Pagina 1 di 1

Due anni di cucina a induzione. Che bellezza!

Inviato: 08/11/2018, 19:48
da Zio Anatro
Da due anni ho installato un piano cottura a induzione e sono molto soddisfatto. La cosa bella è che il piano è sempre bianco lucido (basta una passata col panno e sgrassatore). Il display è touch screen al posto delle manopole, e, cosa per me importante, mai più svegliarsi di notte a controllare di aver chiuso il gas. Lo consiglio vivamente.

Re: Due anni di cucina a induzione. Che bellezza!

Inviato: 08/11/2018, 19:54
da Diego
ciao,
mi interessa avere dei dati in + se possibile oltre a pregi e difetti
quanto consuma?
con le pentole come funziona?servono pentole dedicate?

ho messo la mia famiglia e la mia compagna di fronte alla possibilità di un piano a induzione ma sono molto prevenuti...io ho desistito subito perchè avevo altre priorità ma vorrei cmq farmi un idea...da chi lo utilizza poi tanto meglio!!!

grazie

Re: Due anni di cucina a induzione. Che bellezza!

Inviato: 08/11/2018, 19:58
da marco
Pure io ce l'ho in scaletta, anche perché ho dei fornelli risalenti all'era paleolitica: c'è da dire però che uso quasi esclusivamente il forno a microonde, ma prima o poi ci scappa anche l'induzione...

Re: Due anni di cucina a induzione. Che bellezza!

Inviato: 08/11/2018, 22:10
da Zio Anatro
Carissimi,
all'inizio avevo delle perplessità, poi subito fugate. La paura di trovarsi con una "cucina giocattolo" dopo aver speso dei soldi, piuttosto del dubbio di dover comprare di nuovo tutte le pentole, o la paura che il contatore scattasse continuamente, di prendere la scossa... invece è andato tutto bene.
Del design vi ho accennato, per quanto riguarda le pentole non c'è problema perché il fondo è quasi sempre in acciaio, per le padelle bisogna fare attenzione che sul fondo ci sia il simbolo dell'induzione, ma ormai è sempre più spesso presente. L'alternativa è comprare una specie di adattatore per pochi euro e appoggiarci le pentole, ma sinceramente non ne abbiamo avuto bisogno.
Diciamo subito che l'induzione forse la sconsiglierei a chi ha "solo" 3 kw di contatore, però anche in tal caso si può impostare il piano ad induzione con due picchi di consumo. Inoltre ognuno dei quattro punti di cottura del piano è dotato di 9! livelli di intensità (col gas io riuscivo al massimo a trovarne tre ad occhio).
E poi è molto più sicuro del gas! Ho due figli piccoli che ficcano le mani dappertutto e il piano induzione scalda solo se capisce che c'è una pentola, se metti una mano non succede nulla, poi dopo alcuni secondi si spegne pure il display. La figata dell'induzione è che non è una piastra che rimane incandescente anche molto dopo che si è finito di cucinare: il calore passa direttamente alla pentola, il piano si può scaldare un po' per il ritorno del calore, ma appena si toglie la pentola un simbolo rosso con la "H" resta acceso per un poco per indicarti di non toccarlo. Niente più fiamme libere o pericolo di fughe di gas... provare per credere.

Re: Due anni di cucina a induzione. Che bellezza!

Inviato: 08/11/2018, 23:33
da pIONiere
La cucina a induzione l'ho avuta per 6 anni (in un appartamento in affitto) ma non mi e' proprio piaciuta, dove sto ora ho di nuovo la cucina a gas (metano) ed e' tutt'altra cosa perché si regola molto meglio.

Re: Due anni di cucina a induzione. Che bellezza!

Inviato: 09/11/2018, 12:57
da andbad
Io ho montato alcuni anni fa un piano ad induzione dell'Ikea. Per non essere troppo drastico, ho montato solo due "fuochi" ad induzione e due normali a gas.
I piano ad induzione funziona bene anche con 3kW (al massimo entrambi possono assorbire 1,8kW, quindi salvo altri carichi ci si sta alla grande).
Uno dei due display led che indica la potenza si è danneggiato in parte dopo qualche mese, ma il problema più grosso è che le due bobine che creano l'induzione sono piuttosto piccole (nel modello che ho scelto io): con le padelle più large, viene riscaldata solo la parte al centro, mentre all'esterno ci arriva solo dopo per conduzione, quindi la cottura non è molto uniforme.
Certo, con una piastra a 4 fuochi con dimensioni differente, probabilmente non avrei questo problema, ma è una cosa che avevo sottovalutato.

Confermo che la pulizia è nettamente più facile e veloce e la sicurezza è maggiore: a parte il discorso di fughe di gas, essendo le pentole appoggiate su una superficie piana (e non su 4 supporti sottili come sopra i bruciatori) le rende molto più stabili e quasi impossibili da rovesciare (a meno di dare una manata al manico di una padella, ovviamente :) ).

By(t)e

Re: Due anni di cucina a induzione. Che bellezza!

Inviato: 15/01/2019, 14:14
da kathy
non posso che consigliarla ci troviamo benissimo.
Pulizia rapida
Possibilità di avere un piano di lavoro su cui appoggiarsi o cucinare
Temperatura delle pentole raggiunge al massimo quella del liquido contenuto quindi minor rischio di scottature (vedi bambini)
Assenza del pericolo gas (mia figlia di 11 anni si è fatta la pasta da sola, non lo avrei permesso con una cucina a gas)

Al minimo della potenza permette di tenere in caldo il cibo.

Re: Due anni di cucina a induzione. Che bellezza!

Inviato: 15/01/2019, 17:37
da ElMu
Ragazzi, entusiasmo a mille per questo " nuovo " elettrodomestico
nuovo si fa per dire perche' lo stiamo usando dal dicembre del 2008, con un contratto di 3 kw, e devo dire che soddisfatto e' dire poco.

IMG_E2129.jpg
IMG_E2129.jpg (67.09 KiB) Visto 887 volte


Pulizia facilitata, come pulire una finestra, basta griglie in ghisa unte, pesanti, ingombranti e scomode da lavare, ed inoltre i copri gas che diventano scuri e si ossidano alla grande
Massima sicurezza, con la funzione di blocco funzioni ( per chi ha figli...o gatti :-) ), inoltre se il contenuto in ebollizione fuoriesce dalla pentola , il sistema si interrompe all' istante
Comodo per il timer di tutti e quattro i " fuochi", lo puoi programmare fino a 99 minuti di massimo, ed una volta arrivato a zero, lui suona per un po e poi si spegne
Bello perche' il sistema va a riscaldare solo la dove c' e' la pentola, e non un millimetro di piu' , quindi il resto della superficie puo' essere utilizzato come piano di appoggio
Le pentole che si attivano con l' induzione devono avere il fondo che reagisce con una semplice calamita, cioe ' questa si deve attaccare, altrimenti la pentola non e' adatta
Ma al giorno d' oggi vi sono un infinita' di pentole che si adattano ( anche quelle Ikea) ed anche caffettiere con il fondo adatto , per chi non vuole rinunciare alla Mokka
Super veloce usando la funzione P (oppure Boost, dipende dalle case)...una pentola di acqua per la pasta bolle in 5-6 min, ed il tutto e' adatto per cibi con la necessita' di avere la temperatura costante ( per esempio sciogliere il burro o la cioccolata, senza bruciarli)

Non tornerei piu' indietro , e se si rompesse , ne prenderemmo un altro simile

Inoltre non ha cambiato per niente la bolletta dell' elettricita', e comunque non si utilizza piu' il gas per la cucina ( rubinetto chiuso)

Re: Due anni di cucina a induzione. Che bellezza!

Inviato: 17/01/2019, 23:24
da mirko2016
Vorrei anche io fare il passo a breve, anche se tra ACS e piano cottura uso 10 metri cubi annui, quindi mi scordo di risparmiare, fintanto che non riesco a mettermi la PDC per acs.

Penso che il maggior risparmio lo otterrei nel riscaldamento, dato che il piano a induzione mi permetterebbe di chiudere il buco sul muro che per legge si deve avere coi piani a gas (e da cui entra freddo a non finire).

PS i sottopentola ho letto che davano problemi di scarsi rendimenti e di conseguenza spreco energetico.
Stessa cosa per alcune pentole, dovrebbero esserci almeno due tipi di fondi, contraddistinti da una denominazione impressa, ma non ricordo esattamente i numeri. Non posso guardare sotto la mia batteria di pentole per induzione perché è in garage (finché non lo cambio sfrutto quelle non adatte...)