Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Un'auto compatta completamente elettrica di casa Volkswagen per muoverti senza limiti nelle zone ZTL.
Avatar utente
EmilianoMontanari
Messaggi: 652
Iscritto il: 22/09/2019, 19:03

Re: Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Messaggioda EmilianoMontanari » 22/11/2019, 16:51

simo88 ha scritto:
selidori ha scritto: Be', Renault non entra giustamente nel merito dei costi.
Lei fa un ragionamento di efficienza e di rendita, che dovrebbe essere quello il nostro metro (almeno morale) di confronto.
Detto in altra maniera: trovo più sensato fare discussioni su non sprecare energia che non su quanto ti costi. Insomma io non butto cibo che ho avuto persino gratis!

Anche perchè l'efficienza è discutibile, l'offerta economica è invece sempre un caso specifico.
Ad esempio per chi ha fotovoltaico o scrocca nei centri commerciali (come me) il costo è zero, dovrei dunque sprecarla?
...


Credo di aver frainteso la sua frase precedentemente :lol:

Io non credo che caricare in casa sia sprecare energia, altrimenti dovremmo caricare tutti alle fast se facessimo questo discorso, dovremmo anche opporci alla ricarica wireless (e fin qui sono d'accordo), il mio discorso era legato a efficienza/prezzo, perchè scegliendo un'auto elettrica abbiamo già un efficienza notevolmente maggiore a un'auto termica e volendo si riesce perfino a risparmiare

viene il dubbio che il caricatore di bordo di renault accetta maggiori potenze, ma sulle basse non riesce ad essere abbastanza efficiente da passare la normativa, perciò loro non includono l'EVSE, Zoe sotto i 8A monofase non accetta, Up arriva a 5A

La politica di renault non mi fa impazzire, una persona può prediligere la ricarica in casa per comodità e costi minori


L'efficienza non è molto discutibile senza dati alla mano, oltretutto abbiamo inefficienze intrinseche delle batterie a seconda delle temperature e composizioni, se dovessimo fare trattazioni sull'efficienza non finiremmo più, basta usare il buon senso

Mettiamo ad esempio questa ricerca (2016):

Zoe 10 A @ 1 phase 2.3 kW 49 %
Zoe 16 A @ 3 phase 11 kW 64 %
Zoe 32 A @ 3 phase 22 kW 65 %
Zoe 63 A @ 3 phase 43 kW 63 %

LEAF 10 A @ 1 phase 2.3 kW 74 %
LEAF 16 A @ 1 phase 3.7 kW 70 %

iOn 10 A @ 1 phase 2.3 kW 77 %
iOn 16 A @ 1 phase 3.7 kW 75 %

Riusciamo a capire perchè renault caldamente consiglia di caricare a alte potenze e perchè non tutti i produttori fanno caricatori da 22kW, più la potenza in gioco accettata in AC è alta più a basse potenze si avrà maggiore perdita (Stesso principio delle curve di efficienza dei PSU, idealmente si sceglie un trasformatore con circa il 60% della potenza necessaria per avere la maggior efficienza e stare nel range di potenza del 60-70% rispetto la nominale (ho un caricatore da 43kW il picco è a 26kW circa)

A large range results in a reduction in the efficiency. A power converter with
an efficiency of 95 % have a decrease in efficiency of 10 % when operating at half the nominal power,
which EVs often do [5, 6]


A typical reason for a high loss in a converter is when well-dimensioned components are discarded for
cheaper models in order to keep the retail price down


(Renault) The OEM has prioritised fast AC charging and the ability to switch between single- and
three-phase strategy at the cost of efficiency


This demonstrates how AC/DC converters are optimised to a certain range
of input power where they have maximum efficiency. The efficiency drops when the input leaves the
optimised area. The peak efficiency is reduced to gain a better efficiency for a wider range of load
conditions


https://backend.orbit.dtu.dk/ws/portalfiles/portal/137328554/efficiency_paper.pdf

Faccio notare che tesla,porsche massimo accetta 11kW in AC, cosi a casa con un contratto da 6kW si raggiunge quasi il picco di efficienza


caricando in DC ovviamente il discorso si sposta lato colonnina, si sposta a come viene progettata, ad esempio ero curioso di conoscere come progetta un supercharger tesla e mi sembra di capire che loro utilizzano trasformatori ad alta efficienza per trasformare da AC in DC, nelle colonnine non c'è trasformatore ma arriva la DC dal principale, in texas inoltre in un'installazione hanno inserito le loro batterie d'accumulo (industriali) per la gestione del carico e immagazzinare dai pannelli per l'utilizzo notturno (se ho inteso bene)


In conclusione io sono favorevole alla DC, se ben progettata come i supercharger, poche stazioni con tante colonnine, decentrate rispetto la città (per consentire i viaggi e spostamenti), ricarica ben ottimizzata in casa (rispetto le potenze disponibili in AC) per consentire una ricarica notturna con EVSE (quindi più ricerca nel range 6-22kW AC e magari optional con caricatori più efficienti o scelta tra 7.4kW e 22kW), trovo inutili invece caricatori da 22kW come fa renault in italia dove in casa è già bello avere 6kW monofase e per i viaggi preferirei utilizzare la DC non 22 o 43kW in AC :mrgreen:


P.S: si avevo sbagliato a utilizzare "efficienza EVSE", si ti ringrazio avevo già guardato i vostri siti


Un gran post, grazie.

Estrapolando, quanto ti aspetti possa essere l’efficienza per la nuova e Up con un shuko?




Avatar utente
simo88
Messaggi: 231
Iscritto il: 20/10/2019, 1:05

Re: Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Messaggioda simo88 » 22/11/2019, 18:15

EmilianoMontanari ha scritto:Un gran post, grazie.

Estrapolando, quanto ti aspetti possa essere l’efficienza per la nuova e Up con un shuko?


Difficile arrivare a conclusioni affidabili, perchè
1) non conosciamo la tecnologia utilizzata, il caricatore dovrebbe essere di nuova concezione, il vecchio era da 3.7kW se non sbaglio, quindi con la schuko a 10A immagino riusciva a raggiungere la sommità della curva di efficienza, la perdita del EVSE a livello di resistenza è insignificante, la maggior perdita si ha nel Power Electronics Unit (PEU) che è il trasformatore interno all'auto che trasforma da AC a DC, però secondo questo studio la perdita oltre dipendere dalla corrente in input dipende anche dallo stato del SOC (tabella 4)

2)Non sappiamo bene come funzioni la gestione delle 2 fasi che (teoricamente) il caricatore VW dovrebbe utilizzare, spero che magari qualcuno possa fare una bella ricerca sulle nuove auto e giungere a nuove conclusioni

Vedendo quel poco che abbiamo ora pero mi aspetto che il caricatore interno (PEU), sia probabilmente lo stesso della ID.3 (standard range) (max 7.2 kW AC 2 fasi), 3 fasi l'avranno solo le altre 2 versioni, spero abbiano trovato una buona soluzione in VW, me lo auguro, non mi sono informato (per ora) nemmeno riguardo a tesla ma credo che anche loro utilizzino simili applicazioni

Un po mi preoccupa il fatto che il caricatore potrebbe accettare 7.2kW in monofase, se non avessero una buona soluzione l'efficienza con la schuko non sarebbe un granché, caricatore che sarà diverso dal trifase (forse più simile a tesla e perciò poco efficiente sul monofase 10-16A)
model3_OBC


Comunque vedremo non appena arriverà anche solo per fare un calcolo a spanne tra percentuale batteria e energia immessa

Avatar utente
EmilianoMontanari
Messaggi: 652
Iscritto il: 22/09/2019, 19:03

Re: Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Messaggioda EmilianoMontanari » 23/11/2019, 13:20

simo88 ha scritto:
EmilianoMontanari ha scritto:Un gran post, grazie.

Estrapolando, quanto ti aspetti possa essere l’efficienza per la nuova e Up con un shuko?


Difficile arrivare a conclusioni affidabili, perchè
1) non conosciamo la tecnologia utilizzata, il caricatore dovrebbe essere di nuova concezione, il vecchio era da 3.7kW se non sbaglio, quindi con la schuko a 10A immagino riusciva a raggiungere la sommità della curva di efficienza, la perdita del EVSE a livello di resistenza è insignificante, la maggior perdita si ha nel Power Electronics Unit (PEU) che è il trasformatore interno all'auto che trasforma da AC a DC, però secondo questo studio la perdita oltre dipendere dalla corrente in input dipende anche dallo stato del SOC (tabella 4)

2)Non sappiamo bene come funzioni la gestione delle 2 fasi che (teoricamente) il caricatore VW dovrebbe utilizzare, spero che magari qualcuno possa fare una bella ricerca sulle nuove auto e giungere a nuove conclusioni

Vedendo quel poco che abbiamo ora pero mi aspetto che il caricatore interno (PEU), sia probabilmente lo stesso della ID.3 (standard range) (max 7.2 kW AC 2 fasi), 3 fasi l'avranno solo le altre 2 versioni, spero abbiano trovato una buona soluzione in VW, me lo auguro, non mi sono informato (per ora) nemmeno riguardo a tesla ma credo che anche loro utilizzino simili applicazioni

Un po mi preoccupa il fatto che il caricatore potrebbe accettare 7.2kW in monofase, se non avessero una buona soluzione l'efficienza con la schuko non sarebbe un granché, caricatore che sarà diverso dal trifase (forse più simile a tesla e perciò poco efficiente sul monofase 10-16A)
model3_OBC


Comunque vedremo non appena arriverà anche solo per fare un calcolo a spanne tra percentuale batteria e energia immessa


Ok, non vedo l’ora che tu possa fare una stima.... pendo dalle tue labbra su questo aspetto perché sono troppo ignorante in materia..

Avatar utente
andrea.ceria
Messaggi: 313
Iscritto il: 18/03/2017, 13:46
Località: Canelli (AT)

Re: Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Messaggioda andrea.ceria » 23/11/2019, 14:36

simo88 ha scritto:Però a casa specialmente di notte la componente energia non costa praticamente nulla, massimo 0,04€/kWh se si ha una bioraria, alle colonnine costa 10 volte tanto :?


Tu ricevi per caso la bolletta per la sola componente energia? Non credo proprio. Ogni kWh costa almeno 20 centesimi...
Citybike Scott motorizzata con kit Swytch 250W + Peugeot iOn 2013

Avatar utente
andrea.ceria
Messaggi: 313
Iscritto il: 18/03/2017, 13:46
Località: Canelli (AT)

Re: Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Messaggioda andrea.ceria » 23/11/2019, 14:50

EmilianoMontanari ha scritto:
Io ho comprato l’auto elettrica per entrare in centro e risparmiare sul carburante... guardo solo ai costi...


Ecco, secondo me ad oggi questo è un problema, derivanti anche dagli incentivi. Se tra le priorità dell'acquisto di una EV non c'è la tutela dell'ambiente, mancano tutti i comportamenti (riduzione dei km, uso esclusivo di energie rinnovabili, allungamento della vita di un'auto, ecc) che rendono ecologiche le auto elettriche...
Citybike Scott motorizzata con kit Swytch 250W + Peugeot iOn 2013


Avatar utente
EmilianoMontanari
Messaggi: 652
Iscritto il: 22/09/2019, 19:03

Re: Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Messaggioda EmilianoMontanari » 23/11/2019, 14:58

andrea.ceria ha scritto:
EmilianoMontanari ha scritto:
Io ho comprato l’auto elettrica per entrare in centro e risparmiare sul carburante... guardo solo ai costi...


Ecco, secondo me ad oggi questo è un problema, derivanti anche dagli incentivi. Se tra le priorità dell'acquisto di una EV non c'è la tutela dell'ambiente, mancano tutti i comportamenti (riduzione dei km, uso esclusivo di energie rinnovabili, allungamento della vita di un'auto, ecc) che rendono ecologiche le auto elettriche...


Certo, vero.... infatti penso che acquisterò l’energia al minor costo possibile....
Ovviamente a parità di prezzo o con differenze irrisorie acquisterò quella più green.

L’auto in assoluto più ecologica è quella che si ha già… Chiunque compri un’auto elettrica sostituendola con una a carburante fossile che può ancora fare molti chilometri, specie se viene manutenuta decentemente, non fa certo una scelta Green.

Se dobbiamo ridurre il cerchio solo a quelli che hanno acquistato un’auto elettrica senza sostituirne uno che poteva fare ancora molti chilometri, e tra quelli solo quelli che prediligono comportamenti Green anche a costo di mettere mano a portafoglio ad ogni rifornimento, penso che il tutto si riduca al 5% dell’utenza. Un 5% sicuramente meritevole, ma sicuramente non sarà grazie quel 5% che le auto elettriche di diffonderanno...

Inoltre il grosso problema delle auto nelle grandi città è l’inquinamento locale… A livello di CO2, pur pensando ovviamente, incidono molto di più altri fattori come la nostra alimentazione o lo sfruttamento industriale… Non saranno le auto elettriche ad impedire che si sciolgano i ghiacciai, ma potranno impedire molte morti premature nella nostra città.

Del resto ognuno di noi ha qualche comportamento solidale… Che sia energia Green, che sia un’adozione a distanza, che sia volontariato,… È difficile averli tutte insieme.

Avatar utente
simo88
Messaggi: 231
Iscritto il: 20/10/2019, 1:05

Re: Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Messaggioda simo88 » 23/11/2019, 15:34

EmilianoMontanari ha scritto:Ok, non vedo l’ora che tu possa fare una stima.... pendo dalle tue labbra su questo aspetto perché sono troppo ignorante in materia..


Non che io sia un esperto :lol:
Però almeno una semplice stima guardando l'app e l'energia immessa si può fare, non sarà un risultato preciso come qualche studio, ma almeno un'idea ce la facciamo se l'efficienza è per esempio del 50% o 80%, comunque se dovessero esserci incentivi per le wallbox un pensiero lo faccio soprattutto per la comodità di programmarla (zappi)

andrea.ceria ha scritto:Tu ricevi per caso la bolletta per la sola componente energia? Non credo proprio. Ogni kWh costa almeno 20 centesimi...


0,125€/kWh comprese accisa, tassa energie rinnovabili, quote energia, perdite, dispacciamento e sbilanciamento (in notturna) calcolo fatto in eccesso dato che sforo i 1800 kWh l'anno (dopo i quali i costi aumentano) e quindi aumentano i costi delle quote, invece, i costi fissi es. contatore ecc. è inutile considerarli perchè se consumo 2000 kWh o 3000kWh rimangono fissi, gli unici variabili sono quelli che ho citato

Se faccio un calcolo contando anche i costi fissi considerando lo scorso anno esce 0,196€/kWh, però i costi fissi non li conterei perchè il contatore è necessario e i costi fissi sono legati ai mesi non ai kWh, io avevo attivato perfino 6kW monofase quindi ho costi fissi maggiori

Concludendo si se uno vorrebbe caricare alle colonnine al momento l'unica tariffa ottima è quella di duferco cito il sito di azoenzo che trovo ben fatto:
https://www.azoenzo.com/ricarica-dove-conviene/
Se però il proprio consumo mensile è inferiore a una media di 200kWh, metto il mio caso dove conto all'incirca 40kWh a settimana, in un mese più e meno con duferco pagherei 0,190€/kWh, interessante invece è la promozione che cita azoenzo per 12 mesi 15€+IVA (Duferco) iscrivendosi al tesla club

Io non voglio dire a tutti che caricare a casa è la scelta giusta ecc., ognuno deve fare i conti in base alla propria situazione e necessità, solitamente nella bolletta di chiusura dell'anno dovreste trovare un riepilogo dei costi per ogni mese e qualche statistica interessante

Aggiungo: Aggiungo anche che secondo me un costo al kWh estrapolato con: costo annuale / kWh annuali, è un po sbagliato perchè oltre che tener conto di costi fissi, non tiene conto delle fasce orarie in cui la corrente è stata prelevata, anche se la differenza tra notte e giorno è circa 0,03 €/kWh

Avatar utente
andrea.ceria
Messaggi: 313
Iscritto il: 18/03/2017, 13:46
Località: Canelli (AT)

Re: Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Messaggioda andrea.ceria » 23/11/2019, 16:30

I costi fissi non sono veramente fissi perché dipendono dalla taglia del contatore e dagli scaglioni di consumo. Il fatto di non includerli nel conto è una scelta tua: io li pago sempre e se seguo il tuo ragionamento per il riscaldamento con PdC, per l'illuminazione, la cucina ad induzione, ecc... a chi vanno in capo i costi fissi? A nessuno?

L'unica cosa da escludere - giustamente - è il canone TV.

Ps. Hai dimenticato l'IVA.
Citybike Scott motorizzata con kit Swytch 250W + Peugeot iOn 2013

pepo154
Messaggi: 77
Iscritto il: 19/10/2019, 19:20
Località: Monza e Brianza
Veicolo: Toyota ibrida CNG

Re: Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Messaggioda pepo154 » 23/11/2019, 16:42

Ho visto che wekiwi fa una bioraria in cui la fascia F3 costa molto meno rispetto agli altri e alle altre fasce. A questo punto se si carica solo di notte e il contatore è solo per l'auto ci si potrebbe pensare.

Avatar utente
andrea.ceria
Messaggi: 313
Iscritto il: 18/03/2017, 13:46
Località: Canelli (AT)

Re: Potenze di ricarica impostabili su Volkswagen e-Up!?

Messaggioda andrea.ceria » 23/11/2019, 17:24

Sì sì, un contatore dedicato per l'auto è l'ideale. Per chi vende energia.
Come fa Enel con la sua "wallbox" con contatore integrato per usi non residenziali.
Citybike Scott motorizzata con kit Swytch 250W + Peugeot iOn 2013



Torna a “Volkswagen e-Up!, Skoda Citigoe iV e Seat Mii electric”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti