Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Start up innovativa che dal 2014 offre servizi innovativi per la mobilità elettrica e per il viaggiatore responsabile.
Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 6429
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Messaggioda marco » 19/09/2018, 18:19

Come già accennato in questa discussione > post29649.html#p29649 , da ottobre si potranno utilizzare le colonnine Enel X anche tramite App Evway (e suppongo anche key hanger?)
Rimarrà da capire le tariffe, visto che ad oggi le ricariche Evway vengono calcolate tutte a tempo e non a consumo, ed anche se in queste colonnine rientreranno quelle al momento escluse dai roaming con Hera, Iren, Alperia (dubito purtroppo)

Qui sotto il comunicato completo:
I clienti della piattaforma evway by Route220 potranno localizzare e utilizzare le stazioni di ricarica di Enel X presenti sul territorio italiano.
Enel X sigla un accordo con Route220 per l’interoperabilità della rete di ricarica

18 settembre 2018, Roma

Enel X, la società del Gruppo Enel dedicata ai prodotti innovativi e soluzioni digitali, ha siglato un accordo che a partire da ottobre permetterà l’interoperabilità delle infrastrutture di ricarica di Enel X con quelle di evway by Route220, azienda che offre servizi integrati per i possessori di veicoli elettrici. L’intesa consentirà ai clienti della app evway di utilizzare le stazioni di ricarica di Enel X, installate su tutto il territorio nazionale, accedendo alle informazioni relative alla localizzazione delle stazioni, la potenza disponibile, il tipo di presa e le modalità di accesso. In particolare sarà possibile utilizzare le colonnine Quick da 22 kW presenti nelle aree urbane e le Fast da 50 kW per la ricarica veloce delle auto.

“L’accordo con evway by Route220 conferma il nostro impegno nel promuovere un modello aperto per consentire l’utilizzo della nostra rete di infrastrutture di ricarica – ha dichiarato Alberto Piglia, responsabile e-Mobility di Enel X. “Il nostro obiettivo è quello di aprire la nostra infrastruttura ad altri operatori offrendo un servizio con criteri qualitativamente elevati in modo tale da allargare e rendere ancora più facile la vita di coloro che guidano le auto elettriche”.

“Siamo orgogliosi di essere stati scelti da Enel X come partner italiano di interoperabilità – ha dichiarato Carolina Solcia, Amministratore Delegato di Route220 –. Questo importante accordo ci permette di rafforzare il nostro modello di business, che promuove le occasioni di accoglienza del territorio italiano verso gli stakeholders della mobilità elettrica.” “Questo accordo premia il nostro impegno, nato nel 2014 – dichiara Franco Barbieri, fondatore di Route220 – per il valore che Enel X riconosce anche agli operatori indipendenti del nuovo settore.”

Per lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia, Enel ha lanciato il Piano per l’installazione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici che prevede la posa di circa 7mila colonnine entro il 2020 per arrivare a 14mila nel 2022, con un investimento tra i 100 e i 300 milioni di euro. La rete di ricarica sarà composta da colonnine Quick (22 kW) nelle aree urbane e Fast (50 kW) e Ultra Fast (da 150 kW a 350 kW), per la ricarica veloce, in quelle extraurbane. La rete di ricarica urbana andrà infatti a completare quella extraurbana finanziata dal progetto EVA+ (Electric Vehicles Arteries), co-finanziato dalla Commissione Europea, che prevede l’installazione, in tre anni, di 180 punti di ricarica lungo le tratte extraurbane italiane.

Nell’ambito dell’interoperabilità Enel X ha siglato altri accordi che prevedono la possibilità per i clienti di ricaricare attraverso infrastrutture di ricarica operate da altri gestori. La società ha già firmato protocolli per l’interoperabilità anche con Hera, Iren, Alperia.


Fonte: https://mailchi.mp/9d2ae88a6e44/accordo ... b606d00b36


Nissan Leaf 24 kWh 2012 > Zero FX 5,7 kWh 2015 > Ninebot One 320 Wh 2017


Diego
Messaggi: 313
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Messaggioda Diego » 19/09/2018, 18:29

ottima notizia...soprattutto per chi cerca 1 sola app. speriamo le tariffe siano + vantaggiose di enelx eheh...ad esempio 3 €/ora sulle fast...
zoe 2013 + upgrade > FV 3.2 kwh + accumulo 6.6 kwh > twizy 2012 >

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 6429
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Re: Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Messaggioda marco » 19/09/2018, 18:34

Diego ha scritto:ad esempio 3 €/ora sulle fast...


:lol:
Meglio di no, sai che file? Troveremmo anche le future Tesla, visto che pure loro cominceranno a pagare le ricariche...
Nissan Leaf 24 kWh 2012 > Zero FX 5,7 kWh 2015 > Ninebot One 320 Wh 2017

Avatar utente
selidori
Messaggi: 3277
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Contatta:

Re: Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Messaggioda selidori » 19/09/2018, 18:40

Diego ha scritto:ottima notizia...soprattutto per chi cerca 1 sola app. speriamo le tariffe siano + vantaggiose di enelx eheh...ad esempio 3 €/ora sulle fast...
Questo dubito. Oggi passaggio di mano vuole una commissione (nell'economia) ed enel stessa non avrebbe senso che qualcuno gli usi la rete pagano meno. Ed anche per EVWAY non avrebbe senso che perda quel guadagno.
SI tratta solo di vantaggio di comodità ed affidabilità (ad esempio dell'app di EVWAY che va infinitamente meglio di quella di enelx, non che ci voglia molto...) ma non avrebbe senso che costi meno.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 6429
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Re: Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Messaggioda marco » 19/09/2018, 19:10

selidori ha scritto:ma non avrebbe senso che costi meno.


In realtà se gli porta volumi potrebbe avere senso: inoltre anche Evway potrebbe spingere perché così la gente potrebbe installare la sua app per ricaricare sulle colonnine Enel X (per risparmiare qualcosa) e così una volta che si ha l'app installata, pensare che sia per l'utente più facile abbeverarsi anche alle colonnine Evway (ed utilizzare/rivendere nel mentre altri servizi, quali quelli legati alla prossimità)
D'altronde anche quelle attualmente in roaming non è che ci guadagnino un granché: pensa solo al roaming di Hera...

Io credo che un qualcosa più conveniente della fonte lo sarà, o comunque con un tipo di tariffazione diversa: ne avrebbero "forse" da guadagnarci entrambi, altrimenti è un progetto già morto sul nascere. Stiamo a vedere comunque, ormai manca poco (ed anche alla fine della card Eneldrive, sarà un caso?)
Nissan Leaf 24 kWh 2012 > Zero FX 5,7 kWh 2015 > Ninebot One 320 Wh 2017


Avatar utente
selidori
Messaggi: 3277
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Contatta:

Re: Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Messaggioda selidori » 19/09/2018, 19:39

marco ha scritto:Io credo che un qualcosa più conveniente della fonte lo sarà, o comunque con un tipo di tariffazione diversa: ne avrebbero "forse" da guadagnarci entrambi, altrimenti è un progetto già morto sul nascere.
Ma perchè?
Il mondo è pieno di cose che passano di mano e costano di più e nessuno si scandalizza. Si tratta commercio.
Si giustifica l'aumento per vari motivi, dal servizio fornito, al plus che ci può mettere il professionista, esattamente quello che fa EVWAY che non ti fa registrare nuovamente e scaricare APP o richiedere CARD a 16 euro ad enel. Ma per questo (giustamente) vuole essere pagata.
Poi magari ci saranno periodi promozionali o sconti (come fa HERA da anni), ma non può sostenersi la cosa.
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |

Diego
Messaggi: 313
Iscritto il: 30/11/2017, 3:17

Re: Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Messaggioda Diego » 19/09/2018, 19:55

io ho trovato differenze sulle stesse colonnine evway...pagandole con next in alcuni casi costano meno (parlo di differenze ridicole...ma se moltiplicate per qualche centinaia di kwh son soldi...)
son anch io dell idea che dovrebbe costare o come enelx o poco + per logica...ma non ne son certo al 100%
zoe 2013 + upgrade > FV 3.2 kwh + accumulo 6.6 kwh > twizy 2012 >

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 6429
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Re: Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Messaggioda marco » 19/09/2018, 20:01

Enel è anche "di marca", le altre potrebbero essere viste come "sottomarche", quindi potrebbero far pagare meno perché risparmiano di pubblicità e brand. Comunque potrebbe essere entrambe le cose, dipende dalle strategie commerciali che vorranno seguire. Stiamo a vedere, che tanto manca poco...
Nissan Leaf 24 kWh 2012 > Zero FX 5,7 kWh 2015 > Ninebot One 320 Wh 2017

Deen
Messaggi: 900
Iscritto il: 21/08/2017, 15:17

Re: Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Messaggioda Deen » 19/09/2018, 20:35

selidori ha scritto:
Diego ha scritto:ottima notizia...soprattutto per chi cerca 1 sola app. speriamo le tariffe siano + vantaggiose di enelx eheh...ad esempio 3 €/ora sulle fast...
Questo dubito. Oggi passaggio di mano vuole una commissione (nell'economia) ed enel stessa non avrebbe senso che qualcuno gli usi la rete pagano meno. Ed anche per EVWAY non avrebbe senso che perda quel guadagno.
SI tratta solo di vantaggio di comodità ed affidabilità (ad esempio dell'app di EVWAY che va infinitamente meglio di quella di enelx, non che ci voglia molto...) ma non avrebbe senso che costi meno.

Secondo me non ha senso che costi di più... altrimenti non ne vedo l’utilità... Uno si fa account Enel e account evway ed è a posto e spende meno. Anche Coopvoce si appoggia a Tim e nonostante questo non costa più di Tim ma meno, chissà che cose ci sono dietro a questi contratti... cose che di sicuro noi non possiamo sapere

Avatar utente
selidori
Messaggi: 3277
Iscritto il: 14/02/2016, 11:17
Località: Milano
Contatta:

Re: Accordo di interoperabilità: Enel X e Route220

Messaggioda selidori » 19/09/2018, 21:10

Deen ha scritto:Secondo me non ha senso che costi di più... altrimenti non ne vedo l’utilità... Uno si fa account Enel e account evway ed è a posto e spende meno. Anche Coopvoce si appoggia a Tim e nonostante questo non costa più di Tim ma meno, chissà che cose ci sono dietro a questi contratti... cose che di sicuro noi non possiamo sapere
Il vantaggio di evway è avare un'app unica in tutta europa e (ma questo è ovviamente opinabile) funzionante meglio.
I turisti esteri useranno tutti EVWAY e non ENELX che che è già un gran bel problema anche per noi.

I vari coopvoce ed operatori virtuali costano meno dei provider ai quali loro stessi comprano traffico perchè:
- comprano lotti immensi di connettività. Loro ovviamente non pagano come noi utente privato, quindi possono ancora guadagnarci rimanendo, nonostante il ricarico, bassi come prezzi finale
- spesso hanno una infrastruttura già pagata. coopvoce ad esempio ha già i supermercati.
- non danno gli stessi servizi di connettività di TIM (per fare un esempio), cioè comprano meno banda di quanto il provider se ne tiene per se. Anzi TIM cerca proprio di massimizzare gli impianti che possiede cedendo la banda che gli avanza quando i suoi impianti sono sottodimensionati.
- le varie coopvoce hanno una tassazione inferiore perchè quello non è il loro primo busness e riescono a farli passare come servizi aggiuntivi di un altro busness.

ecc ecc
RIpeto: voi dite che non avrebbe senso un roaming che costa di più perchè ponete (giustamente) voi stessi (cioè l'utente finale) come quello che ci deve guadagnare, ma vedetelo al contrario: per quale motivo ENELx dovrebbe aprire la propria rete ad un concorrente che oltretutto sui suoi stessi servizi farà prezzi migliori?
Perchè ENELx dovrebbe fare un accordo così?
Poi è quasi sicuro che EVWWAY pagherà a lei meno le ricariche di quanto le pagheremmo noi con l'acquisto al kWh, ma non compenserà i costi che EVWAY deve aggiungerci per l'accordo.
E -ripeto- è normale sia così. La birra al supermercato passa una mano di meno che in pizzeria dove infatti costa di più. E se ve la fate portare a casa dalle consegne a domicilio costa ancora di più. Magari ad ogni passaggio il prezzo diminuisse perchè se ne fanno carico gli intermediari... avremmo risolto tutti i problemi realizzando una filiera immensa!
AUTO ELETTRICHE: Immatricolazioni | gamma | agevolazioni | circuiti
MOBILITA ELETTRICA: Eventi |



Torna a “Route220/evway”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti