Primo collaudo della Zero FX in offroad

La Zero FX monta un telaio derivato dai modelli fuoristrada ed è dotata della tecnologia Z-Force® più all'avanguardia.
Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10168
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Primo collaudo della Zero FX in offroad

Messaggioda marco » 22/02/2017, 18:49

Oggi giretto di collaudo in fuoristrada: indossato abbigliamento completo da enduro, acceso gps ed action cam e via per un percorso classico che da casa mia porta verso le colline.
Prima differenza dalla vecchia moto a motore termico: partito in un orario in cui di solito non si può fare rumore, verso le 14:30, ma ovviamente nessun mi ha "udito" partire :-)

Molto bello poi arrivare in mezzo alla natura senza fare rumore (e senza produrre emissioni), bisogna solo stare attenti ad eventuali pedoni o altri mezzi perchè ovviamente non ti sentono arrivare. Quando poi gli passi di fianco, soprattutto ai pedoni e ai ciclisti, ti guardano incuriositi, come fossi un marziano :-)

2017-02-22-15h27m58.jpg
2017-02-22-15h27m58.jpg (155.15 KiB) Visto 969 volte


Arrivato al lavaggio, un po' infangato, lavo la moto elettrica come facevo con la moto tradizionale.

2017-02-22-16h09m11.jpg
2017-02-22-16h09m11.jpg (228.45 KiB) Visto 969 volte


Una volta lavata, giro la chiave e nessun problema: nessun corto circuito :-)

2017-02-22-16h14m29.jpg
2017-02-22-16h14m29.jpg (300.37 KiB) Visto 969 volte


Primo test superato: è stato comunque un giro prudenziale, giusto per cominciare a masticare la materia, ma le prime impressioni sono buone.

Come già accade per l'auto, se si vuole fare dei giri medio/lunghi bisogna programmare le soste per i rabbocchi, ma una volta esplorato i locali giusti e gestendo il tutto con il gps, il gioco è fatto.

A differenza delle moto a motore termico non si può improvvisare, ma bisogna programmare il giro: io questo già lo facevo prima, per gestire al meglio le esplorazioni di strade o varianti nuove, per cui non è neanche una novità.

La novità è invece il piacere di guida, il silenzio e il profumo della natura, il costo di gestione e di utilizzo del mezzo ridotto all'osso: per questa oretta e mezzo di divertimento ho speso all'incirca 50 centesimi di euro in energia.


Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


valca
Messaggi: 532
Iscritto il: 27/10/2016, 20:36

Re: Primo collaudo della Zero FX in offroad

Messaggioda valca » 22/02/2017, 20:09

e' proprio bella

Alessandro1973
Messaggi: 292
Iscritto il: 29/01/2017, 12:19

Re: Primo collaudo della Zero FX in offroad

Messaggioda Alessandro1973 » 26/02/2017, 13:47

Ciao, bella moto ancora. Hai gia fatto un calcolo di media percorrenza. Quanto ti dura la batteria? Non conosco il modello ma sarebbe comodo poterla sostituire tipo plug e play. Zainone e via.

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10168
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Primo collaudo della Zero FX in offroad

Messaggioda marco » 26/02/2017, 18:08

Sulla percorrenza siamo intorno ai 100km in città e sui 60+-70km in fuoristrada.
La moto è predisposta per il cambio batteria volante, se possiedi altre due batterie ti puoi parcheggiare con il furgone in una zona adatta ed al momento giusto tornare li con la moto, fare il cambio batteria e ripartire pieno.
Io userò invece la strategia del rabbocco: visto che l'enduro che abbiamo praticato finora anche con le moto tradizionali è stata di tipologia semi-turistica, le pause ai bar e trattorie di passaggio non sono mai mancate. La differenza è che da ora ogni fermata sarà dedicata anche alla ricarica della batteria così da poter aumentare l'autonomia anche di due o tre volte.
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp



Torna a “Zero FX”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti