Pagina 1 di 2

Quali sono i limiti e le scadenze per le eccedenze SSP

Inviato: 06/01/2019, 10:37
da Diego
Per quanto tempo sono utilizzabili le eccellenze? Ci sono dei limiti di eccedenze annui?

Re: Quali sono i limiti e le scadenze per le eccedenze SSP

Inviato: 06/01/2019, 11:07
da valbui
Diego ha scritto:Per quanto tempo sono utilizzabili le eccellenze? Ci sono dei limiti di eccedenze annui?


Ciao Diego,
nessun limite di tempo, nessun limite di immissioni non utilizzate.

A presto

Re: Quali sono i limiti e le scadenze per le eccedenze SSP

Inviato: 06/01/2019, 13:21
da Diego
ok meglio così allora, in altri post avevo capito che le eccedenze dopo un tot non erano cumulabili e se riscosse, tassate...

Re: Quali sono i limiti e le scadenze per le eccedenze SSP

Inviato: 06/01/2019, 16:55
da gianni.ga
Chiediamo al prof. Marcober

Re: Quali sono i limiti e le scadenze per le eccedenze SSP

Inviato: 13/01/2019, 4:02
da marco
Era un po' che cercavo sti post ma non li trovavo, maledetti OT :-).
Ora che ho diviso, spostato e rinominato, qualcuno può spiegare come funzionano e vengono gestite queste eccedenze? Grazie

Re: Quali sono i limiti e le scadenze per le eccedenze SSP

Inviato: 13/01/2019, 4:08
da marco
Nei mentre ho trovato questa guida > https://www.gse.it/servizi-per-te/suppo ... -eccedenze , ma un riassunto in poche righe è sempre gradito, anche per i posteri.

Re: Quali sono i limiti e le scadenze per le eccedenze SSP

Inviato: 13/01/2019, 10:12
da gianni.ga
L'avanzo dell'anno precedente viene aggiunto all produzione dell'anno corrente.
Non dovrebbero esserci limiti temporali.

Re: Quali sono i limiti e le scadenze per le eccedenze SSP

Inviato: 13/01/2019, 10:39
da marcober
Le ECCEDENZE si formano se il VALORE DI MERCATO dell'energia IMMESSA IN RETE in un anno (valorizzata al prezzo MGP della BORSA, per mese e per Fascia oraria, con la maggiorazione del 5,2% per le perdite di rete) SUPERA il VALORE dell'energia PRELEVATA in un anno (valorizzata al PUN, per mese e per Fascia oraria).
i valori PUN e MGP differiscono fra loro...MGP è un valore ZONALE (mi pare Italia è divisa in 6 zone), mentre il PUN è la media ponderaa dei valori MPG.
Inoltre essendo PER FASCIA, l'immissione (diurna) puo valere piu del prelievo (notturno), salvo il prelevo in F2 (serale) che è il momento piu CARO.

Aldila dle Prezzo con cui sono calcoate..molta importanza ha la QUANTITA: se immetto MENO di quello che Prelevo...non farò mai eccedenze
Se immetto PIU di quello che prelevo, poso farne..di certo se immetto molto di piu del prelevato.
Dunque se ad esempio ho pdc per uso estivo e invernale..in base a quanto è calda o fredda la stagione..posos variare il mio prlevato e dunque fare/non fare eccedenza. Oppure potrei avere un guasto allimpinato e perdere alcni mesi, e dunque se normalmente faccio eccedenza , porei trovarmi in un anno specifico a non farla, ma ad andare pesantemente sotto.

Il meccanismo di SCAMBIO prevede che ci venga l'energia IMMESSA venga REMUNERATA..tutta e sempre..ma ci sono 2 casi:
Cso A: Se il VALORE PRELEVATO è MAGGIORE dell'Immesso, ci viene erogato interamente il VALORE del ns IMMESSO, sotto la form adi CONTRIBUTO DI SCAMBIO, dunque dentro il normale Conguaglio annuale, senza fare alcuna domanda specifica e senza dover pagare tasse.
CASO B: Se il valore IMMESSO è MAGGIORE del PRELEVATO, all'interno del CONTRIBUTO SCAMBIO ci erogano il VALORE DEL PRELEVATO..mentre la differenza positiva a ns vantaggio fra i 2 valori rappresenta questa ECCEDENZA:

Questa (eventuale) ECCEDENZA puo avere varie destinazioni:
1 la possiamo tenere presso il GSE in un ns "conto"...e qualora poi arrivi un anno solare in cui il VALORE del Prelevato supera quelo dell' IMMESSO, ci viene erogato DENTRO IL MECCANISMO DI SCAMBIO, quindi IN AUTOMATICO, senza domanda e senza pagare Tasse (non tutta Eccedenza che abbiamo, ma solo sino a pareggiare valore Prelevato dell'anno solare)

2) la possiamo accumulare nel conto e poi un certo anno decidere di farcela pagare. Tale pagamento però è una VENDITA DI ENERGIA ala rete e dunque poi GSE ci manda un documento che lo dice e che va consegnato al CAF o Commercilista affinche comprenda tale erogazione nel ns REDITO, e ci paghiamo le tasse. Puo essere inetresate farlo se non capita MAI che prelevato superi immesso...e magari conviene farlo quando il ns reddiot cala (esempio pensione), in modo che l'aliquota marginale che sconta sia bassa (se non addirittura in no tax area). Se vogliamo la scelat di farl apagare è REVERSIBILE, per cui dopo possiamo decidere di tornare ad accumulare 8ad esmepio avevamo 1000 euro di eccedenza di 10 anni..ci servono soldi..la facciamo pagare..paghiamo le tasse ma poi decidiamo di tornre ad accumulare da li i poi)

3) la possiamo far erogare di anno in anno..senz aaccmulare nulla..e pagando le tasse ogni anno. Chi non deve fare 730 o UNICO avrà la scocciatura che per magari 30 euro di Eccedenza deve fare dichiarazione UNICO che costa magari 150 euro..dunque conviene accumulare a farla solo se magari per latri motivi un certo anno si deve comuqnue fare UNICO...

Il "credito" accumulato presso GSE non scade MAI.

ATTENZIONE PERO...la parte altrettanto interessante del meccanismo di Scambio (vale circa 50% del Valore gloabel del Contributo scambio) è il RIMBORSO degli Oneri di Rete e Sistema sull'energia SCAMBIATA (la minore fra immessa e prelevata)..pero se uno IMMETTE piu del PRELEVATO nell'anno 1 e PRELEVA piu dell'immesso nell'anno 2...le due cose NON SI COMPENSANO. Cioeè per la parte del meccanismo "rimborso oneri", la partita si CHIUDE ogni anno solare..se immetti piu dle prelevato, NON mantieni diritto al rimborso di tale kwh negli anni successivi...che è il motivo per cui non canviene produrre piu del consumato.

Re: Quali sono i limiti e le scadenze per le eccedenze SSP

Inviato: 13/01/2019, 12:09
da Diego
gianni.ga ha scritto:L'avanzo dell'anno precedente viene aggiunto all produzione dell'anno corrente.
Non dovrebbero esserci limiti temporali.


premesso che per anno solare si intende dall 1 gennaio al 31 dicembre...corretto???

mi pare di capire dalla risposta di marcober che "la partita si chiude nell anno solare", quindi, facciamo un esempio "pane e salame" se posso (facendo riferimento ai 3 casi di marcober 1/2/3):

nel 2019 produco 1000 kwh di eccedenze (ricado nel caso 2 o 3 a discrezione, ma in entrambi i casi pago le tasse sulle eccedenze)
nel 2020 prelievi per 1000 kwh (ricado nel caso 1)

le eccedenze del 2019 rimangono accumulate al gse che quando vorrò io me le erogherà pagandoci sopra però le tasse!

se è corretto quello che ho scritto mi pare di capire/intuire che (come dall ultima frase di marcober), "non conviene produrre piu del consumato", pertanto entro il 31 dicembre devo/è preferibile consumare tutte le eccedenze!!!

Re: Quali sono i limiti e le scadenze per le eccedenze SSP

Inviato: 13/01/2019, 12:16
da marcober
Diego..pero, se legi bene quell che ho scritto

1) le partite sono in EURO..cioè a VALORE..inutile parlare di kwh.
2) le tasse si pagamo quando Eccedenza è PAGATA, erogata..non quando viene prodotto o calcolata o accumulata preso GSE
3) la "partita che si chiude ogni anno" rigurada la parte di Contributo che è la RESTITUZIONE degli ONERI sull'energia SCAMBIATA..che non ha NULLA a che vedere con valore energia immessa, prelevata ed eventuale Eccedenza.

M