovo su internet un cambio usato del 2012 per 150 euro. Lo compro alla cieca incrociando le dita e con altri 150 euro lo monto sulla Punto.
Fortunatamente va tutto bene ma mi dico che non voglio più trovarmi in questa situazione.
Men che meno mia figlia che per 15 giorni è dovuta andare a lavorare con l'xm storica.
Gran macchina, ma non certo adatta per girare in città e con un costo per benzina e assicuraizone temporanea non sostenibile.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1856
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Messaggioda gianni.ga » 18/03/2019, 11:40

Capitolo 2
La scelta del modello
Nel mese di dicembre 2017 comincia la mia ricerca su internet.
Prima di tutto leggo con avidità questo forum per evitare di fare delle domande che avessero già avuto una risposta.
Grazie anche alla cultura che mi ero fatto su Forumelettrico, mi sono dato pochi vincoli ma tassativi.
1. L'auto deve essere comoda e assorbire bene le asperità della strada
2. Batteria di proprietà
3. Costo fra 10 e 12 mila euro
4. Climatizzazione da remoto
Ho cercato su Autoscout ma i filtri di ricerca non mi hanno dato molte opzioni:
- molte czero e qualche ion
- qualche zoe, ma tutte con batteria a noleggio
- pochissime Leaf prima serie ante 2013 o seconda serie visia.
La Czero non piaceva a mia figlia e la zoe non rispettava uno dei requisiti.
L'unica opzione era pertanto la Leaf.
Dovevo soltanto scegliere la versione e verificare se le dimensioni erano compatibili col mio garage.
Dimenticavo la missione più difficile:
Convincere mia moglie.
Faccio leva sull'aspetto economico.
La Leaf, con la ricarica domestica mi costerà per ogni anno e 10.000 km meno di 50 euro di energia elettrica e 120 euro di assicurazione.
...
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1856
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Messaggioda gianni.ga » 19/03/2019, 5:43

....
Le dimostro che, anche se aspettiamo a vendere la Punto, si spende meno con due auto di cui un elettrica che con una sola a gpl.
Ammetto che ho tralasciato, da buon statistico, che il vero costo delle Ev è la svalutazione. :)
Tolgo il limite di importo su Autoscout per vedere se c'è qualche Leaf in vendita nelle vicinanze.
Infatti ce n'è una proprio a Imola.
È una Acenta del 2016 con pochi km ma la concessionaria Nissan chiede 20.000 euro.
Chiedo a mia figlia Giulia se vuole andare a vederla.
Oltre che vederla la prova anche ed è talmente entusiasta che da quel momento le piace anche la sua linea particolare.
Il prezzo è trattabile, ma anche 19.000 euro sono troppi.
Dopo qualche settimana ne trovo un'altra a Ravenna.
Costa solo 16.000 euro.
Convinco mia moglie ad accompagnarmi e mi accingo a vedere e provare per la prima volta una Leaf.
L'accoglienza della concessionaria lascia molto a desiderare.
A malapena ci salutano poi ci lasciano su una panca ad aspettare mezz'ora, nonostante avessi preso un appuntamento.
Ma questo è niente, quando finalmente un venditore ci riceve non sa niente della Acenta da 16.000 euro.
Gli faccio vedere l'annuncio e mi dice che è già stata venduta.
Da notare che al telefono avevo chiesto esplicitamente di quell'auto.
Mentre trattengo a stento la rabbia, mi dice che c'è una Tekna flex a 17.000 euro.
Evito di dirgli che non ci penso neanche, ma solo se è possibile provarla.
Purtroppo no perchè è parcheggiata dietro ad altre auto, ma se voglio c'è una Black Edition.
Finalmente una cosa positiva.
La Black edition grigia canna di fucile con i cerchi neri metallizzati è uno spettacolo.
Lascio la guida a mia moglie e mi siedo al lato passeggeri.
Il sedile è morbido e ben sagomato, ma purtroppo le sospensioni non hanno niente a che vedere con le mie idropneumatiche.
Peccato, vorrà dire che la useranno solo le mie donne.
Mia moglie è una pilota, a suo agio col cambio automatico, che usa spesso con le mie Citroën, e col piede abbastanza pesante.
Prova anche a fare un affondo e rimanem un po delusa dalla scarsa accelerazione.
Il venditore si era dimenticato di togliere l'"eco".
Nel complesso rimane soddisfatta.
Chiedo il prezzo della Tekna e soprattutto quanto mi costerebbe in più con la batteria di proprietà.
Dopo qualche giorno la concessionaria mi telefona per dirmi che con la batteria sono 2000 euro in più.
Non mi vedranno mai più, ma il viaggio è stato utilissimo.
Mia moglie ha capito che sto facendo sul serio e ha cominciato ad apprezzare la Leaf, ma soprattutto ho deciso che La Leaf sarà la nostra prima auto elettrica...
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.


Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1856
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Messaggioda gianni.ga » 19/03/2019, 7:33

...
Mia moglie è quasi convinta, ma vedendo la Leaf dal vero ci siamo resi conto di quanto sia grande.
È larga 179 cm che con gli specchietti aperti corrispondono a due metri ed è lunga 449 cm, solo 25 cm meno della C5.
L'apertura del posto auto è di 230 cm e lo spazio di manovra è 6 metri.
Per toglierci qualsiasi dubbio bisogna fare una prova di parcheggio.
Ma dove lo trovo qualcuno che mi presti una Leaf per fare una prova?
Fortunatamente il mio vicino (abitiamo in una trifamigliare) possiede un'auris ibrida che ha le stesse misure della Leaf, è solo più corta di 16 cm.
Il suo modello ha anche la telecamera posteriore.
Quando non parte il motore per il riscaldamento, sembra quasi di guidare una Leaf Acenta.
Gli chiediamo gentilmente se ce la può prestare qualche minuto per fare delle prove.
Bisogna dire che oltre che gentile è anche molto coraggioso.
Mia figlia supera brillantemente la prova.
Verificato ca la Leaf è l'elettrica giusta adesso occorre scegliere la versione e trovarla sul mercato dell'usato ad un prezzo ragionevole.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1856
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Messaggioda gianni.ga » 19/03/2019, 21:13

Capitolo 3
La scelta della versione
Consulto questo sito per studiare le caratteristiche delle varie versioni.
https://www.automoto.it/catalogo/nissan ... fase/53686
Scopro così che c'è una grossa differenza fra il modello fino a ottobre 2013 e quelli successivi.
In particolare il modello in vendita in Italia era in un'unica versione con cerchi in lega e telecamera posteriore.
Leggendo quest'altro sito scopro anche che ci sono delle grosse differenze tecniche fra le due serie.
https://www.johnsavesenergy.com/nissan- ... 12-vs-2013
Soprattutto il peso più leggero e una capacità reale della batteria più alta di circa 3kwh.
Da fine 13 ci sono tre versioni: Visia, Acenta e Tecna.
La Visia ha i cerchi in ferro, il riscaldamento a resistenza e non ha il navigatore nè la retrocamera e nissanconnect è opzionale.
L'Acenta ha i cerchi in lega da 16 pollici, il riscaldamento a pompa di calore, il navigatore, la retrocamera e nissanconnect di serie.
La Tecna ha in più rispetto all'Acenta i cerchi da 17 pollici, 4 telecamere, i sedili in pelle e l'impianto Bose.
Per me i 17 pollici sono una penalizzazione in termini di confort. I sedili in pelle non ci piacciono perchè col tempo induriscono e sono freddi d'estate e caldi d'inverno, anche se col clima da remoto il problema sarebbe meno sentito, l'impianto bose non ci interessa, l'unico vantaggio sarebbero le quattro telecamere.
L'ideale sarebbe la Black edition che ripetto alla Tecna ha i bellissimi cerchi descritti nel secondo capitolo e i sedili in stoffa e la batteria da 30kwh. Ma costa un'esagerazione.
Io e mia figlia optiamo pertanto per l'Acenta.
Su Autoscout ne trovo solo una che costa più di 16.000 euro.
Se ne trovano invece molte degli anni 2012 2013 che hanno l'aspetto esteriore dell'Acenta, ma che scopro poi dopo aver letto il sito di automoto, che si tratta della serie unica 2011.
Ancora ignaro di questa differenza trovo una Leaf uguale identica a quella del nostro amministratore Marco al prezzo di 12.000 euro e dopo qualche sttimana esce anche l'annuncio di quella che poi ho comprato al prezzo di 15.000 euro.
La prima rientra nel mio budget, è bellissima, sembra un'Acenta, allora contatto il venditore.
Siamo ad inizio gennaio 2018 ed inizia una trattativa estenuante. Calcolo on line la quotazione di quattroruote che è inferiore a 10.000 euro, ma il venditore è irremovibile.
Stessa cosa per la mia futura Leaf che è quotata 14.000 euro, ma per la quale il venditore non ha nessuna intenzione di ridurre il prezzo.
Passa un mese senza nessuna novità duranate il quale ne approfitto per farmi una cultura sulle Ev e in particolare sulla Leaf quando inaspettatamente mi chiama il venditore della prima serie chiedendomi se sono ancora interessato.
Gli dico che per 10 mila euro se ne può parlare, mi da la conferma di massima ma si riserva di sentire la quotazione da parte della concessionaria dove deve comprare la nuova.
Attendo con trepidazione per due giorni pensando di avere trovato la nostra Leaf, ma poi ricevo la triste notizia: il concessionaro gli ha offerto uno sconto di 18.000 euro.
Devo ricominciare tutto da capo.
Mi consulto con la famiglia: mia figlia mi dice di non preoccuparmi che contribuirà anche lei.
Lo stesso fa mia moglie.
A questo punto posso fare il salto di livello e passare alla serie 2013.
Metto questo annuncio sul forumelettrico.
cerco-nissan-leaf-modello-acenta-t2324.html
Dopo tre giorni mi risponde Carlo.
Sto quasi per comprare la sua, ma per motivi personali mi scrive che deve tenerla ancora per un po'.
Ricontatto il venditore della Acenta.
Sarà che è passato un mese senza che abbia ricevuto altre offerte, sarà che nel frattempo la quotazione di Quattroruote, che gli mando, si è ridotta ulteriormente, finalmente ci accordiamo per 14.500 euro.
Posso cominciare ad organizzare il viaggio per andare a Roncaro a prendere la futura Leaf di mia figlia. :D
Ultima modifica di gianni.ga il 26/03/2019, 5:54, modificato 1 volta in totale.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1856
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Messaggioda gianni.ga » 21/03/2019, 4:11

Capitolo 4
Preparazione della trasferta
L'auto si trova a Roncaro, un piccolo paese nella campagna fra Pavia e Milano, a 238 km da Imola.
L'acquisto di un'auto usata da un privato lontano da casa e in un solo viaggio comporta alcuni accorgimenti che sono validi anche per le auto termiche.
Mi faccio spedire copia del libretto.
Vado ad una agenzia di pratiche auto per verificare se sull'auto vi sono delle ipoteche.
Non è per mancanza di fiducia, ma il venditore mi aveva detto di avere un finanziamento in corso e non avrei voluto ricevere delle sorprese al momento del passaggio di proprietà.
Mi informo per fare l'assicurazione per il solo giorno del viaggio.
Trovo un'offerta a 50 euro, ma stranamente mi chiede il pagamento tramite una ricarica postepay.
Contatto classonlus e mi dice che è possibile fare una nuova assicurazione in giornata mandando il libretto col cambio di proprietà e copia del bonifico.
Chiedo se va bene anche la copia del bonifico on line mandando un esempio di schermata e mi conferma che è possibile.
Il sistema mi sembra molto più sicuro e pagando poco più del doppio sono assicurato per un anno anzichè per un giorno.
Vado in banca a preparare un assegno circolare non trasferibile intestato al proprietario dell'auto.
La banca mi rassicura che nel caso in cui la vendita non vada a buon fine posso chiedere il rimborso dell'assegno.
Scelgo di pagare con assegno circolare solo una parte dell'importo in quanto non avendo ancora visto di persona l'auto vorrei avere qualche margine di trattativa qualora riscontrassi qualche difetto non evidenziato nell'annuncio.
Chiedo al venditore di lavare l'auto, prima di tutto per fare bella figura con mia moglie, ma anche per verificare che non ci siano problemi alla carrozzeria.
Primo errore: non chiedo se a Roncaro ci sia una agenzia di pratiche auto, ma ancora peggio non faccio neppure una verifica su google prima di partire.
Questo, come vedremo, avrà effetto sul ritardo nell'invio dei documenti all'asicurazione con la conseguenza che il viaggio di ritorno è stato fatto con un'auto non assicurata. :?
...
Ultima modifica di gianni.ga il 22/03/2019, 5:14, modificato 1 volta in totale.
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.

Carlo
Messaggi: 1286
Iscritto il: 23/11/2016, 22:33

Re: Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Messaggioda Carlo » 21/03/2019, 9:26

:shock: :shock: :shock: :shock:

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 1856
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Veicolo: Leaf Acenta 24kwh
Contatta:

Re: Odissea Nissan Leaf 24 kWh, Imola-Roncaro-Imola

Messaggioda gianni.ga » 21/03/2019, 11:16

Carlo ha scritto::shock: :shock: :shock: :shock:

L'auto aveva ancora l'assicurazione del vecchio proprietario.
Ma voi sapete che è necessario il trasferimento del contratto.
Linear dà sette giorni di tempo per comunicare il passaggio.
Non mi ero informato con la compagnia del venditore per fare la pratica perchè pensavo non ce ne fosse bisogno.
Secondo errore.
Vedrete la lunga lista di errori commessi.
Alla fine è andata a finire bene. Siamo arrivati a casa a mezzanotte. Interi, con 18 ore di odissea, ma con entrambe le auto. ;)
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp, caldaia ibrida Rotex 9kw, pdc acs 300 l schuco.



Torna a “Raduni e Viaggi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti