Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Per discutere di gestori di cui non esiste ancora una sezione o di problematiche comuni legate a tutti i circuiti.
Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 7127
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Messaggioda marco » 12/11/2018, 9:09

Chiacchierando recentemente con un mio amico 100% elettrico, mi è stato posto un quesito che credo meriti un maggior approfondimento anche qui sul forum: la scelta di un fornitore energetico che possa fornire energia quanto più possibile derivata da fonti rinnovabili.

Sappiamo infatti che pochi di noi, se non nessuno, si può reputare completamente indipendente dai fornitori energetici: molti di noi la producono l'energia con il proprio fotovoltaico ma poi ne attingono comunque quando non c'è produzione, per cui sarebbe una buona cosa per l'ambiente che quella poca energia attinta fosse quanto più possibile proveniente da fonti rinnovabili.

L'elenco dei gestori green che mi ha passato il mio amico ed a cui stava chiedendo preventivi è questo:

TRENTA spa
ENEGAN
NWG
SORGENIA
DOLOMITI ENERGIA
IBERDROLA

Ne conoscete altri? Vale la pena? Consigli? Pareri?

renewable-1989416_1280.jpg
renewable-1989416_1280.jpg (355.45 KiB) Visto 566 volte


Nissan Leaf 24 kWh 2012 > Zero FX 5,7 kWh 2015 > Ninebot One 320 Wh 2017


artattack
Messaggi: 44
Iscritto il: 13/04/2018, 9:33

Re: Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Messaggioda artattack » 12/11/2018, 11:18

Io purtroppo non sono riuscito a fare un'analisi del problema.. avevo provato ma non riuscivo a sbrigarmi.. quindi seguo con attenzione..

Alla fine ho scelto EON Luce Click BiOraria con Opzione Green (aumenta leggermente il costo dell'energia ma certifica provenienza 100% fonti rinnovabili). Sperando che sia veramente cosi..
Renault Zoe Intens - R90 - 41KWh - Full Optional
FV 3KWp

protoss
Messaggi: 76
Iscritto il: 06/08/2018, 16:46

Re: Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Messaggioda protoss » 12/11/2018, 11:41

Penso che nessun gestore sia veramente al 100% Green , la mia società ed io, abbiamo lavorato per una delle società che avete menzionato sopra, e vi posso garantire ci sono diverse o tante sfumature, intanto esiste una borsa energetica, una sorta di borsa per la compra vendita di Gigawatt da vari fornitori, e molto sovente per quanto il gestore possa essere green è costretto a comprare in quanto non riesce a soddisfare le richieste dei propri utenti e quindi energia proveniente da altre fonti. Da un comunicato ufficiale l'energia elettrica prodotta in Italia complessivamente per un singolo KW solo il 20% è realmente green, infatti ci sono svariati articoli che dichiarano che le auto elettriche inquinano il 50% in meno delle altre auto, inquinato per produrre i Kw si inquina, eccezione naturalmente a chi ha gli impianti fotovoltaici, ma comunque assorbono anche quel po dalla rete.

Documento ufficiale

http://www.isprambiente.gov.it/files201 ... ttrico.pdf

rippey
Messaggi: 186
Iscritto il: 28/11/2017, 16:40

Re: Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Messaggioda rippey » 12/11/2018, 12:24

Io ho fatto questa https://www.dolomitienergia.it/content/family-green-legambiente , sottoscrivibile anche senza essere soci Legambiente.
Naturalmente uno di qualcosa deve fidarsi, io così spero di aver scelto un'azienda che utilizzi energia Green.
Poi naturalmente è come quando acquisti prodotti Bio e pensi: "sarà realmente bio al 100%?"
Ma a questa domanda mi rispose una volta una nutrizionista dicendo: "gli altri prodotti non sono sicuramente bio e quindi pieni di pesticidi etc. Questi, anche se non al 100%, sono meglio di quelli con pesticidi garantiti" ;)
Zoe Q210 2013 + batteria da 41 kWh

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 7127
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Re: Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Messaggioda marco » 12/11/2018, 13:59

Stesso mio pensiero: infatti io compro quasi sempre bio, avendo la certezza di pagare sempre di più ma non la stessa certezza di avere un prodotto senza pesticidi... ma credo che sia comunque la strada giusta. Esistono figure apposite incaricate a fare controlli, noi siamo solo consumatori.
Nissan Leaf 24 kWh 2012 > Zero FX 5,7 kWh 2015 > Ninebot One 320 Wh 2017


polianto
Messaggi: 995
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Re: Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Messaggioda polianto » 12/11/2018, 14:40

Io ho due contatori, uno per la casa ed uno solo per caricare l’auto nel box.

Quello di casa è con Dolomiti Energia ma tramite la cooperativa https://www.energia-positiva.it/ dove ho investito un po’ di soldi in impianti PV e col ricavato della produzione mi pagano le bollette.

Quello del box è con è-nostra https://www.enostra.it/ che si è da poco fusa con Retenrgie http://www.retenergie.it/ per chiudere il cerchio tra produzione e consumo e in cui stiamo iniziando l’installazione di un impianto eolico in Puglia.

In entrambi i casi sono abbastanza sicuro di comprare solo ed esclusivamente energia rinnovabile al 100%, e in entrambi i casi l’obiettivo per il prossimo futuro è quello di coprire il più possibile l’energia consumata dai soci con energia rinnovabile prodotta dagli impianti della cooperativa in modo da avere la certezza assoluta di usare solo energia da fonte rinnovabile.

Ciao a tutti Antonio
VW e-UP! detta EPPA

marcober
Messaggi: 2026
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59

Re: Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Messaggioda marcober » 12/11/2018, 15:33

Per fare un po di chiarezza

fra i nomi citati ci sono aziende che Producono e Vendono e altre che Vendono senza Produrre
Anche chi produce e Vende lo fa con Ragioni sociali diverse..per cui di fatto dobbiamo solo valutare COSA ci viene venduto..perche non vi è alcun legame fra cosa Produce eventualmnete quel Gruppo societario..con altre societa e in latri Paesi..cosa che di fatto non ha alcun legame con ciò che compriamo noi.

Dunque sgombrate il campo da tale equivoco.

detto questo, chi compra e Vende (ripeto, TUTTI) compra in Borsa o con contratti "over the counter" , l'energia che poi rivende. tale energia NON ha alcun "colore".
Accanto aalla Borsa e ai contratti "over" per energia esiste ANCHE una PARALLELA negoziazione di GO (certificato Garanzia Origine) che un Ente statale emette (da noi il GSE) per ogni kwh di energia PRODOTTA da impianti FER (Fonte Energia Rinnovabile)
Dunque chi Produce kwh FER (o meglio chi è titolare del suo DISPACCIAMENTO, cioè sella sua IMMISSIONE IN RETE) riceve un GO, e poi puo decidere cosa farne...di solito lo Vende a chi vuole appunto fregiarsi di usare (o vendere) solo energia Verde.
In pratica chi ha un GO lo mette in vendita i Borsa (oppure over the counter) e se chi lo compra è titolare di un POD, il titolo viene "annullato" in favore di tale Soggetto titolare del POD, che quindi potrà fregiarsi di aver prelevato 1 kwh di energia Verde.
Se tutti lo facessimo, il valore dei GO aumenterebbe, e vendendoli il gestore dell'impianto FER rientrerebbe del delta investito nell'impianto FER rispetto ad un impianto fossile (piu economico).

In pratica mi pare che TUTTI i venditori propongano anche dei contratti accompagnati da garanzia Verde..cioè contratti in relazione ai quali essi si impegnano a comprare e annullare rispettivi GO per i kwh venduti come "verdi". Arera sorveglia su tali operazioni.
Anche perche i GO sono abbastanza economici e dunque per un consumo domestico di 2700 kwh anno si parla di 3-4 euro..anche se ultimamente sono cresciuti un pò..

Dunque non ha alcuna importanza se un venditore ha (o meno) nel gruppo anche impianti di produzione FER..se uno che produce a carbone comunque compra GO a coprire tali produzioni, lui potrà vendere energia verde.
Per tutti gli impianti FER che immettono con convenzione GSE (dunque il FV in scambio che abbiamo a casa..ma anche impinati piu grandi in RID) i titoli GO dell'eenrgia immesa sono goduti da GSE, che emete a suo nome il titolo e lo vende in Borsa.
Dunque noi NON possiamo fregiarci di usare SOLO energia verde se SCAMBIAMO energia con la rete (convenzione SSP), perche il GO della ns energia NON lo abbiamo noi ma il GSE..dunque se anche Produciamo tanti kwh quanti ne USIAMO in 12 mesi, ma ne AUTOCONSUMIAMO solo un 30% (il resto va in scambio) di fatto noi siam "verdi" al 30%

Anche operatori come E nostra (che è di fatto un venditore di energia, che vuole anche costruire una pala) comprano energia sul mercato e, se non sono anche responsabili del disapcciamento degli impianti FER da cui comprano, devono anche comprare GO sul mercato per pari kwh.

Energia Positiva non si propone nemmeno come venditore ma affida il socio a Dolomiti, con un contratto basato sui GO..ma attraverso finanziamenti dei soci cooperatori, compra impianti FV, da cui ricavare un reddito per distribuirlo ai soci. Aldila della forma cooperativa, non è molto diverso da investire in azioni Enel green Power..se non che il rapporto è certo piu "diretto" con chi prende le decisioni in Cooperativa..ma, non vi è alcun legame fra energia prodotta da impianti in proprietà(che per lo piu viene immessa in rete con convenzione GSE che dunque gode della titolarita del GO) e quella usata dai soci (attraverso Dolomiti)..il legame è solo un bel disegno sul sito..che infatti (giustamente) definisce il tutto come "impianto virtuale"..ma il socio non usa energia della cooperativa e non gode del GO generato dall'impianto della Cooperativa.

Dunque aldila della valenza sociale che hanno..e anche economica (visto che comunque alimentano anche loro in minima parte un mercato secondario di impinati FER e anche un minimo quello delle nuove installazioni), dal punto di vista della fonritura di energia FER, non differiscono da Sorgenia che ha (nel suo gruppo9 centrali a carbone ma che propone contratti 100% FER. La normativa , piaccia o meno, è questa...e chi compra un GO sta fattivamente incentivando il mercato FER non meno di chi ha investito direttamente nell'impianto (a fronte di un incentivo, da non dimenticare)

polianto
Messaggi: 995
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Re: Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Messaggioda polianto » 12/11/2018, 17:13

Assolutamente tutto corretto, e peraltro esplicitamente dichiarato sui vari siti.
Ovviamente un elettrone immesso in rete non ha nessun colore per cui non si tratta di qualcosa di “fisico” ma di un meccanismo economico messo in piedi per favorire l’energia rinnovabile rendendola più redditizia per i produttori.
https://www.gse.it/servizi-per-te/fonti ... a-dorigine

Il primo passo per sostenere le energie rinnovabili è quello di avere un contratto di questo tipo, cioè che tramite i GO sia nominalmente “100% rinnovabile”.
Il passo successivo è quello di investire dei soldi per sostenere anche finanziariamente tale produzione.
Idealmente si dovrebbe cercare di investire un capitale pari a quello necessario per produrre l’energia elettrica che si consuma.
Se si può fare installando del fotovoltaico sul proprio tetto di casa quello è sicuramente il metodo migliore, ma chi non può disporre del proprio tetto a questo scopo non può che rivolgersi al mercato finanziario.

non è molto diverso da investire in azioni Enel green Power


Verissimo, solo che oggi non si possono più comprare azioni di Enel green Power perché e stata fusa con Enel, e se compri azioni di Enel non sai se quel capitale viene investito in fonti rinnovabili o per comprare centrali nucleari in Slovacchia.
In ogni caso esistono anche altre forme di investimento che ti garantiscono che i soldi investiti siano effettivamente spesi solo per installare energia rinnovabile, anche se non sono tanto facili da trovare nè particolarmente redditizie, per esempio il Contogreen di Civibank https://www.contogreen.it/

PS se qualcuno ha consigli per gli investimenti in questo campo sono ben'accetti.

il socio … non gode del GO generato dall'impianto della Cooperativa


Ne gode indirettamente, sono GO che la cooperativa non deve comprare sul mercato ma che in virtù dei propri impianti ha già in cascina, semplicemente li annulla invece di venderli.

Ciao Antonio
VW e-UP! detta EPPA

Avatar utente
gianni.ga
Messaggi: 998
Iscritto il: 17/12/2017, 20:29
Contatta:

Re: Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Messaggioda gianni.ga » 12/11/2018, 17:34

Complimenti a marcober e polianto per la competenza dimostrata e la chiarezza espositiva.
C'è una mia collega che si offende quando le faccio dei complimenti perchè è già consapevole della sua bravura, spero non sia così anche per voi. :)
Leaf 24 Kwh 2016, Evr 1, Fv 8 Kwp

marcober
Messaggi: 2026
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59

Re: Quali fornitori per energia elettrica rinnovabile certificata

Messaggioda marcober » 12/11/2018, 20:51

polianto ha scritto:
Ne gode indirettamente, sono GO che la cooperativa non deve comprare sul mercato ma che in virtù dei propri impianti ha già in cascina, semplicemente li annulla invece di venderli.

Ciao Antonio

Secondo me no..sono tutti impianti piccinini..FV sotto 200 kw in SSP e minieolico in Ridiro Dedicato...cioè modalita per le quali il GO spetta al GSE..dunque la cooperativa -venditrice li deve comprare sul mercato, come Sorgenia..la cooperativa-non venditrice , non essendo venditrice, non "passa" alcun GO al socio, perche il socio preleva da un fornitore come Dolomiti (pro tempore) che compra GO sul mercato.

Per investire nel settore, in modo mirato, non vedo molte alternative a cooperative di questo tipo.
Soprattutto in Nord Europa le esperinze diffuse di investimento sono molto piu diffuse, anche perche espressamente previste dai Bandi di Incentivo..che danno un prmeio extra se operazione è condivisa..e ci sono contingenti riservati nell'Asta.
Da noi forse manca anche una normativa chiara che tuteli investitore..sarebbe il caso di averla.
tale modalità è quella che serve per impinati un po difficili da far passare senza consenso..come eolico..se diventa un progetto di tutta la comunia locale, alla fine il comitato dle NO diventa azionista e tutto si risolve..perche spesso l'opposizione non è di principio..ma una insofferenza verso un esterno che arriva e investe in una riosrsa che essendo "del posto" è vissuta come "di proprieta dei residenti" e dunque esiste una certa insofferenza se la sfrutta "uno straniero"...se la sfruttano tutti insime i locali, tutto diventa piu sopportabile..in Europa l'hanno capito e lo incentivano..



Torna a “Costruttori e Gestori in Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti