Vacanza in Leaf a Sulzano

Spazio adibito all'organizzazione, alla segnalazione o descrizione di raduni, flash mob, incontri, viaggi ecc.
Leaf_Modena
Messaggi: 18
Iscritto il: 04/02/2017, 1:24

Vacanza in Leaf a Sulzano

Messaggioda Leaf_Modena » 10/07/2017, 1:39

Sfidando le leggi della fisica, della sanità mentale e delle minacce di divorzio della moglie :shock: :shock: , coadiuvato dalla revisione scaduta della vecchia caldaia con gomme lisce da cambiare e perdita del libretto di circolazione :roll: sono partito lunedì scorso per la mia prima vacanza con la mia Nissan Leaf 2012, 10 tacche residue, 15 KWh scarsi di capacità batteria residua.
E' la prima volta che affronto un viaggio in elettrico, e la sfida mi "eletrizzava"
Pianificato il viaggio la notte prima verificando su http://chademo-map.com/ la disponibilità di ricariche fast (la mia Leaf purtroppo ha il caricatore a 3 KW), caricato bagagli, moglie e figlie siamo partiti per l'avventura.
Prima tappa semplice Bastiglia - Reggio Emilia. Il problema in questo caso era solo l'orario di partenza tardo, e quindi il rischio di non riuscire a ricaricare al 100% la macchina prima della chiusura del concessionario, la colonnina di ricarica è all'interno dello stesso e non accessibile in orario di chiusura.
Alla fine per fortuna alle 12,40 la macchina era pronta per ripartire.
1.jpg
1.jpg (160.38 KiB) Visto 306 volte

3.jpg
3.jpg (147.37 KiB) Visto 306 volte

2.jpg
2.jpg (145.27 KiB) Visto 306 volte

Prossima tappa Lidl di Cremona, via del Macello, per la seconda carica Chademo.
In teoria la tratta doveva essere agevole, senza autostrada e 80km circa, ma la scarica del telefono e l'uso del navigatore della macchina mi hanno fatto deviare il percorso, con anche un pezzo di alcune decine di km di autostrada, fatti in scia a un tir per risparmiare energia.
Inoltre a una decina di km da Cremona un ponte chiuso sulla strada indicata, quando la autonomia data dalla macchina era giusta giusta quella che il navigatore dava per raggiungere la destinazione, ha fatto andare in panico la moglie e un attimo preoccupare anche me.
Fermi tutti, riguarda bene le possibili alternative sulla mappa, sfancula il navigatore e a passo di lumaca procedo sulla strada che ritengo giusta per raggiungere la stazione.
Sudorino freddo ma alla fine riesco ad arrivare al Lidl con ben 7 km di autonomia ...
Moglie incazzata per lo spavento e per l'orario di arrivo (dovevamo ancora pranzare) metto la macchina in carica e ci sfamiamo modello zingari con delle pizzette prese all'interno del supermercato.
Matrimonio ancora forse salvo
... continua ...




Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 9660
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Vacanza in Leaf a Sulzano

Messaggioda marco » 10/07/2017, 8:22

Ciao Andrea,
come saprai, anche il ho il tuo stesso mezzo, ma gestendo il tutto con più calma non mi sono mai trovato in ansia di autonomia, nonostante abbia fatto viaggi anche più lunghi.

Qualche consiglio che posso darti:
- mantieni una bassa velocità di marcia, aiutanti anche con il cruise control (io mi sono abituato a viaggiare ai 65km/h, un passo in cui si rischia quasi per nulla di prendere un autovelox)
- evita le autostrade
- no aria condizionata, bastano i vetri giù visto che l'auto non scalda
- usa il navigatore di google, impostando "evita i pedaggi"
- non arrivare al limite dell'autonomia, rabbocca prima
- prenditi le giuste pause, anche nelle colonnine lente, per visitare le località o ristorarti in un bar/ristorante
- se devi arrivare in un posto ad un certo orario, non c'è bisogno di correre, basta partire prima

Qui un esempio di viaggetto seguendo questo stile, effettuato di recente reggio-emilia-senigallia-in-leaf-282km-in-12-ore-t1146.html
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


Torna a “Raduni e Viaggi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite