Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Accumulatori atti ad immagazzinare l'energia e renderla disponibile quando necessario, riducendo al minimo la dipendenza dalla rete elettrica.
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
Avatar utente
FrancoVecchi
★★★ Intenditore
Messaggi: 506
Iscritto il: 15/03/2023, 15:55
Veicolo: Nissan Leaf e+ Tekna

Re: Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Messaggio da FrancoVecchi »

@goodwind

Però le batterie di accumulo della prossima generazione dovrebbero essere facilmente installabili ed espandibili, altrimenti sarà sempre un cattivo investimento (naturalmente escludendo il caso anomalo del 110%).

A me piacerebbe poter predisporre il mio quadro elettrico con una linea dedicata alle batterie di accumulo verso una presa adeguata, dove poter collegare una o più batterie di accumulo, da comprare anche in un secondo momento.
(...)
Si, però la complessità è del tutto paragonabile all'installazione di una WALLBOX. Infatti anche questa ha una specifica LINEA DEDICATA nel quadro elettrico (magnetotermico, differenziale, cavi con sezione adeguata, sensore per gestione carichi, ...).
[/quote]
Non è solo un problema di linea, ma di passaggi di conversione AC/DC e viceversa. Un inverter AC che si debba poi metere in paralleo con una linea esistente già in tensione ha una serie di complicazioni sia tecniche che di sicurezza.
Quindi NON è come installare una wallbox. O meglio, lo sarebbe se ci fossero dei sistemi già pronti (come è adesso con gli inverter ibridi )
Tecnicamente è possibile, MeanWell ad esempio ha appena fatto uscire una linea di alimentatori bidirezionali (cioè possono prelevare dalla rete e mandare sulle batterie o viceversa) ma sono ancora costosi e richiedono un dispositivo di controllo MASTER in modbus, quindi una soluzione ancora "sperimentale". Essendo un tipo di impianto poco diffuso non trovi dei dispositivi integrati a costo abbordabile. C'è un certo sviluppo e non escludo che tra pochissimi anni ci siano delle soluzioni pronte. Attualmente, come hanno scritto in diversi, il costo delle batterie è molto elevato e rende antieconomico fare impianti così strutturati.
Questa estate farò alcune sperimentazioni con batterie e pannelli entrambi di riuso, in quel caso, spendendo meno della metà per i pannelli e meno di un quinto per le batterie, spero di far quadrare anche l'aspetto economico. Ma vi saprò dire a impianto funzionante. ;)


Nissan Leaf e+ tekna del 2020 dal 2023

Gardustech
★ Principiante
Messaggi: 2
Iscritto il: 22/07/2023, 15:26

Re: Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Messaggio da Gardustech »

Maxcervone ha scritto: 08/07/2023, 17:28
goodwind ha scritto: 08/07/2023, 16:04 considerando che oltre alla (s)vendita di energia con lo scambio sul posto
L'anno scorso ho speso 650 di elettricità, me ne sono stati versati 760 come corrispettivo per SSP, in che modo un accumulo mi sarebbe tornato utile come investimento economico ? Un conto sono le opinioni personali un altro i dati matematici non sindacabili. L'accumulo può servire in un numero limitato di situazioni, ma nel 99% dei casi è uno spreco di soldi, ovviamente se qualcuno ha dati che mi possano far cambiare idee (dati e numeri, non "secondo me") sono aperto al cambiamento di pensiero
Con un impianto sovradimensionato per il consumo domestico/aziendale come produzione in kw/h tu dici che conviene comunque re-immettere in rete la corrente piuttosto che avere un accumulatore in locale, per le ore notturne per esempio?
Io pensavo di mettere un accumulatore anche nell'ottica di eventuali blackout, però sto rivedendo il mio progetto...
dariofac
★★★ Intenditore
Messaggi: 315
Iscritto il: 23/04/2022, 17:11
Località: Vicenza

Re: Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Messaggio da dariofac »

@Gardustech in un altro thread (convenienza-batterie-accumulo-quanto-do ... 32642.html) c'è un post con il calcolo di quanto dovrebbe costare l'accumulo per essere conveniente rispetto immettere l'energia in rete e poi scambiarla. Inoltre l'accumulo collegato all'inverter non funge da backup, in quanto l'inverter stesso si stacca in caso di blackout. L'unico accumulo "backup" è il Tesla PowerWall
FV FuturaSun 11.25 kWp, inverter trifase Huawei SUN2000-8KTL-M1 8 kW - PdC trifase Buderus Logatherm WPLS 11.2t RT (11 kW) - Tesla Model 3 Long Range - Wallbox Silla Prism Solar trifase
Avatar utente
FrancoVecchi
★★★ Intenditore
Messaggi: 506
Iscritto il: 15/03/2023, 15:55
Veicolo: Nissan Leaf e+ Tekna

Re: Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Messaggio da FrancoVecchi »

@dariofac Ciao, sul discorso backup però devo contraddirti: ci sono gli nevrte ribridi che gstiscono in ngresso rete, pannelli e batterie, e questi di solito hanno anche la funzione backup. Sono inverter che non possono immettere l'energia in eccesso in rete, ma possono essere programmati anche con la funzione UPS
Nissan Leaf e+ tekna del 2020 dal 2023
VPP
★★★★ Esperto
Messaggi: 5542
Iscritto il: 31/01/2022, 14:21
Veicolo: Corsa-e

Re: Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Messaggio da VPP »

Sono inverter che non possono immettere l'energia in eccesso in rete, ma possono essere programmati anche con la funzione UPS
Hai dimenticato di dire che non sono certificati e quindi se collegati alla rete costituiscono impianto abusivo a prescindere che immettano in rete o meno.

dariofac
★★★ Intenditore
Messaggi: 315
Iscritto il: 23/04/2022, 17:11
Località: Vicenza

Re: Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Messaggio da dariofac »

Gli inverter Huawei hanno la funzione di backup ma solo per carichi monofase fino a 5 kW
FV FuturaSun 11.25 kWp, inverter trifase Huawei SUN2000-8KTL-M1 8 kW - PdC trifase Buderus Logatherm WPLS 11.2t RT (11 kW) - Tesla Model 3 Long Range - Wallbox Silla Prism Solar trifase
AleP
★★★ Intenditore
Messaggi: 220
Iscritto il: 20/12/2019, 10:05
Località: San Marino
Veicolo: Renault Zoe 50

Re: Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Messaggio da AleP »

Io ho un Powerwall 2, acquistato fortunatamente a un prezzo contenuto a inizio autunno 2019 (praticamente 6000 euro finito) e installato a metà novembre di quell'anno. Stando all'app Tesla, da allora dei 22 MWh consumati dall'abitazione (di cui circa un terzo per le ricariche della mia auto elettrica) 7 MWh sono stati prelevati dallo storage. A San Marino non ho retribuzione per i kWh immessi in rete, posso solo utilizzarli entro il 31 dicembre dell'anno successivo alla produzione, con fatturazione di un costo al netto della componente energia. Il ritorno economico non è realizzabile in meno di 10 anni anche con gli aumenti tariffari che abbiamo avuto nell'ultimo anno e mezzo, però personalmente mi fa piacere sapere di essere indipendente per l'80% del fabbisogno elettrico, con la possibilità di rifornire il più possibile l'auto con energia pulita prodotta a km zero e con la possibilità, in casi straordinari e ovviamente con batteria carica, di avere consumi domestici superiori agli 8 kW nonostante il contatore sia da 4,5 kW.
Renault Zoe Intens Flex 50 - FV JA Solar 4.48 kWp - Inverter Fronius Primo 4.6 - Tesla Powerwall 2 (13.2 kWh) - Wallbox Scame 7 kW con Power Management
npole2000
★★★ Intenditore
Messaggi: 497
Iscritto il: 14/07/2023, 12:34

Re: Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Messaggio da npole2000 »

VPP ha scritto: 23/07/2023, 10:51
Sono inverter che non possono immettere l'energia in eccesso in rete, ma possono essere programmati anche con la funzione UPS
Hai dimenticato di dire che non sono certificati e quindi se collegati alla rete costituiscono impianto abusivo a prescindere che immettano in rete o meno.
Ci sono svariati modelli ibridi certificati CEI-021 (ad esempio i "cinesini" Growatt) che operano come al pari degli altri "off-grid" e che possono essere connessi alla rete e che non hanno limiti di "backup" (o "box" da aggiungere) come gli Huawei, cioè che ci sia tensione di rete o meno (fintanto che c'è produzione FV e batterie), servono l'intero impianto.
VPP
★★★★ Esperto
Messaggi: 5542
Iscritto il: 31/01/2022, 14:21
Veicolo: Corsa-e

Re: Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Messaggio da VPP »

Non è di quelli che si stava parlando. E comunque se monti un inverter CEI 0-21 con funzione di backup devi fare un installazione a norma CEI con il sezionatore a norma e fare tutte le pratiche di allaccio indipendentemente da marca e modello dell'inverter. Se dici "che non puoi immettere in rete" vuol dire che questi passaggi li hai "omessi" e quindi sei fuori norma comunque.
npole2000
★★★ Intenditore
Messaggi: 497
Iscritto il: 14/07/2023, 12:34

Re: Esiste una batteria di accumulo indipendente dall'inverter fotovoltaico?

Messaggio da npole2000 »

Ci sono inverter che non immettono in rete, ma che sono allacciati perfettamente a norma, non c'entrano né i sezionatori (perché dovresti ometterli?), né tanto meno le "pratiche di allaccio" (se non è un impianto che fa immissione, l'unica documentazione al massimo è la DiCo dell'elettricista che ti resta nel cassetto...). Comunque qui si sta parlando di accumuli indipendenti dall'inverter, se ci mettiamo sempre a parlare di altra roba, andiamo continuamente OT. ;)

Rispondi

Torna a “Batterie di Accumulo”