Possibilita di collegare IC-CPD da 16 A nella presa da 32 A

Spazio in cui poter discutere di EVR, Wall Box, Cavi di Ricarica, Adattatori, Prese ecc.
Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10261
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Possibilita di collegare IC-CPD da 16 A nella presa da 32 A

Messaggioda marco » 20/05/2019, 16:07

Durante la sosta di ieri in piazza a Imola per il raduno > raduno-19-maggio-imola-t5550.html , io stavo ricaricando così:

Immagine

Nel mentre è sorto un dubbio in cui, pur chiacchierando con qualche elettrico, non sono stato in grado di sciogliere: sarà una domanda banale e non me ne vogliano i più tecnici, ma credo sia meglio chiarirlo bene anche in ottica posteri.

Come si vede dalla foto, il mio EVSE Nissan da 230 V e 16 A era attaccato ad una presa nella colonnina da mercato: era una industriale monofase blu da 16 A collocata nella parte opposta della colonnina rispetto all'auto, perché nella parte verso l'auto vi era invece una monofase da 32 A (oltre ad una trifase rossa).

La domanda è questa: avessi avuto con me un adattatore "monofase industriale 32 A blu" > "Schuko", avrei potuto collegare il mio IC-CPD ? Avrei fatto dei danni, oppure avrei "come credo" assorbito solo 16 A dei 32 disponibili? In caso fosse vero la seconda... credo che il baule della mia auto si doterà presto di un nuovo adattatore :D

Già che ci sono approfitto per avere una conferma: non esiste invece una adattatore "trifase rossa" > "monofase blu", giusto?


Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


ibxxx
Messaggi: 128
Iscritto il: 19/04/2019, 15:17
Località: OVARO

Re: Possibilita di collegare IC-CPD da 16 A nella presa da 32 A

Messaggioda ibxxx » 20/05/2019, 19:08

Da quello che so io si non c'è problema. Io in azienda ho diverse industriali blu da 32A e ogni tanto ci attacco anche normali carichi che assorbono poco, anche 500w o poco più... Frullatori etcc ( settore alimentare)... È il carico ( la macchina cioè ) che decide quanto assorbire e i 32 A della presa sono solo un massimo che sopporta perché ha poi dentro un fusibile tarato per quegli ampere e a monte dei differenziali sempre tarato per i 32A....

Per raccordare invece una monofase ad una trifase invece , teoricamente penso sia fattibile, perché usi solo una fase , neutro e terra dei 5 contatti... Però così sbilanci le fasi e non è proprio il Massimo.... E per questo motivo non so se fanno questi adattatori

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10261
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Possibilita di collegare IC-CPD da 16 A nella presa da 32 A

Messaggioda marco » 20/05/2019, 20:19

Molto bene: vuol dire che al più presto integrerò il mio kit con quello mancante > ecco-il-kit-adattatori-che-utilizzo-in-giro-con-la-zero-fx-t1754.html :-)
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp

fly
Messaggi: 182
Iscritto il: 24/11/2017, 22:26

Re: Possibilita di collegare IC-CPD da 16 A nella presa da 32 A

Messaggioda fly » 20/05/2019, 21:45

...mmmhh....direi proprio che non va bene .. ci puoi anche collegare il frullatore ma se non interponi un magnetotermico da 16a rischi di fare un frullato di cavi elettrici.... Se invece la presa trifase "rossa" é da 16a CEE 5 poli...allora si può fare ...
Leaf 30kWh 2017 powered by Power Cruise Control > e-bike Armony Venezia



Torna a “Attrezzature e Accessori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti