Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Accumulatori atti ad immagazzinare l'energia e renderla disponibile quando necessario, riducendo al minimo la dipendenza dalla rete elettrica.
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
demov
★★★ Intenditore
Messaggi: 575
Iscritto il: 21/12/2021, 23:15
Località: Prov. Modena
Veicolo: 500e

Re: Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Messaggio da demov »

Nel mio caso non ho solo 6 kW bensì 10 e dovrei passare a 15 kW quando monterò la pdc, A/C e 2 piano induzione (la mia abitazione ha 2 unità servite da un solo POD) peggio ancora quando ci sarà la seconda BEV. Per cui i miei costi fissi di potenza impegnata iniziano a farsi sentire oltre al costo una tantum. L'accumulo mi permetterebbe di ridurre a 3 kW la potenza impegnata (altri 45-50€/anno di accise risparmiate) e in inverno o quando le batterie sono prossime ad essere scariche le ricaricherei da rete, una sorta di peak shaving ancor meglio con tariffe vantaggiose in F23; ovviamente sistema ibrido CEI 0-21.
Ribadisco ulteriormente che ogni caso va valutato a sè, non c'è una regola generale.

Come accumuli non ci sono solo le Pylontech. Inutile parlare di passato, bisogna parlare di oggi.



paskyu
★★★★ Esperto
Messaggi: 5763
Iscritto il: 26/03/2020, 14:51
Località: Provincia di Varese
Veicolo: e-Up 2020; M3 RWD'24

Re: Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Messaggio da paskyu »

Se avrai solo 3kW di potenza impegnata, come farai ad alimentare il tutto?
Durante la notte, quando la PdC dovrà produrre acqua calda per il riscaldamento, le batterie con cosa le ricaricherai?
Fermo restando che non è a norma avere 2 unità abitative sotto lo stesso POD :roll: :roll:
dottoraus
★ Principiante
Messaggi: 8
Iscritto il: 30/04/2024, 13:34
Località: Napoli

Re: Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Messaggio da dottoraus »

Grazie a tutti, a me interessa capire, in fin dei conti qual è il collo di bottiglia dell'impianto in termini di potenza (avendo un problema esclusivamente di picchi).

Mi par di capire che se voglio garantirmi i 15kW di picco devo avere una fornitura da 15kW e che non esista un modo per configurare l'impianto FV in modo che possa contribuire a garantire (tramite gli accumuli) i kW necessari nei (pochi) momenti di picco.

Grazie a tutti
paskyu
★★★★ Esperto
Messaggi: 5763
Iscritto il: 26/03/2020, 14:51
Località: Provincia di Varese
Veicolo: e-Up 2020; M3 RWD'24

Re: Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Messaggio da paskyu »

Fondamentalmente sì, perché è vero che il FV ti aiuta, ma se il sole non c'é e l'eventuale accumulo è scarico, che fai?
Se hai 6kW di fornitura e ne hai bisogno di 15kW, in questa situazione hai i 6 e fine.
Sì, puoi averne fino ad 8 per 3 ore, e poi?
Ricordo novembre 2022, fece qualcosa come 27 giorni di pioggia su 30, in quei casi che fai?

Ciao
dottoraus
★ Principiante
Messaggi: 8
Iscritto il: 30/04/2024, 13:34
Località: Napoli

Re: Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Messaggio da dottoraus »

Io contavo di caricare degli accumulatori (eventualmente assorbendo dalla rete di notte come diceva @demov) e di giorno giocarmi i 6kW di contatore più i 5kW ognuno dei due accumulatori collegati in cascade) più i 6kW dell'inverter.

Ma continuo a ricevere risposte contrastanti: ho sentito 4 installatori e ognuno mi dice una cosa diversa.
Uno è arrivato a dirmi che posso passare a 15kW di contatore rimanendo in monofase.

Ma non riesco davvero a capire se tecnicamente (ripeto, al momento la convenienza economica non mi interessa, perchè voglio capire se è tecnicamente fattibile).

Ho visto ad esempio che senec ha un prodotto (senec.cascade) che comunicano esattamente per questo use case:
"Con SENEC.Cascade puoi aumentare la potenza elettrica a tua disposizione ben oltre a quella massima del tuo contatore. Con una potenza massima in uscita di 6 kW, hai piena libertà nei tuoi consumi elettrici domestici senza incorrere in fastidiosi black-out."

Ma allora è possibile!

paskyu
★★★★ Esperto
Messaggi: 5763
Iscritto il: 26/03/2020, 14:51
Località: Provincia di Varese
Veicolo: e-Up 2020; M3 RWD'24

Re: Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Messaggio da paskyu »

Se gli accumulatori sono collegati in cascata, ovvero vengono gestiti da un'unica unità, puoi solo sommare la capacità, non la potenza di carica/scarica, per cui 5kW. e fine.
Stesso discorso fatto per lui: Brutto tempo, il FV non ha prodotto nulla o quasi, ma lo hai già consumato tutto perché è inverno e la PdC fa riscaldamento, sei di notte e la PdC che preleva corrente dalla rete, con cosa carichi gli accumuli? Con quello che rimane? sei sicuro di starci dentro?
Seconda cosa: volete risparmiare sull'allaccio, va bene, quindi il risparmio che vi da l'accumulo è: differenza del costo energia tra F1 ed F2/3 + la differenza del fisso contatore.
Giusto?
D'estate caricate con FV.
Quanto vi costa l'accumulo? éerché con 10kWh ci fate nulla, lo vedo io che non hi il riscaldamento, eppure lo scarico tutte le notti per altri usi;
Quindi, 20/30kWh?
In quanti anni ci rientrate?

E cosa tenete 3/6kW di fornitura?
Ce la fate se l'accumulo è scarico?

Io la risposta l'ho già data, ma l'impianto ed i soldi vostri sono.

Auguri
dottoraus
★ Principiante
Messaggi: 8
Iscritto il: 30/04/2024, 13:34
Località: Napoli

Re: Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Messaggio da dottoraus »

Scusami @paskyu, ma il prodotto SENEC.cascade viene pubblicizzato dicendo esattamente l'opposto, e cioè che collegandolo in cascade i la potenza si può sommare, quindi 5kW più 5kW. (che nel mio caso, sommati ai 6kW del contatore mi basterebbe per coprire i picchi).
Inoltre so che ci sono alcuni accumulatori (ad esempio tesla) che possono essere sicuramente caricati dalla rete se non c'è abbastanza produzione fotovoltaica.

Io sto solo cercando di capire se tecnicamente lo schema che avevo in mente è fattibile.
Se è fattibile poi mi concentrerò sull'analisi comparata dei costi e sceglierò la configurazione migliore, ma non voglio escludere a priori soluzioni tecnicamente fattibili. Qui sto solo cercando di capire cosa è tecnicamente fattibile e cosa no.

Il tema della valutazione economica viene dopo, ma se prima non mi chiarisco le opzioni tecnicamente disponibili non ci arrivo neanche a quello step.
Scusatemi, sono fatto così.
demov
★★★ Intenditore
Messaggi: 575
Iscritto il: 21/12/2021, 23:15
Località: Prov. Modena
Veicolo: 500e

Re: Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Messaggio da demov »

paskyu ha scritto: 02/05/2024, 12:09 Durante la notte, quando la PdC dovrà produrre acqua calda per il riscaldamento, le batterie con cosa le ricaricherai?
Fermo restando che non è a norma avere 2 unità abitative sotto lo stesso POD :roll: :roll:
Durante il giorno un impianto da 20 kWp qualcosa produce (nel mio caso mi aspetto almeno 25 kWh/giorno di media nei mesi freddi) e già in questo frangente la pdc va con COP certamente più alto che di notte; semplice gestione. Poi ci sono tante altre variabili sotto tanti punti di vista...
Guarda, il Comune è venuto a far sopralluogo per sanatoria circa 1 anno fa e nessuno ha avuto da dire... Semplicemente io piuttosto che avere stanze inutilizzate ho preferito fare altra cucina etc etc così io sono giù e mio figlio al piano sopra, stesso civico ed ingresso. Se non fosse stato in regola qualcosa me lo avrebbero detto. Comunque non è argomento del topic.

In quanti anni uno rientra dipende da diversi fattori.. In primis costo, profilo consumi, differenza tra autoconsumo con e senza accumulo etc.. Chiaro che se l'accumulo lo paghi 600-1000€/kWh non ha senso, ma se lo paghi 200-250 €/kWh che poi diventano circa 130€/kWh con detrazione il discorso cambia. Lo SSP non dura a vita e oltretutto porta un deficit superiore a 130 milioni/anno e di ciò ne paghiamo tutti.

PS: Se scarichi durante la notte 8-9 kWh hai un discreto base load... Nel mio caso simulando con pdc senza cappotto e A/C (che ora non ho), 1 BEV (45-50.000 km/anno) sarei sui 16.500 kWh/anno pur tenendo 23°C. Ogni caso è a sè, inutile applicare i propri consumi/abitudini/impianti ad altri quando i dati di partenza sono completamente diversi.
npole2000
★★★ Intenditore
Messaggi: 692
Iscritto il: 14/07/2023, 12:34

Re: Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Messaggio da npole2000 »

Si ma adesso siamo OT di qua e rispostiamo il thread? :°D ...quindi la faccio breve: la fornitura elettrica va sempre dimensionata alla richiesta, pensare di utilizzare l'impianto FV (anche se sulla carta funziona) non è cosa saggia, un impianto si può rompere e ti vedresti costretto a non poter utilizzare tutte le utenze che utilizzi normalmente, anche i blackout esistono, ma almeno di quelli ne è responsabile il gestore.

Tornando alle batterie, ci saranno sicuramente differenze (specialmente circa l'assistenza), ma le mie 10kWh (non CEI-021) le ho pagate 1350€ e usano celle CATL (il leader mondiale) e funzionano benissimo, onestamente quando vedo i prezzi di Huawei, per non parlare di Tesla, mi si rizzano i capelli in testa... una spesa ingiustificabile.
Dal punto di vista economico comunque, secondo me, non passerà molto tempo prima che ci sia una buona scelta tra i diversi brand che le faccia diventare la soluzione oggettivamente più conveniente rispetto all'immissione (senza contare gli altri vantaggi "pratici" che offrono).
MaxVe
★★★★ Esperto
Messaggi: 1692
Iscritto il: 26/07/2021, 15:27
Località: Veneto
Veicolo: Renault Zoe R135

Re: Ha senso installare accumulatori per assorbimento di picco?

Messaggio da MaxVe »

@dottoraus dalla frase che ha citato parla di potenza massima di 6 kW quindi non credo che tu possa fare 5+5 ecc

Poi non capisco perché accumulare dalla rete che significa voler aggiungere un supplemento, le perdite di conversione della batteria, al costo della corrente. Pagare la corrente almeno il 10% in più su tanti kW ti costa meno l'aumento di potenza.

Tecnicamente credo che con le PowerWall tu possa farlo, d'altronde se non metti tra le variabili il costo spropositato puoi fare qualsiasi cosa.
Renault Zoe 135 Intens - Fotovoltaico Pannelli Rec Alpha 8,88 Kw Inverter SolarEdge con Ottimizzatori 6Kw e accumulo LG Chem Resu 10H - Climatizzazione casa Brofer HPU600

Rispondi

Torna a “Batterie di Accumulo”