PowerWall domestico 300€ più componenti e il montaggio

Accumulatori atti ad immagazzinare l'energia e renderla disponibile quando necessario, riducendo al minimo la dipendenza dalla rete elettrica.
Avatar utente
Cesare
Messaggi: 651
Iscritto il: 02/01/2016, 11:48
Contatta:

PowerWall domestico 300€ più componenti e il montaggio

Messaggioda Cesare » 02/01/2016, 22:59

http://forococheselectricos.com/2016/01 ... lares.html
Cmq ci vogliono molto di più che 300 €. Basti contare che ci vuole un regolatore di carica specifico per le litio, un inverter che mi dia almeno 2 kw in picco del tipo che si sincronizza con la rete ma non cede (praticamente limita la potenza in uscita a seconda del carico oppure mixa le potenze dalla batteria e dalla rete a seconda della capacità della rete). Penso che con 2000 € si possa costruire un sistema simile ma più economico. Il mio vecchio sistema smantellato, erano al piombo le batterie, era composto da un ups ad onda sinusoidale da 3 kw usato, un raspberry pi, un relè ed un teleruttore più altro che non ricordo al momento. L'ups aveva una porta rs485 da cui con il rpi model A potevo vedere una serie di valori, quello che mi interessava era la carica delle batterie. Dal rpi comandavo un relè che metteva in funzione il teleruttore che apriva il circuito dalla rete e si commutava a batteria quando le batterie erano cariche (o al 90%) e non vi era produzione dal solare (la produzione del solare la conoscevo tramite ethernet poiché in rete avevo un secondo raspberry pi 2 model b che gestiva la domotica ed il solare). Riuscivo a garantire l'intera notte (complice il fatto che il riscaldamento a climatizzatori era su una seconda linea). Andava su tutta la casa compresa la cucina (frigo, forno e piano induzione). Quando avevo il forno acceso la linea cucina la commutavo alla rete ma il piano ha funzionato perfettamente sotto batterie.
L'esperimento è fallito poiché le batterie dopo 6 mesi non reggevano i carichi e oggi sono relegate a fare da backup a domotica, luci, antifurto e termocamino (ventilatore da 120 w).




Avatar utente
Cesare
Messaggi: 651
Iscritto il: 02/01/2016, 11:48
Contatta:

Re: PowerWall domestico 300€ più componenti e il montaggio

Messaggioda Cesare » 02/01/2016, 23:07

Antonio Cirino è chiaro che con 300 euro ci compri a malapena l'involucro .....rimane però "un bel video" ;) .
Per il tuo "ex impianto" secondo me,hai sfruttato troppo le batterie.6 mesi con una carica la giorno sono 180 cicli.Direi pochissimi anche per le piombo.Che tensioni di maxcarica e maxscarica usavi?

Avatar utente
Cesare
Messaggi: 651
Iscritto il: 02/01/2016, 11:48
Contatta:

Re: PowerWall domestico 300€ più componenti e il montaggio

Messaggioda Cesare » 02/01/2016, 23:08

in effetti uccidere le batterie in 6 mesi vuol dire che gli tiravi davvero il collo , le celle al piombo erano monitorate con BMS ? in ambito storage quando si tira il collo alle celle anche le piombo hanno bisogno di BMS per stare bilanciate altrimenti muoiono subito

Avatar utente
Cesare
Messaggi: 651
Iscritto il: 02/01/2016, 11:48
Contatta:

Re: PowerWall domestico 300€ più componenti e il montaggio

Messaggioda Cesare » 02/01/2016, 23:10

Direi che in realtà tutte le batterie in serie andrebbero controllate singolarmente.Qualsiasi sia la chimica.

Avatar utente
Cesare
Messaggi: 651
Iscritto il: 02/01/2016, 11:48
Contatta:

Re: PowerWall domestico 300€ più componenti e il montaggio

Messaggioda Cesare » 02/01/2016, 23:11

erano batterie a piombo dei camion montate con diodi separatori come ho visto in un sito di offgrid. Le batterie sono solfatate e alcune danneggiate.
erano batterie da 24 v messe in parallelo.
Ultima modifica di Cesare il 02/01/2016, 23:21, modificato 1 volta in totale.


Avatar utente
Cesare
Messaggi: 651
Iscritto il: 02/01/2016, 11:48
Contatta:

Re: PowerWall domestico 300€ più componenti e il montaggio

Messaggioda Cesare » 02/01/2016, 23:12

Batterie avviamento = se le scarichi oltre il 50% si solfatano , diodi = valori di tesione sballati sia in carica che in scarica :D :D :D ci credo che sono andate via in u lampo

Avatar utente
Cesare
Messaggi: 651
Iscritto il: 02/01/2016, 11:48
Contatta:

Re: PowerWall domestico 300€ più componenti e il montaggio

Messaggioda Cesare » 02/01/2016, 23:13

era meglio metterle in parallelo senza diodiTra l'altro le batterie veicolo mal digeriscono le cariche rapide , devono essere caricate in 14 ore , non piu' veloci

Avatar utente
Cesare
Messaggi: 651
Iscritto il: 02/01/2016, 11:48
Contatta:

Re: PowerWall domestico 300€ più componenti e il montaggio

Messaggioda Cesare » 02/01/2016, 23:15

Cmq il sistema mi è costato poco meno di 50 €. Era tutto di recupero ed il rpi lo posso riutilizzare con tutti gli altri componenti.
Era meglio se le mettevo per i led, l'antifurto e la domotica a 24v. Ma dovevo rifare le linee e riammodernare l'impianto elettrico a farle andare in dc oltre a comprare i trasformatori per i raspberry.L'idea di creare un sistema al litio è interessante, il problema è il costo di un pacco batterie. Per ora solo il recupero può permettere l'ammortamento delle spese. Penso che sarebbe interessante recuperare le batterie di una czero con le batterie di proprietà inutilizzabili a fini motrici. Sono 16 kwh al 60% sono circa 10 kwh, utili per il mio fv da 11 kw.

Avatar utente
Cesare
Messaggi: 651
Iscritto il: 02/01/2016, 11:48
Contatta:

Re: PowerWall domestico 300€ più componenti e il montaggio

Messaggioda Cesare » 02/01/2016, 23:18

Io e altri possessori di 600elettra abbiamo lithiato le auto dopo la fine vita delle piombo/gel originali.Naturalmente siamo tutti consapevoli che a "fine vita da trazione",quel che rimane andrà a coprire qualche utenza casalinga,personalmente ho già in mente qualcosa come quello che hai fatto tu,direi molto simile ma con lifp04 riciclate.Ho anche io un raspberry e arduino che leggono i dati da ogni bms montato sulle celle (ogni cella ha il suo),relè che inibiscono carica e marcia per overvoltage e downvoltage e posso leggere tutto dallo smartphone con wifi. ....insomma non aspetto altro che celle più capienti a prezzi accessibili per l'auto e sarei pronto per un piccolo accumulo anche in casa



Torna a “Batterie di Accumulo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti