Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Power Cruise Control è un ecosistema di applicazioni per veicoli elettrici con cui si è sempre sicuri di raggiungere la destinazione con l'energia che si ha a disposizione.
aZoenzo
Messaggi: 141
Iscritto il: 29/11/2018, 15:39
Veicolo: Renault Zoe Q210 + b
Contatta:

Re: Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Messaggioda aZoenzo » 02/05/2019, 15:24

sasadj ha scritto:I km residui rispetto a cosa?!? Se inserisco i Km residui tanto vale utilizzare "l'indovinometro".

Li fate già vedere nella scelta della strategia...
Vorrei vedere quel valore, evidenziato in rosso, sempre in real time aggiornato mentre cammino magari a +3% perché avevo 4 kWh in eccesso ed invece vorrei arrivare con 0.
Perché fate vedere i km? Già voi avete inserito 'indovinometro', tanto vale visualizzarlo sempre.

Secondo me il + o - valore % crea molta confusione a meno che non si è scelta già strategia con 0 kWh a destinazione.
Quindi o fate scegliere kWh a destinazione configurabili o visualizzate quelli previsti in base alle attuali condizioni e strategia.
_20190502_151547.JPG
_20190502_151547.JPG (45.62 KiB) Visto 208 volte


Renault Zoe 2013 + batteria 41 kWh powered by Power Cruise Control
Buon azoenzo a tutti!
www.aZoenzo.com
Simulatore costo ricarica www.aZoenzo.com/ricarica-dove-conviene


Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 9735
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Messaggioda marco » 02/05/2019, 20:10

Io ormai viaggio sempre sulla terza schermata, come indicato qui > viaggiare-ad-una-velocita-crescente-con-power-cruise-control-t5408.html , ma concordo che i km residui non possono essere precisi per definizione: l'app non può sapere se dopo l'arrivo a destinazione ci sarà salita o discesa.

Io cerco di stare sul kWh residuo, più meno che più, che in caso di emergenza... almeno nelle grandi città mi dovrebbe consentire di arrivare agevolmente in una colonnina accelerata, in caso la fast risultasse non utilizzabile per qualche motivo.
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp

Avatar utente
sasadj
Messaggi: 229
Iscritto il: 28/09/2017, 16:22
Località: Roma
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Messaggioda sasadj » 06/05/2019, 11:08

aZoenzo ha scritto:Li fate già vedere nella scelta della strategia...
Vorrei vedere quel valore, evidenziato in rosso, sempre in real time aggiornato mentre cammino magari a +3% perché avevo 4 kWh in eccesso ed invece vorrei arrivare con 0.
Perché fate vedere i km? Già voi avete inserito 'indovinometro', tanto vale visualizzarlo sempre.

Secondo me il + o - valore % crea molta confusione a meno che non si è scelta già strategia con 0 kWh a destinazione.
Quindi o fate scegliere kWh a destinazione configurabili o visualizzate quelli previsti in base alle attuali condizioni e strategia.


Quel valore è teorico e vale solo su quella strategia di consumo.
se dopo, come dice marco, c'è un percorso non calcolato quei 23 possono diventare 10 oppure 30...

I km (che io toglierei) a destinazione sono stati inseriti su richiesta di alcuni tester e per semplificare il calcolo alla "signora Maria" ma, per avere una stima affidabile, si dovrebbe far riferimento sempre ai kWh residui.

la percentuale è immediata: sai se stai andando bene o male. Se appare il + stai consumando meno del previsto ed avrai più autonomia a destinazione (infatti il valore è sul verde), se stai consumando più del previsto il valore apparirà col valore negativo "-" con la cifra sul rosso ed avrai, ovviamente, meno autonomia a destinazione.
http://www.mobilitaelettricaroma.it Comitato Promotore Mobilità Elettrica e Sostenibile

Diego
Messaggi: 674
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Messaggioda Diego » 06/05/2019, 14:25

faccio un post "sterile" ma almeno scrivo il mio pensiero.
PCC lo uso solo quando i miei 50.000 km su elettrico non sono sufficienti a farmi arrivare a destinazione. ad oggi l ho utilizzato per 6 viaggi, dai 250-320 km senza soste ai 470 km con 1 sosta. la zoe è la quinta auto in linea di sviluppo e ritengo che sia cresciuto molto, ritengo che PCC sia "a prova di scemo", ovvero comprensibile per la famosissima siura maria. l assistenza è sempre presente e per quanto vale è regalato, sia l app che l assistenza.
io sono abituato (per lavoro) ad avere software da migliaia di euro, do dei feed agli sviluppatori ma non pretendo qualcosa di troppo, perchè la scaletta degli sviluppatori è diversa dalla mia. quindi ritengo che se non mi va bene il software ne prendo un altro. le lamentele che leggo dall uscita di zoe non le ho mai lette per il gruppo nissan. credo che chi avesse una leaf24/30 avesse + palle di chi mediamente ha una zoe40 per ovvi motivi di kwh in meno. quindi l utilizzatore "medio" che ha una zoe40 e non ha mai avuto meno di 40 kwh ha delle pretese inutili a mio avviso.
chi ha problemi con lo smartphone 99/100 ha uno smartphone di fascia bassa o è un utente molto poco consapevole.
senza PCC si viaggia con l indovinometro (che è affidabile come un ubriaco al volante) oppure con la calcolatrice in mano (che personalmente non è un bel viaggiare).
chi si lamenta mediamente ha una 40kwh ma realmente gliene bastano 15 di kwh.
ogni giorno sempre + gente vuole passare all elettrico, ha un auto con cui io faccio 40.000km/anno e loro si fan problemi a farne 8000 all anno. il problema non è PCC ma chi lo usa nel 99% dei casi.

ri chiedo scusa per il post inutile ma questo è quello che penso di chi ha un auto da 20.000€ e lamenta l app di 37€. nessuno si va a lamentare da mamma renault che nei 20.000€ l indovinometro fa schifo?!? son tutti bravi a puntare il dito sull app.

spero che gli infiniti commenti inutili verso l app non facciano perdere la voglia agli sviluppatori che hanno creato qualcosa di meraviglioso e che spero continuino a sviluppare e creare! viva PCC e tutto il suo team!
FV 12.24 kWp + accumulo 6.6 kWh > Bici elettrica CMS-F16 (3.000 km/anno) > C-Zero del 2015 (12.000 km/anno) > Model 3 LR AWD (45.000 km/anno)

Kimera
Messaggi: 123
Iscritto il: 27/12/2018, 14:30

Re: Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Messaggioda Kimera » 06/05/2019, 16:17

Diego ha scritto:io sono abituato (per lavoro) ad avere software da migliaia di euro

Permettimi di dissentire.
Chi progetta software per lavoro e, per chi li acquista sempre per la stessa finalità (spesso aziende), c'è una "trattativa" che esula completamente dalla logica nuova dell'e-commerce che regna sul Google Store.
Lì la media delle app a pagamento va dai 2 ai 15€ e c'è un motivo preciso: Perché potenzialmente l'app è acquistabile dall'intero mondo Android dell'intero pianeta ed ecco che gli utili di una singoola app a pagamento, potrebbero essere moltiplicati per milioni.
Invece i tuoi software da migliaia di euro, costano tanto proprio per avere una platea di potenziali acquirenti MOLTO ridotta rispetto allo store di Google e, altro aspetto da non sottovalutare, spesso chi c'è dietro ad un software così costoso, ci sono aziende grandi da molti dipendenti di cui, ognuno deve avere uno stipendio fisso da cui poter vivere.
Dietro alle app che ci sono sullo Store, spesso ci sono 1 o 2 persone.

Scusami ma, paragonare il vecchio mercato con quello globale di Google, mi sembra quantomeno forzato.

Io penso che molti utenti che si siano lamentati dei 37€, lo abbiano fatto in relazione alla media del costo di un app su una specifica piattaforma (in questo caso lo Store di Google).
Insomma, cerchiamo di tenere in considerazione SEMPRE il contesto altrimenti, la logica perde di senso.
Renault Zoe R240 anno 2016


andbad
Messaggi: 1044
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Messaggioda andbad » 06/05/2019, 19:58

Avete ragione entrambi, in un certo senso. Perché è vero che le app per smartphone sono generalmente poco costose, per via dei milioni di clienti che possono acquistarla, ma un'app così specifica come PCC ha una platea per forze di cosa ridotta (le EV vendute nel mondo sono ancora lo zero virgola).

Detto ciò, le critiche (anche quelle poco consapevoli) sono comunque indicazioni utili a migliorare: se un utente riporta problemi con smartphone di fascia bassa, i programmatori possono anche pensare se vale la pena ottimizzare il software per minimizzare i malfunzionamenti. Oppure fregarsene perché il tempo speso non ripagherebbe. Ma almeno possono decidere.
Se invece nessuno fa presente i problemi ed abbandona il software, di certo è una sconfitta per tutti.

Tornando al costo, alcuni si sono lamentati (non cogliendo a pieno l'utilità dell'app, a mio avviso) ma questo ha fatto si che chi di dovere pensasse ad un'alternativa (l'abbonamento) che magari in futuro permetterà di abbassarne il costo. Probabilmente se nessuno si fosse lamentato, l'app rimarrebbe invenduta.

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

Diego
Messaggi: 674
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Messaggioda Diego » 06/05/2019, 23:29

l app mi risulta esser stata testata a fondo prima di esser pubblicata.libertà di espressione ok...ma l app dev esser funzionale e quello lo fa', il resto son lamentele inutili per me.
l app ti porta da A a B in sicurezza. l app va oltre le capacità umane. l app ti fa viaggiare in sicurezza. tutto questo già lo fa.

chi lamenta l app per me non ha ancora capito cosa fa, ma ancor prima non ne ha realmente bisogno perchè ha + autonomia di quanta gliene serva. gente che sicuramente rimarrebbe a piedi anche con una tesla 100kwh

PowerLeo ha girato mezza europa con 25 kwh reali (forse meno). chi con 40 kwh ha problemi con l app...bè...ognuno si dia una risposta!
FV 12.24 kWp + accumulo 6.6 kWh > Bici elettrica CMS-F16 (3.000 km/anno) > C-Zero del 2015 (12.000 km/anno) > Model 3 LR AWD (45.000 km/anno)

andbad
Messaggi: 1044
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Messaggioda andbad » 07/05/2019, 10:01

Diego ha scritto:l app mi risulta esser stata testata a fondo prima di esser pubblicata.libertà di espressione ok...ma l app dev esser funzionale e quello lo fa', il resto son lamentele inutili per me.
l app ti porta da A a B in sicurezza. l app va oltre le capacità umane. l app ti fa viaggiare in sicurezza. tutto questo già lo fa.

chi lamenta l app per me non ha ancora capito cosa fa, ma ancor prima non ne ha realmente bisogno perchè ha + autonomia di quanta gliene serva. gente che sicuramente rimarrebbe a piedi anche con una tesla 100kwh

PowerLeo ha girato mezza europa con 25 kwh reali (forse meno). chi con 40 kwh ha problemi con l app...bè...ognuno si dia una risposta!


Beh... io avevo problemi con l'app, e sono un utente abbastanza smaliziato.
Poi abbiamo scoperto l'arcano (un problema di carta di credito, non più attiva), tanto che Leonardo poi ha inserito una nota nel manuale proprio per evitare ad altri di avere lo stesso mio problema.

Poi si, se c'è gente che non ne capisce l'utilità, probabilmente farà critiche infondate. Ma non mi sembra il caso di generalizzare (in entrambi i sensi).

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

Avatar utente
selidori
Messaggi: 5273
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Veicolo: Leaf2018
Contatta:

Re: Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Messaggioda selidori » 07/05/2019, 11:14

Diego ha scritto:chi lamenta l app per me non ha ancora capito cosa fa, ma ancor prima non ne ha realmente bisogno perchè ha + autonomia di quanta gliene serva. gente che sicuramente rimarrebbe a piedi anche con una tesla 100kwh
Io ho una 40kWh e non ho problemi di autonomia (faccio 40km al giorno... teoricamente... avendo appena preso la >250km di autonomia sto purtroppo esagerando nei miei giri, ma spero che passato l'entusiasmo iniziali riprenda a non andare a zonzo...) e giudico 37 euro in bel costo per un'app che vorrei solo provare.
Ecco, purtroppo non posso dire niente a riguardo, proprio perchè manca una versione prova, come dite tutti sicuramente i 37 euro li vale, ma non penso che valgano per una prova.
Aggiungo che a leggere 'da fuori' leggo dei casini immensi che le altre app non hanno: dal doversi registrare da soli le api di mappe di google a metodi di pagamento incasinati con carte di credito che non vanno. E' inutile girarci attorno: l'utente del cellulare del 2019 è pigro: vuole una app che costi poco (anzi meglio se c'e' una adware gratis, per provare) tipo massimo 9 euro (ed è già tanto) e che si installi in un click dal cellulare (ho detto 1 click, non 3).

Queste le critiche che io rivolgo al PCC, come si vede tutte teoriche, non avendolo provato.
Ma il punto è proprio che non riesco ad entrare nel modo "prova" per i limiti (probabilmente psicologici) esposti prima.

my0.00002cent
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |

andbad
Messaggi: 1044
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Osservazioni sul Power Cruise Control per allargarne il bacino di utenza

Messaggioda andbad » 07/05/2019, 12:11

selidori ha scritto:Io ho una 40kWh e non ho problemi di autonomia (faccio 40km al giorno... teoricamente... avendo appena preso la >250km di autonomia sto purtroppo esagerando nei miei giri, ma spero che passato l'entusiasmo iniziali riprenda a non andare a zonzo...) e giudico 37 euro in bel costo per un'app che vorrei solo provare.
Ecco, purtroppo non posso dire niente a riguardo, proprio perchè manca una versione prova, come dite tutti sicuramente i 37 euro li vale, ma non penso che valgano per una prova.
Aggiungo che a leggere 'da fuori' leggo dei casini immensi che le altre app non hanno: dal doversi registrare da soli le api di mappe di google a metodi di pagamento incasinati con carte di credito che non vanno. E' inutile girarci attorno: l'utente del cellulare del 2019 è pigro: vuole una app che costi poco (anzi meglio se c'e' una adware gratis, per provare) tipo massimo 9 euro (ed è già tanto) e che si installi in un click dal cellulare (ho detto 1 click, non 3).

Queste le critiche che io rivolgo al PCC, come si vede tutte teoriche, non avendolo provato.
Ma il punto è proprio che non riesco ad entrare nel modo "prova" per i limiti (probabilmente psicologici) esposti prima.

my0.00002cent


Sulla facilità di accesso sono d'accordo, per come è fatta ora non è proprio alla portata di tutti. Ma seguendo il manuale passo passo non è poi così complesso.
L'alternativa per rendere tutto più trasparente è già stata accennata da PowerLeo: in futuro l'app costerà meno (penso sotto i 10€) ma ci sarà un costo mensile, che serve a ripagare i costi dovuti all'utilizzo di Google Maps (perché l'app utilizza dei servizi di Google che vanno pagati). In entrambi i casi ci sarà sempre chi è pro e chi è contro.
Per quanto mi riguarda l'app è utile a chiunque, anche a chi ha "tanta batteria", perché ti consente di ottimizzare tempi e consumi, riducendo le soste e viaggiando alla massima velocità consentita dalla strategia.
Ovvio che se fai 40km al giorno e la sera puoi ricaricare, l'utilità è relativa, ma se devi fare un viaggio di 200km, con PCC puoi farlo riducendo al minimo il tempo di viaggio (perché ti dice minuto per minuto se aumentare o diminuire la velocità). Se invece il viaggio è oltre l'autonomia, ti consente parimenti di ottimizzare velocità e tempi di carica. Il tutto senza avere alcuna ansia, perché arrivato alla fine del viaggio (o della tappa) nella batteria avrai esattamente l'energia programmata prima di partire (se hai guidato seguendo le indicazioni, ovviamente).

C'è poco da dire, su questo, la logica che sta sotto all'app è insostituibile.

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control



Torna a “Power Cruise Control”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti