Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Spazio adibito all'organizzazione, alla segnalazione o descrizione di raduni, flash mob, incontri, viaggi ecc.
polianto
Messaggi: 889
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Messaggioda polianto » 27/08/2018, 16:37

Ieri sera siamo tornati a casa da due settimane di ferie passate in giro per Agordino, Dolomiti, Tirolo, Baviera ed Engadina percorrendo con la nostra Eppa ben 1700km complessivi.

La prima settimana l'abbiamo passata a casa dei suoceri nell'Agordino, facendo diverse escursioni giornaliere sui passi Dolomitici.

z1 agordo.JPG
z1 agordo.JPG (117.72 KiB) Visto 1245 volte


La seconda settimana ci siamo spostati in Austria, in Tirolo, prima ad Innsbruck e poi ad Ehrwald, facendo escursioni tutti i giorni anche verso la Baviera.

z2 ehrwald.JPG
z2 ehrwald.JPG (150.62 KiB) Visto 1245 volte


z3 ehrwald.jpg
z3 ehrwald.jpg (126.44 KiB) Visto 1245 volte


La tappa più lunga è stata il ritorno: avevamo due opzioni, un percorso più lungo quasi tutto autostradale e ben servito da colonnine fast passando dal Brennero ed uno decisamente più corto (340km invece di 470km) passando dall'Engadina, quasi tutto su strade statali e con un lungo tratto con solo colonnine lente.

z4 engadina.JPG
z4 engadina.JPG (182.63 KiB) Visto 1245 volte


Abbiamo scelto la seconda opzione, vista la giornata di bel tempo, trovando due bei modi per passare le 5 ore di sosta per ricarica lenta complessivamente necessarie.
La prima alle terme di Scuol, posto stupendo e molto rilassante, con l'ingresso situato a solo 200m da una colonnina pubblica https://www.bognengiadina.ch/en .

z5 scuolabad.JPG
z5 scuolabad.JPG (116.04 KiB) Visto 1245 volte


La seconda sul lago di St. Moritz, con un bella passeggiata attorno al lago molto piacevole in un giornata fredda ma soleggiata come ieri.

z6 stmoritz.jpg
z6 stmoritz.jpg (220.01 KiB) Visto 1245 volte


Da St. Moritz è partita la tratta più lunga percorsa senza ricariche. Partiti con la batteria al 100% siamo arrivati al Passo del Maloja con 1/8 di batteria consumata. Nella discesa contavo di percorrere senza consumare batteria i 30km della tratta dal passo a Chiavenna e di fermarci lì per un rabbocco. Ed invece siamo arrivati a Chiavenna con la batteria al 100% dopo aver percorso più di 50km in discesa per cui abbiamo saltato la ricarica a Chiavenna.
La meta della tratta era una Osteria a Calolziocorte dove l'app “Recharge Around” ci dava la presenza di una colonnina del noto circuito delle eccellenze italiane segnalata come “disponibile” e dove prevedevamo di mangiarci un bel risotto con pesce di lago dopo un settimana di cucina Tirolese/Bavarese. Per puro scrupolo telefoniamo per prenotare quando siamo dalle parti di Colico e... un messaggio registrato ci avvisa che l'Osteria è chiusa per ferie fino al 6 settembre, per cui saltiamo anche questa ricarica (ed anche il risotto).
Per fortuna l'efficienza della e-UP! in recupero è notevole e siamo riusciti ad arrivare alla fast Enel di Capriate con una autonomia residua di 40km dopo aver percorso ben 148km dalla ricarica di St. Moritz. Ci siamo dovuti accontentare di una pizza d'asporto una volta arrivati a casa.

Un po di numeri per gli amanti delle statistiche:
- km complessivi percorsi: 1700
- Ricariche fatte: circa 35 di cui 9 fast.
- Passi alpini valicati: 17
- Cime Coppi: Passo Sella 2240mslm e Passo Pordoi 2239mslm
- Costi di ricarica: non ho ancora capito quanto ma poco.

Circa il 40% delle colonnine utilizzate sono state gratuite e plug&charge.

Abbiamo fatto 6 ricariche con la tessera Eneldrive in colonnine Enel o Alperia, ma non mi sono segnato di volta in volta i kWh caricati per cui il costo esatto lo saprò quando mi arriva la bolletta a fine mese.

Nelle colonnine a pagamento in Austria, Germania e Svizzera abbiamo utilizzato quasi sempre il badge evway: il fatto che sia attaccato alla chiave dell'auto lo rende la “tessera” più comoda da utilizzare per cui lo abbiamo sempre provato come prima opzione e solo nei casi in cui non ha funzionato abbiamo provato altre tessere.
In teoria tutte le colonnine che abbiamo attivato con evway hanno un costo di 300 coccinelle all'ora se lente e 40 coccinelle al kWh se veloci ma al momento sul mio profilo dei evway ho 11 sessioni nuove ma tutte con 0kWh caricati e 0 coccinelle consumate, per cui ho ancora tutto il credito che avevo prima di partire. Probabilmente a causa del roaming ci voglio alcuni giorni a comunicare i dati.
Credito che in ogni caso è costituito per metà dalle 2500 coccinelle ricevute gratuitamente in Trentino a Maggio ( evway-trentino-guest-card-t2791.html ), per cui anche se me le scaleranno, sarà a costo 0.

Alcune delle colonnine utilizzate le ho già recensite negli scorsi giorni, pian pianino recensirò anche le altre.

Ciao a tutti Antonio

PS:
D “Ma che autonomia massima hai?”
R “Circa 120km, 130km senza aria condizionata”
D “Si, vabbé, ma allora è un'auto solo da città... “ :lol:


VW e-UP! detta EPPA


polianto
Messaggi: 889
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Re: Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Messaggioda polianto » 27/08/2018, 18:26

La nostra Eppa è solo uno dei mezzi elettrici utilizzati in questa vacanza, infatti ne abbiamo utilizzati anche molti altri: cabinovie, funivie, funicolari e tram.

Questi i due più spettacolari.

La Tiroler Zugspitzbahn funivia costruita ben 30 anni fa ma che è ancora notevole per tecnica e dislivello e che abbiamo utilizzato per salire sulla cima dello Zugspitze, dotata inoltre di colonnina di ricarica gratuita plug&charge da utilizzare durante la gita https://www.zugspitze.at/de/home/

zugbahn.jpg
zugbahn.jpg (190.99 KiB) Visto 1228 volte


Ed il Stubaitalbahn, storica ferrovia a scartamento metrico trasformata in una modernissima tramvia elettrica che abbiamo utilizzato per scendere ad Innsbruck dal paesino di Mutters dove abbiamo alloggiato, molto panoramica e silenziosissima https://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_della_Stubaital

STB.jpg
STB.jpg (353.98 KiB) Visto 1228 volte


Ciao Antonio
VW e-UP! detta EPPA

Diego
Messaggi: 208
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Messaggioda Diego » 27/08/2018, 19:26

grandissimo e complimenti...ottima city car...eheh
zoe 2013 + upgrade > FV 3.2 kwh + accumulo 6.6 kwh > twizy 2012 >

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 5998
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Re: Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Messaggioda marco » 28/08/2018, 7:35

Complimenti Antonio: bel viaggio e bel report.
Riguardo le ricariche, puoi guardare sul sito Eneldrive: trovi tutti i dettagli con i consumi, puoi anche estrapolare in Excel ed inserendo una formula per la tariffa fissa al kWh ricavare tutti i futuri addebiti.
Nissan Leaf 24 kWh 2012 > Zero FX 5,7 kWh 2015 > Ninebot One 320 Wh 2017

polianto
Messaggi: 889
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Re: Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Messaggioda polianto » 30/08/2018, 22:08

Problemi di ricarica

Nelle due settimane trascorse in vacanza abbiamo dovuto affrontare qualche problema di ricarica, nulla di grave, ma è giusto segnalarli.

La prima difficoltà la abbiamo incontrata nel Primiero ed è un classico Italiano: la colonnina prescelta era inutilizzabile a causa di un mercato, ci siamo spostati ad un'altra e siamo riusciti a caricare.
colonnina-22kwac-acsm-primiero-parcheggio-di-via-dante-fiera-di-primiero-tn-t3416.html

Abbiamo sempre trovato le colonnine libere, solo una volta, a Brunico, una era parzialmente occupata da un abusivo termico, ma siamo riusciti ugualmente a ricaricare.
colonnina-fast-alperia-brunico-bz-via-campo-tures-t3502.html

A Vipiteno la colonnina vicino al centro che volevamo utilizzare era spenta in manutenzione. La mappa di Alperia è diventata molto lenta e poco reattiva per cui non avevo controllato se la colonnina prescelta fosse attiva. Problema risolto rapidamente spostandoci in un'altra colonnina li vicino.
colonnina-alperia-22kwac-parkplatz-nord-vipiteno-bz-t3509.html

A Telfs la prima difficoltà seria: avevamo in programma una ricarica fast a questa colonnina Smatrics https://www.openchargemap.org/site/poi/details/74829 con la tessera che avevo praticamente fatto apposta alcune settimane prima come-ricaricare-alle-colonnine-smatrics-con-direct-net-t1362.html#p25741
Ora, siccome sono un po' pirla, la tessera Smatrics l'ho dimenticata a Milano appoggiata su un ripiano in cucina. :oops:
Ho provato una mezz'ora ad attivare la colonnina con tutte le altre tessere e con l'app ma poi ho desistito e ci siamo spostati ad una colonnina lenta li vicino, attivata al primo colpo con il badge EVway, anche se la colonnina non è presente sulla mappa di EVway, ed abbiamo perso un'oretta abbondante per ricaricare il necessario per raggiungere in tranquillità il Fernpass.
colonnina-gemeindewerketelfs-22kwac-weiszenbachgasse-9-telfs-t3510.html


Ultima difficoltà alla Fast di Enel di Brembate: dopo 4 tentativi a vuoto per far partire la ricarica abbiamo chiamato il numero verde di EVA+, hanno effettuato un riavvio da remoto della colonnina e a quel punto la ricarica è partita al primo tentativo.

Tutti problemi non particolarmente invasivi, soprattutto se si ha pronto un piano B e se non si ha troppa fretta di arrivare alla meta.

Ciao Antonio
VW e-UP! detta EPPA


Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 5998
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Re: Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Messaggioda marco » 31/08/2018, 8:33

polianto ha scritto:Ora, siccome sono un po' pirla, la tessera Smatrics l'ho dimenticata a Milano appoggiata su un ripiano in cucina. :oops:
Ho provato una mezz'ora ad attivare la colonnina con tutte le altre tessere e con l'app ma poi ho desistito


Scusa ma non hai installato l'app? Io credo di aver sempre ricaricato con l'App smatrics, quando sono andato a Vienna l'anno scorso.
Nissan Leaf 24 kWh 2012 > Zero FX 5,7 kWh 2015 > Ninebot One 320 Wh 2017

Fafifugno
Messaggi: 7
Iscritto il: 23/08/2018, 23:27

Re: Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Messaggioda Fafifugno » 31/08/2018, 13:24

Complimenti, gran bel viaggio.
Permettetemi, però, di fare “l’avvocato del diavolo”:

Abbiamo scelto la seconda opzione, vista la giornata di bel tempo, trovando due bei modi per passare le 5 ore di sosta per ricarica lenta complessivamente necessarie.


Cinque *ore* di ricarica ?!?
Son questi i motivi per i quali le elettriche non si diffondono: devo lasciare una auto che fa almeno 500 km con un pieno, e che richiede a prendersela comoda 15 minuti per rifare il pieno, per passare ad una che se va bene ne fa 150 seguiti da 5 ore di sosta per fare il pieno ?!?
Lo so, sono cose che avete sentito migliaia di volte, però se uno legge cose del genere di sicuro non è stimolato a passare ad una elettrica....
...specie se magari con la macchina ci lavora (che sono proprio quelli che, facendo tanti km, potrebbero dare più vantaggi a livello di inquinamento): mica può dire al cliente “guardi, ci vediamo fra cinque ore perché devo caricare la batteria della mia auto”

La prima alle terme di Scuol, posto stupendo e molto rilassante, con l'ingresso situato a solo 200m da una colonnina pubblica https://www.bognengiadina.ch/en .


Non lo metto in dubbio (gran bella foto, tralaltro), ma è stata una visita “forzata” dall’attesa per la ricarica (nel senso che se non ci fosse stato bisogno di aspettare 5 ore per caricare la batteria non ci sareste andati, giusto ?)

Da St. Moritz è partita la tratta più lunga percorsa senza ricariche. Partiti con la batteria al 100% siamo arrivati al Passo del Maloja con 1/8 di batteria consumata. Nella discesa contavo di percorrere senza consumare batteria i 30km della tratta dal passo a Chiavenna e di fermarci lì per un rabbocco. Ed invece siamo arrivati a Chiavenna con la batteria al 100% dopo aver percorso più di 50km in discesa per cui abbiamo saltato la ricarica a Chiavenna.


Ma quindi durante la discesa non siete riusciti a sfruttare tutta la rigenerazione che si poteva utilizzare (perché la batteria è arrivata al 100% durante la discesa) oppure avete raggiunto il 100% a Chiavenna (o nelle immediate vicinanze) ?

Un po di numeri per gli amanti delle statistiche:
- km complessivi percorsi: 1700
- Ricariche fatte: circa 35 di cui 9 fast.


Tolte quelle fatte di notte o quando l’auto non vi serviva hai più o meno una stima delle ore “perse” per le ricariche ?

Circa il 40% delle colonnine utilizzate sono state gratuite e plug&charge.


Ne conosco molti che si lamentano di queste agevolazioni per le auto elettriche...

PS:
D “Ma che autonomia massima hai?”
R “Circa 120km, 130km senza aria condizionata”
D “Si, vabbé, ma allora è un'auto solo da città... “ :lol:


In realtà è normale eh dicano così, se per ottenere 130 km di autonomia (magari in una sauna, visto che dici “senza aria condizionata”) devo star fermo 5 ore...
...finisce che per fare un viaggio da 260 km, che con una termica copri in un paio d’ore o poco più, tu ce ne metti circa 8... :)
Ultima modifica di Fafifugno il 31/08/2018, 14:29, modificato 1 volta in totale.

polianto
Messaggi: 889
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Re: Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Messaggioda polianto » 31/08/2018, 14:18

Scusa ma non hai installato l'app?


Si, l’app l’ho installata, ma non l’ho provata prima (secondo errore) per cui mi sono ritrovato sotto un sole cocente a litigare con una applicazione ostile che parlava solo tedesco.
Da qui la richiesta di una app per tradurre rapidamente i messaggi come-tradurre-i-messaggi-delle-colonnine-t3496.html

Cercando di fare il log-in mi continuava a rispondere picche a tutte le possibili password che avrei potuto usare:
Die eingegebene E-Mail Adresse oder das Passwort ist falsch. bitte prufen sie die Daten und versuchen Sie es noch einmal.
L'indirizzo e-mail o la password inseriti sono errati. si prega di controllare i dati e riprovare.

Ho provato anche a resettare la password ma la risposta è stata questa:
Fehler beim Zurücksetzen des passworts. Bitte versuchen sie es noch einmal
Errore durante il ripristino della password. Per favore riprova

Evidentemente non avevo completato correttamente la procedura di registrazione in precedenza e a quel punto ho desistito, i kWh che mi servivano erano pochi e piuttosto che sprecare ulteriore tempo davanti alla colonnina fast ho preferito spostarmi a caricare a quella lenta.
Poi in albergo ho provato di nuovo, e mi sono reso conto che probabilmente non mi ero proprio iscritto: per creare un account si deve inserire il numero della tessera rimasta a Milano.

smatrics.JPG
smatrics.JPG (22.64 KiB) Visto 179 volte


Comunque lezione imparata: le app si provano prima a casa e una volta che funzionano è meglio memorizzare i dati di log-in in modo da non perdere tempo ad attivare l’app quando si è davanti alla colonnina, di fretta ed in condizioni meteo non ottimali.

Ciao Antonio
VW e-UP! detta EPPA

polianto
Messaggi: 889
Iscritto il: 22/09/2016, 12:05

Re: Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Messaggioda polianto » 31/08/2018, 14:52

ma è stata una visita “forzata”

Ti dirò, a parte il discorso ovvio dei viaggi di lavoro che non si possono fare in questo modo (ma Leo ci mostra come si può fare), il dover fare delle soste per ricaricare sta diventando un modo di viaggiare molto piacevole e lo stiamo vivendo come una opportunità e non come una forzatura.
E’ vero ci si mette più tempo, ma invece di essere una giornata di “viaggio”, cioè una giornata spesa solo per andare dal punto A al punto B, diventa una giornata di “vacanza” in cui si è visitato quel tal posto e fatto quella tal altra cosa.
Ed alla fine si arriva a casa con la sensazione da aver passato una bella giornata e non con lo stress di aver fatto tanti chilometri.

Per esempio all’andata abbiamo fatto 3 ricariche fast, l’ultima all’Autogrill Paganella dove c’era un casino pazzesco, coda enorme per i bagni e ressa alle casse per i panini.
Siamo risaliti in macchina e ci siamo fermati alla colonnina lenta di Cavalese, ci siamo seduti ad un tavolino all’aperto in un bar della zona pedonale, e ci siamo mangiati una splendida puccia speck e formaggio molto buona con l’arietta fresca di montagna e lontano dai gas di scarico. Molto più piacevole e rilassante.
Certo siamo arrivati alla meta due ore dopo rispetto al solito, ma non è che in quelle due ore avremmo fatto chissà che.

C'è chi parla di "slow traveling" come analogia allo "slow food".

Tolte quelle fatte di notte o quando l’auto non vi serviva hai più o meno una stima delle ore “perse” per le ricariche ?

Di ore “perse” direi solo una e mezza a Telfes, e 3 o 4 mezz’ore alle colonnine fast.
Tutte le soste alle colonnine lente le abbiamo programmate in posti dove “ricaricare l’auto mentre si fa qualcosa” e non dove “fare qualcosa mentre si ricarica l’auto”.
Invece nelle soste alle fast non riesci a fare quasi nulla, se non colazione o andare al bagno, per cui quei 20-30 minuti che spendi in quelle soste sono spesso veramente persi.

Ma quindi durante la discesa non siete riusciti a sfruttare tutta la rigenerazione

Nel tratti finale della discesa ricaricava a potenza ridotta, la potenza recuperata è scesa fino a -6kWh/100kM mentre in discese analoghe il recupero arriva facilmente a -24kWh/100kM. Col senno del poi avremmo fatto bene a ricaricare meno a St.Moritz.

Ciao Antonio

PS
Durante tutto il viaggio non abbiamo mai utilizzato i tasti ECO od ECO+ e, soprattutto nella prima settimana, abbiamo sempre usato l'aria condizionata a manetta, faceva una caldo...
VW e-UP! detta EPPA

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 5998
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Re: Sù e giù per le montagne: Tirol Edition

Messaggioda marco » 31/08/2018, 15:04

polianto ha scritto: a litigare con una applicazione ostile che parlava solo tedesco


Purtroppo il brutto delle App è infatti che sono solo in quella lingua, mentre i siti web (che fanno le stesse cose) sono spesso anche multilingua, perlomeno hanno l'inglese. Capitato l'ultimo caso proprio in Slovenia, di cui presto vi parlerò.
Nissan Leaf 24 kWh 2012 > Zero FX 5,7 kWh 2015 > Ninebot One 320 Wh 2017



Torna a “Raduni e Viaggi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti