Confronto bici elettrica e monoruota al cardiofrequenzimetro

Forum per discutere dei monoruota e monocicli elettrici autobilanciati con sensori giroscopici, per andare dove vuoi.
Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10193
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Confronto bici elettrica e monoruota al cardiofrequenzimetro

Messaggioda marco » 05/07/2019, 18:44

In questi giorni ho fatto un qualche esperimento indossando e registrando con il cardiofrequenzimetro dei viaggi tipici che faccio tutte le settimane: ne ho registrato qualcuno con la bici elettrica > i-primi-8-anni-della-mia-bici-elettrica-t926.html e qualcun altro con il monoruota elettrico > i-nostri-nuovi-monoruota-elettrici-ninebot-one-e-t1800.html

Ho fatto lo stesso identico percorso, in giorni diversi ma con temperature simili, e senza badare ad andare forte o piano ma ad un passo naturale, che sarebbe quello con la minima fatica in bici (facendo lavorare il più possibile il motore) e quello non troppo rischioso in monoruota :D

Premetto che questo percorso è molto lontano dalla strada, è pensato principalmente per i monoruota con cui facciamo quasi sempre: quando lo facciamo aggiungiamo spesso qualche gradino, saltino, evoluzioni varie ma in questo caso specifico ho cercato di guidare più linearmente con entrambi i mezzi. Se invece avessi dovuto creare un percorso solo per la bici, avrei probabilmente optato per percorsi più rettilinei e scorrevoli.

Arrivo al punto: cosa ne è venuto fuori? Allego il grafico delle registrazioni, delle due più simili (non fate caso al simbolo "Corsa su sedia a rotelle" perché dovevo scegliere uno sport per distinguere i due grafici, dal momento che nell'app Polar Beat non hanno ancora implementato il monoruota :D )

ebike e monoruota.jpg
ebike e monoruota.jpg (734.08 KiB) Visto 175 volte


In pratica sono andato alla stessa velocità media, ma mentre con la bici ottengo solitamente delle velocità di punta leggermente più elevate, con il monoruota sono più costante in quanto fra salita e discesa non c'è praticamente alcuna differenza.

Con la bici si fatica di più: il battito medio è maggiore di 10 bpm ed anche il massimo è più elevato (con il monoruota c'è un leggero picco solitamente quando ci si ferma e si riparte)

Le considerazioni sulle prestazioni finiscono qui, ma ne possiamo fare altre:
- la bici è sicuramente più sicura e legale rispetto al monoruota, ma il secondo è più divertente
- la bici va bene quando bisogna trasportare dei pesi (per quello tengo il seggiolino) o quando va lasciata parcheggiata e non si vuole avere nulla dietro, ma d'altro canto ne rubano che è un piacere: se il monoruota lo si può invece portare dietro è l'ideale, così non si corre alcun rischio di tornare a casa a piedi
- come efficienza non saprei: il monoruota fa circa 400 km con 1 € di energia > i-monoruota-elettrici-fanno-400-km-con-1-1-10-della-leaf-t4099.html ed essendo con una ruota sola dovrebbe avere meno attriti, anche se parte dell'energia la consuma per l'equilibrio: la bici invece sfrutta in parte energia muscolare per cui diventa difficile capire il reale consumo, dal momento che ha anche 3 mappature
- con la bici si suda di più ed in alcuni casi può essere un bene perché il movimento non fa mai male: c'è da dire però che non è bello arrivare a destinazione sudati se non serve, per cui se uno fa già altri sport il monoruota è consigliato
- il monoruota funziona meglio anche quando c'è rischio pioggia, perché mal che vada si sale in autobus o ci si fa venire a prendere in auto ed il problema è risolto: con la mia bici elettrica la faccenda è più problematica, ma con una pieghevole sarebbe simile (anche se con meno comfort su strada)
- con la bici dopo un po' fa male il sedere, nonostante la sella sia ammortizzata ed anche le sospensioni davanti: con il monoruota dopo un po' fanno male i piedi, ma parliamo in entrambi i casi di problemi nei percorsi ben più lunghi di quelli qui testati, e risolvibili facilmente con una leggera sosta.

Per il momento è tutto: allego una foto fatta alla bici stamattina, all'ospedale dove mi sono recato per una visita e dove hanno installato un portabici che permette di legare la catena al telaio, riducendo il rischio di furto... ma che purtroppo è sempre presente.

2019-07-05-11h03m20.jpg
2019-07-05-11h03m20.jpg (1.71 MiB) Visto 175 volte


Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


andbad
Messaggi: 1099
Iscritto il: 23/03/2018, 11:57

Re: Confronto bici elettrica e monoruota al cardiofrequenzimetro

Messaggioda andbad » 05/07/2019, 19:14

I monoruota sembrano più sicuri rispetto ad un hoverboard, ma continuo a preferirgli i monopattini, che non sono tanto meno manovrabili, ma altrettanto trasportabili e un tantino più stabili.

By(t)e
eVe: electric vehicle eVe
Leaf 30kWh 2016 powered by Power Cruise Control

Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10193
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Re: Confronto bici elettrica e monoruota al cardiofrequenzimetro

Messaggioda marco » 05/07/2019, 19:46

Secondo me il top sono le bici elettriche pieghevoli, ma di altissima qualità di modo che siano anche facilmente ripiegabili, leggere e di conseguenza trasportabili. I monoruota sono invece più divertenti e rari da vedere (perché difficili da imparare ad usare) per cui attirano di più l'attenzione e vanno bene di conseguenza anche a scopo pubblicitario.

I monopattini non ho avuto occasione ancora di provarli ma non è che mi ispirino un granché, ed anche come sicurezza... con quelle ruotine li: boh!?
Gli hoverboard non li considererei neanche mezzi di trasporto, come neanche i pattini elettrici: vanno bene giusto per girare in un piazzale o poco più (o almeno quelli che ho visto finora io in giro)
Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp



Torna a “Monoruota Elettrici”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti