In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Spazio adibito all'organizzazione, alla segnalazione o descrizione di raduni, flash mob, incontri, viaggi ecc.
Avatar utente
lormar71
Messaggi: 58
Iscritto il: 16/05/2018, 22:51

In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Messaggioda lormar71 » 11/07/2019, 18:03

Dopo giornate molto calde nella zona dove risiedo, la Costa dei Trabocchi (litorale Adriatico della provincia di Chieti), decido di recarmi in montagna per respirare un po' di aria fresca e pulita. Meta: Campo Imperatore: il più esteso e imponente altopiano dell'Appennino, situato a circa 2.100 m di quota in provincia dell'Aquila, definito dal noto alpinista Fosco Maraini il "Piccolo Tibet".

La sera prima mi metto d'accordo con un vecchio amico (amante della montagna e per fortuna sempre disponibile) per incontrarci a mezza via e poi proseguire il viaggio fino alla vetta ovviamente a bordo della mia Renault Zoe.

00_tragitto.jpg
Tragitto completo A/R su Google Maps
00_tragitto.jpg (164.83 KiB) Visto 338 volte


Parto da FOSSACESIA (CH), 142 m s.l.m., verso le 8 del mattino di un anonimo martedì del mese di luglio con batteria (da 41 kWh) al 100%.

Lasciati i piccoli a LANCIANO (CH) a casa di mia madre (santa donna!), mi avvio verso il casello autostradale A14 di Lanciano per cercare di arrivare alla tappa intermedia di Bussi Officine (PE), ove incontrarmi col mio compagno di viaggio Cesidio, verso le ore 10. Avrei potuto (e anche voluto) evitare di percorrere l'autostrada, ma i tempi si sarebbero dilatati un po' troppo. Quindi opto per 35 km di autostrada adriatica da Lanciano a Pescara ovest, per poi proseguire sull'asse attrezzato e la strada statale 5 Via Tiburtina Valeria fino a Bussi Officine.

Arrivo a BUSSI OFFICINE (PE) verso le 10:10, anche prima di Cesidio... Km percorsi quasi 95, kWh consumati: 11. Consumo medio: 11.7 kWh/100 km; non male, considerando anche l'aria condizionata sempre accesa (impostata su 22 °C).

01_consumi_bussi.jpg
Bussi sul Tirino: consumi intermedi
01_consumi_bussi.jpg (212.11 KiB) Visto 338 volte


Qui il mio amico lascia parcheggiata la sua termica e insieme ci dirigiamo - così come diceva il mitico Mike Bongiorno - 'Sempre più in alto!'
Viaggiamo ovviamente in tutta calma, su stradine sempre più strette, ma finalmente con aria condizionata spenta e finestrini quasi tutti abbassati. Non incrociamo quasi nessuno. Gli unici rumori che avvertiamo sono i fruscii del vento che pettina i ciuffi d'erba e le chiome degli alberi e il canto degli uccelli che svolazzano attorno. Sono questi i momenti che mi fanno apprezzare a fondo l'auto elettrica... Decisamente impagabili!

Ci fermiamo a CASTEL DEL MONTE (AQ), un piccolo comune di 300 anime (che però in estate arrivano a 10 volte di più), facente parte del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e del circuito dei borghi più belli d'Italia.
Caffè e cornetto, breve capatina al bagno, chiacchierata con la ragazza del bar in piazza e pochi passi per le vie del centro, a dire la verità piuttosto mal ridotto (e con diversi cantieri aperti).

02_castel_del_monte.jpg
Castel Del Monte
02_castel_del_monte.jpg (270.3 KiB) Visto 338 volte


Ci rimettiamo in viaggio verso la meta. Il paesaggio diventa via via sempre più selvaggio, la vegetazione più povera e la temperatura più rigida.

Superiamo il Ristoro Mucciante, in località Fonte Vetica, noto per la carne alla griglia, gli arrosticini e i formaggi.

04_on_the_road_bis.jpg
Paesaggi "lunari" 2/2
04_on_the_road_bis.jpg (97.97 KiB) Visto 338 volte

03_on_the_road.jpg
Paesaggi "lunari" 1/2
03_on_the_road.jpg (83.13 KiB) Visto 338 volte


Verso le 13 arriviamo a CAMPO IMPERATORE (AQ). E senza 'finalmente': la cosa più bella è proprio il viaggio, non la destinazione!
Temperatura: 12 °C e vento fortissimo! E pensare che giù vi erano 33 °C afosissimi... Rigenerante! Forse anche troppo... :D

Qui possiamo ammirare, oltre ovviamente ad un panorama stupendo quasi "lunare":

  • l'Osservatorio Astronomico d'Abruzzo: centro di osservazione astronomica fondato nel 1965 come parte dell'Osservatorio astronomico di Roma sull'omonimo altopiano a 2200 m s.l.m. e usato ancora oggi per attività scientifiche e divulgative.
  • Il rosso Rifugio/Albergo Campo Imperatore (chiuso): realizzato negli anni 30 su progetto dell'ingegnere piemontese Vittorio Bonadè Bottino, autore negli stessi anni delle strutture alberghiere a Sestriere e dell'hotel Principi di Piemonte a Torino. La struttura è famosa per essere stata, tra il 28 agosto e il 12 settembre 1943, la prigione di Benito Mussolini in seguito all'Armistizio di Cassibile, sino alla sua liberazione avvenuta per opera delle forze armate tedesche.
  • la Chiesetta Madonna della Neve: edificio religioso, il più elevato d'Italia tra quelli consacrati. La chiesa venne costruita nel 1934 per volere del cardinale Federico Tedeschini, su progetto del soprintendente Alberto Riccoboni, nell'ambito di un vasto progetto comprendente la realizzazione di infrastrutture, strutture ricettive ed impianti sciistici nell'estremità occidentale di Campo Imperatore. Nel dopoguerra rimase abbandonata per diversi decenni, fino al restauro del 1992, reso possibile grazie alla sezione abruzzese dell'Associazione Nazionale Alpini. Al termine del restauro, il 20 giugno 1993, venne consacrata da papa Giovanni Paolo II, particolarmente legato al Gran Sasso d'Italia e in particolare a Campo Imperatore, dove si recava frequentemente a sciare in incognito.

05_campo_imperatore.jpg
Campo Imperatore
05_campo_imperatore.jpg (196.01 KiB) Visto 338 volte


Questi i dati sui consumi arrivati in vetta:

06_consumi_in_vetta.jpg
Consumi in vetta
06_consumi_in_vetta.jpg (189.05 KiB) Visto 338 volte


Dopo qualche minuto rimasto a respirare a pieni polmoni, ovviamente con giacca impermeabile e cappuccio, lo stomaco comincia a brontolare: è ora di trovare un posto dove rifocillarsi.

Visti i 74 km residui stimati, Cesidio consiglia di scendere dall'altro versante per andare a ricaricare a L'Aquila (dove vi sono diverse colonnine Enel). Ma io, fiducioso nelle capacità del sistema di ricarica rigenerativo della mia Zoe, lo rassicuro e riesco a fargli cambiare idea.

Concordiamo così di scendere nella vicina SANTO STEFANO DI SESSANIO (AQ) e pranzare lì in qualche ristorantino. Troviamo chiusa "La Locanda Sul Lago", e ripieghiamo sul "Ristocamping Gran Sasso", che comunque si rivela una piacevole sorpresa! Due primi caldi con provola e patate, arrosticini con contorno di zucchine gratinate, vino rosso, acqua e caffè: 20€ a testa e si riparte di slancio.

07_santo_stefano_sessanio.jpg
Santo Stefano di Sessanio dall'alto
07_santo_stefano_sessanio.jpg (97.29 KiB) Visto 338 volte


Prima di tornare giù a Bussi, decidiamo di fermarci a CALASCIO (AQ) per un bel gelato. Qui ritroviamo il "cono palla", che soltanto i vecchi come me forse ricordano... Il borgo è situato in posizione panoramica sulla valle del Tirino, ad un'altitudine di poco superiore ai 1.200 m s.l.m.. Al di sopra del paese, arroccata in cima ad un monte, a 1.460 m, è sita Rocca Calascio con il suo borgo medioevale disabitato, ora riscoperto e ristrutturato.

08_fontana_calascio.jpg
Calascio: la fontana
08_fontana_calascio.jpg (131.89 KiB) Visto 338 volte


Verso le 16 decidiamo di tornare a Bussi Officine e lì ci salutiamo, per tornare ognuno a casa propria. Come vorrei che il tempo si fosse fermato... :cry:

Alle 18 sono di nuovo a Lanciano per riprendere i bimbi e poco dopo a casa Fossacesia.

Questi i dati complessivi (ovviamente con una sola ricarica: quella fatta la notte precedente nel mio box): 320 km totali, di cui 70 di autostrada e quasi tutti i restanti su strade extraurbane:

09_consumi_finali_casa.jpg
Consumi finali a casa
09_consumi_finali_casa.jpg (183.39 KiB) Visto 338 volte


La Zoe non tradisce mai! ;)

Cari saluti a tutti,
Lorenzo




Avatar utente
alefi82
Messaggi: 37
Iscritto il: 15/01/2019, 11:25

Re: In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Messaggioda alefi82 » 11/07/2019, 18:35

Che spettacolo! Gran bel giro fuori porta... e compolimenti alla Zoe che si è dimostrata un'ottima macchina...Interessante il dato del consumo medio all'arrivo a Campo imperatore...

Avatar utente
roberto72
Messaggi: 1346
Iscritto il: 28/03/2017, 11:17
Località: Vicino alla Laguna
Veicolo: Leaf 24 kWh

Re: In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Messaggioda roberto72 » 11/07/2019, 19:37

Bravissimo Lorenzo e brava la Zoe.
Secondo me nel racconto hai evidenziato il punto cruciale, vale a dire che con una EV la destinazione da raggiungere è solamente una scusa per godersi un bel viaggio. :D
Nissan Leaf 24 kWh Consumo Immagine
Impianto FV 4,7 kWp

Avatar utente
lormar71
Messaggi: 58
Iscritto il: 16/05/2018, 22:51

Re: In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Messaggioda lormar71 » 11/07/2019, 20:06

roberto72 ha scritto:Bravissimo Lorenzo e brava la Zoe.
Secondo me nel racconto hai evidenziato il punto cruciale, vale a dire che con una EV la destinazione da raggiungere è solamente una scusa per godersi un bel viaggio. :D

Grazie Roberto! Quando sono "a cavallo" della mia EV non vorrei mai scendere... :D

Avatar utente
lormar71
Messaggi: 58
Iscritto il: 16/05/2018, 22:51

Re: In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Messaggioda lormar71 » 11/07/2019, 20:07

alefi82 ha scritto:Che spettacolo! Gran bel giro fuori porta... e compolimenti alla Zoe che si è dimostrata un'ottima macchina...Interessante il dato del consumo medio all'arrivo a Campo imperatore...

Grazie! ;)


Kimera
Messaggi: 201
Iscritto il: 27/12/2018, 14:30

Re: In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Messaggioda Kimera » 11/07/2019, 20:21

Orca che consumi buonissimi! :eek:
Ma come fai a guidare così bene?
Renault Zoe R240 anno 2016

Avatar utente
lormar71
Messaggi: 58
Iscritto il: 16/05/2018, 22:51

Re: In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Messaggioda lormar71 » 11/07/2019, 21:45

Kimera ha scritto:Orca che consumi buonissimi! :eek:
Ma come fai a guidare così bene?

Occorre cercare di mantenere un'andatura uniforme e una velocità moderata. Toccare il meno possibile il pedale del freno e non cedere alla tentazione (molto forte nelle EV) di partire "a razzo" dopo essersi fermati a un incrocio o una rotonda.
Al resto pensa la Zoe. La mia è una R240 upgradata con batteria da 41 kWh.

Avatar utente
JacobLocke
Messaggi: 54
Iscritto il: 30/06/2019, 3:59

Re: In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Messaggioda JacobLocke » 11/07/2019, 23:36

Gli hai messo su la batteria più potente? Ti chiedo solo una cosa.. cosa hai pagato? In tutto? Perché io ho una Zoe da una ventina di giorni con batteria da 41 kWh ma tra 6 mesi esce la nuova Zoe con batteria da 52 kWh sono un po’ tentato di farli fare l’upgrade.. anche perché ho chiesto al tizio che me la venduta in Renault. Io gli ho detto che volevo aspettare qualche anno che uscisse una batteria magari a 64 kWh come la “Kona”, mi ha risposto che quasi sicuramente non ci sarà una batteria più potente di questa; in quanto dovranno farle più grosse e nel pianale della Zoe non riusciranno a entrare.

Anche se 400 kilometri reali di autonomia, se si guida bene a certe velocità, non mi dispiace se si avrà anche la ricarica rapida. Vedremo :)

Avatar utente
lormar71
Messaggi: 58
Iscritto il: 16/05/2018, 22:51

Re: In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Messaggioda lormar71 » 12/07/2019, 0:29

JacobLocke ha scritto:Gli hai messo su la batteria più potente? Ti chiedo solo una cosa.. cosa hai pagato? In tutto? Perché io ho una Zoe da una ventina di giorni con batteria da 41 kWh ma tra 6 mesi esce la nuova Zoe con batteria da 52 kWh sono un po’ tentato di farli fare l’upgrade.. anche perché ho chiesto al tizio che me la venduta in Renault. Io gli ho detto che volevo aspettare qualche anno che uscisse una batteria magari a 64 kWh come la “Kona”, mi ha risposto che quasi sicuramente non ci sarà una batteria più potente di questa; in quanto dovranno farle più grosse e nel pianale della Zoe non riusciranno a entrare.

Anche se 400 kilometri reali di autonomia, se si guida bene a certe velocità, non mi dispiace se si avrà anche la ricarica rapida. Vedremo :)


Io sono stato uno dei pochi fortunati a poter usufruire del programma di upgrade della batteria da 22 kWh a 41 kWh (sono stato tra i primi a richiederlo a fine 2017 e a poterne di fatto beneficiare a febbraio 2018). Il costo che ho dovuto sostenere è stato di 3.500€, più l'incremento del canone mensile di locazione della batteria di 10€.
Da quel che mi risulta il programma ha avuto una durata limitata ed ora non è più attivo.
Anch'io credo che la prossima batteria da 52 kWh potrebbe essere montata - volendo - anche sulle "vecchie" Zoe, dal momento che le dimensioni della vettura saranno immutate. Ma dubito che Renault abbia in mente di riattivare un programma di upgrade della batteria, dal momento che non è riuscita a soddisfare le tante richieste ricevute e ha dovuto interromperlo.
In ogni caso, a mio avviso, la batteria da 41 kWh è già abbastanza "capiente" da soddisfare le necessità di mobilità della stragrande maggioranza degli automobilisti.
Ciao,
Lorenzo

Avatar utente
JacobLocke
Messaggi: 54
Iscritto il: 30/06/2019, 3:59

Re: In Zoe sul piccolo Tibet (Gran Sasso) alla ricerca di pace

Messaggioda JacobLocke » 12/07/2019, 0:36

Grazie Lorenzo per la risposta! A me il tipo Renault qui in Germania dove sto io mi ha parlato della bellezza di 6 mila€ per il cambio che tu hai fatto a 3 mila e 500. E io vivendo appunto in Germania a 800 kilometri da dove sono le mie parti in Italia, con i tempi di ricarica che ha la Zoe che son buoni ma non ottimi... le 2 volte l’anno che vado in Italia vorrei aver più autonomia possibile e poi togliere il canone che sul lungo periodo diventa svantaggioso. Un saluto a te e grazie ancora.



Torna a “Raduni e Viaggi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite