La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Per discutere di modelli di cui non esiste ancora una sezione o di problematiche comuni legate a tutte le marche e modelli di automobili elettriche.
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
Nym
★★★ Intenditore
Messaggi: 593
Iscritto il: 03/03/2022, 2:32

La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Messaggio da Nym »

Premessa, parlo di carica in trasferta, non in viaggio che secondo me sono due cose differenti...

20gg fa sono stato a Rimini per 4gg per un torneo (tra le altre cose sono anche allenatore) con la mia PHEV (ancora per poco, mercoledì arriva la mia prima BEV) e come sempre armato di buone intenzioni di caricarla il più possibile (nonostante i costi che rendono ormai praticamente più conveniente la benzina...).

Esperienza davvero triste e fallimentare, nonostante tutte le buone intenzioni... a parte l'impossibilità di caricare in hotel (ma manco il posteggio aveva) che ci è stato assegnato, nei pressi (5/10min max a piedi) dell'hotel nessuna colonnina usabile... situazione pessima... mi son detto caricherò durante le partite... anche qui, male male... su 6 campi di gioco che abbiamo girato, solo 1 aveva una colonnina nei pressi (soliti 5/10 min max a piedi)

Quindi in 4gg, l'auto è stata posteggiata per strada per circa 22/23 ore ogni giorno e in tutto quel tempo solo 1 volta mi è stato possibile caricare (il piano era caricarla ogni giorno)... una volta in cui tra l'altro mi è andata doppiamente bene: partita iniziata in ritardo e durata molto più del previsto (basket il tempo è effettivo... e poi non c'è pareggio...) con il risultato che l'auto ha finito la carica e io mica potevo andare a toglierla entro l'ora... fortunatamente l'operatore conncui caricavo (su Becharge, le più costose oggi in AC) non aveva costi di sosta e vigili non hanno multato/rimosso... ma mica potevo far sospendere la partita pernil tempo necessario ad andare a spostare l'auto e tornare, no?!? E questo è un problema per qualsiasi lavoratore... vi immaginate un medico in sala operatoria con il paziente sotto i ferri per andare a staccare la carica?!?.

Facendo paragone con il mio ultimo viaggio in Germania... in 15 giorni non ho mai avuto problemi a caricare mentre l'auto era posteggiata e io facevo altro... sempre trovato almeno 1/2 colonnine AC a 5/10 minuti da dov'ero

Mi ricollego a questa riflessione, con un'altra... a Milano,.dove risiedo, stanno mettendo un botto di fast... ci sono ormai 60/100 fast in città e tante in arrivo, si vedono girando... ma che servono tutte queste fast in città?!? E contemporaneamente poche AC (poche per Milano, so che altre città son pure peggio) e pure tutte, anche in periferia, con disco 2h... Le fast devono servire in viaggio ed in emergenza, che servono tutte queste fast in città? In città servono tante lente per caricare mentre l'auto è parcheggiata e uno fa altro!!! In più che servono AC con disco 2h?!? Il 90% delle BEV in 2h AC carica 20/22kwh... che su molte BEV sono solo il 25% batteria... assurdo!!! Primo perché ce ne si fa ben poco,.secondo perché difficile usare la carica mentre si fa altro (a meno di rapide commissioni)...



Bluto
★★★ Intenditore
Messaggi: 155
Iscritto il: 24/01/2024, 15:46

Re: La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Messaggio da Bluto »

Eppure guardando i soli dati le colonnine in Italia sono tante, in rapporto al circolante, solo che come tutte le statistiche vanno anche lette e interpretate, senza fermarsi al singolo dato (questo lo fanno solo i fanatici che non vedono la realtà)

Vome hai evidenziato nella tua esperienza la ditribuzione geografica. Obietto sempre a chi afferma che avere un buon rapporto colonnine/circolante serve a poco se poi le colonnine sono messe "a caso" e non secondo una seria pianificazione (forse andrebbe studiato un piano di distribuzione geografica delle colonnine).

Per le colonnine lente nelle città bisogna forse andare più a fondo. Lo scopo secondo me non è fornire un comodo parchheggio gratuito in centro a chi ha una elettrica.
In quest'ottica trovo più corretto mettere delle fast, in modo che sì, hai la possibilità di caricare un discreto quantitativo di energia, ma in una sosta relativamente breve e poi lasci spazio ad altri (anche in funzione di ritorno dell'investimento).
Se invece devi stare fermo 8 ore allora forse non è corretto dedicare oltre 10mq di prezioso spazio urbano a una sola auto. Le colonnine slow nelle grandi città vanno poste in periferia, in modo da evitare il sovraffollamento di ingombranti BEV nei centri, e qui purtroppo, IMHO, le grandi città stanno come al solito procedendo in maniera errata. All'inzio per dare un incentivo alle BEV hanno permesso che queste entrassero nelle ZTL e hanno beneficiato di parcheggi gratuiti. Non è questo il modo migliore di procedere se si vuole veramente combattere l'inqiunamento delle nostre città, il particolato ad esempio, allora le BEV non sono certamente virtuose, anzi, a livello di particolato p.es. non sono poi molto meglio di una moderna termica.
Avatar utente
Hdi
★★★★ Esperto
Messaggi: 2082
Iscritto il: 21/06/2021, 17:34

Re: La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Messaggio da Hdi »

Secondo me, sulle Quick dagli 11kW in su ci può stare il disco orario nelle città, specie se la zona come spesso accade è problematica come parcheggio. Lo scopo della colonnina è ricaricare l'auto: in 2 orette l'auto può accumulare da circa 10 kWh fino a 40 kWh a seconda della potenza di ricarica. Per i consumi medi che si possono avere in città non è pochissimo.
Se nelle città fossero diffusi i punti di ricarica lenti (diciamo attorno ai 3 kW), lì sì non avrebbe senso il disco orario.
Sul fatto che in città le colonnine possono essere mal dislocate (zone molto servite e altre dove tocca parcheggiare a oltre un quarto d'ora a piedi dalla propria destinazione) su questo siamo d'accordo.
reidinanto
★★★ Intenditore
Messaggi: 872
Iscritto il: 25/03/2021, 8:45
Veicolo: Leaf 40kWh 2019

Re: La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Messaggio da reidinanto »

Bluto ha scritto: 12/05/2024, 8:24 Vome hai evidenziato nella tua esperienza la ditribuzione geografica. Obietto sempre a chi afferma che avere un buon rapporto colonnine/circolante serve a poco se poi le colonnine sono messe "a caso" e non secondo una seria pianificazione (forse andrebbe studiato un piano di distribuzione geografica delle colonnine).
Per me il top sono le colonnine (anche fast!) messe proprio dove c'è l'area riservata per il mercato (quindi di sicuro un giorno a settimana sono inacessibili!!!).
Io mi domando, ma che C...O, ci vuole un master in pianificazione per almeno evitare le zone dove da 100 anni si fa il mercato cittadino?!?!?!?!? :lol: :lol:
Nym
★★★ Intenditore
Messaggi: 593
Iscritto il: 03/03/2022, 2:32

Re: La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Messaggio da Nym »

Hdi ha scritto: 12/05/2024, 9:09 Secondo me, sulle Quick dagli 11kW in su ci può stare il disco orario nelle città, ...
Io completamente in disaccordo... ci può stare solo in zone particolari dove il normale posteggio è a disco... ma dove il normale posteggio non è a disco orario, allora devo per un , (che ripeto anche a 11kw è carica lenta!):
1. Poter caricare anche fino al 100% se ne ho bisogno (se no come ci carico al 100%?!? Vado ad una fast?!? Devo tornare spostare il disco?!?)
2. Devo poter caricare mentre l'auto è posteggiata a fare altro... questo tra l'altro è dato come aspetto su cui i fan dell'elettrico battono nel sponsorizzare, ma poi deve essere permesso

un disco 2h come a Milano e non solo, applicato in qualsiasi zona è follia pura, perché 2 ore non bastano a fare praticamente nulla... già un compromesso migliore all'estero dove li mettono di 4 ore, che è mezza giornata lavorativa (quindi più compatibile con metterla/spostarla pausa pranzo), con l'andare a cinema/teatro/partita/conferenza etc... il risultato Comunque a Milano è che la gente o non le usa o le usa oltre il disco con rischio multa ogni volta! E non dico in piazza Duomo, ma in zone senza alcun problema di posteggio e dove le ev avrebbero posto gratis anche in eventuali linee blu (e comunque se fossero posteggi a pagamento, piuttosto che paghi anche il posteggio oltre la carica, come avviene all'estero in zone molto centrali, piuttosto che il disco)

Personalmente se sono in un posto qualsiasi con auto posteggiata tutto il giorno e poi la sera devo tornare e fare 300km trovo assurdo dover andare prima ti partire ad una fast, stara lì mezz'ora e poi dovermi rifermare un'altra volta a caricare (perché ovviamente alla fast non attendi il 100% e quindi non ti basta per arrivare a casa), con perdita di tempo, degrado batteria, etc... quando poteva caricarsi stando ad una AC al 100%... salvo non poterlo fare per via del disco orario... un assurdo!

Nym
★★★ Intenditore
Messaggi: 593
Iscritto il: 03/03/2022, 2:32

Re: La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Messaggio da Nym »

Bluto ha scritto: 12/05/2024, 8:24 Per me il top sono le colonnine (anche fast!) messe proprio dove c'è l'area riservata per il mercato (quindi di sicuro un giorno a settimana sono inacessibili!!!).
Io mi domando, ma che C...O, ci vuole un master in pianificazione per almeno evitare le zone dove da 100 anni si fa il mercato cittadino?!?!?!?!? :lol: :lol:
Come spesso in ITA tutto fatto senza un minimo di cervello... confermo quanto dici e aggiungo che tante messe in situazioni che inventivano gli abusi... ad esempio colonnina davanti a tabaccaio e bar dove normalmente ci sono auto in seconda fila perennemente, quando nella stessa piazza dal lato opposto i posteggi son sempre deserti (la gente fa fatica a fare 10metri e lascia l'auto in seconda fila)... risultato colonnina quasi sempre indisponibile per.termici posteggiati
Avatar utente
Hdi
★★★★ Esperto
Messaggi: 2082
Iscritto il: 21/06/2021, 17:34

Re: La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Messaggio da Hdi »

@Nym Le 2 ore di disco orario non devono essere lo standard per tutta la città, d'accordo. Ma in certe zone ci sta, ad esempio dove vi è analoga limitazione per gli stalli liberi. Altrove può esserci un limite più alto, es 4 ore, oppure nessun limite, come accade per molte colonnine dove si può caricare per tutto il tempo necessario.
marcober
★★★★★ Ambasciatore
Messaggi: 11259
Iscritto il: 17/05/2017, 10:59
Veicolo: Zoe Q90
Contatta:

Re: La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Messaggio da marcober »

Nym..a Milano le zone con parcheggio libero e gratuito sono praticamente inesistenti…almeno entro la cerchia della linea 90..ma credo ormai anche entro la tangenziale.
Dunque approccio corretto sarebbe quello che proponi alla fine…si paga il parcheggio (al Comune) e a parte si paga la ricarica (al gestore).
Se non fosse però che se li si ferma per tante ore una termica, chi ha investito nella colonnina non potrebbe “fatturare”.
Dunque la soluzione sarebbe un’altra ancora….iò,gestore paga al Comune un affitto per l’area…e poi chi carica paga nel costo ricarica anche uso area…e su tale aree possono stare solo le elettriche in carica , sino a quando stanno in carica, e poi devono pagare alta penale se restano oltre 30 minuti da fine carica.

Dopo di che alcuni furbi potrebbero abbassare la potenza per stare a lungo…e dunque la colonnina dovrebbe avere una tariffa duale, un costo al kwh e un costo al minuto, così ti passa la voglia di settare 10A su una quick da 22 kW.. più una forte penale di fine carica (salvo magari per le ore notturne).
Una carica libera sulle zone centrali non credo dunque sia una soluzione.
FV: 15 kW Sunpower - Riscaldamento: PDC aria acqua ZUBADAN 12 KW
Nym
★★★ Intenditore
Messaggi: 593
Iscritto il: 03/03/2022, 2:32

Re: La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Messaggio da Nym »

Pagare posteggio non vuole dire che la termica può posteggiare... lo stallo resterebbe riservato (in Germania nei centri è spesso così).

Il fatto che ormai Milano sia tutta blu e solo un sistema per far cassa e rompere a chi arriva da fuori o lavora lontano da casa... sono blu anche zone prive di senso, con posteggio gratis ai residenti nell'ambito e alle phev/bev... sono ormai blu le zone ultraperiferiche vicino persino agli interscambi metrò!!!

Milano non ha parcheggi nemmeno in centro a disco per termiche... allora tanto meno non lo devono essere per le colonnine... poi come detto capisco in centro... ma colonnine non in centro non devono avere il disco... in particolare sono assurdi i limiti di 2h nelle colonnine vicino alle stazioni, ai parcheggi di interscambio, vicino ad università o zone di uffici, ma anche quelle in zone prettamente residenziali

La colonnina lenta (AC) non è una pompa do benzina... arrivo rifornisco e me ne vado, ma deve essere un posto dove l'auto si carica mentre è posteggiata mentre uno fa altro, senza dover avere il problema di doverla spostare per un disco o perché ha finito di caricare... personalmente sono un fun del city plug di a2a (avevo scritto qui tempo fa idea simile prima che lo presentassero)... comunque sia ricarica lenta non può avere limiti tempo (tantomeno inferiori al tempo di carica), né tariffe a tempo di carica, né altre rotture varie... (poi ci si lamenta che le colonnine sono sotto sfruttate)

Altrimenti l'ev non prenderà mai piede!!!! Ed in particolare chi non ha proprio posto carica (e sono molti più di quelli che si dice) non prenderà mai ev!
Avatar utente
Hdi
★★★★ Esperto
Messaggi: 2082
Iscritto il: 21/06/2021, 17:34

Re: La ricarica in trasferta è più facile farla in Germania che in Italia

Messaggio da Hdi »

C'è però da tenere conto che le colonnine AC per ricarica pubblica solitamente non sono colonnine Slow (lente) bensì Quick. Quindi non si tratta di ricarica lenta.
Per lasciare l'auto molte ore senza pensieri servono piuttosto punti di ricarica slow diffusi.

Rispondi

Torna a “Auto Elettriche in Generale”