Report dei primi 2.600 km in 45 gg. con la mia Dacia Spring

Il motore elettrico eroga 44 CV e 125 Nm ed è abbinato a batterie da 26,8 kWh per una autonomia dichiarata di 225 km nel ciclo combinato WLTP
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
Rispondi
digafv
★★ Apprendista
Messaggi: 15
Iscritto il: 16/10/2023, 16:43
Località: Val di Susa
Veicolo: Spring Extreme

Report dei primi 2.600 km in 45 gg. con la mia Dacia Spring

Messaggio da digafv »

Carissimi amici springotti, ebbene si, siamo a 2.600 Km ( in 45 gg.) e non abbiamo ancora perso plastiche per strada ne' nell'utilizzo quotidiano.
Se questo è quel che speravano gli amanti delle plastiche " morbide" (a cosa servono,poi) e degli interni salottieri, ebbene no, la springhetta non perde, per ora, i pezzi per strada.
Devo chiarire anche un altro elemento che mi stride un po'. Il pensiero comune per cui la springhetta, bene che vada, la si consideri un'auto tutt'alpiù "cittadina".
Bene, se l'alternativa al termine (un po' diminutivo, diciamolo) "cittadina" è "figonautostradale" o "semicamper" non c'è discussione. Però non esistono solo il Bianco e il Nero ma anche le sfumature... Come detto in altro post la nostra percorrenza quotidiana ( mediamente 70 Km + sforamenti) è ripartita in:
10% salita discesa, tornanti.
30 % statale.
30% tangenziale.
20% autostrada.
10% urbano.
Quindi direi, tutto tranne che " cittadina" con o senza sorrisini birichini.Se a questo arriviamo con uno stile di guida non aggressivo e attento, ecco che (con il freddo attuale delle valli torinesi) si possono sfiorare i 200 Km con un "pieno", e scusatemi se è poco.
Vedremo da Aprile in poi, contiamo di superare i 300 Km/pieno.
E aggiungo anche che durante Carnevale andremo a trovare la nipotina (quella vera, umana) a Bruxelles, quindi vi faremo una bella relazione su 1000 + 1000 Km. Avendo fatto (ehm...in passato) più volte i 1.490 km. di TO-CT by Diane 6, spero possiamo sopravvivere, sia noi che la Springhetta.
Per il resto , ai Pro/Contro già elencati in precedenti post, posso dire che la lamiera (?) del cofano posteriore è un po' leggerina (sempre ben più robusta della citata Diane 6 o della Mehari), che la maniglia dello stesso cofano sembra fatta per dita un po'....piccine.
Aggiungo che abbiamo fatto un po' di guida senza modalità Eco e la risposta è stata notevole (in positivo): l'auto è più reattiva, in salita ripida sembra un capriolo, vel. max 130 Km/h , ovviamente solo breve spunto.
A parte va il discorso rumori (al plurale perchè sono diversi):
• Premetto che per chi come noi ha guidato sempre endotermico, e' il Paradiso comunque.
• Rumore generico esterno: qualcosa possiamo fare.
• Rumore da rotolamento gomme, anche qui qualcosa si può fare.
• Fruscio aerodinamico, temo che non si possa fare granchè.
Per gli pneumatici qualcosa abbiamo fatto, scegliendo 4 stagioni a basso rumore, 71 db. Per il resto, parto dal presupposto che l'jmpostazione indo-cinese prima e franco-cinese dopo siano andate moooolto al risparmio. Un mio amico che tratta materiali di qualità After market mi ha proposto di testare dei tappettini -sandwich multi materiale che abbattono sensibilmente diversi range di frequenze acustiche. Si possono fissare con relativa semplicità nella zona dei passaruota, ma anche all'interno del cofano anteriore, sul fondo del cofano posteriore e con qualche difficoltà in altri punti (interno porte, cielo tetto), senza con ciò invalidare la santa garanzia.
E perchè mai tutto ciò? per quel che mi riguarda, dopo aver assaggiato l'antipasto della situazione attuale (di serie) gradirei il pasto completo. Non dico silenzio cosmico, ma quel che si può fare con poca spesa e un pochino di lavoro, perchè no?
E a proposito di aggiustamenti e prevenzione post-vendita, avevo accennato in un precedente post della mia intenzione di applicare (per fissaggio non meccanico) delle modanature di alta qualità e ottime qualità meccaniche a protezione delle portiere e soprattutto di sensori, radar e telecamere laddove la cattiva attenzione dei progettisti li hanno lasciati alla mercè di qualunque colpetto per quanto piccolo. Date la mie competenze nel campo della Stampa 3D ho già affrontato e risolto il sistema di fissaggio e il materiale. Rimane la parte più difficile: lo stile... Ho la mezza idea di proporre al gruppo springhetti alcuni schizzi per designare il vincitore... che ne dite? Mi aiutate?

Edit mod: modifica titolo, titolo originale "...e siamo a 2.600 km"



Doncamillo
★★ Apprendista
Messaggi: 42
Iscritto il: 08/01/2024, 14:30
Località: Monza
Veicolo: Spring Extreme

Re: Report dei primi 2.600 km in 45 gg. con la mia Dacia Spring

Messaggio da Doncamillo »

Ma certo che si! Cosa siamo qui a fare altrimenti ?! Per altro è un tema sensibile a cui sono certo che più d'uno, me compreso, mostrerà interesse ;)
Fringui
★★★ Intenditore
Messaggi: 191
Iscritto il: 04/12/2021, 17:24
Località: Cannobio
Veicolo: Dacia Spring

Re: Report dei primi 2.600 km in 45 gg. con la mia Dacia Spring

Messaggio da Fringui »

Come dico sempre.. dipende da cosa ci si aspetta.
Ovvio che se pretendo, prendendo l'auto elettrica più economica del mercato un'auto premium.. vivo in un mondo diverso da quello realte.
Ci si può andare ovunque, basta volerlo.. e adattare guida e tempi, pochi sono però disposti a farlo per partito preso.
Io nel mio utilizzo ho sicuramente passato meno tempo io alla ricarica in questi 2 anni di tutti quelli che hanno una termica in 2 mesi di utilizzo dal distributore.. senza neppure contare il tempo per andarci modificando il tragitto (se mai cambiato).
L'unica cosa che mi limita nell'usarla per andare "lontano" nei giorni festivi è il numero di posti, siamo in 5 e nella spring, purtroppo, ci sono solo 4 posti.
Avatar utente
marco
★★★★★ Amministratore
Messaggi: 36510
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Opel Corsa-e
Contatta:

Re: Report dei primi 2.600 km in 45 gg. con la mia Dacia Spring

Messaggio da marco »

digafv ha scritto: 14/01/2024, 10:25 per chi come noi ha guidato sempre endotermico, e' il Paradiso comunque.
A me basta questo :D
Grazie e complimenti
Opel Corsa-e - Citroën C-Zero - Zero FX 7,2 kWh e 5,7 kWh - FV 4,32 kWp - PdC Mitsubishi Ecodan - e-bike pieghevole Fiido D21 - e-bike Kalkhoff Agattu (dal 2009) - Ninebot One E+ 320 Wh (ex Nissan Leaf 24 kWh)

Rispondi

Torna a “Dacia Spring”