Fornitura trifase per la casa moderna..

Qualsiasi apparecchio di uso domestico (televisore, lavatrice, lavastoviglie, frigorifero, aspirapolvere, ecc.) funzionante a corrente elettrica.
aventuri
Messaggi: 522
Iscritto il: 11/09/2018, 13:45
Veicolo: eGolf

Fornitura trifase per la casa moderna..

Messaggioda aventuri » 27/11/2019, 11:36

Alla luce di una discussione sul tema del caricamento delle EV e di un post di @marcober, sempre "intrigante", mi è sorta la curiosità di sapere da voi come si dovrebbe "ri-progettare" l'impianto elettrico di una casa moderna, per le aspettative di "full electric" a cui andremo incontro (per tanti motivi di opportunità, efficienza, comodità, ambientalismo, scenario geo-politico che NON SONO il tema di questo thread!)

Come si legge dal titolo ho già messo uno "spin" sul "focus" del thread relativo al "cablaggio" per la fornitura in "trifase" invece che la classica monofase da 3KW.. le esigenze di consumo di medio lungo periodo saranno molto più sofisticate.

A sentire il "nostro":
marcober ha scritto:La fornitura trifase ha costi identici alla monofase.


In prima approssimazione in elettrico dobbiamo servire (chi più chi meno..):
* riscaldamento casa/acqua (in pompa di calore PDC e/o solare termico?)
* illuminazione
* forno (non c'e' niente di meglio della "resistenza" per fare calore!) e fuochi (ad induzione)
* lavabiancheria/lavastoviglie/frigorifero
* utenze "brune" (consumano poco..)
* EV

ed eventualmente gestire un "ingresso" di fotovoltaico (FV).

come sappiamo bene, un accumulo locale non è attualmente economicamente (più) conveniente dello scambio sul posto (SSP); eventualmente il discorso del futuro sarà il "vehicle to home" (VTH). sicuramente servirà una "centralina" intelligente.

Ora alla luce di questa introduzione sommaria, quel che vorrei capire è: come cablo la casa (sia potenza e segnale..) per gestire in maniera pro-attiva queste utenze?
per la potenza:

* tipo di cavo (mono- tri-phase)
* tipo di presa
* sezione del rame opportuna
* protezioni (differenziale magnetotermico nelle varie declinazioni)

In prima battua la trifase può servire:
* in garage per l'EV
* nel sottotetto, per l'ingresso della produzione "rinnovabile" FV
* forse in lavanderia (ho letto che in Germania usano lavatrici trifase..)

con questo termino il post di partenza.. vi lascio alle vostre riflessioni


waiting the eGolf..


marcober
Messaggi: 4659
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: Fornitura trifase per la casa moderna..

Messaggioda marcober » 27/11/2019, 12:27

non ho risposte a tute le domande..ma di certo oggi chi costruisce o ristruttura dovrebbe "partire" in trifase..per avere meno disagio "dopo" nel caso immissione e/o prelievo debbano superare i 6 kw , limite oltre al quale il distributore chiede di passare a trifase.
Si sente spesso parlare di possibilita di alzare il limite a 10..ma appunto..se ne parla da troppo tempo.. e di fatto oggi è solo "a discrezione" del distributore, che lo fa solo nel caso in cui passare a trifase sia davvero per loro molto costoso (ma di fatto al ns contatore arriva gia quasi sempre la trifase..raramente invece abbiamo una sola fase tirata fra armadio di zona , o tombino che sia, e ns utenza, senza possibilita di passare da mono a tri).

Confermo che il costo del'utenza..sia in potenza che in consumo..non cambia se abbiamo mono o trifase.
e che la trifase si puo anche poi abbassare a meno di 6 kw, se un domani dovessimo voler ridurre potenza (lasciamo casa per 2 anni..ad esempio).

Dunque dal contatore al quadro principale io predisporrei cavi trifase ..da quanto? beh..siccome la trifase domestica arriva mi pare a 16,5 kw..se i metri sono pochi, perche non usare tale standard?
Poi da quadro principale deriverei trifase a:
- impianto FV
- carica auto
- pdc
- quadro della cucina
- qaudri di piano (se casa ha piu livelli)
-altro (piscina, sauna, bricolage, pompa irrigazione, etc)
Questi probabilmente li farei con termici e cavi da 11 kw (salvo FC che lo farei d 16 kw se il tetto potesse un domani ospitare piu di 10 kw)

Dai quadri di piano invece proseguo cin una sola fase per le normali utenze
ZOE Q90
FV: 15 kW Sunpower
Riscaldamento: PDC

kathy
Messaggi: 201
Iscritto il: 01/01/2019, 11:20

Re: Fornitura trifase per la casa moderna..

Messaggioda kathy » 27/11/2019, 14:50

Io, volendo passare da GPL a PdC (casa 250mq) e da diesel a elettrico (ancora da comprare), ho fatto:
1) Installazione FV 12kW,
2) Passaggio e-distribuzione trifase
3) Aumento potenza da 4.5 a 9kW
4) Adeguamento impianto elettrico con distribuzione delle utenze (1° piano, secondo piano, garage) sulle tre fasi
5) PdC in trifase
6) Caricatore EV in trifase

aventuri
Messaggi: 522
Iscritto il: 11/09/2018, 13:45
Veicolo: eGolf

Re: Fornitura trifase per la casa moderna..

Messaggioda aventuri » 27/11/2019, 15:09

kathy ha scritto:Io, volendo passare da GPL a PdC (casa 250mq) e da diesel a elettrico (ancora da comprare), ho fatto:
1) Installazione FV 12kW,
2) Passaggio e-distribuzione trifase
3) Aumento potenza da 4.5 a 9kW
4) Adeguamento impianto elettrico con distribuzione delle utenze (1° piano, secondo piano, garage) sulle tre fasi
5) PdC in trifase
6) Caricatore EV in trifase


tosto.. da quanto tempo siete "traghettati"? di recente?

sono un novizio, ma per me siete dei precursori! il gas l'avete tagliato completamente?

la tua sensazione è che ora "andate meglio" complessivamente?

hai l'impressione che "l'elettricista" che vi ha seguito fosse "a suo agio"/convinto di questo "aggiornamento tecnologico"?

infine, se non sono indiscreto, puoi darci un "bilancio" economico molto a spanne dell'investimento?

* ordine di grandezza delle componenti principali
* rientro di quota parte per incentivi statali/regionali
* calcolo del tempo di rientro della spesa residua grazie a "bollette" di minor importo (ovvio che conta anche il "gas-equivalente" non più consumato..) "grazie" ai 12KW di FV
waiting the eGolf..

kenmon
Messaggi: 8
Iscritto il: 04/09/2019, 22:42

Re: Fornitura trifase per la casa moderna..

Messaggioda kenmon » 27/11/2019, 22:52

Io ho tagliato il tubo del gpl a settembre 2017. Ho installato una PDC e un PV da 10,8 Kw. Il contatore è 8 kw trifase.L'impianto di climatizzazione è radiante a pavimento. Usavo anche una stufa legna al mattino e alla sera. Spesa annua tra bollette energia elettrica e Gpl dai 3000 ai 3200 euri annui. La casa è sui 140 mq. Il resoconto del 2018 è stato di 1650 euro di bolletta.Ho risparmiato 876 con il PV. Dal GSE ho ricevuto 930 euro ed ho ancora 120 euro di eccedenze da riscattare. Da settembre è arrivata una e-golf e quindi cambierà ancora lo scenario. Nel complesso sono più che soddisfatto. Tutto il lavoro PDC , Fv ,adeguamento impianto elettrico a trifase e rinnovo impianto termico è costato quasi 40000 euro. Sono tanti ,ma se uno lo vede come un investimento non è male. Infatti la parte termica si recupera al 65% e il FV al 50%. Avendo la capienza per il recupero il ritorno è abbastanza veloce.



Torna a “Elettrodomestici Vari”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti