Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Per discutere di gestori di cui non esiste ancora una sezione o di problematiche comuni legate a tutti i circuiti.
Avatar utente
JacobLocke
Messaggi: 397
Iscritto il: 30/06/2019, 3:59

Re: Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Messaggioda JacobLocke » 09/10/2019, 2:12

Vedo che nessuno risponde in merito al fatto che è un dato di fatto innegabile che ad oggi se uno compra un auto elettrica e riesce in parte a rientrare nei costi, lo fa perché non paga mai o quasi il “carburante”, se no le EV non avrebbero la crescita che hanno ogni anno. Io ho fatto un discorso diverso che nessuno ha letto bene evidentemente.

Non ho detto che per sempre bisogna far colonnine che diano energia gratis. Ho detto che per ora che le auto elettriche e batterie hanno autonomie così basse e costi così alti, per bilanciare bisogna che quasi mai o quasi non si paghi l’energia che così in parte rientri... se no se devi pagare anche quella non rientri più. La macchina elettrica diventa completamente antieconomica e nessuno la prenderebbe. Ci Son alcuni gestori che fan pagare le ricariche 45 cent a kWh o più... ma a quel punto se paghi così tanto, paghi come andare a benzina con nessun vantaggio rispetto alla stessa. La benzina ha le accise e tasse, l’energia che per ora non c’è la in proporzione costa già molto di più!

Io infatti ho detto che quando il costo iniziale di un auto elettrica sarà vicino a quella delle endotermiche, batterie incluse che cambiarla costi eventualmente 2-3 mila€ non 12-20 mila. Allora li potrai far pagare l’energia che tanto costerà meno del carburante anche se non di moltissimo ma però non inquina e hai costi più bassi di manutenzione e di carburante ma non hai l’enorme perdita economia di oggi che hai all’Iniziò.

Se ora ogni singola colonnina fosse a pagamento secondo me si ucciderebbe la mobilità elettrica.

Se tra 30 anni lo saranno tutte ma le EV come la Zoe 2, E-208, ID.3 base costeranno sui 18-20 mila€ allora tanto dici “il costo è più a meno pari alla versione endotermica, prendo quella elettrica che il motore dura di più, meno costi di manutenzione e coppia fin da subito e se parte la batteria con 2-3 mila€ la cambio”.
Allora converrebbe l’elettrico che rispetto al motore classico.
Ora no. Ora paghi 10-12 mila€ iniziali in più della medesima versione classica e se parte la batteria son altre legnate da 8 mila€ minimo se non risponde la garanzia. Poi se pagassi ogni ricarica anche 6€ per fare 300 kilometri.

Con la benzina con 6€ fai 100 kilometri circa? Allora il rapporto è 1/3 ma così prima di rientrare dei soldi spesi al inizio ti ci vuole più del tempo che terrai l’auto. Uno a sto punto lo farebbe solo ed esclusivamente perché è un fan del basso impatto ambientale, ma a livello logico non converrebbe assolutamente.

Così come se non ci fossero gli incentivi a bilanciare un minimo, i numeri delle EV vendite sarebbe molto più basso.

Io mi Son calcolato di spendere 1700€ l’anno di auto e non di più.

948€ di batteria, 600€ di assicurazione annuale, 100€ l’a Per il doppio cambio gomme fanno 1648€ l’anno per la macchina.

Ho fatto 5000 mila kilometri da qualche giorno da quando c’è lo. Se mettiamo 6€ ogni 300 kilometri sono mettiamo 20€ per fare 1000 kilometri circa sono altri 100€ di energia in 5 mesi ma ciò se carichi a casa con una bolletta conveniente perché alle colonnine specie nei viaggi lunghi le cose cambiano. Io di sti 5 mila kilometri 2 mila gli ho fatti in Italia e nel viaggio Germania Italia di 800 kilometri, appoggiato a colonnine gratuite. Se avessi dovuto pagare 45 cent a kWh altro che 20€ per fare quei 1600 kilometri ne avrei spessì 90 circa visto che 800 kilometri con la Zoe sono 100 kWh più a meno. E se paghi 45 cent a kWh sono 45€ andata e 45€ ritorno... somma con il caddy Diesel spendiamo 130€ a fare sto viaggio. Sarebbero solo 40€ in meno in casi così, come fai a rientrare con la spesa iniziale più alta di migliaia di € in casi così? E poi paghi il noleggio che sono 948€ che con la macchina termica non avresti altrimenti erano 30 mila€ di macchina quando una endotermica simile alla Zoe cioè la Clio ben accessoriata la prendi a 18 mila€.

Incentivi e ricariche gratis sono 2 pilastri che tengono in piedi il poco di convenienza che c’è oggi giorno a chi passa alla auto elettrica che a me piace. Ma se mi dovesse costare più di una auto normale sia nel immediato che sul lungo periodo che tanto non rientri mai della spesa iniziale, e hai più limitazioni come ore di attesa di ricarica e colonnine da cercare quando hai distributori ad ogni angolo e in 5 minuti fai benzina, perché mai un povero cristo dovrebbe passare alla EV?




Avatar utente
Paul The Rock
Messaggi: 241
Iscritto il: 04/03/2019, 22:07
Località: Varese
Veicolo: Kona 64kWh XPrime

Re: Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Messaggioda Paul The Rock » 09/10/2019, 10:20

Però la questione da porsi secondo me è diversa... non si compra l'auto elettrica con l'idea del risparmio economico. Si compra l'auto elettrica per altri motivi che possono essere motivi ecologici, motivi "innovativi", motivi di esperienza di guida diversa e via di cose simili. Un po' come chi si compra un'auto di un certo tipo rispetto ad un altro: lo fa perché per lui certi parametri sono più importanti di altri (es. linea rispetto a consumi, spazio interno rispetto ad estetica, etc.). Perché se ne facciamo una sola questione di soldi allora nessuno dovrebbe comprarsi un'audi quando magari con una Citroen o una Fiat hai le stesso cosa ad un prezzo più basso.

Poi è chiaro che una volta comprata uno cercherà di minimizzarne i costi di gestione, quindi colonnine gratis ove possibile, ma la stessa cosa avviene con le auto normali dove spesso si va a fare il pieno dal benzinaio che fa il miglior prezzo o dove si hanno sconti di qualche tipo.
Bye Bye
Paul The Rock

marcober
Messaggi: 4276
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Messaggioda marcober » 09/10/2019, 17:35

Paul The Rock ha scritto:
Poi è chiaro che una volta comprata uno cercherà di minimizzarne i costi di gestione, quindi colonnine gratis ove possibile, ma la stessa cosa avviene con le auto normali dove spesso si va a fare il pieno dal benzinaio che fa il miglior prezzo o dove si hanno sconti di qualche tipo.


esdtto..ma non ho mai sentito nessuno dire che vuole il gasolio gratis perche guida un euro 6 con AD Blue invece di una euro 3

Un conto sono gli incentivi statali sull'acquisto del bene..ma non ha alcun senso pretendere che un operatore privato paghi di tasca sua i ns consumi..salvo appunto che lo faccia consapevole che un regalo da un lato, poi gli comporta un utile dall'altro..ma allora vale tanto quanto il regalo del set di pentole..è un investimento pubblicitario ..lecito..ma non ha nulla a che vedere con al spinta alla diffusione dell'auto elettrica..che compete ai governi e va sostenuta con soldi pubblici.
Forse a qualcuno non è chiaro "chi fa cosa"..
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC

ibxxx
Messaggi: 220
Iscritto il: 19/04/2019, 15:17
Località: OVARO

Re: Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Messaggioda ibxxx » 09/10/2019, 18:47

ritornando on topic. Per me ci sono 3 punti fondamentali per il futuro:

1) una modalità di gestione "alla Tesla", plug and play con l'inserimento delle credenziali, carta di credito etcc UNA volta sola nell auto e poi per i pagamenti viene fatto tutto in automatico basta attaccare la spina. Questo anche su colonnine lente se si vuole farle pagare...
2) Altra cosa il Roaming diffuso su TUTTE le colonnine/ walbox lente, FAST, etcc in tutta Europa.. Con un unico abbonamento , tipo gli abbonamenti dei gestori telefonici di adesso, posso andare in tutta europa senza dovermi preoccupare di varie tariffe.
3) Stazioni FAST ad alta potenza , almeno quelli dai, sotto PENSILINE o tettoie. Belle e da esempio quelle di FASTNED in UK. Il vantaggio della tettoia, oltre al riparo, è che se ben fatta e personalizzata da visibiltà alla stazione di ricarica da lontano e identifica anche il gestore

fastned-ladestation-charging-station-limburg-deutschland-germany.png
fastned-ladestation-charging-station-limburg-deutschland-germany.png (475.77 KiB) Visto 95 volte

Avatar utente
Paul The Rock
Messaggi: 241
Iscritto il: 04/03/2019, 22:07
Località: Varese
Veicolo: Kona 64kWh XPrime

Re: Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Messaggioda Paul The Rock » 09/10/2019, 20:51

ibxxx ha scritto:ritornando on topic. Per me ci sono 3 punti fondamentali per il futuro:

1) una modalità di gestione "alla Tesla", plug and play con l'inserimento delle credenziali, carta di credito etcc UNA volta sola nell auto e poi per i pagamenti viene fatto tutto in automatico basta attaccare la spina. Questo anche su colonnine lente se si vuole farle pagare...
2) Altra cosa il Roaming diffuso su TUTTE le colonnine/ walbox lente, FAST, etcc in tutta Europa.. Con un unico abbonamento , tipo gli abbonamenti dei gestori telefonici di adesso, posso andare in tutta europa senza dovermi preoccupare di varie tariffe.
3) Stazioni FAST ad alta potenza , almeno quelli dai, sotto PENSILINE o tettoie. Belle e da esempio quelle di FASTNED in UK. Il vantaggio della tettoia, oltre al riparo, è che se ben fatta e personalizzata da visibiltà alla stazione di ricarica da lontano e identifica anche il gestore


1) interessante, ma se vale la seconda potrebbe non essere così necessario.
2) fondamentale!
3) più saranno veloci le colonnine più ha senso, su quelle lente concordo non serva perché uno va a fare altro durante la ricarca
Bye Bye
Paul The Rock


Kimera
Messaggi: 582
Iscritto il: 27/12/2018, 14:30

Re: Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Messaggioda Kimera » 09/10/2019, 23:50

Assolutamente d'accordo per il roaming: Fondamentale!
Ma aggiungerei che, certo, anche usare le colonnine senza alcun tipo di abbonamento, tessera, rfid, e altre diavolerie sarebbe perfetto.
Un pagamento contactless (tanto 25€ non si superano mai per una ricarica) e tutto sarà incredibilmente facile e veloce.
Hai un abbonamento flat?
Perfetto, si registra l'abbonamento sulla tua carta contactless (sia essa una prepagata tipo Postepay o, la carta di debito della tua banca) per poi farla funzionare sempre a tutte le colonnine europee o, perché no, anche altrove.
Renault Zoe R240 Intens anno 2016
(ex C-Zero AFFIDABILISSIMA)

marcober
Messaggi: 4276
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Messaggioda marcober » 10/10/2019, 8:09

Kimera ha scritto:Hai un abbonamento flat?.


..ma su quelle poi devi stare attento al credito residuo..se carichi "senza pensarci" magari verso fine mese ..ripaghi intero mese per caricare pochi giorni..invece ti convenva caricare spot per gli ultimi giorni
E poi ogni gestore ha la sua tariffazione..diretta o di roaming..se vai sempre con il tuo abbonamento, rischi magari di pagare di piu che non usando una App specifica .

insomma...bene che arrivi ..colleghi..e la colonnina (o schermo auto) ti mostra su una videata come prima opzione il tuo abboanamento "principale"..ma che sia da confermare ogni volta..con possibilita di skipparlo e andare a cercare una App o modalita di pagamento (magari diretta con carta credito) piu economica...decisione che non può essere demandata ad un algoritmo.
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC

Kimera
Messaggi: 582
Iscritto il: 27/12/2018, 14:30

Re: Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Messaggioda Kimera » 10/10/2019, 17:37

marcober ha scritto:..ma su quelle poi devi stare attento al credito residuo..

In realtà intendendevo la Flat reale cioè, come quella per smartphone che ti danno minuti illimitati e tra un po', ci stiamo avvicinando anche ai Gb illimitati.
Insomma, Flat mensile che si rinnovi in automatico ma che non abbia limiti di ricarica.

Anche perché, quante persone si possono permettere di viaggiare tanto?
Chi ha così tanto tempo libero?
La gente dovrà pur lavorare per pagarsi una Flat, penso :lol:

Poi ovvio, ci sono i taxisti, i rappresentanti ed altre categorie che ne sfrutterebbero molti di kWh però, a quel punto, basta risolvere il tutto con un esperto che possa fissare un prezzo in modo da ammortizzare anche eventuali perdite per consumi eccessivi da parte di qualcuno.
Renault Zoe R240 Intens anno 2016
(ex C-Zero AFFIDABILISSIMA)

andbad
Messaggi: 1266
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Messaggioda andbad » 10/10/2019, 19:20

Kimera ha scritto:
marcober ha scritto:..ma su quelle poi devi stare attento al credito residuo..

In realtà intendendevo la Flat reale cioè, come quella per smartphone che ti danno minuti illimitati e tra un po', ci stiamo avvicinando anche ai Gb illimitati.
Insomma, Flat mensile che si rinnovi in automatico ma che non abbia limiti di ricarica.

Anche perché, quante persone si possono permettere di viaggiare tanto?
Chi ha così tanto tempo libero?
La gente dovrà pur lavorare per pagarsi una Flat, penso :lol:

Poi ovvio, ci sono i taxisti, i rappresentanti ed altre categorie che ne sfrutterebbero molti di kWh però, a quel punto, basta risolvere il tutto con un esperto che possa fissare un prezzo in modo da ammortizzare anche eventuali perdite per consumi eccessivi da parte di qualcuno.


Basta non permette ai tassisti di fare un flat "normale". Se come si diceva l'autenticazione è fatta direttamente dall'auto, e un'auto è registrata come taxi, si fa presto sgamare furbi.
Oppure, in modo ancora più banale, fare come fanno le compagnie telefoniche: i minuti sono "illimitati", ma sempre all'interno di un utilizzo "educato". Prova a chiamare per 24 ore su 24 e poi vedi se non ti fermano. ;)

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

mirko2016
Messaggi: 1558
Iscritto il: 23/08/2018, 20:03
Località: Alba

Re: Come dovrebbero essere le colonnine in un mondo ideale

Messaggioda mirko2016 » 10/10/2019, 20:36

Beh ma poi non avrebbe senso una flat, finirebbe che maggiori costi si spalmano su chi consuma meno, e quei casi da centocinquantamila km anno che pagano un niente a kWh (non ci sono solo i tassisti).

Poi abbonamento che quanto vuoi consumi non lo vedo etico ai fini ambientali, incoraggia lo spreco energetico: la macchina per usi domestici patisce solamente gli anni, se pago stessa cifra ogni mese me ne frego del recupero energetico, della guida economa, prendo la macchina anche se non mi serve e non mi faccio problemi ad andare a 20 km di distanza (solo per farmi un giro che su una EV sportiva è piacevole) quando magari stessa cosa potrei farla sotto casa
FV: 4,55 kW qcells G5 inverter zucchetti - https://www.solarmanpv.com/portal/Termi ... ?pid=71510 - PDC aria aria: 2 LG Quadro 1 LG wifi artcool



Torna a “Costruttori e Gestori in Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti