Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Dotato di un motore da 3 kW e batteria standard da 2,2 kWh, che può essere integrata fino a 4,4 kWh, può consentire fino a 100 km d'autonomia reale
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
sisu70
★★ Apprendista
Messaggi: 37
Iscritto il: 04/05/2024, 22:28

Re: Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Messaggio da sisu70 »

No, il vano sottosella è praticamente sigillato.
L'alimentatore è questo o un suo parente strettissimo: http://www.cnjurry.com/en/ProductView.Asp?ID=1238
Lì è indicato come "waterproof level = IP30/IP67" e "over temperature protection = have".
In quella pagina non è mostrato il connettore per la batteria di quel caricabatteria, ma nel caricabatteria dello scooter è questo: https://www.higoconnector.com/products/ ... v99K#title



sisu70
★★ Apprendista
Messaggi: 37
Iscritto il: 04/05/2024, 22:28

Re: Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Messaggio da sisu70 »

Avatar utente
marco
★★★★★ Amministratore
Messaggi: 37721
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Opel Corsa-e
Contatta:

Re: Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Messaggio da marco »

Assomiglia molto a quello della mia bici elettrica Fiido D21, non quello dell'alimentazione ma quello che va dalla batteria al motore.
Opel Corsa-e - Citroën C-Zero - Zero FX 2024 - FV 4,32 kWp - PdC Mitsubishi Ecodan - e-bike pieghevole Fiido D21 - e-bike Kalkhoff Agattu (dal 2009) - Ninebot One E+ 320 Wh - (ex Nissan Leaf 24 kWh, ex Zero FX 2015, ex Zero FX 2018)
sisu70
★★ Apprendista
Messaggi: 37
Iscritto il: 04/05/2024, 22:28

Re: Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Messaggio da sisu70 »

Oggi ho fatto la prova della ricarica con tutto chiuso dentro al vano sottosella, partendo dal 10% di carica residua: non si è incendiato o fuso nulla, ma la temperatura raggiunta dal caricabatteria e dalla superficie inferiore della sella (il "soffitto" del vano) è stata veramente preoccupante, nonostante il caricabatteria non sia mai andato in protezione termica. Caricata così una delle due batterie, per la seconda ho lasciato nel vano entrambe le batterie, l'estremo del cavo DC connesso alla batteria in carica (naturalmente), l'estremo del cavo AC con la spina Shucko e l'estremo della prolunga AC con la presa Shucko, mentre ho lasciato il caricabatterie sulla pedana dello scooter (ero nel parcheggio dedicato ai motocicli dell'azienda dove lavoro, quindi un luogo non proprio pubblico, ma comunque frequentato da molti colleghi, che in maggior parte non conosco perché l'azienda è molto grande). In questa fase la temperatura delle batterie, e in particolare di quella in carica, è rimasta quella "ambiente".
Così facendo il caricabatterie non si cuoce e non cuoce nulla, ma rimane comunque un minimo ancorato allo scooter (e la stessa cosa vale per la prolunga/adattatore, che devo usare in quel parcheggio perché le prese a disposizione sono Scame a 3 poli e non Shucko).

A parte questo oggi ho percorso altri 30+30 km, con qualche tratto dell'andata percorso in modalità "eco": mi sembra che venga semplicemente limitata, a 48 km/h di tachimetro, la velocità massima, mentre in termini di accelerazione cambia poco o nulla. Infatti l'automia stimata in modalità "eco" mi è parsa molto più aleatoria di quella stimata in modalità "sport".
Oggi ho misurato, col GPS, 67 km/h di velocità massima effettiva.
laevus
★★★ Intenditore
Messaggi: 418
Iscritto il: 22/07/2019, 6:06
Località: Roma
Veicolo: Twingo, Megane 130hp

Re: Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Messaggio da laevus »

La soluzione del bauletto traforato dove alloggiare l'alimentatore ha allora senso

Avatar utente
giuglio nasi
★★★ Intenditore
Messaggi: 381
Iscritto il: 16/06/2021, 20:02
Località: narni
Veicolo: seat arona metano

Re: Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Messaggio da giuglio nasi »

grazie della condivisione, io sono interessato alla versione a pedali per tenermi in forma e con la targa per quando vado di fretta ma non sono interessato a una velocità esagerata perchè pericolosa...se voglio correre vado a 130 km all'ora in autostrada con abs esp airbag di sicurezza!
sisu70
★★ Apprendista
Messaggi: 37
Iscritto il: 04/05/2024, 22:28

Re: Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Messaggio da sisu70 »

laevus ha scritto: 14/06/2024, 10:06La soluzione del bauletto traforato dove alloggiare l'alimentatore ha allora senso
Diciamo che ti darebbe, penso, quel senso di (un po') maggior protezione dal furto dell'alimentatore rispetto al lasciare l'alimentatore visibile sul pianale con solo l'estremità dei cavi """"al sicuro"""" sotto la sella.
Inoltre si potrebbe valutare di ancorare stabilmente l'alimentatore al bauletto in modo da lasciarlo stabilmente lì e semplificare le procedure di collegamento e scollegamento alla presa e alla batteria.
Però, per permettere un'areazione efficace, i fori andrebbero fatti sulle superfici inferiore e superiore del bauletto, compromettendone la tenuta alla pioggia.

In teoria sto aspettando la consegna del bauletto omaggiato da Fantic (viene spedito al rivenditore solo al momento dell'attivazione della garanzia, o perlomeno questo è quanto riferitomi dal rivenditore): valuterò l'opzione traforatura con l'oggetto in mano :-)
sisu70
★★ Apprendista
Messaggi: 37
Iscritto il: 04/05/2024, 22:28

Re: Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Messaggio da sisu70 »

giuglio nasi ha scritto: 14/06/2024, 18:51 grazie della condivisione, io sono interessato alla versione a pedali per tenermi in forma e con la targa per quando vado di fretta ma non sono interessato a una velocità esagerata perchè pericolosa...se voglio correre vado a 130 km all'ora in autostrada con abs esp airbag di sicurezza!

Se tiri in ballo i pedali ci sono allora tre modelli/versioni:
Issimo, bici elettrica (coi pedali e senza acceleratore), assistenza fino a 25 km/h max (mi sembra ci sia una sezione apposita nel forum, perché è un oggetto completamente diverso dall'Issimo City)
Issimo City, ciclomotore L1e, velocità massima 45 km/h, ci vuole almeno la patente AM
Issimo City PRO, motociclo L3e-A1 < 11 kW, velocità massima 65 km/h, ci vuole almeno la patente A1

A me gli 80 km/h sarebbero interessati proprio perché avrei potuto affrontare in miglior "sicurezza attiva" alcuni tratti del tragitto standard casa-lavoro, che invece ora preferisco evitare visto che il mezzo non supera i 65 km/h (contrariamente a quanto mi ha sempre detto e tuttora scrive il rivenditore).
Immagine 2024-06-14 205158.png
Immagine 2024-06-14 205158.png (67.22 KiB) Visto 344 volte
luiriv
★★★ Intenditore
Messaggi: 702
Iscritto il: 15/09/2022, 17:26

Re: Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Messaggio da luiriv »

Se ho letto bene la presentazione del motore Dell'Orto sviluppato per Fantic

https://www.dellorto.it/en/the-mobility ... -progress/

sono previsti tre livelli di potenza (uno per la versione L1 e un altro per la L3.. Forse il terzo è proprio quello che permette di raggiungere gli 80 kmh)
sisu70
★★ Apprendista
Messaggi: 37
Iscritto il: 04/05/2024, 22:28

Re: Ho portato a casa il Fantic Issimo City: prime impressioni

Messaggio da sisu70 »

Ad oggi sono commercializzati solo due livelli di potenza (= mappature dello stesso identico motore): 2,5 kW per L'Issimo CIty (L1) e 3 kW per Issimo CIty Pro e Issimo CIty Max (entrambi L3 ed entrambi 65 km/h max, cambia solo il numero di batterie). 80 km/h non trova alcun riscontro.

Tra l'altro sul cruscotto/display dello scooter viene visualizzato il consumo istantaneo in Wh/km: nei tratti apparentemente pianeggianti a 72 km/h di tachimetro (=67 km/h da GPS) leggo un consumo di 45 Wh/km e ... 45 Wh/km * 67 km/h = 3015 W = 3 kW, quindi non è questione di limitatore (di velocità). Il limitatore (di velocità) comunque c'è, perché anche in discesa ho visto al massimo (oggi) 74 km/h di tachimetro (e per un brevissimo attimo).

Se vuoi, il modello del motore riporta la parte "3,5 kW", che sono più dei 3,0 kW dichiarati per lo scooter e ... 45 Wh/km * 78 km/h = 3510 W = 3,5 kW; quindi, forse, lo scooter andrebbe vicino agli 80 km/h se l'inverter pompasse veramente 3,5 kW invece che soli 3,0 kW.

Rispondi

Torna a “Fantic Issimo City”